RSS Facebook Twitter

Oltre al regolamento di gioco

Dubbi, curiosità e domande sui regolamenti delle varie specialità

Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Bruno Aprile » domenica 7 giugno 2015, 9:04

Ciao a tutti,
volevo chiedere a chi ha più nozioni regolamentari se i Presidenti dei vari Comitati Provinciali sparsi in tutta Italia hanno dei poteri particolari che gli consentono di fare un po come vogliono.
Oltre al regolamento di gioco che è pubblicato anche nel sito della Federazione ci sono tanti altri regolamenti (orario di presentazione dei giocatori alle gare, abbigliamento dei giocatori, modalità di sorteggio dei concorrenti, poule finale di campionato, etc.).

In sostanza volevo capire se la FIBIS ha un organo che controlla il modus operandi dei comitati provinciali o se ne frega altamente.
Il presidente del comitato provinciale di una zona può fare le regole che vuole e cambiarle quando e come vuole differentemente da come potrebbero fare i comitati di altre zone ?

Grazie a tutti coloro che mi illumineranno al riguardo
La vigliaccheria chiede è sicuro? L'opportunità chiede è conveniente? La vana gloria chiede è popolare? Ma la coscienza chiede è giusto? ... Prima o poi arriva l'ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare ma bisogna prenderla perché è giusta (M. King)
Bruno Aprile
Non connesso
Avatar utente
Utente Senior
 
Messaggi: 103
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 27 aprile 2014, 22:04
Località: Alessandria

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Erne Favro » lunedì 8 giugno 2015, 11:59

" Il presidente del comitato provinciale di una zona può fare le regole che vuole e cambiarle quando e come vuole differentemente da come potrebbero fare i comitati di altre zone ?".
La domanda mi sembra sia un poco troppo generica. Se vuoi ( mi permetto di usare il "tu") risposte precise, fai domande precise. Senza dubbio i Comitati Provinciali, e non i loro Presidenti, godono di una certa autonomia nell'organizzazione di eventi a livello provinciale e solo provinciale. Per il resto sotostsnno alle direttive della F.I.Bi.S.
:ciao:    :ciao:     :ciao:
Erne Favro

Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce
Erne Favro
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1761
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 agosto 2009, 22:03
Località: Fossano (Cn)

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Bruno Aprile » lunedì 8 giugno 2015, 17:44

Senza dubbio i Comitati Provinciali, e non i loro Presidenti, godono di una certa autonomia nell'organizzazione di eventi a livello provinciale e solo provinciale. Per il resto sotostsnno alle direttive della F.I.Bi.S.


Premetto di essermi iscritto alla Fibis da solo un anno, dopo oltre 30 anni.
L'unica cosa che ho consultato è il regolamento di gioco e non so nulla di Comitati provinciali.
Tanto per dirtene una non so neppure da chi è formato un Comitato provinciale e come si prendono le decisioni, se non è il Presidente a decidere.

Ad esempio per fare gli accoppiamenti di tot. numero di giocatori iscritti ad una gara esiste una regola valida in tutta Italia o ogni comitato provinciale può scegliere il sistema che vuole ?
(ogni giocatore estrae a sorte un numero o un nominativo contro cui giocare - la direzione gara estrae un numero o un nominativo a sorte in presenza dei giocatori o in loro assenza, rotazione dei biliardi, ed altro).

Devo comprendere queste cose per decidere se partecipare ad altri campionati provinciali o meno perché il metodo visto al mio primo campionato non mi piace per nulla e se i campionati provinciali sono impostati tutti allo stesso modo non ne farò più.

Grazie Erne e ciao  :)
Ultima modifica di Bruno Aprile il lunedì 8 giugno 2015, 17:44, modificato 1 volta in totale.
La vigliaccheria chiede è sicuro? L'opportunità chiede è conveniente? La vana gloria chiede è popolare? Ma la coscienza chiede è giusto? ... Prima o poi arriva l'ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare ma bisogna prenderla perché è giusta (M. King)
Bruno Aprile
Non connesso
Avatar utente
Utente Senior
 
Messaggi: 103
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 27 aprile 2014, 22:04
Località: Alessandria

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Spanish » lunedì 8 giugno 2015, 21:08

Bentornato Bruno, era un po' di tempo che non intervenivi o generavi post...
non c'è bisogno di ringraziare per tutte le "illuminazioni" al riguardo, fa lo stesso...
procedendo per ordine:
i giocatori iscritti a qualsiasi tipo di manifestazione non estraggono a sorte il proprio avversario;
gli unici ad avere la presenza nominativa in gara sono i giocatori appartenenti alle cosiddette categorie d'eccellenza, per tutti gli altri è il Comitato organizzatore ad assegnare l'ora e la data (cercando accuratamente di rispettare le preferenze espresse, seppure a volte non previste, dagli stessi giocatori nel momento dell'iscrizione, alla gara, presso i propri csb);
la Fibis, come è noto, non può controllare l'operato dei vari Presidenti Provinciali, che a loro volta dovrebbero essere controllati dai Presidenti Regionali;
le regole esistono, sono state scritte, sta nel buonsenso e nell'interpretazione di tutti applicarle e farle rispettare (Presidenti e non Presidenti di Comitati a qualsiasi livello);
in merito al resto che stai chiedendo, bho... non saprei cosa dirti?
Erne ha molta esperienza nel settore quindi, almeno da parte mia, merita la massima stima e considerazione!
La misura dell'intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario
Spanish
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3315
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2012, 11:10
Località: Montichiari - BS -

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Bruno Aprile » martedì 9 giugno 2015, 1:26

Ciao Spanish,
effettivamente non ho più interagito nel forum da tempo.
Per quanto mi dici sfondi un portone aperto perché se si pretende correttezza sportiva e competenze anche regolamentari dai giocatori tanto più i giocatori esigerebbero correttezza e competenze maggiori da chi ha determinate responsabilità (nella vita e in ogni materia).

E' proprio a Erne che ho rivolto una domanda in particolare cercando di essere più specifico, poiché come scritto in precedente post non so nemmeno da chi è formato un Comitato provinciale e come prende le decisioni il Comitato.

Per non appesantire troppo il thread ho ritenuto opportuno cominciare col capire queste prime cose ... poi potrò aggiungere i particolari, se servirà per capire meglio, che per quanto mi dici tu non collimano con quanto accaduto relativamente alla poule finale di campionato di terza categoria della mia provincia.

Se ricordi i miei primi interventi sono un tipo che vuole chiarezza e logica in tutte le questioni che mi coinvolgono e i dubbi non mi piacciono.
A rileggerti  :)
La vigliaccheria chiede è sicuro? L'opportunità chiede è conveniente? La vana gloria chiede è popolare? Ma la coscienza chiede è giusto? ... Prima o poi arriva l'ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare ma bisogna prenderla perché è giusta (M. King)
Bruno Aprile
Non connesso
Avatar utente
Utente Senior
 
Messaggi: 103
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 27 aprile 2014, 22:04
Località: Alessandria

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Spanish » martedì 9 giugno 2015, 8:40

Qui a Brescia tutti e tre i campionati di categoria (1^-2^-3^), ovviamente organizzati dal Comitato di Brescia, hanno avuto le stesse caratteristiche, per l'appunto:
la partecipazione al campionato è avvenuta "d'ufficio" per i primi trentadue, ammettendo i successivi in caso di rinuncia;
la composizione delle batterie eliminatorie, come previsto e penso, è avvenuta incominciando dal nr. 1 in classifica contro il nr. 32 e così via via;
alla fine delle fasi eliminatorie (in data diversa) i quattro vincenti di batteria hanno effettuato le fasi finali (due incontri);
in caso contrario, mi corregga qualche forumista bresciano, partecipante agli stessi campionati (due a caso, i campioni provinciali di 1^ e 2^ categoria presenti, di rado, sul forum  :P );
spero di esserti stato d'aiuto, fai bene a chiedere per fare chiarezza... :ciao:
La misura dell'intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario
Spanish
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3315
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2012, 11:10
Località: Montichiari - BS -

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Bruno Aprile » martedì 9 giugno 2015, 13:18

Fare chiarezza in Italia è qualcosa di repellente a chi ricopre certi ruoli e le persone che insistono in tal senso sono viste come sgraditi rompiscatole ... tuttavia sono fatto così e a rischio di fare il donchisciotte dell'era moderna seguiterò a chiedere ed a pretendere chiarezza in tutto ciò che mi coinvolge.
Se dovessi spiegarti solo come si è svolta la poule finale del campionato provinciale dovrei scrivere a lungo ... figuriamoci se inizio dalle 8 prove.

Ad ogni modo il punto principale è semplicemente incentrato su un principio basato sulla logica più elementare:

Se esiste una regola si segue quella (se inizi col sorteggio individuale continui con quello), e una regola vale per tutti e non per qualcuno.
Ci fu già un maestro in Italia che prima ancora della nascita della repubblica sortì con l'affermazione che :per gli amici le leggi si interpretano e per gli altri si applicano.

Che ogni comitato provinciale possa gestirsi i campionati con regole differenti da altri mi può anche star bene ... purché - come già detto - valgano per tutti e si applichino sempre quelle con le dovute informazioni ai partecipanti.

I tuoi dettagli sono sempre di aiuto Spanish  :ciao:
La vigliaccheria chiede è sicuro? L'opportunità chiede è conveniente? La vana gloria chiede è popolare? Ma la coscienza chiede è giusto? ... Prima o poi arriva l'ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare ma bisogna prenderla perché è giusta (M. King)
Bruno Aprile
Non connesso
Avatar utente
Utente Senior
 
Messaggi: 103
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 27 aprile 2014, 22:04
Località: Alessandria

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda bracciostorto » martedì 9 giugno 2015, 13:58

Da noi la poule provinciale per singole categorie, si è svolta tra i primi sei giocatori in ordine di classifica stilata a seguito delle prove svoltesi durante tutto l'anno. I sei hanno partecipato ad un girone all'italiana (uno contro tutti) due su tre ai 60. Il primo classificato della poule acquisiva il diritto alla partecipazione ai campionati italiani, i primi due la partecipazione ai campionati regionali.
bracciostorto
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1795
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2005, 17:21
Località: Noicàttaro

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda _Dead » martedì 9 giugno 2015, 14:15

Da noi invece si sono svolte 5 prove provinciali, il primo classificato di ogni categoria andava di diritto a S.Vincent, poi hanno fatto una poule unica per stabilire il campione Regionale, 2 su 3 ai 100 punti, in questa puole si stabilivano anche gli ulteriori posti destinati a S.Vincent.

Per quanto riguarda i sorteggi nelle 5 prove provinciali, alla prima è andata a caso, dalla seconda prova in poi per classifica , il sorteggio era semplicemte il 1° con l'ultimo in classifica , il 2° contro il penultimo e così via.
Ultima modifica di _Dead il martedì 9 giugno 2015, 14:15, modificato 2 volte in totale.
Ci sono persone che sanno tutto e, purtroppo, questo è tutto quello che sanno.
_Dead
Non connesso
Avatar utente
Utente Nazionale
 
Messaggi: 606
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 26 agosto 2013, 22:44
Località: Lazio - Roma birilli-carambola

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Spanish » martedì 9 giugno 2015, 23:20

Bruno Aprile ha scritto:
Che ogni comitato provinciale possa gestirsi i campionati con regole differenti da altri mi può anche star bene ... purché - come già detto - valgano per tutti e si applichino sempre quelle con le dovute informazioni ai partecipanti.


Eccoci qua,

come hai ben letto, ogni Comitato Provinciale gestisce il proprio Campionato in modo differente...
sono d'accordo sull'informazione, agli addetti ai lavori, delle caratteristiche e peculiarità della manifestazione...
tuttavia le regole esistono e tutti devono adeguarsi "rispettandole"...
tra qualche settimana si svolgerà, a S.Vincent, la pool finale del B.T.P. li, cosa accadrà?

Tra i primi otto in classifica, sarà d'ordine la regola del nove:

- il nr. 1 vs il nr. 8;   uguale a 9
- il nr. 2 vs il nr. 7;   uguale a 9
- il nr. 3 vs il nr. 6;   uguale a 9
- il nr. 4 vs il nr. 5;   uguale a 9

:ciao:
La misura dell'intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario
Spanish
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3315
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2012, 11:10
Località: Montichiari - BS -

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Bruno Aprile » mercoledì 10 giugno 2015, 0:21

Dunque ... mi rendo conto che è impossibile capire a cosa mi possa riferire senza dettagli ... mi premeva soltanto capire innanzitutto chi cavolo prende le decisioni relative ai campionati provinciali.
Ho compreso che le prende il Comitato provinciale ma come ? Chi ? Da chi è formato il Comitato provinciale ? Le modalità di gioco del campionato con tutti gli annessi e connessi si decidono in assemblea ? Con votazione dei membri del Comitato ? Quanti sono tali membri ? C'è un consiglio direttivo ? Decide lui ?

Ad ogni modo:
Il Campionato provinciale dalle mie parti si è articolato in questo modo:
- 8 prove (italiana - goriziana e tutti doppi)
- poule finale disputata dai primi 16 classificati con due giocatori di riserva (17° e 18° classificati) - italiana a 120 punti.

I primi 4 classificati erano i testa di serie che avrebbero giocato per ultimi nella poule finale.
I primi otto giocatori (dal 9° al 16°) avrebbero disputato una partita ad eliminazione diretta per rimanere in 4 giocatori.
Quei 4 giocatori avrebbero giocato contro i classificati dal 5°  all'8° posto.
I 4 giocatori restanti avrebbero giocato con i testa di serie con la regola del 9.

Io ho terminato le 8 prove con lo stesso punteggio del 4° classificato e non ho disputato la partita di spareggio col 4° classificato perché alla 3° prova ho passato il turno per mancanza del mio avversario (avevo una partita in meno del 4° classificato).... e fin qui mi sta bene (se la regola è questa pazienza).

Alla poule finale il direttore di gara (nonché presidente del comitato provinciale) convoca i prima 8 giocatori per il sorteggio individuale (ognuno estraeva dei numeri da un contenitore). Ne mancava però all'appello uno (che giunse con oltre 30 minuti di ritardo) e il direttore di gara parlava ai presenti che se non fosse arrivato il ritardatario (che io avrei squalificato dopo 10 minuti - anche perché non aveva neppure avvisato del ritardo) c'erano due giocatori di riserva che avendo lo stesso punteggio avrebbero dovuto disputare una breve partita di spareggio per determinare chi dei due avrebbe dovuto sostituire il ritardatario qualora non arrivasse, anche se uno dei due aveva una partita in meno.
???? Mi sono girate un attimino le palle perché era nella mia stessa situazione ma io sono stato penalizzato per avere giocato una partita in meno non certo dipesa da me (se uno non si presenta alla gara deve essere penalizzato chi era presente e puntuale ? Boh ?) mentre il 17° classificato avrebbe disputato la partita di spareggio col 18 °

E questo era il primo aspetto.

Secondo aspetto:
Il ritardatario arriva con oltre 30 minuti di ritardo e disputa la sua partita col sorteggiato (da chi ? visto che non era presente al sorteggio ?) e mentre si stava giocando ancora l'ultima partita della prima fase della poule, vedo avvicinarsi ad un biliardo il 6° classificato con uno dei vincitori della partita giocata fra gli 8 iniziali.
Siccome gli accoppiamenti fra gli otto sono stati effettuati tramite sorteggio individuale pensavo che dovesse terminare la prima fase della poule per poi fare sorteggiare allo stesso modo i 4 vincitori degli 8 iniziali e i 4 classificati dal 5° all'8° posto.
Invece, a quanto pare, gli accoppiamenti della seconda fase della poule sono stati fatti in maniera differente. ... infatti io non sono stato chiamato da nessuno e non ho sorteggiato nulla e così pure il mio avversario.

Terzo punto:
Una volta usciti i 4 vincenti che avrebbero dovuto giocare contro i testa di serie ... come si poteva utilizzare la regola del 9 ?
Posso capire se la poule finale la giocano i primi 8 classificati ma se la giocano i primi 16 come si può applicare quella regola ?

Non so se sono stato chiaro e la mia domanda è semplicemente questa:
Ma il discorso della partita di spareggio fra due a pari punti vale per tutti o solo per alcuni ?
E' una regola stabilita PRIMA dal comitato in assemblea o è una regola momentanea che ha deciso qualcuno del comitato ? (il presidente ad esempio ?).

Secondo me c'è poca chiarezza e ancora meno trasparenza in tutto sto casino e sono convinto che si poteva organizzare molto meglio questa poule finale ... così c'è qualcosa che stona.

Per Sain Vincent si sarebbero qualificati:
- il primo in classifica biliardo gare al 10/giugno
- il primo in classifica del campionato provinciale
- il vincitore del campionato provinciale
- il perdente della finale della poule (secondo campione provinciale).
Ultima modifica di Bruno Aprile il mercoledì 10 giugno 2015, 0:21, modificato 1 volta in totale.
La vigliaccheria chiede è sicuro? L'opportunità chiede è conveniente? La vana gloria chiede è popolare? Ma la coscienza chiede è giusto? ... Prima o poi arriva l'ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare ma bisogna prenderla perché è giusta (M. King)
Bruno Aprile
Non connesso
Avatar utente
Utente Senior
 
Messaggi: 103
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 27 aprile 2014, 22:04
Località: Alessandria

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Spanish » mercoledì 10 giugno 2015, 8:47

Ok Bruno, il tuo sfogo è comprensibile tuttavia mi sento di darti un consiglio, in virtù dell'esperienze maturate nel nostro ambiente: "fregatene", cercando di trovare quell'equilibrio indispensabile nel frequentare questa bellissima/maledetta disciplina, altrimenti faresti male solo a te stesso.
Un grande campione, nonché mio carissimo amico, asserisce che:

"Questo Gioco l'Ha Inventato"

Immagine

... che puntualmente si trova sotto il tavolo... :ciao:
La misura dell'intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario
Spanish
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3315
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2012, 11:10
Località: Montichiari - BS -

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda bracciostorto » mercoledì 10 giugno 2015, 10:58

Bruno Aprile ha scritto:Dunque ... mi rendo conto che è impossibile capire a cosa mi possa riferire senza dettagli ... mi premeva soltanto capire innanzitutto chi cavolo prende le decisioni relative ai campionati provinciali.
Ho compreso che le prende il Comitato provinciale ma come ? Chi ? Da chi è formato il Comitato provinciale ? Le modalità di gioco del campionato con tutti gli annessi e connessi si decidono in assemblea ? Con votazione dei membri del Comitato ? Quanti sono tali membri ? .........

Lo statuto federale agli articoli 42 - 43 - 44 - 45 specifica l'organizzazione provinciale ed indica la differenza tra provincie che hanno il Consiglio provinciale e relativo Presidente ed altre provincie rette invece dal Delegato provinciale. Per avere un Consiglio e relativo Presidente, la provincia deve avere almeno 10 affiliati aventi diritto al voto. Gli affiliati in genere sono i presidenti dei CSB e acquisiscono il diritto di voto nel caso in cui il CSB abbia almeno 15 tesserati (per quest'ultima norma vado a memoria, potrei sbagliare).
Nel caso della mia regione, la Puglia, l'organigramma visibile sul sito Fibis regionale indica la reggenza del Presidente regionale coadiuvato da delegati e fiduciari provinciali, quindi non abbiamo nessun consiglio/presidente provinciale.


http://www.fibis.it/media/pages/108/att ... rale__.pdf
bracciostorto
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1795
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2005, 17:21
Località: Noicàttaro

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Erne Favro » mercoledì 10 giugno 2015, 11:21

Bruno Aprile ha scritto:Ciao a tutti,
volevo chiedere a chi ha più nozioni regolamentari se i Presidenti dei vari Comitati Provinciali sparsi in tutta Italia hanno dei poteri particolari che gli consentono di fare un po come vogliono.
Oltre al regolamento di gioco che è pubblicato anche nel sito della Federazione ci sono tanti altri regolamenti (orario di presentazione dei giocatori alle gare, abbigliamento dei giocatori, modalità di sorteggio dei concorrenti, poule finale di campionato, etc.).

In sostanza volevo capire se la FIBIS ha un organo che controlla il modus operandi dei comitati provinciali o se ne frega altamente.
Il presidente del comitato provinciale di una zona può fare le regole che vuole e cambiarle quando e come vuole differentemente da come potrebbero fare i comitati di altre zone ?
Grazie a tutti coloro che mi illumineranno al riguardo

Ciao negli articoli dal 70 al 77 del Reholanento Organico 2014 si tratta  specificatamente delle figure del Predidente Provinciale, del Comitato Provinciale e del Delegato Provinciale.
Per quanto riguarda i Campuonati Provinciali di Categoria è stato redatto da me il Regolanento relativo alle. Cat. 2^ e 3^ e inviato a tutti i Presidenti dei C.s.b. Provinciali per la sua approvazione con la formula del tacito assenso ( a morire se avessi ricevuto anche solo una risposta una, salvo poi lamentarsi dopo la conclusione dei Campionati per le più svariate ragioni) e per conoscenza ai giocatori di cui conosco l'indirizzo mail.
È chiaro che il "mio" Comitato ha delle logiche diverse per le nostre nuumeriche ed è appunto per questo che si lascia piena libertà ai Comitati e ai Presidenti e/o Delegati Provinciali per l'organizzazine dei Campionati Provinciali.
Se vuoi puoi dare un' occhiata ai Reholamenti da noi adottati per i Campionati di 2^ e 3^ su http://fibiscuneo.jimdo.com/stagione-20 ... categoria/
Una cosa cmq mi sento in dovere di dire e cioè che le regole devono essere scritte prima, non cambiate in corso d'opera se non per cause più che motivate e soprattutto VALERE PER TUTTI.
Per esperienza cmq aggiungo che " se fai, sbagli, se non fai, sbagli"  .  .  .  .
Erne Favro

Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce
Erne Favro
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1761
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 agosto 2009, 22:03
Località: Fossano (Cn)

Re: Oltre al regolamento di gioco

Messaggioda Spanish » mercoledì 10 giugno 2015, 14:18

Spanish ha scritto:Erne ha molta esperienza nel settore quindi, almeno da parte mia, merita la massima stima e considerazione!

Erne Favro ha scritto:Ciao negli articoli dal 70 al 77 del Reholanento Organico 2014 si tratta  specificatamente delle figure del Predidente Provinciale, del Comitato Provinciale e del Delegato Provinciale.
Per quanto riguarda i Campuonati Provinciali di Categoria è stato redatto da me il Regolanento relativo alle. Cat. 2^ e 3^ e inviato a tutti i Presidenti dei C.s.b. Provinciali per la sua approvazione con la formula del tacito assenso ( a morire se avessi ricevuto anche solo una risposta una, salvo poi lamentarsi dopo la conclusione dei Campionati per le più svariate ragioni) e per conoscenza ai giocatori di cui conosco l'indirizzo mail.
È chiaro che il "mio" Comitato ha delle logiche diverse per le nostre nuumeriche ed è appunto per questo che si lascia piena libertà ai Comitati e ai Presidenti e/o Delegati Provinciali per l'organizzazine dei Campionati Provinciali.
Se vuoi puoi dare un' occhiata ai Reholamenti da noi adottati per i Campionati di 2^ e 3^ su http://fibiscuneo.jimdo.com/stagione-20 ... categoria/
Una cosa cmq mi sento in dovere di dire e cioè che le regole devono essere scritte prima, non cambiate in corso d'opera se non per cause più che motivate e soprattutto VALERE PER TUTTI.
Per esperienza cmq aggiungo che " se fai, sbagli, se non fai, sbagli"  .  .  .  .

:okpollicione: C.V.D.
:ciao:
La misura dell'intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario
Spanish
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3315
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2012, 11:10
Località: Montichiari - BS -

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti