RSS Facebook Twitter

Longoni Cup 2004

Longoni Cup 2004

Messaggioda longoni@norditalia.it » venerdì 6 agosto 2004, 14:12

Ciao a Tutti,
                  dopo aver letto su internet diversi messaggi in merito alla Longoni Cup 2004, ed essendo questa una manifestazione ideata, sviluppata e sponsorizzata dalla mia azienda trovo doveroso intervenire.
Le manifestazioni “Longoni Cup” nacquero nel 2000 dalla volontà mia e della mia famiglia di incentivare lo sport del biliardo attraverso la creazione d’importanti meeting sportivi, nei quali giocatori provenienti da ogni nazione potessero dar vita alla loro passione sportiva in una coreografia professionalmente organizzata e di assoluta visibilità. Nel 2003 decisi di affidare alla F.I.Bi.S. la gestione tecnica e media (TV ed ufficio stampa) dell’evento Longoni Cup per i seguenti semplici e trasparenti motivi: a seguito dell’ottimo rapporto instaurato con la Sezione Pool durante la stagione sportiva precedente, per la garanzia di avere la presenza della RAI a riprendere e successivamente mettere in onda su RAI DUE e RAI SPORTSAT gli incontri degli atleti intervenuti e soprattutto per la fiducia e stima nel Presidente Federale avv. Emanuele Principi, un’importante professionista ed uomo di sport. Per dovere di cronaca ci tengo a precisare che nell’edizione 2003 ho chiesto ed ottenuto, come TUTTI gli intervenuti hanno potuto vedere con i loro occhi, dalla F.I.Bi.S. imparzialità gestionale (per es: in TV sulla RAI la direzione gara ha inserito più giocatori della Federbiliardo), nessun striscione pubblicitario indicante la F.I.Bi.S. stessa ed all’interno del Palazzetto dello Sport non vi era presente alcun stand per il tesseramento alla F.I.Bi.S. e nessun dirigente della stessa F.I.Bi.S. ha presenziato alla premiazione.
Per l’edizione 2004 il mio entusiasmo nell’ investire, sia finanziariamente che soprattutto umanamente, nell’ organizzare e dar vita ad un evento sportivo internazionale in un clima di simili falsità nei miei confronti mi rattrista immensamente. I tanti giocatori/amici nel mondo del biliardo sia in Italia che all’estero mi chiedono di investire sempre più su manifestazioni e sponsorizzazioni per far crescere questa bellissima disciplina sportiva ma, credetemi, una simile manifesta ostilità nei miei confronti mi smonta del grande entusiasmo che ho sempre profuso su questo affascinante sport: il biliardo. Sinceramente il pensiero di veder strumentalizzare una bella iniziativa sportiva a carattere internazionale (ndr, pubblicata anche sul calendario E.P.B.F.) mi amareggia davvero molto. Pochi giorni fa ho parlato con Fabio Podestà, dirigente della F.I.Bi.S., il quale mi ha detto che è assolutamente disponibile a lasciare la direzione gara e la supervisione organizzativa della Longoni Cup 2004 a persone indicate dai dirigenti della Federbiliardo, al fine di portare le migliorie tecniche, che per sua stessa ammissione sono mancate l’anno scorso, e soprattutto per dare un sereno segnale di distensione tra gli appassionati di Pool in Italia. Sport è sport, e su questo sono assolutamente d’accordo!
Tante volte mi è capitato di leggere sui forum e/o sentire dai giocatori il loro desiderio di GIOCARE a biliardo e non essere usati come “soldati” di una sterile guerra. Personalmente, quando leggo sui quotidiani gli isterismi dei nostri politici, mi domando se a loro capita mai di pensare al bene di noi che viviamo fuori dai palazzi dei partiti, e che siamo loro concittadini italiani. Chissà?!
Comunque tornando al motivo che mi spinge questa sera a scrivere queste mie parole, credetemi è la mia sincera amarezza nel veder strumentalizzare in questa maniera un patrimonio immenso e sano: lo sport! Io respiro biliardo da quando sono nato, e non considero assolutamente giusto il comportamento di alcuni dirigenti. Gli atleti devono essere stimolati e spinti a sviluppare la loro passione sportiva e non essere impediti a partecipare! Personalmente non considero buoni dirigenti coloro che, eletti dagli atleti stessi, invece di aiutarli li vogliono penalizzare ed addirittura squalificare se vogliono vivere il loro amore per lo sport, per il biliardo.
Gli atleti devono vivere lo sport e non esserne esclusi!
La scelta della mia azienda di non appoggiare più la Federbiliardo, non nasce dalla mera volontà di seguire solo la F.I.Bi.S., ma bensì da un motivo di aspetto puramente finanziario.




Per la stagione 2003/2004 con la Federbiliardo avevo pattuito personalmente con il Sign. Scribani, che avremmo dato i biliardi per tutti i loro tornei, gestendone anche la logistica. La maggior parte del costo delle gare sarebbe stato coperto dalla nostra azienda, la cifra restante, veramente esigua come le nostre lettere possono documentare, doveva essere corrisposta dalla Federbiliardo , almeno una settimana prima dell’inizio del torneo. In caso contrario non avremmo spedito alcunché.

In occasione dell’ Open di Viterbo, come si può evincere dalla copiosa documentazione a nostre mani, avevamo sollecitato numerose volte il Sign. Scrivani senza ricevere nulla se non vaghe promesse di pagherò. Come promesso, nel nostro stile, senza voler far torto ad alcuno abbiamo avvisato che non avremmo spedito i tavoli richiesti. C’eravamo anche adoperati per far arrivare gratuitamente i panni dalla Simonis, alla quale, visto che il torneo era stato annullato, abbiamo provveduto al risarcimento.

Da allora alcune frange della Federbiliardo hanno iniziato una campagna diffamatoria contro di noi. Visto che non è nostro interesse recar danno agli iscritti della Federbiliardo, abbiamo deciso di non prendere provvedimenti legali. Ora comunque riteniamo che la gente debba essere informata di tutto ciò per onorare la verità.

Tutti noi lavoriamo per vivere e non viviamo per lavorare e quindi la mia decisione in sinergia con la mia famiglia fu quella di interrompere un rapporto che non ci forniva più le garanzie economiche e commerciali con le quali era nato, tutto qui. Sinceramente non ci trovo niente di strano sul fatto che dopo non aver visto evaso ciò che era concordato dall’inizio, la mia azienda abbia deciso per la chiusura del rapporto commerciale con la Federbiliardo.
Il mio augurio, più e più volte manifestato a TUTTI, è di vedere presto il Pool in Italia non più diviso in uno sterile dualismo che sta danneggiando i tanti sinceri ed entusiasti appassionati di questa meravigliosa specialità del biliardo.

Pierluigi Longoni & famiglia
Dal 1945 al servizio del biliardo
longoni@norditalia.it
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 5
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 4 agosto 2004, 11:14
Località:

Messaggioda Claus72 » venerdì 6 agosto 2004, 14:45

Ciao Pierluigi,

Non so se ti ricorderai di me, Claudio Peri da Santo Domingo, ci siamo scritti parecchio qualche anno fa...comunque non importa, non è per questo che scrivo. Io non conosco bene i fatti della Longoni Cup ne' so come abbia avuto origine questa divisione del pool in due fazioni, semplicemente mi viene da pensare che in fondo noi italiani non siamo cambiati tanto come qualcuno vuole credere, evidentemente la nostra passione per le faide è di carattere genetico, la letteratura e il cinema ce ne hanno rimandate alcune bellissime: Montecchi e Capuleti, Guelfi e Ghibellini, Corleone e Tattaglia...I politici ne hanno messe in scena altre, queste patetiche e di cattivo gusto: democristiani e comunisti, berlusconiani e pidiessini.
Il mio unico contatto con il mondo del biliardo italiano è questo forum (bellissimo), e qui ho avuto prova di quanto da te descritto, e la mia sensazione è che nessuno ha ragione e nessuno ha torto, ciascuno difende la SUA verità, e fin qui non c'è nulla di tragico...tragico è il fatto che, come nelle migliori faide tanto artisitche come politiche, chi perde è sempre quello che non c'entra niente, in questo caso gli amanti del gioco.
Il Tuo caso è ancora più delicato visto che da una parte ti spinge il desiderio di far crescere lo sport, ma d'altro canto la tua ditta campa di questo sport (nel buon senso della parola...no mi fraintendere), e purtroppo, come nelle migliori amicizie, quando comincia a esserci di mezzo la "vil moneta", come dice Luigi, le relazioni cominciano a incrinarsi e l'obiettività a divenire un lusso insostenibile. La tua dualità di imprenditore e amante del gioco finirà sempre per insospettire qualcuno (di solito quelli dotati di una miopia d'animo al di sopra della media).
Sinceramente spero che l'equilibrio si ristabilisca in qualche momento, e se gli attori in scena non sono in grado di farlo, magari l'intervento di qualcuno supra partes puó giovare (CONI, UMB, WCBS?). Adesso ho visto che la lotta senza quartiere si estenderà anche alla carambola...Dio ci colga confessati!

Un sincero abbraccio,

Claudio
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda flag » giovedì 12 agosto 2004, 23:21

Salve a tutti, sono nuovo di questo forum, non sono nuovo nel biliardo.E' una passione che mi evince da più di 12 anni, nel mio piccolo ne ho vista di acqua passare sotto i ponti, varie federazioni, varie cazzate federative e ladrate inutili.Mi viene in mente il periodo in cui girava voce che si potevano fare i tornei solo con stecche Longoni, finali italiane saltate, soldi ( spiccioli) spariti, diatribe tra conponenti federali, in poche parole, noi giocatori siamo sempre stati sballottati da destra a sinistra ingiustamente e senza voce in capitolo.

LONGONI CUP 2004:
correva l'anno 2003 ed un responsabile nazionale federbiliardo ( ne conosco uno solo, e forse si parla di federazione individuale ) mi disse che il proibire agli atleti di questa o quella federazione di partecipare a delle gare era antisportivo e ripugnante, io da "tonto" che sono concordai pienamente, oggi estate 2004, la stessa persona VIETA agli atleti Federbiliado di partecipare a gare organizzate da altre federazioni ( come che in ITALIA ci fossero decine di federazioni , ne conosco 2) almeno se si parla di qualcuno è giusto chiamarlo in causa direttamente, facendo una reromarcia controprocucente.

Non ho il piacere di conoscere il Sig. Longoni, spero un domani accada,concordo pienamente nel come ha operato in occasione dell'open di Viterbo, lavoro per conto mio anch'io, la serieta' nel lavoro è d'obbligo , io fornisco un servizio, pattuisco il pagamento, il "cliente"concorda e sottoscrive i termini economici e le modalita' di pagamento, questi termini sono un impegno per entrambi, Longoni forniva un servizio con date e materiali concordati e la federbiliardo doveva rispondere i solido come da contratto, se i contratti non sono rispettati da una delle parti si considerano sciolti ed un'eventuale parte lesa puo' chiedere i danni. Per esempio se Longoni riceveva quanto dovuto ma al posto di consegnare per esempio 10 tavoli ne consegnava 2, la federbiliardo cosa faceva, diceva grazie oppure impognava il contratto x mancato rispetto?? A voi le conclusioni.
Il lavoro nobilita l'uomo, l'uomo non lavora per la gloria, lavora per la pagnotta, il comunismo non ha fatto strada, la realta' è ben diversa, le aziende devono fare i salti mortali per far quadrare i bilanci,tanto di cappello ad un'azienda che è sul mercato dal 49, e ci tengo a precisare, un mercato povero.

Io sono un atleta federbiliardo, ho vissuto un'annata sportiva di valida, nello svolgersi quasi tutto bene, qualche inesperienza pero' nel conplesso da ammirare l'impegno, pero' la fine del tutto si era già vista tante volte, promesse non mantenute, scarica barile sulle colpe, adiritura il Responsabile nazionale a suo dire è martirizzato, ha vissuto gli eventi senza colpe!!!!!!!!!!!!!!! MA, gente che prenota ferie e a pochi giorni, si contano in una mano si trova con la sorpresa!!, MA.

CONCLUSIONE: da giocatore Vi dico che la LONGONI CUP  la faro', come me tanti altri atleti feder...., Vi consiglio di rifletterci, è una competizione senza bandiere, mi sembra che da parte della fibis ci sia la buona volonta' per il buon svolgimento della manifestazione, avrei piacere di sentire in questo forum il parere del Sign. Scribani, le lotte dici che non portano da nessuna parte, le discussioni a quattrocchi si, e allora??? che dici.

Scusatemi se mi sono protratto in un poema, scusatemi eventuali errori grammaticali, non ho il tempo di rileggere, vado in ferie , spero vivamente per il bene del biliardo inteso come sport che una mediazione si trovi, magari si trovasse anche uno sbocco all'unificazione delle due federazioni, penso che noi giocatori se succedesse cio' seremmo i primi a congratularci con il palazzo, il movimento crescerebbe e L'ITALIA avrebbe uno sport nazionale biliardistico di peso maggiore.
FORZA LONGONI,
FORZA PODESTA'
FORZA MANFREDI
RIFLETTETE , LA GUERRA NON PORTA NULLA A
NESSUNO, L'INTELLIGENZA FA' STRADA, STRADA DA FARE CE Nè TANTA, SERVE TANTA INTELLIGENZA E PAZIENZA, PENSO DA QUELLO CHE LEGGO E CONOSCENDO PARTE DI VOI, CHE NON VI MANCHI, L'ORGOGLIO METTETELO DA PARTE, LE DISCUSSIONI COSTRUTTIVE LE SAPETE FARE, FATELE.
BUONE VACANZE
Bandiera Simone
flag
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 200
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 29 luglio 2004, 14:43
Località:

Messaggioda manscriba » martedì 24 agosto 2004, 13:39

Buonpomeriggio a tutti,

ho letto il post del Sig. Longoni ed i relativi interventi,rispondere sarebbe impossibile (ne uscirebbe un poema),ma puntualizzare resta più scorrevole.

Per quanto riguarda il Sig. Longoni devo dire:

1°) sarebbe stato cortese ,da parte Sua, intervenire sul Forum Federbiliardo, in merito all'argomento trattato, oltre che su BW.
La quasi totalità degli atleti di Pool, Federbiliardo, visitano il nostro Forum e forse qualche considerazione in più sarebbe stata utile per tutti.
2°) Si parla di onorare la verità,sono d'accordo.La si onori quando si scrive!
3°)Lo scambio epistolare di cui parla,avrebbe potuto renderlo pubblico,non dimenticando che anch'io l'ho archiviato.
4°)Forse ha dimenticato il casuale incontro tra me e la Sua Famiglia a Rimini,dove mi son dovuto recare per risolvere il problema sorto.
5°)Si parla di amore verso gli atleti,di imparzialità,di unione (che per alcuni significherebbe soppressione della Federbiliardo),ma si predica bene e si ruzzola male.
6°)Gli accordi la Federbiliardo li ha sempre mantenuti e non per ultimo per l'Open di Viterbo ove se vi fosse stato un ritardo sarebbe stato nell'ordine di 18/20 ore al massimo (Il sig. Muratore addetto al Bonifico ,recatosi a Fulda per una gara EPBF,rientrava la domenica sera,le vostre intimidazioni risalgono al venerdì pomeriggio,fermo restando che l'Open si sarebbe disputato la settimana successiva.)
7°)Nessun soggetto della Federbiliardo ambisce,a quanto mi risulta, alla direzione Tecnica/Organizzativa della "Longoni CUP",per cui il Sig. Podestà può tranquillamente operare.
Per concludere nel leggere che la Sua Azienda non ha voluto "infierire" per vie legali non mi resta che supporre che molto probabilmente non ne aveva gli estremi,vista la corrispondenza legale e le telefonate pervenutemi anche a Praga(Campionati Europei)!

A Claus72

ricordo soltanto che le faide,di natura internazionale,purtroppo non sono volute da noi.
A riprova la richiesta del settore Carom(in buona maggioranza)di essere inseriti in Federbiliardo,senza nulla pretendere e senza stimoli mercenari da parte nostra (la qualcosa è avvenuta per il settore pool da altra fonte nei nostri riguardi),suppongo che evidenzi che la fonte delle scissioni è sempre la stessa e che i motivi non cambiano.
Purtroppo la Federbiliardo(la nuova, intesa nei suoi componenti) non si assoggetta e non vuole assoggettarsi ai vecchi meccanismi di interessi e di clientelarismo e quindi dà fastidio.
Mi si potrebbe obiettare che per cambiare basterebbe entrare a far parte della dirigenza,giusto.Ma sai come funzionano le elezioni? Io si,ho assistito alla formazione quadri sin dalla nomina dell'On. Alveti,il resto è storia recente......

Per flag

vorrei solo ribadirti che il Dirigente di cui parli non ha cambiato idea dal 2003 al 2004 ,ma ha semplicemente posto una questione agli atleti.
E' pur vero che nel post pubblicato sul Forum Federbiliardo,ho anche dichiarato che "per questa manifestazione" (Longoni Cup),chiederò al prossimo consiglio di applicare la normativa dello Statuto in merito alle partecipazione a manifestazioni non Federali),adducendone i motivi(se vai a rileggere forse ti rendi conto di essere in errore);ma l'occasionalità non vuol dire cambiare idea e comunque non sarò io a decidere.
Vorrei ricordarti ,comunque,che i nostri atleti ,ove hanno potuto,hanno partecipato a manifestazioni di altra Federazione (S.SEVERINO MARCHE)senza intimidazione alcuna,diversamente da altre situazioni dove la partecipazione a nostre manifestazioni o è stata negata (AlpeAdria) o è stata concessa dopo ore di telefonate con la loro dirigenza (Best CUP - Modena)a determinate condizioni.
Per il resto ti ho già risposto in altra sede.
A proposito dell'intelligenza , di cui parli,vorrei ricordarti che noi abbiamo provato ad usarla, ma gli altri avrebbero voluto calpestarla e continuano a provarci non per ultimo questa discussione.

manfredi scribani
manscriba
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 86
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 marzo 2004, 23:06
Località: Genova

Messaggioda Claus72 » martedì 24 agosto 2004, 15:55

Ciao Manscriba,

Ho letto la tua risposta e la mia impressione rimane la stessa, a parte il fatto che, come ho già detto, sono all'oscuro di tutto: sono via dall'Italia da 10 anni, quando ero là non ero tesserato ne' frequentavo il circuito agonistico se non come spettatore e non so nulla, assolutamente nulla, di come operino tanto la FIBiS come la FEDERBILIARDO. Le mie erano impressioni alquanto imparziali, credo, e più che altro osservandole dal punto di vista umano.

Una caratteristica delle faide è il credere sempre che il male e l'errore stiano nell'altro bando, senz'altro una sublimazione di uno dei peggiori difetti dell'essere umano. Sfortunatamente l'autocritica e l'obiettività non fanno parte del nostro patrimonio genetico, alcuni individui riescono a raggiungerla solo attraverso un tortuoso cammino di crescita interiore, non privo di errori e cadute; a noi comuni mortali non resta altro che cercare di percorrere lo stesso cammino...il problema è che ci impieghiamo di più a raggiungere la meta.

In termini personali ho smesso da molto tempo di credere nelle organizzazioni e istituzioni, di ogni genere: politiche, sportive, religiose...tutte iniziano con una grande purezza, maturano e raggiungono grandi obiettivi...e dopo si corrompono: gli interessi, le bassezze, le voci di corridoio, tutte le manifestazioni del mostro baboso che tutti ci portiamo dentro cominciano a prendere il sopravvento...Roma cadde dopo la vittoria su Cartagine.

Già è difficile mettere d'accordo 5 amici per scegliere dove andare a cenare...figuriamoci metterne d'accordo alcune centinai sui destini di uno sport...
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda Cico » martedì 24 agosto 2004, 17:23

[quote]
si predica bene e si ruzzola male.
[/quote]

Oppss!!! Immagine
Cico
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4929
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 13:39
Località: Milano - Specialità Birilli

Messaggioda Pode » mercoledì 25 agosto 2004, 14:16

Ciao a Tutti,
per quanto riguarda l’argomento di questa sezione del Forum non voglio entrare nel merito per diversi motivi: forse uno su Tutti è che sono veramente stufo di queste sterili diatribe.

Il motivo per cui oggi scrivo il mio post è solo per ringraziare Flag per il suo incitamento, giustissimo anche nei confronti di Scribani, a proseguire una seria e costruttiva gestione del movimento del Pool italiano e nel fare del proprio meglio per me raggiungere un’auspicata unione e per chiarire alcune cose.
Personalmente ho più volte manifestato la mia volontà e disponibilità al dialogo per interrompere per sempre quest’assurdo e sterile dualismo.
Per esempio: quando chiamai Pierluigi Longoni per comunicargli la mia totale ed incondizionata disponibilità ad affidare la direzione gara alla Federbiliardo per l’edizione 2004 della LONGONI CUP, intendevo lanciare attraverso questo evento sportivo un segnale di distensione verso i responsabili e giocatori della suddetta Federbiliardo. Insomma Tutti insieme per il biliardo, per lo sport!
Sicuramente aprirò presto un discussione per rispondere alle false asserzioni del Sig. Scribani; per es. su come si svolgono le nostre elezioni: ai tempi di Alveti forse, ma certamente NON oggi e sicuramente NON domani. In F.I.Bi.S. gli attuali dirigenti non appartengono a quel passato, invece alcuni nomi del passato vivono da dirigenti ancora nel mondo del biliardo. Scusate: chi c’era a rappresentare la Federbiliardo agli incontri con il C.O.N.I.?!?
Atleti ed appassionati di questa disciplina sportiva hanno ormai capito che solo da una “parte” c’è la forte volontà, per qualche interesse, di continuare a tenere il fucile puntato contro ogni sana, seria e costruttiva prospettiva di unione e impedire il dialogo.
Prima di concludere voglio precisare, essendo stato citato, che i giocatori della F.I.Bi.S. non hanno partecipato all’Alpe Adria 2004 SOLO ed ESCLUSIVAMENTE perché in occasione della scorsa stagione (ndr, evento a cui la F.I.Bi.S. aveva concesso il nulla osta per la partecipazione) l’organizzazione di suddetta gara pretendevano dagli atleti della F.I.Bi.S.:
1.        lettera di scuse alla dirigenza della Federbiliardo per essersi tesserati con la F.I.Bi.S.
2.        pagamento di una multa il cui importo era proporzionale al livello tecnico del giocatore (per es. Gabriele Cimmino avrebbe dovuto pagare circa 2 milioni di vecchie lire!)
3.        firmare un impegnativa con pagamento di una penale in caso di violazione della stessa in cui vi era indicato che NON avrebbero MAI più giocato in F.I.Bi.S..

Questi sono i motivi per cui dall’anno scorso i dirigenti della F.I.Bi.S. hanno indicato di non far partecipare i propri giocatori all’Alpe Adria, tutto qui. Io che all’epoca della passata edizione della A.A. non erano un dirigente della Federazione, ho semplicemente eseguito le direttive del Presidente. Però voglio ricordare a Tutti che il sottoscritto ha dato il nulla osta per: Best Cup edizione 2003 e 2004 ed altre manifestazioni della Federbiliardo. Però mi stupisco che proprio il Sig. Scribani scriva che impedisco ai giocatori di partecipare a gare non della F.I.Bi.S. quando invece ho concesso il nulla osta ai nostri tesserati di partecipare proprio ad una recentissima gara svolta presso la bella sala “Scuola Biliardo di Genova” che se ricordo bene è di Sua proprietà!!!


FP
Pode
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 56
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 25 novembre 2003, 12:44
Località: Milano

Messaggioda Claus72 » mercoledì 25 agosto 2004, 15:43

CVD
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda Pode » mercoledì 25 agosto 2004, 15:57

CVD... no comment!

FP

Scritto Da - Pode on 25 Agosto 2004  16:58:17
Pode
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 56
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 25 novembre 2003, 12:44
Località: Milano

Messaggioda Cico » mercoledì 25 agosto 2004, 16:22

[quote]
l’organizzazione di suddetta gara pretendevano dagli atleti della F.I.Bi.S.:
1.        lettera di scuse alla dirigenza della Federbiliardo per essersi tesserati con la F.I.Bi.S.
2.        pagamento di una multa il cui importo era proporzionale al livello tecnico del giocatore (per es. Gabriele Cimmino avrebbe dovuto pagare circa 2 milioni di vecchie lire!)
3.        firmare un impegnativa con pagamento di una penale in caso di violazione della stessa in cui vi era indicato che NON avrebbero MAI più giocato in F.I.Bi.S..

Questi sono i motivi per cui dall’anno scorso i dirigenti della F.I.Bi.S. hanno indicato di non far partecipare i propri giocatori all’Alpe Adria, tutto qui. Io che all’epoca della passata edizione della A.A. non erano un dirigente della Federazione, ho semplicemente eseguito le direttive del Presidente. Però voglio ricordare a Tutti che il sottoscritto ha dato il nulla osta per: Best Cup edizione 2003 e 2004 ed altre manifestazioni della Federbiliardo. Però mi stupisco che proprio il Sig. Scribani scriva che impedisco ai giocatori di partecipare a gare non della F.I.Bi.S. quando invece ho concesso il nulla osta ai nostri tesserati di partecipare proprio ad una recentissima gara svolta presso la bella sala “Scuola Biliardo di Genova” che se ricordo bene è di Sua proprietà!!!


FP
[/quote]

Se tutto ciò corrisponde a verità è vergognoso e aberrante!

Anzi direi proprio uno schifo!
Cico
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4929
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 13:39
Località: Milano - Specialità Birilli

Messaggioda longoni@norditalia.it » venerdì 27 agosto 2004, 9:05

Buongiorno,
                aprendo questo forum ed inserendo il mio post volevo semplicemente comunicare il mio pensiero in merito alla Longoni Cup 2004, ma dopo aver letto la risposta del Sig. Scribani mi corre l’obbligo di rispondere. Certamente sarà l’ultima volta, siccome odio questo genere di “discussioni”.
La mia decisione di non intervenire sul forum della Federbiliardo, e quindi “occupare” uno spazio nato per i suoi tesserati, credetemi è stato semplicemente un ponderato gesto di rispetto; ahimè quando si vuol fare sempre e solo “guerra” qualunque gesto viene strumentalizzato e male interpretato.
Personalmente non rientra nel mio stile, e chi mi conosce può testimoniarlo, fare “guerre” e/o litigare però certamente non posso permettere a nessuno di asserire che non dichiaro la verità e quindi eccomi a scrivere una doverosa precisazione: Sig. Scribani io la verità l’ho scritta nel mio post e Lei questo lo sa bene.
Inoltre ci tengo a precisare a Tutti coloro che leggono questo forum, che le intimidazioni citate dal Sig. Scribani sono semplicemente azioni di un’operatività aziendale seria e professionale. Chiunque sia nel mondo del lavoro sa benissimo che telefonate e lettere di sollecito a pagamenti inevasi faccia parte di un’ordinaria gestione aziendale, niente di più. Certo non sono intimidazioni. Tutta la documentazione è a completa disposizione per essere consultata presso la mia azienda.
Fin da bambino la mia famiglia mi ha insegnato il rispetto incondizionato per le persone e per la legge, quindi il motivo per cui mi sono astenuto dal pubblicare su internet la documentazione relativa al non rispetto contrattuale da parte del Sig. Scribani e la decisione di non agire legalmente contro la Federbiliardo è stata adottata solo per non recar danno ai suoi tesserati nasce da questa mia personale visione della vita. Inoltre in merito all’Open di Viterbo vorrei ricordare che la mia azienda si era adoperata per far arrivare gratuitamente i panni dalla Simonis, alla quale, visto che il torneo è stato annullato, abbiamo provveduto al risarcimento e che in passato la mia azienda ha sempre sostenuto la Federbiliardo fin dalla sua genesi.
Come scrissi nel mio post di apertura, lo spirito della Longoni Cup, fin dalla sua prima edizione nel 2000, è quello di realizzare in Italia un meeting sportivo a carattere internazionale per dar la possibilità ai giocatori italiani di confrontarsi con i loro colleghi stranieri.
Concludendo questo mio ultimo intervento auguro al movimento del Pool italiano grande serenità ed una seria costruttività.

Cordialmente,
Pierluigi Longoni
longoni@norditalia.it
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 5
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 4 agosto 2004, 11:14
Località:

Messaggioda manscriba » venerdì 27 agosto 2004, 11:35

Salve,
dire a claus72 che il suo CVD è più che legittimo ,oltre che semplice, sarebbe poco.
Dire che non avrei più voluto intervenire su argomentazioni di questo genere sarebbe ovvio,ma essendo più volte “tirato in ballo”, devo!
Noto che gli ultimi interventi,in questa sezione,confermano quanto da me scritto, nel Forum Federbiliardo, parlando di “simbiosi” (ndr).
Detto questo vorrei fare alcune precisazioni e pormi alcune domande.

Leggo che tutti auspicano l’unità del mondo sportivo del Biliardo,invocando ed auspicando il bene dello Sport;siamo d’accordo, è il pensiero di tutti !

Ma allora
-perché continuare a schernire la Federbiliardo?
-perché cercare di circuire i lettori presentando “i Buoni ed i Cattivi”?
-perché non si analizzano tutti i motivi che hanno dato e continuano a dare scissioni?
-perché invece di continuare a scrivere inesattezze non si cerca un contatto e non si instaura  un dialogo programmatico senza la ricerca esasperata di prevaricazione ,valutando le eventuali
positività  o negatività ? Si potrebbe anche non raggiungere un accordo,ma tentar non nuoce!
Oppure “ l’unione “ è solo una moda per pavoneggiarsi ?

Spesso nel leggere i post,più che un attacco alla Federbiliardo,ho intravisto un attacco personale al sottoscritto, ma mi domando

-        è forse un torto aver preso coscienza (dopo anni ,di vissute ,vicissitudini) che alla base dello Sport esiste il rispetto degli Atleti?
-        È forse un torto aver creduto in uno Sport a livello Nazionale,Europeo e Mondiale?
-        È forse un torto aver creato e coltivato quei contatti internazionali che competevano all’Italia del settore?
-        è forse un torto essere riusciti a partecipare(con lo sforzo personale di più persone) a tutte le manifestazioni Europee ed Internazionali (disdegnate negli anni precedenti)?
-        è forse un torto aver fatto capire che la Federazione (qualunque essa sia) esiste solo e soltanto perché esistono gli atleti e che gli stessi non devono essere strumentalizzati per fini personali?
-        è forse un torto aver tutelato,sempre,gli atleti e tutto il movimento ?
-        è forse un torto aver cercato di portare serenità in un ambiente fino ad ieri bistrattato ed utilizzato?
-        è forse un torto essere contattati da altre realtà che chiedono di potersi affiancare per un lavoro serio e costruttivo?
-        è forse un torto voler creare una struttura solida ed omogenea per  le necessità della Federazione?

Bene,se alle suddette domande si rispondesse di si io e gli altri dirigenti ,che si sono adoperati in quest’annata, abbiamo torto.
Abbiamo talmente torto che anche quei “famosi dirigenti”,di cui spesso parla il Sig. Podestà,non hanno digerito la politica  intrapresa e coscienti di essere stati estromessi (da tempo) cercano in tutti i modi di ostacolare il cammino della nostra Federazione,ma purtroppo, per loro, la compattezza del movimento e la politica Federale ,dello stesso, non gli ha dato e non gli darà spazio (la prossima settimana in data 05/09/2004 andremo al rinnovo del C.F.).

manfredi scribani






Scritto Da - manscriba on 27 Agosto 2004  12:37:18
manscriba
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 86
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 marzo 2004, 23:06
Località: Genova

Messaggioda Cico » venerdì 27 agosto 2004, 11:58

[quote]
-perché cercare di circuire i lettori presentando “i Buoni ed i Cattivi”?
-manfredi scribani

Scritto Da - manscriba on 27 Agosto 2004  12:37:18
[/quote]



Circuire i lettori.....

I lettori quando leggono queste cose di cui sotto, senza smentita alcuna, restano parecchio sconcertati.....

[quote]
--------------------------------------------------------------------------------

l’organizzazione di suddetta gara pretendevano dagli atleti della F.I.Bi.S.:
1. lettera di scuse alla dirigenza della Federbiliardo per essersi tesserati con la F.I.Bi.S.
2. pagamento di una multa il cui importo era proporzionale al livello tecnico del giocatore (per es. Gabriele Cimmino avrebbe dovuto pagare circa 2 milioni di vecchie lire!)
3. firmare un impegnativa con pagamento di una penale in caso di violazione della stessa in cui vi era indicato che NON avrebbero MAI più giocato in F.I.Bi.S..

Questi sono i motivi per cui dall’anno scorso i dirigenti della F.I.Bi.S. hanno indicato di non far partecipare i propri giocatori all’Alpe Adria, tutto qui. Io che all’epoca della passata edizione della A.A. non erano un dirigente della Federazione, ho semplicemente eseguito le direttive del Presidente. Però voglio ricordare a Tutti che il sottoscritto ha dato il nulla osta per: Best Cup edizione 2003 e 2004 ed altre manifestazioni della Federbiliardo. Però mi stupisco che proprio il Sig. Scribani scriva che impedisco ai giocatori di partecipare a gare non della F.I.Bi.S. quando invece ho concesso il nulla osta ai nostri tesserati di partecipare proprio ad una recentissima gara svolta presso la bella sala “Scuola Biliardo di Genova” che se ricordo bene è di Sua proprietà!!!


FP



--------------------------------------------------------------------------------


Se tutto ciò corrisponde a verità è vergognoso e aberrante!

Anzi direi proprio uno schifo!

[/quote]
Cico
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4929
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 13:39
Località: Milano - Specialità Birilli

Messaggioda manscriba » venerdì 27 agosto 2004, 13:11

Ciao Cico,
evidentemente non mi sono spiegato bene,o forse per alcuni è necessaria una solenne smentita,nell'uno o nell'altro caso non credo di dover scendere in polemiche assurde o giochi verbali che non approderebbero a nulla.
Per semplice informazione posso dirti ,comunque, che quanto dichiarato dal Sig. Podestà e da te puntualizzato,per quanto ci riguarda, non ha ragione di essere.
Sperando di aver soddisfatto la tua giusta ragione di conoscenza ti saluto cordialmente

manfredi scribani
manscriba
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 86
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 30 marzo 2004, 23:06
Località: Genova

Messaggioda flag » venerdì 27 agosto 2004, 14:06

Salve a tutti,
mi sembra che la discussione stia degenerando, sia da una parte che dall'altra. Caro Scibani, Tu puntualizzi delle cose ma non rispondi direttamente ad altre, il sign. Longoni difende la Sua posizione e la posizione della Sua azienda, ed essendo Io un imprenditore, concordo pienamente nel suo operato, le opere di bene, tante volte, non le fa' neanche la chiesa, e purtroppo, senza utili le aziende fanno la fine del topo!!!

Venendo alla questione di tutelare gli atleti, mi sembra, che stiamo parlando un po' a vanvera.
La tutela degli atleti c'è se c'è la trasparenza, se vengono rispettati gli impegni, se c'è una dirigenza comusciuta con cui complimentarsi se và tutto bene oppure se discutere se non và bene, quello che oggi non esiste.
Un giocatore di biliardo è prima di tutto una persona, poi un atleta o amatore, gioca perchè è innamorto di questo sport, fà tanti sacrifici per crescere, spende tanti soldi per allenarsi e per l'atrezzatura, soli che tira fuori di tasca propria, se vede dei risultati allora pensa di iscriversi ad una federazione per cimentarsi con avversari nuovi e dimostrare la sua bravura, paga un'iscrizione xchè appoggia un regolamento di gara , ma' di organizzazione e complicazioni burocratiche nulla puo' sapere e vuole centrare, in tutti gli sport c'è la dirigenza , i coordinatori, gli atleti, ognuno ha la sua posizione gerarchica come è giusto sia.

ALLORA IN QUESTO MARASMA DI FEDERAZIONI CF INESISTENTI, COORDINATORI FACTOTUM, RESPONSABILI NAZIONALI, ATLETI LAMENTOSI, PROGRAMMI SALTATI,CASINI VARI,
MI CHIEDO
UNA ATLETA CHE NON FACCIA IL SINDACALISTA O MODERATORE DI LAVORO, COSA PUO' PENSARE???
O nel biliardo girano milioni di euro e ci sono tanti interessi, ( sinceramente non mi sembra) oppure c'è chi soffre di esibizionismo ed ambisce a chi sà quali cariche, ma di bilirdo vero, ad un certo punto non se ne parla piu'.
VI CHIEDO,
perchè non organizziamo un meeting che ponga faccia a faccia fibis e federbiliardo, alla presenza di chi fa' vivere il biliardo, I GIOCATORI, discutete e proponete , confrontateVi gurdandoVi negli occhi, Caro Scribani me lo dici sempre Te che è il miglior modo per sciogliere dubbi e matasse, Noi con Voi siamo FELICISSIMI  se un risultato si ottenesse, l'unione fà la forza, è difficile, ma utilizzando la testa al posto della lingua qualcosa di costruttivo si puo' fare.

Ad oggi,io atleta con che federazione mi iscrivo??? Un'idea l'ho , ma se scelgo una cosa mi vieto dell'altra, ma che democrazia è questa, Voglio poter fare cio' che mi piace, quello che mi piace si trova da quella e da questa, che faccio?? da idiota direi, UNITEVI, allora avrei raggiunto il massimo!!!!!!!!! SCUSATEMI, VIVO NEL MONDO DEI SOGNI, ma Voi vivete in un mondo tutto Vostro, che sempre di piu' mi sembra un brutto mondo, il mondo del biliardo politico.
Simone Bandiera
flag
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 200
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 29 luglio 2004, 14:43
Località:

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti