RSS Facebook Twitter

Steccata morbida

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Re: Steccata morbida

Messaggioda LuigiBrigada » giovedì 19 luglio 2018, 14:43

:ciao:  :ciao:  :ciao: nonno luigi
sono daccordo con  jk11 bravo e convincente ,daccordissimo anche con zito che a espresso cose utile e migliorative , vedete questi nominativi morbido secco smorzato spinta ecc sono tutte considerazioni che un bravogiocatore deve tenere conto x eseguire una determinata giocata al meglio possibile sperando che tutto abbia funzionato bene braccio cervello vistaa ecc.
quanto parlo di migliorativie mi riferisco allo scritto di zito che parla di fisica con espressioni x me un po difficile da capire ma nello stesso tempo provo una grande gioia sentire argomentare quelle che sono tutte le cmplicazioni e considerazioni che si possono trovare in questo meraviglioso rettangolo .
vedete io credo che come pratica e conoscenza sono ad un buon livello come tuttigli anziani mentre in teoria anche se il progresso qualcosa mi adato ma o ancora molto da imparare x qui se questi argomenti e discusioni andassero avanti oltre ad essere bello sarebbero anche utili.

                                   salutoe abbraccio nonno luigi
LuigiBrigada
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 227
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2016, 13:00

Re: Steccata morbida

Messaggioda 1970_Nicola » sabato 28 luglio 2018, 17:27

Premetto che sono sempre stato a favore della conoscenza e della condivisione della stessa.
In primis mi permetto di aggiungere che non si tratta solo di cinematica ma anche di dinamica visto che il risultato, il tiro giusto, lo si ottiene grazie ad alcune cause e le cause vengono studiate dalla dinamica.

Ma la cosa che ci tengo a dire è che per il gioco biliardo, a mio parere, la conoscenza non è per nulla necessaria.
Sappiamo benissimo che l'allenamento, il talento e l'istinto ci fanno fare le cose giuste senza per forza sapere quali sono le leggi della fisica che le governano. Se facessimo una ricerca in tutte le specialità del biliardo, rarissimi campioni potrebbero parlarci di queste leggi.
Anzi, molto spesso, ci troveremmo di fronte a campioni anche non istruiti che hanno passato la vita sul biliardo invece di andare a scuola.
Ribadisco, sono sempre stato a favore della conoscenza, ma dire per esempio che Quarta giocherebbe meglio se sapesse, credo non sia corretto.
Ultima modifica di 1970_Nicola il sabato 28 luglio 2018, 17:27, modificato 1 volta in totale.
1970_Nicola
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2364
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 20:27
Località:

Re: Steccata morbida

Messaggioda jk11ul » sabato 28 luglio 2018, 18:24

Nicola, hai ragione a dire che per la maggior parte dei campioni la cinematica sia un luogo dove vedere dei film, ma a noi che campioni non siamo la teoria fa bene eccome!
Certamente resteremo delle mezze pippe anche dopo aver studiato, ma almeno il cervello avrà lavorato.
jk11ul
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 543
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 giugno 2015, 10:51

Re: Steccata morbida

Messaggioda Bata_Reyes » domenica 29 luglio 2018, 11:48

A tal proposito c'è un bel filmato su youtube in cui una fisica, all'interno di un programma di divulgazione scientifica, affronta il tema della fisica nello snooker. Ospite Hendry, che candidamente dice "io di queste leggi non so nulla, so solo che per fare andare la bianca in quel preciso punto la devo colpire così"  :D

https://www.youtube.com/watch?v=muIxj-bR4FI
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3834
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 13:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: Steccata morbida

Messaggioda 1970_Nicola » domenica 29 luglio 2018, 12:54

jk11ul ha scritto:la cinematica sia un luogo dove vedere dei film


:lol:  :lol:  :lol:  :lol:
1970_Nicola
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2364
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 20:27
Località:

Re: Steccata morbida

Messaggioda 1970_Nicola » domenica 29 luglio 2018, 13:04

Come dicevo è bello conoscere e sapere quello che si sta facendo.
Ma sfido chiunque a trovare qualcuno che mentre si prepara al tiro pensi alle rotazioni, alle reazioni e alle cause esterne che influenzano la riuscita del tiro.
Al massimo si fanno distinzioni sullo stato del panno.
Sapete qual'è la cosa peggiore legata a questo argomento alla quale mi è capitato di assistere?
Ignorantoni, che sapendo di interagire con altri ignorantoni, che si riempiono la bocca con termini sparati qua e la.
Poi quando gli fai qualche domanda posta in un certo modo, scappano o si rifugiano dietro a qualche nome altisonante.
Mi ricordo di uno che parlava sempre di algebra, algebra, voi non capite cosa fate perchè non conoscete l'algebra.
Indovinate come ha risposto alle mie domande?
E la cosa peggiore è che ci sono imbecilli che a volte si venderebbero anche la madre o la moglie per le cavolate sparate da questi.
Quindi a volte un pò di ignoranza non farebbe male  :lol:  :lol:  :lol:
1970_Nicola
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2364
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 20:27
Località:

Re: Steccata morbida

Messaggioda 1970_Nicola » domenica 29 luglio 2018, 13:10

Bata_Reyes ha scritto:A tal proposito c'è un bel filmato su youtube in cui una fisica, all'interno di un programma di divulgazione scientifica, affronta il tema della fisica nello snooker. Ospite Hendry, che candidamente dice "io di queste leggi non so nulla, so solo che per fare andare la bianca in quel preciso punto la devo colpire così"  :D

https://www.youtube.com/watch?v=muIxj-bR4FI


Ale perdonami ma devo farlo:
Se in Italia si facessero lezioni di biliardo con il supporto di fisici come la tipa del filmato, il biliardo supererebbe il calcio in termini di tesserati e sarebbero tutti coltissimi  :D  :D  :D
Ultima modifica di 1970_Nicola il domenica 29 luglio 2018, 13:10, modificato 1 volta in totale.
1970_Nicola
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2364
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 20:27
Località:

Re: Steccata morbida

Messaggioda francesco 60 » domenica 29 luglio 2018, 16:57

Bata_Reyes ha scritto:A tal proposito c'è un bel filmato su youtube in cui una fisica, all'interno di un programma di divulgazione scientifica, affronta il tema della fisica nello snooker. Ospite Hendry, che candidamente dice "io di queste leggi non so nulla, so solo che per fare andare la bianca in quel preciso punto la devo colpire così"  :D

https://www.youtube.com/watch?v=muIxj-bR4FI

Peccato solo non capire una mazza di quello che dice.  :ciao:
Se vuoi essere rispettato,rispetta
francesco 60
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 445
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 19:56
Località: Ospitaletto BS

Re: Steccata morbida

Messaggioda Bata_Reyes » domenica 29 luglio 2018, 20:58

1970_Nicola ha scritto:
Bata_Reyes ha scritto:A tal proposito c'è un bel filmato su youtube in cui una fisica, all'interno di un programma di divulgazione scientifica, affronta il tema della fisica nello snooker. Ospite Hendry, che candidamente dice "io di queste leggi non so nulla, so solo che per fare andare la bianca in quel preciso punto la devo colpire così"  :D

https://www.youtube.com/watch?v=muIxj-bR4FI


Ale perdonami ma devo farlo:
Se in Italia si facessero lezioni di biliardo con il supporto di fisici come la tipa del filmato, il biliardo supererebbe il calcio in termini di tesserati e sarebbero tutti coltissimi  :D  :D  :D


daccordo al 100%  :D
Pentiteve diauli!
Bata_Reyes
Connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3834
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 13:21
Località: Chiasso (Svizzera) e Milano - Pool player

Re: Steccata morbida

Messaggioda strisciofortesteola » lunedì 30 luglio 2018, 0:00

Rotolamento e scivolamento sono determinati dalla punteria, non dalla sbracciata. Quanto alla differenza fra sbracciata morbida e di colpo, tutto sta nel tempo - maggiore nel primo caso, minore nel secondo - in cui rimangono a contatto cuoietto e battente, il quale determina un maggiore - o minore - trasferimento di effetto sulla avversa.
strisciofortesteola
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 83
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2017, 2:53

Re: Steccata morbida

Messaggioda jk11ul » lunedì 30 luglio 2018, 8:53

strisciofortesteola ha scritto: Quanto alla differenza fra sbracciata morbida e di colpo, tutto sta nel tempo - maggiore nel primo caso, minore nel secondo - in cui rimangono a contatto cuoietto e battente, il quale determina un maggiore - o minore - trasferimento di effetto sulla avversa.

Essendo d’accordo su questo punto (è la distinzione scolastica tra colpitura di lancio e in progressione), ho difficoltà ha capire la prima affermazione.
Cosa intendi esattamente dicendo che dipende dalla punteria?
A me pare che valga lo stesso ragionamento che per la colpitura: maggior tempo di contatto scivolamento più lungo e viceversa.
Ultima modifica di jk11ul il lunedì 30 luglio 2018, 8:53, modificato 1 volta in totale.
jk11ul
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 543
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 giugno 2015, 10:51

Re: Steccata morbida

Messaggioda LuigiBrigada » lunedì 30 luglio 2018, 14:53

NONNO LUIGI
SECONDO ME LA CONOSCENZA PRIMA O DOPO PUO SERVIRE , PECCATO CHE I RAGIONAMENTO E MODO DI PENSARE SIANOUN POCHINO CRITICI MA SEMPRE INTERSSANTI EVERO CHE L'ISTRUZIONE NEI NOSTRI TESSERATI E BASSA  LAUREATI E DIPLOMATI SONO SICURAMENTE IN MINORANZA MA COSA SI PUO FARE O SI GIOCA O SI STUDIA ,IO CREDO PERO CHE SE QUARTA SAPESSE MIGLIOREREBBE POI DIPENDE DALLA SUA INTELLIGENZA E CULTURA,PENSO ANCHE CHE SE QUESTE FISICHE FOSSERO CONSILIATE ALLA FEDERAZIONA E MESSE NEL PROGRAMME DEGLI ESAMI X ISTRUTTORI NON SAREBBE MALE ,IO NONSONO PROPRIO ALL'ALTEZZA DELLA COSA MA SE SI POTREBBE FARE MILIOREREBBE SICURAMENTE .

                     SALUTO NONNO LUIGI :ciao:  :ciao:
LuigiBrigada
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 227
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2016, 13:00

Re: Steccata morbida

Messaggioda 1970_Nicola » lunedì 30 luglio 2018, 16:38

Insegnare certe cose, che detto sinceramente sono un pochino pesantucci come argomenti, non è facile.
Imporre ad un istruttore di studiare tali argomenti, mi sembra troppo.
Magari qualche nozione giusto per ampliare l'argomento tecnica.
Bisogna anche saper insegnare, se sei troppo teorico per esempio rischi di perdere per strada gli alunni per noia mortale.
Inoltre l'istruttore potrebbe trovarsi in cattive acque.
Non essendo del mestiere, la fisica, e imparando 3-4 concetti messi in croce al corso istruttori, rischierebbe delle belle figuracce se gli allievi volessero approfondire il discorso.

In ogni caso conoscere è sempre un bene ma ribadisco che dubito che Quarta possa migliorare se conoscesse qualche legge fisica.
1970_Nicola
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2364
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 20:27
Località:

Re: Steccata morbida

Messaggioda strisciofortesteola » giovedì 2 agosto 2018, 23:29

"Rotolamento e scivolamento  sono determinati dalla punteria" significa che, a prescindere dalla sbracciata, la bilia rotola se la colpisci in testa, mentre scivola se colpisci in pancia o sotto la stessa.
strisciofortesteola
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 83
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2017, 2:53

Re: Steccata morbida

Messaggioda luigi » venerdì 3 agosto 2018, 7:32

Penso che gli ultimi interventi (che condivido in toto) si possano così riassumere:
“A biliardo la “pratica” conta più della…. “grammatica”.
Ma, “moooooooolto” di più.

Ovviamente, che uno cerchi di arricchire il proprio bagaglio culturale è sempre cosa encomiabile. Sta però di fatto che se si vuole entrare nello specifico delle varie scienze, le quali, in qualche modo, entrano in campo nello sviluppo del gioco: Fisica - Matematica – Geometria – ecc. ecc. . Per poterlo fare si deve, già di suo, essere in possesso di conoscenze specifiche, in merito alle stesse, a livello quanto meno… universitario.

Tanto per farsi una idea, da Internet si possono scaricare i seguenti due libri:

“Geometry and Billiards”
Serge Tabachnikov
Department of Mathematics - Penn State University

“Théorie mathématique des effets du jeu de billiard”
Gustave-Gaspard de Coriolis

Oppure, e questo è in italiano, un volumetto di un Amico del Forum (il nostro “colonnello”, purtroppo da tempo “desaparecidos” dal Forum):
 
“La teoria dei gruppi nel gioco del biliardo”
Girolamo Sansosti

Ho indicato solo questi tre, ma certamente altri ve ne saranno. Tutti scritti in lingue diverse, ma con un tratto comune che li accomuna tutti…. formule – formule – formule.

Ora, ribadisco, se uno vuole ampliare il proprio bagaglio culturale, va bene (ammesso sia già in possesso delle conoscenze di base per poterlo fare). Ma se però, attingendo a queste conoscenze acquisite, spera anche di migliorare il suo gioco, tanto varrebbe leggesse la “Divina Commedia” o (meglio ancora) il “Santo Vangelo”. Il risultato sarebbe identico. Più cultura, ma gioco esattamente uguale a prima…

Mi sembra anche il caso di aggiungere (per onestà nei Suoi confronti), che non solo non ci vedo un Quarta ad arrovellarsi su moti volventi e/o radenti, ma nemmeno un Efren “Bata” Rejes, ne un Ronnie O’Sullivan o un Raymond Ceulemans (e via a scendere coi Loro colleghi).

Praticamente tutti i vari filmati “didattici” (di qualsivoglia specialità) reperibili (e sono tanti) dopo un sacco di “bla-bla-.bla”, terminano tutti con questa parolina… “practice – practice – practice…

Ma allora la conoscenza non serve per migliorarsi?
Tutt’altro. Serve eccome. Ma non è quella “scientifica”.
Bensì quella “pratica”, che passa prima dalla conoscenza dei cosiddetti “Fondamentali”. Capiti, compresi, assimilati e poi applicati con ferrea autodisciplina. Il che, unito alla solita “practice-practice-practice…” migliora la propria qualità esecutiva.
E poi analizzando spassionatamente, obiettivamente ed oggettivamente le proprie “sconfitte”, per migliorare il proprio gioco nel suo insieme. Dal punto di vista delle “scelte”, della “conduzione” e della “strategia”.

Se per la prima parte la pratica conta molto più della grammatica, nella seconda è “perdendo” che si impara a… “vincere”.
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1426
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Exabot [Bot] e 7 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 8 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 7 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Exabot [Bot] e 7 ospiti