RSS Facebook Twitter

il famigerato 30%

Area aperta a discussioni su qualsiasi argomento, anche extra-biliardo

Messaggioda GHOST » giovedì 6 gennaio 2005, 18:33

ciao sinonparet no purtroppo non ho avuto il piacere ( era un piacere vero) ma se fosse possibile lo vorrei. se  puoi aiutami .

G B
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda fabrisoft » giovedì 6 gennaio 2005, 19:08

inserisco i link delle discussioni a cui si riferiva sinonparet

Saint Vincent & Zito

Bombardi

Belluta

ciao!
Immagine
fabrisoft
Non connesso
Avatar utente
Amministratore
 
Messaggi: 27156
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 12 novembre 2003, 13:53
Località: RM

Messaggioda sinonparet » giovedì 6 gennaio 2005, 20:15

Grande fabry, grazie!
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 14:27
Località: Milano

Messaggioda GHOST » giovedì 6 gennaio 2005, 22:42

grazie fabrisoft devo ammettere che mi avete trattato bene (piu del previsto)grazie anche a amelie per (e un bell'esemplare )purtroppo hp un brutto difetto non mi piacciono le bugie  e i bugiardi . ma pero con un po di pazienza e un po di forum vedrete che migliorero  :)

G B
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda Ryno » giovedì 6 gennaio 2005, 22:59

[quote]
Ryno Ryno.......il problema non é chi batterebbe chi, e in quale disciplina....o pensi che qualcuno dei giocatori di birilli possa competere con Steve Davis nello Snooker o Efren Reyes nel Pool o un Colemann nella carambola??? Se si parla di professionalità....non centra per niente la mia disciplina,  [/quote]
Lo sò che il problema non è questo,ma sono le tue parole che suonano come "voi italianisti siete giocatori a "pane e peperoni" ed il gioco non si è ancora espresso ai massimi livelli perchè non c'è la professionalità delle altre discipline.
Se con professionalità intendi dire giocare 10 ore al giorno,allora ti dò ragione visto che purtroppo con i ricavi dei montepremi della nostra disciplina non si può sopravvivere e quindi la maggior parte dei giocatori sono costretti a lavorare e non possono permettersi di giocare le fatidiche 10 ore quotidiane,salvo casi eccezionali di conti in banca da rendita.
Ma se con professionalità intendi,poco impegno o poco talento o scarsa conoscenza della tecnica o basso livello di gioco,stai farneticando............hai mai conosciuto o sentito parlare di Winkler,Biagini,Cavallari,Coppo,Lotti,Gomez,Cifalà ecc.?(mi scusino i non menzionati e si considerino inclusi nello ecc.)Beh,se si allora non puoi non averli considerati giocatori professionisti e professionali.
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda GHOST » giovedì 6 gennaio 2005, 23:12

io credo che ci sia una netta differenza tra professionalita e professionista ma secondo me la professionalita la fanno i professionisti . ma tra i nostri "prof" quanti ne riconosci da prendere come esempio ?chiaramente io non mi escludo :)

G B
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda sinonparet » giovedì 6 gennaio 2005, 23:24

Caro Bomba (spero che la concessione sul come chiamarti fatti ad Amelie nell'altro post, valga per tutti noi del forum) nn se ne conoscono tanti di giocatori che spiccano per professionalità e questo è,a mio avviso, una nota dolente del nostro mondo. Ed io nn ne faccio una colpa solo a voi grandi giocatori, ma ci includo anche l'intera Fibis che, seppur dotata di potere d'imperio, nn lo applica nel modo giusto con tutto ciò che ne consegue.
Vista l'enorme sorpresa, abbinata al grande piacere di averti "scovato" tra noi, nn è che sei in compagnia di altri taciturni del tuo calibro?

P.S. Di recente ti ho visto al dlf di Chivasso (per te era un pò come tornare sul luogo del delitto.... :D  :D  ) dove hai giocato la finalissima a tutti doppi contro Placido e... ha vinto lui! Scusa se ti rammento un insuccesso, ma Placido è un mio "pallino"   ;)
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 14:27
Località: Milano

Messaggioda GHOST » venerdì 7 gennaio 2005, 0:06

preciso subito che con armando (il gestore del locale)non c'e mai stato assolutamente nessun problema mentre invece c'era con il direttore di gara, cmq acqua passata. per quanto riguarda le concessioni mi sembra che nel forum non ci sono categorie ma solo esperienze quindi se dovessi avere bisogno delle vostre spero che qualcuno mi possa aiutare e mi piacerebbe (nel limite del possibile)aiutare chi me lo chiede . chissa mai che nel biliardo si dica qualche volta anche la verita .( qui al massimo non mi rispondono) :)  :D  :vodoo:  :vodoo:

G B
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda Gianni » venerdì 7 gennaio 2005, 12:39

Buondì, mi scuso con gli altri amici del forum…ma devo fare un chiarimento su quello che scrive Ryno.
X Ryno: pensavo il tema fosse concluso....ma, forse é colpa mia,non mi spiego bene e mi sembra di capire che l’amico Ryno abbia un pò frainteso quello che volevo dire. Cercherò di essere chiaro e telegrafico:

1) La domanda di chi batterebbe chi?
E una risposta alla tua risposta dove dici che Efren Reyes dovrebbe giocare 10 anni ai birilli prima di essere competitivo, questo col tema non centra per niente.

2) Se hai avuto l’impressione che le mie parole suonino come “voi giocatori italiani a “pane e peperoni”…
Hai veramente sbagliato come interpretazione, te lo posso garantire. Io amo il biliardo in “TUTTE” le sue discipline, anche se le une le conosco meglio di altre e inoltre sono italiano al 100%, anche se vivo all’estero e conosco altre realtà, conosco i nostri pregi e nostri difetti.

3)Tu fai i nomi di questi giocatori come sinonimo di professionalità, talento e conoscenza,  Winkler, Biagini, Cavallari, Coppo, Lotti, Gomez, Cifalà  ecc.?
Cosa centra questo con il tema? Non voglio togliere niente a nessuno, e non mi va di dare dei giudizi su giocatori che conosco solo di nome…..parlavo di Zito, perché lo ho conosciuto, e mi era parso di capire, da come si parlava di lui in questo Forum, che molte persone vedevano in lui, il perfetto professionista, come per esempio un Michael Schumacher nella formula uno.  

4) Quando dico:  “Forse, se ci fossero più giocatori alla Zito, il "famigerato 30%" di errori calerebbe di sicuro. La concorrenza é l'anima della competizione,”
Volevo dire semplicemente….invece dei …00…(non metto nessun numero, quelli che conoscono meglio di me la scena dei 5 birilli, possono farlo da soli) ve ne fossero il doppio che competono ad questo livello, chiaramente il livello generale migliorerebbe. Pensi che Schumacher e la Ferrari lavorerebbero cosi tanto se gli altri invece di essere vicini in millesimi di secondo……..fossero indietro di vari secondi? Se i giocatori attuali vincono con queste medie……..pensi sia per loro necessario fare di più?

Chiarimento al PS: 1)
Con questo esempio volevo semplicemente dire che, iniziando nel modo giusto si arriva prima ad un buon livello agonistico.  Anche se per molti, ed è giusto che sia cosi, la prima priorità non è il livello di gioco, bensì il divertimento.

Chiarimento al PS: 2
Quando parlo del mio amico giocatore di Snooker…..volevo far capire la mole di lavoro necessaria per essere professionisti ad un certo livello. Tutti gli altri professionisti nello Snooker fanno altrettanto, se non di più.  Le dieci ore al giorno non sono di divertimento, ma duro lavoro…….e siamo sinceri, ci si può guadagnare da vivere, lavorando anche solo 8 ore al giorno. Inoltre non tutti sarebbero in grado di farlo, fisicamente e mentalmente. Inoltre, non tutti sono pronti a farlo, molti giocano per hobby…..ma di questi non calcoliamo di sicuro le percentuali.

Come vedi Ryno ho provato a spiegarmi senza adoperare parole tipo “smettila” o “ farneticare”. Spero di esserci riuscito.

X Ghost : Un benvenuto. Spero che con le nostre piccole polemiche non ti togliamo la voglia di partecipare, l’esperienza…..non importa da quale specialità venga è  ….sempre la benvenuta e …..non si ha mai finito di imparare.
;)

Saluti da Gianni, buon fine settimana  :D
Gianni
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2496
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2004, 14:27
Località: Zurigo

Messaggioda luigi » venerdì 7 gennaio 2005, 13:47

Lo ripeto ancora una volta (prometto che sarà l'ultima) che sono totalmente in sintonia e condivido pienamente "tutti" gli interventi di Gianni (CH), come per altro anche quelli di Claus (salvo le nostre ultime "divergenze" circa le misurazioni, che però stiamo cercando di "appianare" in altra sede), sia per i contenuti che per il fatto che entrambi esprimono le loro valutazioni avendo sempre ben chiaro il reale succo del discorso a cui io stesso mi riferivo dando il via a questa discussione. Premetto questo in quanto se per un po' non dovessi intervenire nella discussione è semplicemente perchè non averbbe senso da parte mia ripetere le stesse cose che va dicendo Gianni. In merito poi al suo accenno all'amico giocatore di snooker ed alla sua successiva precisazione (chiarimento al PS 2), mi sembra che quanto dice Gianni, in fondo, non fa altro che confermare quanto mi disse Gustavo Torregiani in merito al suo tentativo di entrare nel bussiness dello snooker: "E' una specialità "troppo" impegnativa, se "lì" non giochi 6 - 7 ore al giorno "tutti i giorni" non puoi competere". Chiudo aggiungendo che, a mio parere, professionismo e professionalità, non centrano nulla con... "talento", sono cose totalmente distinte, un giocatore può essere dotato di immenso talento naturale, ma non essere per niente ne professionista ne professionale. Queste ultime sono caratteristiche legate alla mentalità, alla personalità, al carattere di ogni singola persona. Se uno, per quanto dotato sia, gioca a biliardo unicamente per suo diletto personale, non potrà mai essere un vero professionista e, in fondo, non gliene fregherebbe neanche nulla di esserlo, Lui vuole solo divertirsi e va benissimo così. Ne gli importerebbe di sbagliare un tiro più di un altro, se comunque dalla pratica del gioco ne traesse in ogni caso il divertimento che va cercando. Ne io gli farei un appunto per "quel tiro sbagliato in più". Se però, "malgrado" quel tiro sbagliato in più e "malgrado" la sua mentalità "divertente" di affrontare il gioco, quel giocatore pretendesse "comunque" di essere considerato un professionista, bè, allora quell'errore in più acquisterbbe ben altra rilevanza, non potrei far finta di nulla, un qualche appunto mi sentirei in dovere (e diritto) di farglielo...



Scritto Da - luigi on 07 Gennaio 2005  12:49:59
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1497
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 5 marzo 2004, 0:48
Località:

Messaggioda GHOST » venerdì 7 gennaio 2005, 14:06

complimenti ottimo discorso .chiaro semplice l'unico problema e' che hai centrato perfettamente il bersaglio .anche se vi siete dilungati con misurazioni percentuali e quant'altro ma alla fine mi sembra abbiate ottenuto un buon risultato .adesso ve la faccio io una proposta se riuscite a trovare le percentuali giuste perche non organizziamo il primo torneo triatlon? .(birilli pool carambola) :) a me piacerebbe un sacco .                                         ps. voi studiate le percentuali io studio i tempi e l'organizzazione. :)

G B
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda fabrisoft » venerdì 7 gennaio 2005, 14:37

birilli, pool, carambola... già vedo l'edizione locale di un giornale in quel dei caraibi...
Lascia moglie e figli per andare a fare un torneo di biliardo in Italia, unico indizio che lascia è un biglietto appeso sul frigorifero con su scritto "Triatlon", la moglie dichiara: "Se vince 20000 euro me lo riprendo a casa"

:D
fabrisoft
Non connesso
Avatar utente
Amministratore
 
Messaggi: 27156
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 12 novembre 2003, 13:53
Località: RM

Messaggioda luigi » venerdì 7 gennaio 2005, 14:39

Prima che mi accusiate di pressappochismo, completo il mio pensiero aggiungendo che anche con alcune affermazioni di altri partecipanti alla discussione mi sono, di volta in volta, trovato in sintonia, come, per esempio, lo sono con Ryno quando dice che in altre realtà (vedi snooker) gli interessi in gioco sono talmente elevati per cui i giocatori sono più spronati ad essere veri professionisti. E’ indiscutibilmente una realtà ed è anche, probabilmente, una oggettiva causa (ma non “la sola”) del divario nelle prestazioni.

Era mia intenzione inserire unicamente quanto sopra quale PS al mio precedente post, però visto l'intervento di Gianni (B.) dico qualcosa in più. Intanto che è vero che ci siamo un po' persi in misurazioni superflue e questo è capitato perchè alcuni interventi hanno portato il discorso fuori dal suo contesto iniziale. Per quanto riguarda invece la proposta del triatlon, personalmente la ritengo estremamente interessante ed intrigante, anche se credo sarà dura trovare dei coefficienti di parificazione fra le varie specialità, tipo, se non ricordo male, i 5 punti per ogni carambola di divario, adottato nel biathlon. A meno che Tu Gianni non stia pensando a partite "alla pari" nelle tre specialità, senza nessun tipo di vantaggio... Non so se sia fattibile, ma l'idea mi piace molto, anche se, per completezza ci vorrei anche un po' di snooker. Come andrebbe a finire? Bhò! Certo però che nel biathlon... le abbiamo sempre prese a favore dei carambolisti, ma chissà che nel triatlon possa andare meglio. Comunque la cosa mi piace e, devo dire, che mi piace molto anche la Tua apertura mentale verso le altre specialità del Biliardo, sempre che, però, la stessa non sia frutto di "presunzione", ma figlia di un Tuo vero e appassionato interesse ad esplorare, senza remore e pregiudiziali, ogni variante di questo magico rettangolo verde che tanto ci appassiona.
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1497
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 5 marzo 2004, 0:48
Località:

Messaggioda GHOST » venerdì 7 gennaio 2005, 16:14

luigi:a me piace il biliardo in tutte le sue forme perche piu conosci e piu si puo sviluppare nel campo che piu ci interessa .quindi non importa la specialita o la disciplina purche sia sport .(meglio se individuali)andrebbe beneanche lo snooker ma purtroppo e stato tolto qualche anno fa (mi restano solo 6 pool e 8 internazionali) io pensavo propio ad un torneo tipo biatlon ma triatlon cioe calcolando i punti e rapportarli nelle tre specialita l'unico problema e' trovare il rapporto giusto  :)

G B

Scritto Da - ghost on 07 Gennaio 2005  15:15:30
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda Mike » venerdì 7 gennaio 2005, 16:33

Caro Luigi, tagliamo la testa al toro e arriviamo al nocciolo della questione,
tanto chiacchierata ma senza una fine.
Variamo il gioco dello snnoker o del pool, chiudiamogli le buche agli angoli creandone una sola al centro al posto del rosso.
Per la goriziana o italiana mettiamo pari birilli per ogni angolo.
Secondo me le percentuali cambieranno sostanzialmente, poichè, le messe vere sono nel cuore (centro) del biliardo, non negli angoli.
Ciao. (vorrei inserire un sorriso ma non  mi funziona l'icona, pazienza)
Mike
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 1982
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 aprile 2004, 18:38
Località: Torino

PrecedenteProssimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 21 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 21 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti