RSS Facebook Twitter

Fallo per adozione riferimenti sul biliardo

Comunicati ufficiali, domande e risposte: interagisci con un rappresentante ufficiale della FIBiS

Fallo per adozione riferimenti sul biliardo

Messaggioda Mabe » martedì 9 maggio 2017, 15:49

Buongiorno, non vorrei essere accusato di ripetermi se tento di apportare nuovi argomenti ad una tesi che sostengo da tempo, e cioè quella che il fallo per chi prende riferimenti appoggiando dita o stecca sul tavolo andrebbe abolito.

Dunque, per prima cosa vorrei dire che se non si possono prendere riferimenti,  allora bisognerebbe senz'altro far togliere i diamanti dalle sponde .

Poi, vorrei porre il seguente spunto di riflessione : accade ( quasi ) sempre che il giocatore, impostato sul biliardo per un tiro di sponda ( esempio un tre di calcio ) , controlli la linea di tiro utilizzando la stecca, già posizionata praticamente sul piano del biliardo, anche se di fatto essa si trova nelle mani del giocatore stesso.

Chiedo allora  : ma e' lecito questo ?  non è forse anche questo un modo di prendere , o meglio controllare , riferimenti? Eppure questa azione non solo e' tollerata dagli arbitri, ma di fatto considerata come perfettamente legittima, anche se invece   corrisponde ad una misurazione ancora più accurata di quella che si potrebbe normalmente prendere appoggiando la stecca sulla sponda.

Infine vorrei far notare come, se e' consentito prendere riferimenti allineando la stecca sulla linea di tiro senza appoggiare la stessa sulla sponda, di fatto si permetta in ogni caso  di fare delle misurazioni.

Non sarà quindi che alla fine è favorito quello che riesce a misurare meglio ad occhio, invece che posando la stecca sul piano?

In conclusione, vorrei riuscire a capire quale sia la logica che ha portato a  questa regola che impedisce di prendere misure, quando di fatto  la conoscenza dei riferimenti fa parte del bagaglio tecnico di ogni giocatore, e ne valorizza le doti e l'esperienza  .

Capirei se si dicesse che certe misurazioni di taluni giocatori necessitano di tempi troppo lunghi, ma l'adozione dei timer ha risolto il problema.

A livello internazionale questa regola non esiste in nessuna specialita'.

Ringrazio in anticipo per il parere che vorrete esprimere sulla questione
Mabe
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 17
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 24 ottobre 2014, 1:46

Re: Fallo per adozione riferimenti sul biliardo

Messaggioda FiloDirettoFIBiS » venerdì 12 maggio 2017, 9:39

Buongiorno.
La regola, anche a seguito dall'interpretazione ufficiale fornita ("i segni ed i riferimenti sono permessi senza appoggiare la stecca"), è chiara.
Lei invece ci chiede un chiarimento sul "senso ultimo" della norma.
La domanda andrebbe rivolta a chi, a suo tempo, scrisse questa norma. Possiamo immaginare che vi fosse il timore che venissero lasciati (con talco od altro) segni VISIBILI che potessero aiutare il giocatore ad indirizzare il tiro sulla traiettoria giusta.
E' possibile che in seguito, pian piano, il significato della norma sia stato interpretato in senso estensivo.
Per il futuro, sarebbe forse auspicabile che fosse decisa una cosa netta: o è vietato prendere qualsiasi riferimento con la stecca (sia in appoggio che per aria), oppure si liberalizza il tutto (restando vietati solo i segni visibili).
Cordialità
FiloDirettoFIBiS
www.fibis.it
FiloDirettoFIBiS
Non connesso
Avatar utente
Utente Senior
 
Messaggi: 148
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 11 settembre 2016, 11:11
Località: Italia

Re: Fallo per adozione riferimenti sul biliardo

Messaggioda schiumacal » venerdì 12 maggio 2017, 14:54

Veramente la regola sembra assolutamente chiara e senza lasciare nessun tipo di dubbio a riguardo...

Naturale che può risultare lecito prendere misure e riferimenti atti a migliorare il punto di mira, ma senza toccare in alcun modo il biliardo, ne con la stecca e neanche con le mani oppure le dita.
Il motivo principale è sopratutto quello di non dover lasciare accidentalmente oppure volutamente segni sul tavolo da biliardo, che possano dare sopratutto fastidio al proprio avversario anche successivamente, ma poi si tratta di: galateo, eleganza, e buona educazione nei confronti del proprio avversario e dell'arbitro che in tal modo non si vedrà mai costretto a richiamare l'eventuale giocatore che appoggiando la mano sul biliardo lascia segni di sporcizia.

Ad essere proprio pignoli, in alcuni ambienti dove effetti di riflessione di luce la fanno da padrone, anche senza lasciare segni di gesso o borotalco sulle sponde, poggiando una dito o la mano come punto di riferimento si lasciano impronte di sudore molto fastidiose...

Cosa significa che allora sarebbe anche il caso di togliere i diamanti sulle sponde per togliere qualsiasi punto di riferimento ? La regola del non appoggiare la mano o la stecca e dettata per tutt'altro motivo come sopra ho detto... e mi sembra assolutamente giusta. Anzi forse è proprio una delle più precise e giuste regole sul nostro biliardo da cui anche le altre federazioni dovrebbero prendere spunto.
schiumacal
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 397
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 21 luglio 2008, 18:15
Località: Italia

Re: Fallo per adozione riferimenti sul biliardo

Messaggioda Mabe » martedì 16 maggio 2017, 1:39

Mah!
mi spiace ma non vedo proprio cosa c'entri il galateo : estendendo il tuo ragionamento bisognerebbe allora proibire l'uso del talco ? O addirittura vietare di appoggiare la mano sulla sponda quando la biglia si trova vicino a quest'ultima ?
se rimane qualche segno visibile l'arbitro è tenuto a toglierlo, e' li' anche per questo : non di certo deve essere il giocatore quello limitato nella sua espressione sportiva per questo timore
Mabe
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 17
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 24 ottobre 2014, 1:46



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti