RSS Facebook Twitter

LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda VITALOTTI » venerdì 11 ottobre 2019, 11:03

Io sono mancino, dominante destro. Spesso e volentieri, quando colpisco (sto parlando di sfacci e raddrizzi) da destra verso sinistra mi sento sempre "fuori asse" (errore di parallasse?) ,non a mio agio nell'impostazione e alla fine vo a compensare artificiosamente spostando la stecca verso l'effetto al momento del colpo. E un po' sempre,anche su tiri che non necessitano di effetto.Non so se sono riuscito a farmi capire. È come se mirassi una porzione più grossa (non consona al tiro) ,poi ,consapevole di ciò, al momento dello scarico viro verso l'effetto per andare su una porzione più scarsa.  Ma spesso squarcio o comunque è un movimento non rettilineo della stecca. 2' domanda: noto che il braccio mi scende,insomma non fermo il movimento con l'avambraccio a 90 gradi . Non capisco se è un errore  dovuto a impugnatura o ponticello o che altro. Grazie.
VITALOTTI
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 150
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 17:51

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda Bata_Reyes » venerdì 11 ottobre 2019, 12:22

Anch'io ho il cosiddetto "elbow drop", cioè il modo con cui in inglese si definisce il movimento del gomito che non si blocca (letteralmente "caduta del gomito"). Ed è effettivamente un problema, perchè aggiungendo movimento superfluo si aggiungono anche sbandate involontarie e bisogna compensare questi errori con le famose "pezze" di cui parli tu, cioè mirare in modo errato consapevolmente.
Per quanto mi riguarda ho notato che è un problema d'impugnatura perchè tengo il polso ad un angolo innaturale con la stecca, ma ormai non lo modifico più, è troppo connaturata in me questa impostazione.
Ultima modifica di Bata_Reyes il venerdì 11 ottobre 2019, 12:22, modificato 1 volta in totale.
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 4177
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 13:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda strisciofortesteola » venerdì 11 ottobre 2019, 14:07

Le due domande, a ben vedere, sono due facce della stessa medaglia, cioè la meccanica. Col biliardo moderno siamo abituati a vedere birilli che saltano, steccate decise, quindi noi comuni mortali dimentichiamo di "pulire il movimento" e pensiamo a spingere bene la stecca. Risultato: sbracciamo chiudendo il movimento verso il petto.
Ecco perché, nella situazione rappresentata, si ha la sensazione - che, poi, sensazione in realtà non è - di essere fuori mira.
Ultima modifica di strisciofortesteola il venerdì 11 ottobre 2019, 14:07, modificato 1 volta in totale.
strisciofortesteola
Connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 120
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2017, 2:53

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda VITALOTTI » venerdì 11 ottobre 2019, 19:35

Esattamente come dite. Anche il polso -ho notato- é ruotato con le nocche  che non sono parallele alla stecca. Ma a sensazione questa è una cosa che cerco di sensibilizzare allentando la rigidità di presa. Il problema base -come diceva "striscio" son poi 2 facce della stessa medaglia- è quella caduta braccio quasi sul cuore che pregiudica la "rettilineità " del colpo . Poi(filmandomi) -anche se il tiro riesce e metti pure a posto le bilie- è proprio brutto esteticamente :la stecca va a finire troppo avanti rispetto alla linea dei piedi/anche. Non riesco a percepire  se son troppo vicine o lontane le gambe dal tiro o il ponticello (vicino o lontano) c'entri qualcosa . Lasciando da parte certe dritte da aprire morbide a M . Parlo quasi solo di dritte/sfacci  da COLPIRE ,non da accompagnare
VITALOTTI
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 150
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 17:51

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda LuigiBrigada » venerdì 11 ottobre 2019, 21:14

nonno luigi
mancino e dominante destro secondo me è un difetto non  da poco, anche se alla lunga trovi le correzioni che non sono mai precise l'errore arriva ,modifica limpostazione, secondo me alza un pochino  la testa dalla stecca non chiudeere gl' occhi e il sinistro deve essere perfettamente a piombo alla stecca, prova il braccio ci penserai dopo.

                     saluto spero di averti aiutato     nonno luigi
LuigiBrigada
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 347
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2016, 13:00

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda VITALOTTI » venerdì 11 ottobre 2019, 22:34

Grazie Luigi (o affettuosamente "nonno").Il "non chiudere gli occhi" intendi al momento dello scoccare il tiro?  Se sì, in effetti spesso è come se al momento del lancio lasciassi fare al caso ,quell'attimo che "chiudi gli occhi e speri in Dio" ...che non -MAIUTA .
VITALOTTI
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 150
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 17:51

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda VITALOTTI » sabato 12 ottobre 2019, 0:13

Scusa, nonno. Il SINISTRO occhio a piombo sulla stecca?  E non il destro dominante?
VITALOTTI
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 150
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 17:51

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda strisciofortesteola » sabato 12 ottobre 2019, 1:26

Secondo me, è sufficiente stare "comodi" sul tiro.
Poi, se si vuole COLPIRE e non accompagnare, bisogna considerare che entrambe le tecniche realizzative presentano vantaggi e svantaggi (su biliardi battuti che rientrano tanto, la pura colpitura potrebbe non essere la soluzione, anzi.. .)
strisciofortesteola
Connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 120
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2017, 2:53

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda VITALOTTI » sabato 12 ottobre 2019, 11:16

Certamente questo è il primo assioma per sentirsi   sicuri e sentire il tiro.Ma,come dicevo all'inizio, DA DESTRA verso sinistra non ho queste sensazioni, quindi scomodità,occhio che non sta dove d'uopo,gambe probabilmente pure e allora quegli aggiustamenti posticci e palliativi al momento del tiro.
VITALOTTI
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 150
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 17:51

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda LuigiBrigada » sabato 12 ottobre 2019, 21:51

nonno luigi
LOTTI grazie x il complimento,scusa se ti chiamo lotti ma e uno dei 5 fuori classe del 60 -80 LOTTI_BIAGINI CAVALLARI COPPO WUIKLER il maestro dei baestri io o giocato con tutti ma loro erano +forti comunque un buon medagliere molti trofei e diploma tutti primo classificato e dopo quasi 87 anni   sono bei ricordi e soddisfazioni.
x quonto ruguarda gliocchi ai capito benissimo  non vanno mai chiusi,il dominante invece secondo mè deve essere il destro x un destro e il sinistro x un sinistro se non ci sono problemi di vista,  se non è cosi la testa quando miri deve fare una rotazione allesterno verso la stecca di circa 5 -6 cent  e cosi  produci un difetto che col tempo trovi la correzione ma il difetto rimane e se alla fine produci come uno senza se fai un corso a paarita arrivi secondo x cui sarebbe meglio modificare il dominante .
x quanto riguarda il braccio le sbandate e le sbracciate avvengono nella maggior parte dei casi quando si muove la spalla cerca di tenerla ferma osserva quarta muove solo dal gomito alla mano comunque mi sembri motivato e questo e un buon segno e con calma e gesso alla lunga sarai pagato.

                    saluto e buona domenica    nonno luigi
LuigiBrigada
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 347
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2016, 13:00

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda VITALOTTI » sabato 12 ottobre 2019, 22:34

Grazie mille! Con breve parentesi ti informo che ho 42 anni di cui una ventina buoni vissuti in "apatia" , ovvero rimanendo nella mia città (anzi,quartiere) che è assolutamente distante dal biliardo all'italiana .Quindi tra indolenza nel muovermi da una città che neppure giudico a me confacente ,studio e lavoro , il biliardo è rimasta una passione recondita e sopita (solo tv ,dai magici tempi di Tele+ a Bulbarelli e Nascimbene) .Solo 3anni fa casualmente ho scoperto l'unico biliardo internazionale in un bar di periferia. Ma che vuotezza! Non un giovane che provi ad avvicinarsi. Ma poi rischio di addentrarmi in discorsi troppo social-filosofici. Che bello essere nato a Firenze o Milano sotto la vostra " cupola " :per  Winkler Crotti e Belluta avrei offerto anima e corpo.
VITALOTTI
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 150
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 17:51

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda strisciofortesteola » sabato 12 ottobre 2019, 22:42

È vero avete grandi maestri può agevolare  ma non tutti i più grandi ne hanno avuto: almeno 2 dei più forti al mondo sono autodidatta. Soprattutto, quello che noto è che difficilmente vi sono "stili" sovrapponibili, nel senso che c'è chi ha una posizione alta, chi bassa, chi lancia la stecca, chi la spinge, chi la stringe, chi brandeggia in modo ritmico, chi fa pochi brandeggi e sbraccia, chi fa un doppio brandeggio, e chi non brandeggia dei tutto. Mia personale opinione, bisogna provare e capire cosa fa al caso di ogni singolo giocatore.
strisciofortesteola
Connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 120
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2017, 2:53

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda VITALOTTI » sabato 12 ottobre 2019, 22:51

Scusate l'o.t. Tornando a noi ,certamente da grammatico ,latinista ed (ex) scacchista, per me l'analisi il metodo e lo svisceramento è tutto. In effetti, quando tiro da destra,non porto (con quello spostamento di testa) l'occhio destro sotto la stecca,ma ci lascio il sinistro (o il naso). Invece ciò che inficia di più è quella sgradevole caduta di braccio con effetti impressi involontari :o mi concentro a colpire la battente lì e proprio lì (e devo tenerci gli occhi sopra) oppure rischio di affidarmi agli dei. Un grande giocatore mi consigliava sempre pure di  distanziare il ponte :"allunga la limata!". Ma dentro di me ho come paura di non andare sul punto di battente desiderato
VITALOTTI
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 150
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 17:51

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda LuigiBrigada » lunedì 14 ottobre 2019, 20:54

nonno luigi
lotti non capisco bene quando dici mi cade il braccio se è come penso quando tiri non colpisi mai nel punto stabilito xche la punta si alza sempre in questo caso è questione di spalla o di polso, secondo me sarebbe piu opportuno accorciare il ponticello e usare lanello in modo che la punta sia un po  piu ferma ma il difetto rimane ,io o insegnato un pochinoe quando si presentava un problema cosi costruivo un cerchio di cartone bianco un pochino sottile gli facevo un buco in centro da 14 mm con una fustella e altri 3o4 in altre posizioni in modo da ,avere le quantita del taglio poi con una molletta lo mettevo sul biliardo in verticale lallenamento era questo, ponticello 15 cent 4o5 limate pausa un secondo una limata e steccata bisognava centrare il buco scelto senza abbattere il ccartoncino fino al risultato di 10 steccate,poi ponticello 20 cent ,ponticello 25 cent , 30 ,fino a 35 , se ce impegno e volonta il risultato deve arrivare.
                                   saluto buon biliaardo  nonno luigi
LuigiBrigada
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 347
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2016, 13:00

Re: LINEA DI TIRO e BRACCIO che scende

Messaggioda VITALOTTI » lunedì 14 ottobre 2019, 22:24

Sicuramente se faccio l'anello creo un binario più sicuro. Quanto a "braccio scende" intendo "solo" quella caduta fino al petto invece che pendolare di avambraccio fino ai 90 gradi a piombo. Gli effetti involontari ,provo a spiegarmi meglio :se devo tirare uno sfaccio con eff. a sinistra (da destra) non punto l'effetto da subito :miro la porzione poi al momento del colpo viro (eccessivamente) verso l'effetto rischiando di squarciare. Cioè non mi imposto sulla linea di tiro con effetto già impostato. Poi ,virando alla fine e inoltre col braccio che scende sul petto, spesso viene un disastro. In pratica,se uno mi guardasse vedrebbe una punteria iniziale non esatta,poi alla fine una stecca che va verso sinistra( cioè verso l'effetto) con caduta del braccio
VITALOTTI
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 150
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 17:51

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: ninoerre, Prisecter e 12 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 14 utenti connessi :: 2 iscritti, 0 nascosti e 12 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: ninoerre, Prisecter e 12 ospiti