RSS Facebook Twitter

al bando l'attuale regolamento dei doppi

Dubbi, curiosità e domande sui regolamenti delle varie specialità

Messaggioda Andros » venerdì 21 settembre 2007, 19:26


Io quando gioco con il cambio palla lo faccio per allenarmi a risolvere situazioni "difficili". L'acchito è deleterio in quanto non fa progredire tecnicamente... appena c'è una biglia "brutta": "acchito", e tutto si risolve!

Odio quei giocatori che non fanno nemmeno fermare le bilie e chiedono l'acchito. Sono giocatori senza cuore e fantasia!
Ma non è un problema di regolamento, è un problema di testa di alcuni giocatori!
Per non parlare di quando magari con la palla in mano si potrebbe fare un bel giro con arrivo dietro al pallino (ingabbiando l'avversario) e invece tirano il loro sfaccione per marcare il pieno!




Lo confesso: sono un giocatore senza CUORE e senza FANTASIA !!
Ma, secondo me, state dicendo delle cose che non stanno nè in cielo nè in terra!!
Posso capire che non tiro un acchito se sto giocando per divertirmi,
ma se sto in torneo e con l' acchito mi porto un bel po' avanti, secondo voi non lo tiro: ma siamo matti!!
Vi vorrei proprio vedere se con l' acchito uno di voi vincesse una partita, o in seduta un po' di "sghei", altro che se non lo tirate!

Il giro e pallino se capita si tira certo al posto dell' acchito, ma devo essere sicuro che se sbaglio l' avversario poi non mi fa il mazzo.

E poi dove sta scritto che è deleterio perchè non fa progredire tecnicamente?

Qui nel Lazio il tutti doppi si gioca con il cambio palla, e giuro che io tutta questa spettacolarità non la vedo, anzi..il fatto che uno possa intenzionalmente tirare il pallino per ostruire il gioco avversario mi sembra una delle cose più scorrette in assoluto, e
che va proprio contro lo spirito del gioco stesso.

Ripeto, questi bei discorsi veniteli a fare quando siete durante un finale di partita dove vi giocate una promozione, un torneo oppure i sghei di cui sopra....poi vediamo se non chiedete l' acchito e tirate giù pure le sponde del biliardo!  :nono:

Andros
------------------------------------------------
Nel cielo e nelle altre cose mute terramadre, non senza dolore io vivo nè più di un albero non meno di una stella nei suoni e nei silenzi di terra.
Andros
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11539
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 0:22
Località: Roma

Messaggioda effe77 » venerdì 21 settembre 2007, 22:31

infatti è tutto un discorso di convenienza, tiro quello che secondo me è più conveniente. ad ogni modo resto del parere che se si toglie la possibilità di mettere biglia in acchitto nel tutti doppi lo si deve fare pure per italiana e goriziana. cambia il modo di contare i punti, e solo quello, e così deve restare. ma se nel tutti doppi è più redditizio tirare sfaccio d'acchitto all'italiana è meglio 8 e 3 di pallino, e magari steola. si è detto mille volte che il punteggio del tutti doppi non è equo e non mi va di ritirare fuori tutte ste storie, ma sta di fatto che la differenza nell'assegnare i punti porta a strategie diverse. quando si gioca tra amici per divertimento si può scegliere a che cosa giocare,l se si è in gara si deve adeguare la propria strategia alla specialità. che poi quel gioco piaccia più o meno è un altro paio di maniche

°-°    °-°   °-°   °-°   °-°    °-°    °-°    °-°    °-°
siamo nuvole nel cielo e se il vento lo vorrà ci incontreremo

http://www.claudiorugge.com/
effe77
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 12612
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2007, 17:12
Località: SALENTINO ad Ancona

Messaggioda giabog » venerdì 21 settembre 2007, 22:48

Andros, nessuno sta dicendo che con il regolamento attuale, in caso di palla in mano rimasta vicino all'angolo, tira lo sponda palla anzichè lo sfaccio d'acchitto. Si sta dicendo semmai, di rivedere il regolamento.

Dal mio punto di vista, credo che la palla all'acchitto sia una regola che tende a schematizzare ed "omologare" le partite in maniera eccessiva. Se il biliardo di oggi ha un difetto, credo sia quello della mancanza di fantasia e della poca varietà di tiri. Di prima, giri, raddrizzi e angoli. Di sponda, garuffe, bricolle e sponda palla. In considerazione di ciò, mi trovo d'accordo con Biagio e col suo tentativo di restituire al biliardo un po' di anima e creatività. Diciamoci la verità, vedere oggi il biliardo all'italiana in tv, non è che sia tutto questo spettacolo, e non stupiamoci più di tanto se poi non decolla.

Detto ciò, se dovessero cambiare regolamento, di certo ne verrei penalizzato, dato che lo sfaccio d'acchitto è uno dei tiri che eseguo meglio.... :ferito:
giabog
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1247
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 8 gennaio 2007, 15:31

Messaggioda Biagio999 » sabato 22 settembre 2007, 0:44

finalmente ecco un altro che la pensa come me. Altri aggettivi : ANIMA E CREATIVITA'_ Sono anni che ormai non pratico più quel regolamento, non ne sarei più capace ad interpretrarlo al meglio, ma vecchi ricordi mi legano ad esso. Esaltava le mie doti tecniche, la mia visione di gioco, la costruzione del gioco. Ero un giocatore molto duttile, sapevo adeguarmi all'avversario e al suo gioco. Davvero solo ricordi. Ho letto che qualcuno studia l'avversario. Ma lo dice scherzando credo, mica sul serio. L'attuale regolamento impone solo di buttar giu birilli e avvantagiarsi come dice Andros. Non consente diriunciare al gioco, costruire delle difese, aggredire l'avversario a piccoli tocchi, renderlo impotente davanti al tuo gioco, fiaccarne la tenuta, la pazienza, rammollirne il braccio. No oggi tutti i bravi lo sono solo perche buttano giu i birilli. Si sono persi i famosi "spondisti" o difensori o giocatori equilibriati. Solo sparatori o come direbbe il buon Tranda : tira n'a botta. Agonizzante. devo però ammettere però che una cosa di buono ha fatto il nuovo regolamento: ha permesso di mascherare i difetti (opregi) dei biliardi. Oggi le pendenze minime passano inosservate perchè si gioca sempre sul pieno di palla, quasi mai sul fino.
Sapevo quando ho aperto questo topic che sarei andato a sbattere contro un muro di gomma, ma sono testardo e in maniera convinta, insisto: VA BANDITO_


Salentu: lu mare, lu sule, lu ientu _
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 14:48
Località: Parabita

Messaggioda Riccardo » sabato 22 settembre 2007, 13:00

Messaggio inserito da Biagio999

ok, ok Riccardo, non darmi ragione. Ho letto la tua citazione preferita. Capisco!

Salentu: lu mare, lu sule, lu ientu _



:D

Diciamo che sono d'accordo solo in parte... in gara sono per l'acchito. In seduta per il cambio palla.

Allora forse il problema è la lunghezza delle partite... pagare 60, 76 o addiritura 92 in una partita ai 400 è troppo.
Se le partite finissero agli 800 ci sarebbe più proporzione tra filotto e punteggio finale.

Sicuramente il cambio bilia è più "spettacolare" per gli addetti ai lavori, ma ha dei contro... spesso si falsa il gioco, spesso è più conveniente non prendere la bilia!
Uno fa il gioco duro per mettere in difficoltà l'avversario, riceve la bilia libera... e si ritrova una bilia non attaccabile...

Insomma: pro e contro in tutti e due i casi secondo me.
Riccardo
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 5367
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 20 maggio 2006, 18:50

Messaggioda Andros » sabato 22 settembre 2007, 16:49

Allora il discorso che fa il nostro Biagio si lega alla creatività del gioco dei birilli.
Infatti mi sembra di rileggere una intervista rilasciata da Riccardo Belluta in cui anche lui si lamenta che "..oggi non è più possibile legare l' avversario con una difesa stretta.." il perchè si lega strettamente all' uso del tavolo attuale.
Lungi da me parlare del biliardo-strumento.
Voglio parlare di interpretazione del gioco.
Qual' è lo scopo di una partita di biliardo?...ovvero cosa pensate quando iniziate una partita contro il vostro avversario?..pensate di giocare bene e vincere vero?
Bene anche lui lo pensa.
Quale sistema si deve usare per vincere? Il sistema che ci consente di fare punti, di difenderci e quindi non farne fare al nostro avversario.
Ogni tiro quindi deve essere improntato a questo.
Si deve mandare avanti il segnapunti e vincere, devo buttare giù almeno un birillo in più del mio avversario.
Adesso che vogliate crederci o no, dovete giocare proprio per raggiungere questo scopo: dovete buttare giù più birilli del vostro avversario!!
Se tiro una steola, o metto giù una difesa dura, lo faccio per mettere in crisi il mio avversario ed indurlo all' errore, e sfruttarlo avendo una bilia libera da mettere eventualmente all' acchito in maniera tale da realizzare il massimo punteggio ottenibile.
E questo vale tanto più ai tutti doppi dove posso sfruttare questa opportunità al meglio.

Quello che sfugge a molti, è proprio questo: la possibilità che viene data a chi ha giocato meglio ed ha indotto l' avversario in errore, ovvero mettere bilia all' acchito.
In pratica il vostro pensiero è che si può andare "lisci" perchè conviene farlo, che è una cosa antisportiva per eccellenza...( lo stesso dicasi se tiro il pallino per intralciare l' avversario..).

C'è una cosa ulteriore, che ti sfugge caro Biagio ( e sfugge forse anche a Belluta..): il biliardo attuale è un gioco d' attacco.
Dove la difesa è consentita, ma non da un bonus particolare, a meno che non si facciano sempre messe durissime.

E' questo il problema vero, non l' acchito ai tutti doppi!



Andros
------------------------------------------------
Nel cielo e nelle altre cose mute terramadre, non senza dolore io vivo nè più di un albero non meno di una stella nei suoni e nei silenzi di terra.
Andros
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11539
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 0:22
Località: Roma

Messaggioda Biagio999 » lunedì 24 settembre 2007, 1:04

Andros _ Il vero problema è la creatività, la tecnica, il carattere.
L'attuale regolamente fa crescere "nani". Hai fatto un discorso sul "far punti o più punti dell'avversario"_ Ecco, in queste tue parole vi è la sintesi di questo regolamento e del gioco che ne ha espresso. Qualche anno fa (aimè) si diceva invece, bisogna giocare per non far giocare l'avversario, snaturalizzarlo e renderlo innoquo , toglendogli i colpi migliori. Mi piacerebbe sapere se ci hai mai giocato e se si a che livello.

Salentu: lu mare, lu sule, lu ientu _
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 14:48
Località: Parabita

Messaggioda Andros » lunedì 24 settembre 2007, 22:56

Messaggio inserito da Biagio999

Andros _ Il vero problema è la creatività, la tecnica, il carattere.
L'attuale regolamente fa crescere "nani". Hai fatto un discorso sul "far punti o più punti dell'avversario"_ Ecco, in queste tue parole vi è la sintesi di questo regolamento e del gioco che ne ha espresso. Qualche anno fa (aimè) si diceva invece, bisogna giocare per non far giocare l'avversario, snaturalizzarlo e renderlo innoquo , toglendogli i colpi migliori. Mi piacerebbe sapere se ci hai mai giocato e se si a che livello.

Salentu: lu mare, lu sule, lu ientu _


... non non è un discorso di nani!
Tu parli del "catenaccio" alla Rocco, io parlo del "calcio totale"!
Tu parli di cose vecchie, oggi il livello medio di gioco è più elevato di una volta, oggi tutti contano e sanno pressapoco come uscire da ogni situazione, una volta no.
Se rimani un attimo "fuori" ti becchi una fucilata che fa 10 ed un centro centro.
Quel biliardo lì non esiste più, e non dipende dall' acchito!
Anche ai "tuoi tempi" dovevi fare i birilli per vincere una partita,
quello non è cambiato, ma è cambiato il modo in cui farli, perchè le "poesie" sul tavolo devono sempre essere perfette se no ti passano sopra.
Mi parli di creatività e poi citi il tutti doppi, gioco tra i più cinici che si possa praticare, dove l' unico scopo è ammazzare l' avversario perchè ti stai giocando il "soldo", e ti lamenti dell' acchito nel suo regolamento, mi sembra una bella contraddizione no?

Non considerando che tutti i giochi di birilli hanno l' acchito e che non possono certo esserci eccezioni.




Andros
------------------------------------------------
Nel cielo e nelle altre cose mute terramadre, non senza dolore io vivo nè più di un albero non meno di una stella nei suoni e nei silenzi di terra.
Andros
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11539
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 0:22
Località: Roma

Messaggioda Biagio999 » martedì 25 settembre 2007, 0:31

aprendo questo topic sapevo che avrei incontrato molta resistenza. Mi parli di biliardo totale ........... Quale questo? Allora vuol dire che la tua risposta : se hai o meno mai giocato all'altro regolamento, l'hai data. Non ci hai mai giocato! Ieri sera era dalle mie parti Paolo Diomaiuta. Non ho perso la ghiotta occasione di chiederglielo. Ebbene, più o meno questo era il senso della sua risposta: Anche a me piace di più giocare col vecchio regolamento, ma come si fà, se la federazione ha deciso di giocare con questo. Se si dovesse giocare col vecchio regolamento  resterebbero a giocare solo una parte della vecchia guardia. Questo regolamento facilità il gioco, lo rende apparentemente facile e alla portata di tutti. Quindi molti iscritti alle gare e molte gare anche di levello nazionale programmate in tutta italia. E' chiaro che questi numeri danno ragione alla federazione che, ovviamente, non ha intenzione di cambiare.  

Quindi un biliardo semplificato, accessibile a tutti.

Salentu: lu mare, lu sule, lu ientu _
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 14:48
Località: Parabita

Messaggioda effe77 » martedì 25 settembre 2007, 0:34

sono daccordo con andros. come ho già detto i giochi del biliardo a birilli si differenziano solo per il conteggio dei punti, ma le regole sono le stesse. o tutti i giochi hanno l'acchitto o lo leviamo a tutti. oggi il gioco è a chi ne butta giù più dell'avversario perchè è più redditizio che cercare difese impossibili. se i pro giocano per lo più a buttare i birilli piuttosto che a difendere c'è un motivo. il motivo è che la difesa dura e difficlmente attaccabile non c'è e quindi cercarla diventa poco conveniente. quando si riesce a indurre l'avversario a non prendere palla è giusto poter tirare lo sfaccio d'acchitto. se poi ci sono altre soluzioni sta al giocatore di volta in volta regolarsi.

°-°    °-°   °-°   °-°   °-°    °-°    °-°    °-°    °-°
siamo nuvole nel cielo e se il vento lo vorrà ci incontreremo

http://www.claudiorugge.com/
pittore, illustratore, fumettista e scultore
effe77
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 12612
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2007, 17:12
Località: SALENTINO ad Ancona

Messaggioda dado04 » martedì 25 settembre 2007, 10:01

Messaggio inserito da Biagio999

aprendo questo topic sapevo che avrei incontrato molta resistenza. Mi parli di biliardo totale ........... Quale questo? Allora vuol dire che la tua risposta : se hai o meno mai giocato all'altro regolamento, l'hai data. Non ci hai mai giocato! Ieri sera era dalle mie parti Paolo Diomaiuta. Non ho perso la ghiotta occasione di chiederglielo. Ebbene, più o meno questo era il senso della sua risposta: Anche a me piace di più giocare col vecchio regolamento, ma come si fà, se la federazione ha deciso di giocare con questo. Se si dovesse giocare col vecchio regolamento  resterebbero a giocare solo una parte della vecchia guardia. Questo regolamento facilità il gioco, lo rende apparentemente facile e alla portata di tutti. Quindi molti iscritti alle gare e molte gare anche di levello nazionale programmate in tutta italia. E' chiaro che questi numeri danno ragione alla federazione che, ovviamente, non ha intenzione di cambiare.  

Quindi un biliardo semplificato, accessibile a tutti.

Salentu: lu mare, lu sule, lu ientu _


Beh beh beh, attenzione, Diomajuta si che è il futuro del biliardo.Uno stralcio di giovinezza e innovazione nel mondo del panno verde.Una visione rivoluzionaria e pionieristica del nuovo modo di giocare.Un pò come chiede a Valcareggi (sempre se non fosse morto!) come gioca la Roma di oggi...
Mo che m'hai detto che Diomajuta è per il cambio-palla m'hai proprio convinto.Domani me vado a legà ai cancelli della Federazione finchè non cambiano la regola. :D  :D
E comunque basta co sto biliardo che progredisce, co sti giovani, ste generazioni che si rinnovano!!C'ha ragione Diomajuta!Torniamo alle regole vecchie e al tavolo vecchio, così l'anno prossimo, col valente aiuto anche di un maestro Voodoo, tra i prof figureranno Diomajuta appunto, Lotti, Coppo, Biagini, Garuffa...è ora de na rinfrescata!! ;)
Ao, a Bià, me raccomando se da quelle parti passa Lo Scuro o magari l'Ingegner Garuffa, non te li fà scappà eh... :D  ;)  :D



**************************************************

Quanti pezzi di ricambio
quante meraviglie
quanti articoli di scambio
quante belle figlie da sposar
e quante belle valvole e pistoni
fegati e polmoni
e quante belle biglie a rotolar...(F. De Andrè)
dado04
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 5070
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2004, 16:06
Località: Roma

Messaggioda effe77 » martedì 25 settembre 2007, 12:43

colgo una leggera nota di pungente ironia

°-°    °-°   °-°   °-°   °-°    °-°    °-°    °-°    °-°
siamo nuvole nel cielo e se il vento lo vorrà ci incontreremo

http://www.claudiorugge.com/
pittore, illustratore, fumettista e scultore
effe77
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 12612
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2007, 17:12
Località: SALENTINO ad Ancona

Messaggioda dado04 » martedì 25 settembre 2007, 13:37

Messaggio inserito da effe77

colgo una leggera nota di pungente ironia

°-°    °-°   °-°   °-°   °-°    °-°    °-°    °-°    °-°
siamo nuvole nel cielo e se il vento lo vorrà ci incontreremo

http://www.claudiorugge.com/
pittore, illustratore, fumettista e scultore


Per carità, nessuno mette in dubbio il ruolo e l'importanza che hanno avuto determinati campioni, nel cso specifico Diomajuta, nella storia e nell'evoluzione del biliardo.Però il tempo fa il suo corso, le cose evolvono.Ergere un settantenne a baluardo per un cambiamento che dovrebbe far evolvere il biliardo, riportandolo a 20 anni fa, mi sembra quantomeno anacronistico e inappropriato! ;)

**************************************************

Quanti pezzi di ricambio
quante meraviglie
quanti articoli di scambio
quante belle figlie da sposar
e quante belle valvole e pistoni
fegati e polmoni
e quante belle biglie a rotolar...(F. De Andrè)
dado04
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 5070
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2004, 16:06
Località: Roma

Messaggioda effe77 » martedì 25 settembre 2007, 13:41

guarda che sono con te. io sono il primo a dire che ci vorrebbe un forte ricambio generazionale, anche se dico pure che il biliardo è bello perchè consente una vita agonistica molto lunga. ma senza ricambio si va verso un annichilimento dell'evoluzione. anche a me personalmente il gioco a buttare giù più degli altri non piace, anche io ammiro l'eleganza del gioco di copertuta, ma se si rivela meno efficace è giusto cambiare

°-°    °-°   °-°   °-°   °-°    °-°    °-°    °-°    °-°
siamo nuvole nel cielo e se il vento lo vorrà ci incontreremo

http://www.claudiorugge.com/
pittore, illustratore, fumettista e scultore
effe77
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 12612
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2007, 17:12
Località: SALENTINO ad Ancona

Messaggioda paciuli » martedì 25 settembre 2007, 15:06

Senza entrare nel merito di questa particolare diatriba, mi limito a osservare che le "linee evolutive" del biliardo negli ultimi 20 anni non mi pare stiano portando dei gran benefici... la risonanza mediatica del biliardo (all'italiana) ha avuto un tracollo, le sale chiudono, i giovani... dove sono? (quasi quasi consideriamo "giovani promesse" i 30enni). Con questo non voglio dire che tornare al passato necessariamente porti del giovamento, ma forse su qualche punto varrebbe la pena interrogarsi  :)

--
Enrico

BiliardoWeb Magazine, la rivista online dedicata al biliardo - http://magazine.biliardoweb.com
paciuli
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 6487
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 19 febbraio 2004, 22:26
Località: Bologna

PrecedenteProssimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 6 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 6 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti