RSS Facebook Twitter

Alcuni quesiti

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Alcuni quesiti

Messaggioda Monapool » lunedì 25 marzo 2019, 22:38

Buonasera a tutti. Avrei delle domande di varia natura da porvi sempre entro i limiti del pool.

1. Credo di non dire una sciocchezza se affermo che effettuando una steccata la biglia da mandare in buca assumerà una traiettoria diversa in base all'effetto dato alla battente. C'è un modo per calcolare questa differenza e mirare dunque di conseguenza nel modo giusto?
2. Diciamo che l'occhio dominante (quello addetto alla mira) va posto in linea con la stecca, mentre l'altro occhio serve per dare profonditá. Se proviamo a chiudere l'occhio non dominante ed usare solo quello dominante, potrebbe essere un buon modo per esercitarsi sulla mira eliminando definitivamente l'errore di parallasse?
3. Conosco davvero poco sul comportamento della biglia bianca a contatto con le sponde o con la biglia avversaria usando gli effetti. Esiste un libro che posso studiare per avere una conoscenza abbastanza approfondita?

Grazie sempre mille a tutti!
Monapool
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 16
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 20 gennaio 2019, 22:49

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Bata_Reyes » lunedì 25 marzo 2019, 23:32

1. Non essendo dei computer non abbiamo modi per "calcolare" cose di questo tipo. Sono sensibilità che devi sviluppare con la pratica.

2. No, chiudere l'altro occhio è sempre sconsigliato, lo fai solo per capire se una bilia passa o non passa nei casi limite in cui hai dei passaggi millimetrici. Ma lo fai prima del tiro, poi quando stai tirando gli occhi devono essere entrambi aperti.

3. Libri di biliardo all'italiana.
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3942
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 14:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Monapool » martedì 26 marzo 2019, 0:21

Riguardo la 1. Nemmeno qualche linea guida, qualche prassi o consiglio? Per esempio da amatore prima prendo la mira senza effetto, poi cambio punto di attacco e infine correggo la mira. È errato?
Riguardo la 3. Non vorrei sbagliare e prendere qualcosa che non mi esaurisce abbastanza soprattutto sulla rispondenza delle sponde. Potete darmi qualche titolo preciso per andare sul sicuro?
Ultima modifica di Monapool il martedì 26 marzo 2019, 0:21, modificato 2 volte in totale.
Monapool
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 16
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 20 gennaio 2019, 22:49

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda jk11ul » martedì 26 marzo 2019, 5:24

Alla domanda 1. io rispondo che la traiettoria della biglia da mandare in buca non cambia a seconda dell’effetto che impartisci alla battente, se non per frazioni troppo piccole per essere apprezzate dal giocatore medio.
jk11ul
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 582
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 giugno 2015, 11:51

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Bata_Reyes » martedì 26 marzo 2019, 10:51

in realtà può cambiare e anche non poco, soprattutto tirando con effetto marcato e forze medio-basse. È il cosiddetto avvitamento, molto utile per creare angoli di imbucata che "non esistono". In pratica, tirando con effetto esterno, si accentua l'angolo di imbucata, è come se la prendessimo più fine, proprio perchè le bilie si "avvitano" tra di loro.
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3942
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 14:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Bata_Reyes » martedì 26 marzo 2019, 11:04

Monapool ha scritto:Riguardo la 1. Nemmeno qualche linea guida, qualche prassi o consiglio? Per esempio da amatore prima prendo la mira senza effetto, poi cambio punto di attacco e infine correggo la mira. È errato?


Sì in generale è così, hai un punto di mira senza effetto e uno con effetto, che differiscono leggermente. Questo ovviamente però dipenderà anche da quanto scarta la tua stecca e dal tipo di trattamento che stai dando alla battente. Un tiro più battuto accentuerà lo scarto, quindi dovrai compensare di più, mentre un tiro morbido minimizzerà lo scarto, ma accentuerà l'avvitamento fra le bilie (vedi sopra).

In generale comunque non esistono formule magiche, devi tirare migliaia di bilie e sviluppare una tua sensibilità in base al risultato del tiro. Sono degli automatismi che devi acquisire e per farlo ci vogliono anni.
In questo ti aiutano tanto gli esercizi, perchè posizionando le bilie sempre nello stesso modo puoi fare un raffronto tra situazioni identiche e quindi capire un determinato trattamento della bianca che esiti dà sul tuo tiro.
Ultima modifica di Bata_Reyes il martedì 26 marzo 2019, 11:04, modificato 1 volta in totale.
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3942
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 14:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Monapool » martedì 26 marzo 2019, 17:30

Non sono un professionista, ma vi assicuro che come tiro io con effetto noto un cambiamento di traiettoria. Detto questo. Come posso ridurre questa differenza o cmq marcarla il meno possibile. Per tiro battuto intendete con un angolo di inclinazione della stecca maggiore? Mi date dei suggerimenti?

Vorrei comprare un libro sto per andare in una grande libreria. Potete tirare fuori qualche titolo per andare sul sicuro?
Ultima modifica di Monapool il martedì 26 marzo 2019, 17:30, modificato 1 volta in totale.
Monapool
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 16
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 20 gennaio 2019, 22:49

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Bata_Reyes » mercoledì 27 marzo 2019, 0:34

Sì è chiaro che c'è un cambiamento di traiettoria, si chiama "scarto". La traiettoria della battente flette diagonalmente nelle direzione opposta all'effetto impartito. Ed è ovvio che sia così, la bilia è un oggetto sferico, quindi colpendola lateralmente la si spinge a destra o sinistra. Quindi dovrai compensare mirando un po' nella direzione opposta.
Visto che tu usi una stecca da sala, lo scarto sarà probabilmente enorme, quindi la compensazione dovrà essere giocoforza maggiore rispetto ad una stecca con un puntale "low deflection".

Il tiro battuto è quello che dai senza fare penetrazione della stecca sulla bilia battente, in pratica la stecca dopo aver colpito si ferma nei pressi delle posizione di dov'era la battente. Si contrappone come detto al tiro morbido e penetrato, che per l'appunto attenua lo scarto.

In libreria non esistono libri di pool. In italiano ne esiste solo uno (diviso in 2 volumi) ed è quello di Gianni Campagnolo, che fra l'altro bazzica sul forum. Lo devi richiedere direttamente a lui.
Altrimenti cerca su Amazon libri in inglese, in USA qualche libro sul pool è stato fatto.
Ultima modifica di Bata_Reyes il mercoledì 27 marzo 2019, 0:38, modificato 4 volte in totale.
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3942
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 14:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Bata_Reyes » mercoledì 27 marzo 2019, 0:35

Video interessante di Dr. Billiards sullo scarto.

https://www.youtube.com/watch?v=PKcST5CqBZM
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3942
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 14:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Monapool » mercoledì 27 marzo 2019, 5:44

Bata_Reyes ha scritto:Sì è chiaro che c'è un cambiamento di traiettoria, si chiama "scarto". La traiettoria della battente flette diagonalmente nelle direzione opposta all'effetto impartito. Ed è ovvio che sia così, la bilia è un oggetto sferico, quindi colpendola lateralmente la si spinge a destra o sinistra. Quindi dovrai compensare mirando un po' nella direzione opposta.
Visto che tu usi una stecca da sala, lo scarto sarà probabilmente enorme, quindi la compensazione dovrà essere giocoforza maggiore rispetto ad una stecca con un puntale "low deflection".

Il tiro battuto è quello che dai senza fare penetrazione della stecca sulla bilia battente, in pratica la stecca dopo aver colpito si ferma nei pressi delle posizione di dov'era la battente. Si contrappone come detto al tiro morbido e penetrato, che per l'appunto attenua lo scarto.


Ho trovato online alcuni PDF di questo signore Campagnolo, volevo per l'apppunto chiedervi se sapevate se il libro è scaricabile per intero o comunque acquistabile perché mi è sembrato ottimo. Comunque proverò a chiedere direttamente a lui.

Perché le stecche da sala aumentano lo scarto? Quale caratteristiche deve avere per scartare poco? Come è un puntale low deflection? Vorrei farvi vedere il mio puntale della stecca che ho comprato. Potete darmi un parere? La mia impressione è che è abbastanza largo e piatto. Ho parlato con un signore che lavora in sala e mi ha detto che la stecca è buona, e che può lavorarmelo ma prima devo giocarci un po'. Mi ha consigliato di inumidirlo di tanto in tanto per ammorbidirlo un poco.

Ringrazio sempre tutti per la pazienza e la prontezza con cui date risposta ai miei dubbi. Grazie
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Monapool il mercoledì 27 marzo 2019, 5:44, modificato 3 volte in totale.
Monapool
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 16
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 20 gennaio 2019, 22:49

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Kapkan » mercoledì 27 marzo 2019, 10:15

Ciao,
Io ho i due volumi di Gianni Campagnolo e devo dire che sono ben fatti sia nella loro parte teorica che in quella pratica con tutti gli esercizi da fare per poter migliorare, sia che tu giochi da poco e abbia bisogno delle basi, sia che tu sia un giocatore più esperto e abbia bisogno di qualcosa di più approfondito.
Inoltre nei libri di Gianni trovi anche una sezione dedicata ai tiri di sponda sia diretti che indiretti che io ho trovato semplice e molto utile.
Per quanto riguarda l’effetto che la battente trasmette alla biglia oggetto, come ti è stato già detto questa aumenta in base a come porti la steccata e aggiungo io a quanta porzione di palla prendi, più è piena più si sente l’effetto sulla oggetto...per sapere quanto effetto devi dare invece e come calcolare lo scarto, non esistono formule magiche e li dipende tutto dall’esperienza...per renderti conto del fenomeno puoi anche provare a mettere due biglie parallele a sponda lunga (staccate da essa di 10-15 cm) e imbucare in angolo della stessa...Prova ad imbucare in questi 2 modi (per ora nn mi preoccupo della posizione della bianca dopo il tiro) nel primo caso fallo senza effetto solo dando angolo e nel secondo caso prendi la biglia  dando l’effetto sulla bianca, ripetilo allontanando pian piano le biglie e noterai che più è lontana e più dovrai compensare in base al tuo puntale.
Puoi anche provare un altro esercizio, metti due biglie su sponda corta con lo spazio di un’altra bel mezzo più 1/2 cm circa e da kitchen provi con quantità diverse di effetto a entrare in quella finestra senza toccare le altre 2. Ti accorgerai se ti filmi che ti verrà naturale pian piano correggere il punto di mira per compensare lo scarto, in base alla tua stecca.
Spero di esserti stato utile in qualche modo...Ciao
Ultima modifica di Kapkan il mercoledì 27 marzo 2019, 10:15, modificato 2 volte in totale.
Kapkan
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 148
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 21 maggio 2016, 18:17

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Gianni » mercoledì 27 marzo 2019, 10:18

Ti ho risposto con messaggio privato dove trovare i miei libri, ma siccomen penso che possa interessare anche a qualcun'altro, su questo sito web, alla voce "SHOP" si possono ordinare i due libri e i 5 Pool Test. https://www.poolbilliardtest.com/

Torniamo alle tue domande: Chiaramente giocando la battente con l'effetto laterale si ha un cambiamento di direzione della bilia oggetto. Qui vi sono diversi fattori importanti, 1.la velocità della battente, 2.la distanza tra le bilie e dalla buca della bilia oggetto, 3.il tuo modo di imprimere l'effetto, 4. il materiale che usi. 1.Più forte si tira e meno si sposterà la bilia oggetto, ovvero, più piano si tira e più sposterò la bilia oggetto.  2.Se le bilie sono vicine è più facile far spostare la bilia oggetto maggiormente, se la  bilia Oggetto è vicina alla buca, si una tolleranza maggiore, invece del centro buca, la imbuchero a destra o a sinistra nella buca, ma entrera lo stesso. Mentre, se la bilia è lontana dalla buca facilmente non entrera. 3. Il tuo modo di imprimere l'effetto, questo inizialmente è soggettivo, con il tempo quasi tutti con il massimo effetto arrivano nello stesso punto.4. Il materiale aiuta molto con il gioco con l'effetto, quando hai un modo di dare l'effetto laterale sempre uguale, puoi provare questo esperimento. Bilia oggetto 5o cm dalla buca, prendi la bilia numero uno e metti il numero perfettamente in direzione della buca,  battente 50 cm con un leggero angolo tra bilia oggetto e buca, si mira esattamente per imbucare la bilia senza effetto e prima di tirare, mirando sempre sullo stesso punto si sposta la punta della stecca dando mezzo cuoietto di effetto laterale a sinistra o destra, adesso con forza due, tirare. Se la steccata è buona, se il materiale lo permette, dovresti imbucare la bilia senza dover cambiare minimamente il punto di mira. se non funziona, vuol dire che il tuo materiale ha troppo scarto e quindi devi provare a trovare il tuo punto di mira. A volte basta una porzione di bilia a volte molto di più.

Ho visto il tuo puntale, c'è in commercio il Willard che ti consente di controllare la rotondità del cuoietto, se no basta prendere una monetina da 10 centesimi e controllare, la tua mi sembra un pò piatta. Non bagnare il cuoietto in nessun caso, basta con la carta vetrata dare la forma giusta. Inoltre, vedendo il tuo puntale, posso dire che il gessetto che usi ha un bel buco profondo :-) e che lo usi come uno spremi arance :-) invece di strofinarlo, la ghiera dovrebbe essere bella bianca :-)
Buon allenamento :-)
BiliardoWeb Magazine, la rivista online dedicata al biliardo - http://magazine.biliardoweb.com

"POOL, Il biliardo americano"  1° e  2° Parte, libri in italiano  per apprendere le basi e le tecniche avanzate nel Pool.      
pool.libro@bluewin.ch
Gianni
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2493
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2004, 14:27
Località: Zurigo

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda Bata_Reyes » giovedì 28 marzo 2019, 3:45

Monapool ha scritto:Perché le stecche da sala aumentano lo scarto? Quale caratteristiche deve avere per scartare poco? Come è un puntale low deflection? Vorrei farvi vedere il mio puntale della stecca che ho comprato. Potete darmi un parere? La mia impressione è che è abbastanza largo e piatto. Ho parlato con un signore che lavora in sala e mi ha detto che la stecca è buona, e che può lavorarmelo ma prima devo giocarci un po'. Mi ha consigliato di inumidirlo di tanto in tanto per ammorbidirlo un poco.


Molto banalmente... perchè le stecche da sala sono dei cessi e non sono fatte per giocare seriamente a pool. Lo scarto dipende soprattutto dal puntale e dal peso nella sua parte finale, più sono leggeri e meno scartano. Le stecche da sala sono fatte con materiali scadenti che spesso sono anche molto pesanti (legno pieno).
I puntali low-deflection invece vengono alleggeriti nella parte finale. Quelli ultra-low-deflection sono anche più fini di diametro, vedi ad esempio il Predator Z che ha 11.8 mm come diametro, contro i 13 mm delle stecche classiche.

Cmq quello che hai postato nella foto, è il cuoietto, non il puntale. Come diceva Gianni devi lavorarlo un po' per renderlo più tondo, effettivamente è un po' piatto.
Ultima modifica di Bata_Reyes il giovedì 28 marzo 2019, 3:45, modificato 1 volta in totale.
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3942
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 14:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda LuigiBrigada » giovedì 28 marzo 2019, 16:24

nonno luigi
sono e sono sempre stato un giocatore da birilli e sono ancora abbastanza in forma  per la terza volta,due volte l'ho sentita la terza l'ho letta su questo post: occhio dominante,io ho sempre pensato che nella giocata non esiste l'occhio dominante,vorrei sapere se ho sbagliato se invece esiste come funziona e quali sono le sue caratteristiche saluto e grazie  .

                       buon biliardo nonno luigi
LuigiBrigada
Connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 269
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2016, 14:00

Re: Alcuni quesiti

Messaggioda jk11ul » giovedì 28 marzo 2019, 19:19

Nonno, fai questo esercizio:
punta con il dito un oggetto in lontananza, chiudi un occhio per volta e scoprirai che quando l’occhio è chiuso e il tuo dito rimane puntato, quello sarà l’occhio dominante.
jk11ul
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 582
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 giugno 2015, 11:51

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 7 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 8 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 7 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Google [Bot] e 7 ospiti