RSS Facebook Twitter

NULLA OSTA

Comunicati ufficiali, domande e risposte: interagisci con un rappresentante ufficiale della FIBiS

NULLA OSTA

Messaggioda VCITTERIO » lunedì 24 ottobre 2016, 10:43

Buongiorno
io e alcuni colleghi/amici abitiamo in Valle d'Aosta e siamo tesserati presso l'unico CSB disponibile in questa area geografica.
Per motivi di comodità operativa (abitiamo in bassa valle, praticamente ai confini col Piemonte) vorremmo iscriverci ad un CSB più comodo per i ns spostamenti e decisamente più economico visti i tempi che corrono.
Il CSB valdostano ci nega, senza nessun motivo, il nulla osta per procedere al cambio adducendo al fatto che per cambiare ci vuole un cambio di residenza o sopravvenute esigenze lavorative.
Ma non esiste anche una discriminante che cita" fondati motivi documentati"  ??
Un motivo documentato per noi sarebbe la possibilità di accedere ad un CSB dislocato a distanza ragionevole (circa 15 Km) invece che doversi sobbarcare 100 Km tra andata e ritorno per andare ad Aosta (e senza contare eventuale autostrada....la più cara d'Italia!!)
Qualcuno potrebbe darci o dirci come possiamo fare e bypassare la protervia del comitato aostano che senza se e senza ma NEGA a prescindere il nulla osta?

Grazie

saluti
VCITTERIO
Non connesso
Nuovo Arrivato
 
Messaggi: 1
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 11 febbraio 2014, 12:13

Re: NULLA OSTA

Messaggioda FiloDirettoFIBiS » lunedì 24 ottobre 2016, 18:42

Non potendo entrare nel merito della situazione specifica, ci limitiamo a dire che, in base all'art. 11, 4° comma. del Regolamento Organico, il Tesserato che, ad inizio stagione, vuole tesserarsi in una provincia diversa da quella di residenza, deve inoltrare richiesta motivata scritta al proprio Pres/Del provinciale.
I motivi validi per ottenere il nulla osta sono gli stessi previsti dall'art. 11, 8° comma, in tema di trasferimenti in corso di stagione e quindi: a) trasferimento della residenza in altra provincia; b) trasferimento del domicilio per motivi di lavoro, di studio, o per servizio militare; c) fondati motivi documentati.
Fra questi ultimi nulla vieta che debbano essere prese in considerazione anche ragioni riguardanti la distanza fra la propria residenza pur fissata in ambito provinciale ed il c.s.b. più vicino di quella stessa provincia.
Naturalmente tale distanza non dev'essere solo enunciata, ma comprovata documentalmente.
In caso di diniego scritto (entro cinque giorni) opposto dal Pres/Del provinciale ci si può appellare al Consiglio Federale.
Cordiali saluti.
FiloDirettoFIBiS
www.fibis.it
FiloDirettoFIBiS
Non connesso
Avatar utente
Utente Senior
 
Messaggi: 142
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 11 settembre 2016, 11:11
Località: Italia



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti