RSS Facebook Twitter

Online il numero di Settembre

Spazio riservato agli annunci, ai commenti e ai consigli per il nostro Magazine

Online il numero di Settembre

Messaggioda paciuli » martedì 5 settembre 2006, 22:37

Editoriale - Settembre 2006

Cari amici del biliardo,

Come di consueto, il mese di settembre sancisce l'inizio di una nuova stagione, e la redazione di BW Magazine non si fa certo trovare impreparata! Ecco dunque l'[url="http://magazine.biliardoweb.com/articolo.asp?articolo=106]articolo di presentazione[/url] dei 24 giocatori di categoria «professionisti» della stagione 2006/2007, e l'esordio della sezione dedicata all'[url="http://magazine.biliardoweb.com/regionale.asp]attività regionale[/url], che vi terrà aggiornati sui campionati e i tornei a carattere locale che si svolgeranno durante l'anno.

Un'altra piccola novità è rappresentata dalla sezione dedicata ai [url="http://magazine.biliardoweb.com/campioni.asp]profili dei campioni[/url], che riunisce i grandi giocatori del presente e del passato, di tutte le specialità. La sua realizzazione è ancora nelle fasi iniziali perciò le schede presenti non sono molte, ma contiamo di aggiungerne man mano sempre di più (grazie anche al vostro aiuto, perchè no? [url="mailto:magazine@biliardoweb.com]Scriveteci[/url] presentandoci i vostri beniamini!), fino a formare un database il più completo e comprensivo possibile.

Per quanto riguarda la cronaca, non dovreste perdervi il resoconto del [url="http://magazine.biliardoweb.com/articolo.asp?articolo=99]North American Open[/url], prima prova del circuito miliardario «International Pool Tour» (350.000$ al vincitore!), e del [url="http://magazine.biliardoweb.com/articolo.asp?articolo=100]Northern Ireland Trophy[/url], che ha aperto la stagione dei «major tournaments» di snooker. Anche gli amanti della carambola resteranno soddisfatti, con il nostro inviato speciale Roberto Garofalo che ci racconta quello che ha visto a New York in occasione del [url="http://magazine.biliardoweb.com/articolo.asp?articolo=103]Sang Lee International Open 2006[/url].
Nelle altre rubriche, si segnalano in particolare la prima di una serie di articoli dedicati ai [url="http://magazine.biliardoweb.com/articolo.asp?articolo=105]trick shot[/url], nonchè una prima «infarinatura» su ciò che è richiesto per [url="http://magazine.biliardoweb.com/articolo.asp?articolo=69]arbitrare[/url] correttamente un match di carambola.

Tutto questo e molto altro ancora nel nuovo numero di BW Magazine, che alla sua terza uscita sta progredendo a grandi passi verso l'idea (cullata sin dall'inizio dai componenti della redazione) di sito «di riferimento» nel panorama biliardistico italiano.
Per i prossimi mesi abbiamo ancora tante novità in serbo: è in fase di preparazione la sezione di tecnica, che nei nostri piani diventerà un vero e proprio percorso di formazione biliardistica per tutti i livelli di gioco, dal principiante al professionista.

Come sempre vi invitiamo a [url="mailto:magazine@biliardoweb.com]scriverci[/url] per farci sapere le vostre impressioni, critiche, suggerimenti ed eventuali proposte di collaborazione: ogni feedback da parte vostra è per noi prezioso, e sarà tenuto in grande considerazione per i futuri sviluppi del progetto.

Buona lettura a tutti!
paciuli
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 6487
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 19 febbraio 2004, 22:26
Località: Bologna

Messaggioda sinonparet » mercoledì 6 settembre 2006, 11:39

Messaggio inserito da paciuli

Editoriale - Settembre 2006

Un'altra piccola novità è rappresentata dalla sezione dedicata ai [url="http://magazine.biliardoweb.com/campioni.asp]profili dei campioni[/url], che riunisce i grandi giocatori del presente e del passato, di tutte le specialità. La sua realizzazione è ancora nelle fasi iniziali perciò le schede presenti non sono molte, ma contiamo di aggiungerne man mano sempre di più (grazie anche al vostro aiuto, perchè no? [url="mailto:magazine@biliardoweb.com]Scriveteci[/url] presentandoci i vostri beniamini!), fino a formare un database il più completo e comprensivo possibile.



Leggevo gli aneddoti su Ursino (bravo Luigi, bell'articolo) e rimango letteralmete stupefatto dalle parole di Biagini: se, a quei tempi, con quelle stecche, quei panni e quelle biglie, 3 volte su 5 il sig.re Ursino era in grado di realizzare filotto di parabola con battente che parte da dietro birilli.... ImmagineImmagine
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 14:27
Località: Milano

Messaggioda dffmade » mercoledì 6 settembre 2006, 12:17

Un grandissimo giocatore.

Certo che con un campione che andava in giro a soffiare i soldi agli altri con l'inganno (non con la bravura) come possiamo pretendere che il Biliardo sia visto con occhi benevoli dagli estranei?

Scusatemi lo sfogo, ma l'altra discussione mi ha tirato fuori un pò di rabbia...

---
Ricominciamo!

Dffmade
dffmade
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1700
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2004, 4:44
Località: Milano

Messaggioda dffmade » mercoledì 6 settembre 2006, 12:21

Dimenticavo:

Forse non si capisce dal post, ma Grazie dell'articolo Luigi!

---
Ricominciamo!

Dffmade
dffmade
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1700
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2004, 4:44
Località: Milano

Messaggioda luigi » mercoledì 6 settembre 2006, 12:54

Caro Rino, quello è quanto sosteneva Biagini, il quale in effetti fu anche "allievo" dello stesso Urbino. Inoltre, anche il Presidente Rossetti (da quale ebbi il racconto della seduta "col gesso") mi disse che era veramente un giocatore formidabile. Sul fatto poi che eseguisse veramente quella parabola 3 volte su 5...
Comunque, a proposito del pezzo, ho visto che non è stata inserita la seguente nota:

“In uno dei due schemi, c’è un particolare che, dal punto di vista tecnico, non mi convince per nulla, ma dato che per ovviarvi avrei dovuto lavorarci qualche ora e non mi andava, ho pensato fosse più comodo trasformare il tutto in un quiz.
Lascio pertanto al Lettore trovare la… magagna.”

Lo schema “incriminato” è proprio quello della parabola, a Te risolvere il quiz.
Ciao

Caro diff, anche "quella" era... bravura.

Sul fatto poi della cattiva nomea del biliardo, credo che il tutto andrebbe ragionato anche su basi etico-sociali-culturali, che vanno ben al di là del gioco stesso.
Ciao
luigi
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1377
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 5 marzo 2004, 0:48
Località:

Messaggioda paciuli » mercoledì 6 settembre 2006, 13:00

Messaggio inserito da luigi
Comunque, a proposito del pezzo, ho visto che non è stata inserita la seguente nota:

“In uno dei due schemi, c’è un particolare che, dal punto di vista tecnico, non mi convince per nulla, ma dato che per ovviarvi avrei dovuto lavorarci qualche ora e non mi andava, ho pensato fosse più comodo trasformare il tutto in un quiz.
Lascio pertanto al Lettore trovare la… magagna.”

Lo schema “incriminato” è proprio quello della parabola, a Te risolvere il quiz.
Ciao



Ciao luigi, grazie anche da parte mia  :)  Mi assumo la responsabilità del trafiletto mancante (che reinserirò immediatamente): credevo fosse una nota per noi e non intendessi pubblicarla... io la magagna l'ho vista ed è grande come una casa eheheh  ;)

--
Enrico
"Se ho visto più lontano, è perché stavo sulle spalle di giganti" (Isaac Newton)
paciuli
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 6487
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 19 febbraio 2004, 22:26
Località: Bologna

Messaggioda sinonparet » giovedì 7 settembre 2006, 16:03

Io invece la magagna nn l'ho vista, o meglio, quello che posso notare è che di sicuro: 1) per parabolare a quel modo, il giocatore nel disegno dovrebbe essere a stecca "alta" e nn di certo solo inclinata (ma questa mi sembrava una "svista" dettata solo dalla comodità grafica) 2) l'avversaria nella realtà colpisce la sponda corta un paio di punti a dx del diamante centrale e nn a sx, che sennò il filotto nn lo fai mai +... 3) il fatto di arrivare su pallino da 4 è una casualità della posizione e nn ci trovo magagne; si può fare così come si potrebbe prenderlo di sopra dopo aver toccato la corta e .... finire dritto in buca con la propria.
Altro nn sono riuscito a scovare!
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 14:27
Località: Milano

Messaggioda paciuli » giovedì 7 settembre 2006, 16:20

Messaggio inserito da sinonparet
2) l'avversaria nella realtà colpisce la sponda corta un paio di punti a dx del diamante centrale e nn a sx, che sennò il filotto nn lo fai mai +...  


Quoto  ;)

--
Enrico
"Se ho visto più lontano, è perché stavo sulle spalle di giganti" (Isaac Newton)
paciuli
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 6487
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 19 febbraio 2004, 22:26
Località: Bologna

Messaggioda Claus72 » giovedì 7 settembre 2006, 16:37

Ok, ci provo io...a parte la posizione del giocatore in figura, che per tirare qualcosa del genere dovrebbe stare dal lato della sponda lunga, ma anche io penso come sinon: che sia una questione grafica più che tecnica. Dal lato tecnico credo che su quel tiro, in quell' esatta posizione, ci sia rimpallo, bisogna prendere la biglia molto piena e la forza da dare all' avversaria non è tantissima...per cui non credo ci sia sufficiente spazio per far scappare la battente, ad ogni modo dopo l' impatto non andrebbe verso la buca ma verso la sponda corta...tutto questo con molte riserve perchè non ricordo assolutamente come reagiscono le biglie grandi e le sponde tamburate.



Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 22:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda nira » giovedì 7 settembre 2006, 16:58

Io ci provo:
a me i dubbi sono venuti pensando allo sviluppo dell'effetto che la bilia avversaria dovrebbe prendere trasmessogli dalla battente.
In teoria l'avversaria dovrebbe toccare sponda e, sviluppando tale effetto, non scendere più dritta dopo l'impatto con la sponda, ma scendere alla sinistra del giocatore.
Vero è anche che graficamente è difficile valutare la magagna (nel caso fosse questa): basterebbe, infatti, che il punto di impatto tra le due bilie fosse un pò più a sinistra del centro palla A per avere una traettoria finale più "dritta" sul castello (ma in questo caso si prenderebbe rimpallo).
Ciao

__________________________
Che vrassin che ti g'hai; è u servelu che te manca!!!!
nira
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4195
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 21 gennaio 2006, 13:36
Località: Sanremo

Messaggioda martille » giovedì 7 settembre 2006, 17:29

Non ho ancora avuto il tempo di leggere per bene tutto, ma è davvero una rivista bellissima.
L'articolo su Urbino è splendido.

Bravissimi !!!!!!!!!

_________________________________________________________

Capirai l'importanza di un sorriso, quando ti sarà negato.
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 13:54

Messaggioda luigi » venerdì 8 settembre 2006, 1:35

Concordo sul punto 2) di Rino (evidenziato anche da nira e paciuli). Il fatto è che per spingere l'avversa due punti a dx del centro dovevo prenderla più grossa, ma così facendo mi diventava poi graficamente "ingiustificabile" far arrivare la battente anche a pallino. Inoltre, se la prendevo più grossa, c'era anche quel rischio di rimpallo rilevato sia da Claus che da nira.
Per cui su quel particolare ho preferito... venire a patti con la fisica.
Giuste comunque le osservazioni.

Direi però anche "fuochino" al punto 1) sempre di Rino, c'è ben più di una "svista".
In tal senso c'è un particolare grafico che rende quell'esecuzione (così com'è raffigurata) praticamente impossibile.
Urbino era un funambolo con la stecca, questo è certo, però se mai avesse fatto quel tiro, adottando "quel" particolare (il quale comunque a quei tempi nei birilli... non era di moda), bè, allora era un vero... "Fenomeno".

-----------
Comunque, al di là del quiz, prima che qualcuno dica (o pensi): "Perchè non fare le cose nel modo giusto e tecnicamente corretto?".  
Ci tengo a precisare che ho mantenuto quel particolare sballato non certo per mancanza di rispetto sia nei confronti della rivista che dei lettori, ma anzi proprio perchè mi sembrava in tal modo di stimolare l'interesse e la curiosità di chi legge. Inoltre, in certo qual modo, sono anche abbastanza convinto che mettere qualche piccolo errore in un grafico lo renda... didatticamente più utile.
luigi
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1377
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 5 marzo 2004, 0:48
Località:

Messaggioda Bruce » venerdì 8 settembre 2006, 6:02

Parabolare con la presa ad anello mi sembra una impresa ardua, non credete?

* LE FORZE SONO FORZE *
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3723
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 14:38
Località: Monza

Messaggioda luigi » venerdì 8 settembre 2006, 9:52

Più che ardua... direi impossibile anche per un fenomeno come il "Sommo" Urbino.
Ciao
luigi
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1377
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 5 marzo 2004, 0:48
Località:

Messaggioda Claus72 » venerdì 8 settembre 2006, 12:43

Se è per questo parabolare con la presa ad anello, con la stecca orizzontale e dalla sponda corta è assolutamente assurdo...ma tutto questo mi sembrava grafico...non tecnico.



Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 22:29
Località: Santo Domingo

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite