RSS Facebook Twitter

CIRCOLARE DIVISA GARE

Messaggioda brilhio » lunedì 6 febbraio 2006, 17:12

Scusa, Roby. Per essere più chiaro: in quasi tutti gli sport le squalifiche vengono inflitte dalle commissioni disciplinari apposite ma (quasi sempre) sulla base dei referti arbitrali. O no?
brilhio
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 72
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 6 dicembre 2004, 16:12
Località: piano di sorrento

Messaggioda gigi » lunedì 6 febbraio 2006, 17:13

Un conto è una aggressione violenta da parte di una persona nei confronti di un'altra che non ha intenzioni violente , un conto è quando due persone non fanno niente per non venire alle mani cioè perdono entrambi le staffe e se la cosa avviene fuori dall'ambiente di gioco diventa una questione personale il biliardo non centra più nulla .
Chiaramente non giustifico questi atteggiamenti , la maggior parte delle persone fortunatamente si limitano alla rissa verbale altri no , fortunatamente sono pochi altrimenti saremmo nel farwest.

SOO RAAAGAAAZZI     Ezio Greggio
gigi
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 487
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2004, 10:26
Località: Parma

Messaggioda Roby » lunedì 6 febbraio 2006, 17:19

Per quanto mi riguarda ho arbitrato Consagno una sola volta, nell'occasione si e' limitato a brontolare sommessamente tra se e se x un paio di pallini rubacchiati .....

Tornando al discorso in generale, concordo con te sul fatto che certi episodi debbano essere refertati, personalmente l'ho fatto 2 volte in 4 anni di arbitraggio (una volta come arbitro e una volta come direttore di gara) e non mi risulta siano stati presi provvedimenti, c'e' da dire pero' che i referti erano riferiti a episodi che a confronto con quanto accaduto a Rivoli, erano acqua di rose ... nel senso che nessuno e' venuto alle mani ...oltreche' essere successi in tornei minori.

Roby
Roby
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3292
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 10:40
Località: Milano

Messaggioda martille » lunedì 6 febbraio 2006, 17:19

Innanzi tutto volevo farti notare che se 2 calciatori vengono alle mani negli spogliatoi, vengono deferiti e puniti.

Comunque già il fatto che la cosa sia di dominio pubblico e se ne parli in ambito biliardistico dimostra che non riguarda solo l'aspetto personale ma quello sportivo.

_________________________________________________________

Capirai l'importanza di un sorriso, quando ti sarà negato.
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 13:54

Messaggioda Roby » lunedì 6 febbraio 2006, 17:36

Concordo con Martille, il fatto e' avvenuto fuori e quindi l'arbitro non c'entra nulla, ma erano pur sempre in divisa ... e nell'ambito di una manifestazione pubblica e quindi secondo me sono passibili eccome ... !

Roby
Roby
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3292
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 10:40
Località: Milano

Messaggioda amelie » lunedì 6 febbraio 2006, 17:37

Concordo con Martille e gli altri. Ricordo che il sig. Consagno è Nazionale e Di Santo un Professionista. Non siamo ad una partitella del caffè ma ad una gara a livello nazionale!
I due giocatori fanno parte di quegli 88 giocatori che ci rappresentano a livello nazionale  e potrebbero esserlo anche a livello europeo e oltre e  credo che accadimenti di questo tipo mettano solo in cattiva luce il biliardo sia in ambito nazionale che fuori dall'italia. Lo stesso Clabo diche che la federazione deplora tale comportamento e che gli appassionati sono profondamente amareggiati da quanto è successo.
Personalmente confido in un provvedimento disciplinare incisivo e severo, non posso pensare che su queste cose si lasci correre.


Sotto con gli allenamenti!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 19:53
Località: vicenza

Messaggioda brilhio » lunedì 6 febbraio 2006, 17:47

Amelie ha centrato benissimo la questione. Gli arbitri possono muoversi solo in certi ambiti (che non so quali siano)ma quello che voglio soprattutto sottolineare di tutta questa triste faccenda è che abbiamo perso tuti noi.
Io so che da voi è normale portare la ragazza, la moglio o comunque una amica a fare una prtititna ma da noi quasi tutte le sale sono ritrovi poco consoni (diciamo così) per il sesso femminile. Ecco un'altro motivo per cui certi atteggiamenti vanno puniti e deplorati. Bisogna cambiare la mentalità di queste persone altrimenti il biliardo rimane sempre legato ad antichi cliches ma che in questo caso non sono retorica.
brilhio
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 72
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 6 dicembre 2004, 16:12
Località: piano di sorrento

Messaggioda Biagio999 » lunedì 6 febbraio 2006, 18:59

Se dovesse, per ipotesi, capitare di disputare un partita con Conzagno sarei molto prevenuto e forse, anche io sfocerei in una discussione_ Non sopporterei i gesti, le parole e quanto altro di questo signore_ Ho avuto modo di vederlo in due occasioni: la prima volta due anni fa in prov. di lecce contro Zito e poi a Taranto contro un mio amico 2 cat. In entrambi i casi ho assistito a delle sceneggiate da censura. Dovesse capitare di giocarci contro avviserei la D.G. di osservarlo ed eventualmente di retarguirlo per evitare che lo faccia io_

Biagio
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 14:48
Località: Parabita

Messaggioda sinonparet » lunedì 6 febbraio 2006, 21:08

Se a Ghost, per una commento superficiale sull'organizzazione di un comitato provinciale venne comminata una squalifica di 3 mesi, poi rientrata.... bhe, dopo quello successo a Rivoli, un anno mi pare il minimo ed anzi, auspico una pena esemplare, di quelle che faranno riflettere non tanto i protagonisti della vicenda (se avessero avuto il buon senso di riflettere, nn saremmo qui a discuterne) ma tutti gli altri giocatori.... ma come al solito si farà "cerchio", verranno presentate delle memorie difensive e tutto finirà a tarallucci e vino. Clabo scommetti che ci azzecco? Dai scommetti, che magari ti restituisco la cena di Brescia... ohhh, come sarei contento di perdere in questo caso!!

P.S. I testimoni nn hanno visto nulla? Bene, allora squalifichiamo anche Caruso che è stato quello che si è messo in mezzo per tentare una divisione dei due....
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 14:27
Località: Milano

Messaggioda Ryno » lunedì 6 febbraio 2006, 22:25

Messaggio inserito da sinonparet


P.S. I testimoni nn hanno visto nulla? Bene, allora squalifichiamo anche Caruso che è stato quello che si è messo in mezzo per tentare una divisione dei due....


Bella questa.
Di Santo è il danneggiato,e sfido chiunque abbia un minimo di orgoglio a non reagire a certe provocazioni,secondo me,lui non andrebbe punito.
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda amelie » martedì 7 febbraio 2006, 10:00

Cerchiamo di non fare provocazioni gratuite per favore!
Come ha detto Clabo... evitiamo il gossip da salone di bellezza.
Di chi è la colpa credo che lo possano sapere solo i due in causa.

Sotto con gli allenamenti!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 19:53
Località: vicenza

Messaggioda Ernst » martedì 7 febbraio 2006, 11:24

Messaggio inserito da brilhio

il termine "cafone" deriva da una maniera antica di additare coloro che provenivano dalla provincia e più specificatamente dalla campagna. Lui è di una zona denominata "agro nocerino sarnese" che è una vasta campagna dove, tra l'altro, si coltivano moltissimi pomodori.




Come diceva Carducci in "Giambi ed Epodi": "La plebe contadina e cafona muore di fame, o imbestia di pellagra e di superstizione, o emigra".
Ernst
 

Messaggioda gigi » martedì 7 febbraio 2006, 11:38

Se entrambi si fossero incontrati in un bar a 10 km dalla sala , in albergo o in un qualsiasi altro posto succedeva la stessa cosa e ora non saremmo qui a parlare di squalifiche ,come possiamo sapere che fra i due non esistano vecchi rancori che la partita ha riacceso non vedo perchè debbano rispondere alla giustizia sportiva per un fatto che potrebbe avere risvolti personali.
Uso il condizionale perchè non conosco i fatti e vado per intuizione , sarebbe stato diverso se i due si fossero attaccati durante la partita o appena terminata................

MI ASSOCIO A SINON ... FINISCE TUTTO A TARALLUCCI E VINO :D  :)  :)
gigi
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 487
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2004, 10:26
Località: Parma

Messaggioda Stelvio » martedì 7 febbraio 2006, 11:45

cari amici non sono intervenuto fino ad ora perchè non c'ero, non sapevo niente finchè qualcuno non l'ha scritto e non me la sentivo di fare il censore dei costumi e della cafonaggine.
Ora però mi sembra che stiamo realmente parlando come dal barbiere o nel salone di bellezza. Siamo quasi a livello NOvella 2000, 3000 o 4000.
Sinceramente Consagno non mi è tanto simpatico, ma così a pelle, senza motivi, non lo conosco. E sulla base di sensazioni cutanee dare ragione a uno o all'altro (ripeto non c'ero e delle versioni raccontate e sentite dire mi sono sempre fidato poco) non mi sembra giusto. La Federazione o chi è preposto a questo avrà raccolto le informazioni e deciderà sul dafarsi. Basta, cosa centriamo noi ad auspicare un anno di sospensione o l'ergastolo o la pena di morte !!! Perchè diamo del cafone ad una persona che ha avuto una manifestazione violenta, questo è vero, ma tolleriamo Nedved o Ibraimovic o Veron che prendono sistematicamente a testate l'avversario solo perchè il calcio "è un gioco maschio" ??.
Basta; se Consagno e Di Santo hanno commesso una infrazione al regolamento sportivo o etico saranno puniti altrimenti no.

PS. Scusate questa requisitoria o il tono (mi è venuta così) ma sembra davvero che stiamo commentando il Grande Fratello !!!

Ciao a tutti

- Stelvio - Il biliardo è un gioco di cervello, non di muscoli !
Stelvio
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1741
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 14:13
Località: Pavia

Messaggioda martille » martedì 7 febbraio 2006, 12:11

Caro Stelvio non sono affatto d'accordo. Senza prendere in oggetto il caso specifico, se permetti, quando si parla di un atto che mina la credibilità e l'immagine del nostro sport, abbiamo tutto il diritto di auspicare provvedimenti che restituiscano almento in parte l'immagine perduta. E' vero che nessuno di noi può puntare il dito su uno o l'altro dei contendenti, ma di sicuro si può puntare il dito sulla gravità dell'accaduto.

X Gigi, gli atleti di vertice in particolare, e tutti gli atleti in generale, rappresentano il movimento a cui appartengono e sono tenuti, nelle sedi dove svolgono la loro attività, a comportarsi nei modi dovuti. Se poi la cosa finisce a tarallucci e vino vorrà dire che avremo assisito, almeno secondo me, ad una sconfitta del biliardo in generale.

_________________________________________________________

Capirai l'importanza di un sorriso, quando ti sarà negato.
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 13:54

PrecedenteProssimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 7 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 7 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti