RSS Facebook Twitter

il famigerato 30%

Area aperta a discussioni su qualsiasi argomento, anche extra-biliardo

Messaggioda GHOST » martedì 4 gennaio 2005, 23:25

bravo claus . preso. come vedrai la foto e gia sparita . cmq i 3.5 sono cm. enon mm. e sono riferii alla quantita' di palla che usiamo.non tanto di prima ma molto di sponda praaticamente usiamo solo mezza palla.
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda amelie » mercoledì 5 gennaio 2005, 9:45

Aspetta aspetta.... com'è che io sta foto non l'ho vista???
Chi sei Gosth? Fatti riconoscere!
Perchè ci vuoi lasciare nell'ignoranza?
Dai, dai... niente segreti qui!
Però.... se le tue iniziali, come dice Claus, non sono un trucco, potrei desumere che......ma non ci credo!


Amelie

Scritto Da - amelie on 05 Gennaio 2005  08:57:07
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 19:53
Località: vicenza

Messaggioda bb » mercoledì 5 gennaio 2005, 12:15

[quote]
Aspetta aspetta.... com'è che io sta foto non l'ho vista???
Chi sei Gosth? Fatti riconoscere!
Perchè ci vuoi lasciare nell'ignoranza?
Dai, dai... niente segreti qui!
Però.... se le tue iniziali, come dice Claus, non sono un trucco, potrei desumere che......ma non ci credo!


Amelie

Scritto Da - amelie on 05 Gennaio 2005  08:57:07
[/quote]
Ma.. non vorrei che fosse il grande Gianni B...sarebbe troppo bello!!! Ciao
BB
bb
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1045
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 11 novembre 2003, 17:17
Località: Milano

Messaggioda Claus72 » mercoledì 5 gennaio 2005, 13:06

Credeteci gente, credeteci, la menzione di Stelvio non era casuale  ;)

________________________
No es la adversidad la que separa los seres, sino el crecimiento... Pablo Neruda
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3130
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 22:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda GHOST » mercoledì 5 gennaio 2005, 13:39

x amelie credici credici . devo solo mettere in ordine una cosa poi mi riscopro :)   cmq nella b.della mia firma metto sempre uno smile

G B
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda spondapalla » mercoledì 5 gennaio 2005, 14:24

Questo 30% per cento..altro che "famigerato", sta diventando un manuale!
A proposito, ho seguito in questi giorni un paio di gare di boccette e di goriziana con le mani.. devo dire che nelle boccette il margine d'errore era veramente ridottissimo, 10% percento o forse meno, devo fare veramente i complimenti a questi giocatori! Nella goriziana si sbagliava un po' di piu', ma è stato ugualmente interessante vedere una specialità che non conoscevo.

Adelante!
spondapalla
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 393
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 28 settembre 2004, 17:51
Località: Domaso

Messaggioda amelie » mercoledì 5 gennaio 2005, 16:16

[quote]
x amelie credici credici . devo solo mettere in ordine una cosa poi mi riscopro :)   cmq nella b.della mia firma metto sempre uno smile

G B
[/quote]

Oh porca vacca!!!  :shockato:


Sotto con gli allenamenti!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 19:53
Località: vicenza

Messaggioda Gianni » mercoledì 5 gennaio 2005, 16:34

Salve a tutti e Buon 2005
Mi sembra si stia facendo un errore di base.....non stiamo cercando quale sia la specialita più difficile. Non centra niente...gioco di serie o non, non centra niente tiri diretti e tiri di sponda........la domanda, o per meglio dire si cercava di capire il motivo......che in certe discipline di biliardo si commettono meno errori che in altre. Ritengo che un giocatore con venti anni di attivita agonistica, che sia nel birilli, carambola, snooker, pool, piramide russa, black bowl...dovrebbe essere in grado di scelgliere al momento giusto il tiro giusto, ed eseguirlo nel modo giusto. Tutti i giocatori di biliardo si trovano davanti a situazioni che hanno già visto e eseguito migliaia di volte, dove bisogna fare delle scelte.......Il giocatore di birilli o goriziana gioca molto di sponda...non é che abbia incominciato oggi a giocare di sponda, lo ha sempre fatto...é il suo gioco. Non centra che i giocatori di snooker imbuchino una bilia a quasi 4metri di distanza in una buca con pochissima tolleranza....é il loro gioco. Non centra che i biliardi e le sponde siano sempre differenti, il panno nuovo o consumato, le bilie siano di diverso peso e qualità,  illuminazione del tavolo sia scalba o accecante (queste sono le cose che come giocatore di Pool agonistico, trovo sul mio cammino...infatti ho cominciato parecchi anni fa a fare una lista di tutte le sale dove ho giocato, scrivendo i tipi di tavoli presenti, tipo di sponde, tipo di bilie, illuminazione, tipo di panno, larghezza delle buche.) Quindi ognuno conosce perfettamente la propria specialità ...... Quindi dopo un tiro bisogna rispondere a queste domande:
1)la scelta del tiro é stata giusta....
2)l'esecuzione é stata giusta?
Esperimento: mettete nella vostra specialità una situazione sul tavolo abbastanza difficile, quindi scegliete il tipo di tiro da fare e provate ad eseguirlo 10 volte consecutive. Annotate il risultato dei tiri riusciti perfettamente, provate adesso, per tutte le soluzioni possibili alla risoluzione del problema, anche qui, per ogno possibilità 10 tiri. Alla fine confrontate i risultati...e vedrete che per ogni tiro c'é ne uno con una percentuale di riuscita maggiore, e qua sta il dilemma della scelta.  

Un'altra domanda da fare é: le percentuali dei giocatori odierni sono uguali o inferiori a quelle dei giocatori di 10 o 20 anni fa?  
Rispondo all'ultima domanda per il Pool.....una quindicina di anni fa, quando un giocatore apriva e chiudeva una partita di palla 9 era una senzazione, oggi, questo lo fa qualsiasi giocatore con più di un anno di attivita.  :D  :D Purtroppo ;)  ;)
Gianni
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2496
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2004, 14:27
Località: Zurigo

Messaggioda luigi » giovedì 6 gennaio 2005, 0:21

Ciao Gosth, a questo punto credo che il “mistero” sia svelato e che quindi ora sappiamo chi si cela sotto il lenzuolo del “fantasma”.
Naturalmente,  Ben Arrivato, un Caro saluto e tanti Complimenti per il Tuo ultimo titolo vinto.
Premesso questo, scusami Gianni (B.), ma non ho ben capito a cosa ti riferisci nell’ultimo Tuo post dicendo "Scusami Luigi ma ancora non so cosa.……ecc." potresti spiegarmi meglio il Tuo pensiero? Grazie
Per quanto riguarda invece la misurazione del castello, i dati di Claus sono sostanzialmente esatti, infatti, parlando di castello da italiana, misurando dal filo esterno della base del primo birillo bianco al filo esterno della base dell’altro bianco opposto ci sono cm. 13,7 (ovviamente sia in senso longitudinale che trasversale). A questi 13,7 cm. dobbiamo aggiungere mezza palla per parte, per cui lo spazio utile per realizzare “almeno UN birillo” sul castello assomma a:
13,7, + 3,75 + 3,75 = cm. 21,2
Non sono invece molto convinto di quanto aggiunge poi Claus circa il fatto che lo spazio utile sul castello si riduca in relazione al tiro, a me sembra che, indipendentemente dal tiro effettuato, lo spazio utile rimanga sempre lo stesso, cioè 21,2. Magari sbaglio, però se prendiamo come esempio un giro, la palla che arriva sul castello dalla terza sponda, può fare sia il primo birillo della fila centrale (presa in senso trasversale) (cioè giro largo), oppure  l’altro bianco opposto (giro molto stretto) , lo spazio fra i due estremi rimane comunque di 21,2. Stesso discorso vale per tutti i tiri, sia che si giochi un fisso, un filotto, uno striscio, un angolo, un giro, un girone o quant’altro, se si fa passare la palla avversaria all’interno di quei 21,2 centimetri, almeno un birillo lo si butta a terra. Quando invece non si realizza nulla significa che si è sbagliato di 21,2 cm. la direzione dell’avversaria. Ora non precipitatevi a dirmi che quei 21,2 sulla palla avversaria si riducono a pochi millimetri, questo lo so anch’io, le suddette misurazioni indicano solo e soltanto  “l’ampiezza del bersaglio d’arrivo” della palla avversaria, ma, d’altra parte anche quando si dice che un carambolista ha a disposizione 13 cm per realizzare la carambola, si sta appunto parlando solo e soltanto dell’ampiezza del “suo” “bersaglio d’arrivo”, il quale corrisponde appunto a 13 centimetri. Ovviamente anche per lui quei 13 cm. se rapportati alla quantità di palla da colpire, per fa si che la sua palla passi poi in quello spazio, si riducono a pochi millimetri.
Chiudo dicendo anche che personalmente sono sostanzialmente d’accordo con tutto quanto dice Gianni (diciamo “lo svizzero” per non fare confusione), anche se ribadisco, come già scritto e per le stesse motivazioni, che un minimo di chance in più il gioco di serie obiettivamente lo concede. Ma un… minimo.
Per quanto riguarda invece la scelta di tiro (punto 1) indicato da Gianni), il discuterne a parole scritte qui nel Forum, vorrebbe dire infilarci in un ginepraio dal quale difficilmente usciremmo... "vivi". Ma è comunque ovvio che le medie di realizzazione (figlie del punto 2) sempre di Gianni)sono direttamente influenzate e/o determinate anche (probabilmente "soprattutto") dalle "scelte". E' appunto nella convinzione di questo, che ritengo che il fatto di focalizzare il discorso sulle basse medie riscontrate sulle seconde (2), possa essere un "sano" (e utile) campanello d'allarme per rivedere le "prime" (1).
E da questo, credo dovrebbe essere chiaro a tutti che l'intento prioritario di questa discussione (almeno nelle mie intenzioni) "è" ed è "sempre stato" solo e soltanto quello di far progredire il gioco e non certo quello di dire "solo e soltanto", quanto belli e bravi sono gli altri, ne di denigrare il gioco dei birilli in sè e per sè.
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1490
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 5 marzo 2004, 0:48
Località:

Messaggioda Bruce » giovedì 6 gennaio 2005, 0:48

Secondo me bisognerebbe tenere conto anche di un'altra variabile: quando colpisci la battente per un tiro di sponda puoi tirarla senza effetto, fino ad arrivare ad un effetto 4; se sbagliamo ad impartire la dose di effetto necessaria, per esempio, tra l'effetto due e l'effetto tre ci sono circa 5 punti (due biglie e mezzo circa), non avremo più la tolleranza di due biglie ma di quattro biglie e mezzo.
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3725
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 14:38
Località: Monza

Messaggioda Ryno » giovedì 6 gennaio 2005, 1:00

Mii sembra che il nocciolo della questione,cioè:perchè a 5birilli la media di errori è del 30% mentre negli altri giochi si aggira sul 15%?...non tutti l'abbiano ancora capito.
Io penso che il motivo sia perchè,a 5birilli,bisogna tirare sempre un tiro lasciato dall'avversario,senza la possibilità di costruirsi una serie,tutto qui..........

Scritto Da - Ryno on 06 Gennaio 2005  06:04:33
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda sinonparet » giovedì 6 gennaio 2005, 12:10

[quote]
x amelie credici credici . devo solo mettere in ordine una cosa poi mi riscopro :)   cmq nella b.della mia firma metto sempre uno smile

G B
[/quote]
A parte il mio personale benvenuto nel forum, sarei curioso di sapere se hai letto l'apposito argomento aperto tempo fa su alcuni giocatori tra cui te....  ;)

P.S. Cazzarola,  è bello sapere che anche LORO ci leggono!!!Immagine
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 14:27
Località: Milano

Messaggioda Gianni » giovedì 6 gennaio 2005, 13:48

X Ryno: sul fattore gioco di serie o gioco alternato. La risposta la dai tu stesso, scrivendo in grassetto la parola Sempre. Il giocatore si trova semprenella stessa situazione di scelta, per essere un tiro riuscito, non é necessario abbattere tutti i birilli e fare il pallino.......come tiro riuscito perfettamente....può essere, a seconda della costellazione delle bilie...una difesa eseguita perfettamente. La cosa a mio avviso molto importante, é la conoscenza che ogni giocatore ha dei propri mezzi tecnici, e le scelte che farà in base alle proprie possibilità. Chiaramente un giocatore tecnicamente perfetto, che sa eseguire qualsiasi tipo di tiro con un piccolissimo margine di errore, ha sicuramente per ogni situazione che incontra al tavolo, più scelte da ponderare. Nonostante questo, anche il giocatore meno dotato, se sceglie i tiri adatti al proprio potenziale, riuscirà ad avere dei buoni risultati. Cosa molto importante, difficoltà e capacità devono sempre essere bilanciate,  in allenamento, che nelle scelte di gioco.
Forse la differenza tra le varie specialità…..sta nell’allenamento?
Vi sono tre situazioni per cui un giocatore si trova al tavolo:
1)        Il giocatore, si allena da solo al tavolo, o con il suo allenatore.
2)        Il giocatore, gioca con un avversario in allenamento, simulando il torneo.
3)        Il giocatore, partecipa a un torneo.
4)        Ve ne sarebbe una quarta situazione, che però io scarto completamente, il giocatore, gioca a soldi con un avversario. Questo non centra per niente con il biliardo sportivo e ci riporta come sempre al cliscè(si scrive così?): fumo, alcol, gioco d’azzardo e malvivenza.

Una domanda a riguardo l’allenamento dei giocatori di birilli: quanto tempo passate al tavolo nelle varie fasi?? Visto che ormai questo tema e piuttosto lungo ne apro uno sull’allenamento.
:)
Gianni
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2496
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2004, 14:27
Località: Zurigo

Messaggioda Ryno » giovedì 6 gennaio 2005, 14:30

Gianni Gianni.....se il problema consistesse solo nello scegliere un tiro di difesa od uno d'attacco sarebbe troppo semplice,ma purtroppo a questo gioco si presentano spesso,e non raramente come a pool,delle situazioni ove è già un'impresa prendere la palla,poi c'è il fattore casualità che a 5birilli è anche molto più influente che negli altri giochi,per esempio tira un'accosto pinco pallino e non dà vie di attacco all'avversario,poi capita che lo tira Zito e rimane sotto di fisso ecc.ecc.ecc..........
E per cortesia,finiscila di metterla sul piano della professionalità,anch'io vengo dal pool e ciò non mi risulta,5birilli è un gioco particolare,devi farci esperienza,non pensare che arrivi Efren Reyes e di buono e buono batte Zito,anzi perderebbe con la stragrande maggioranza delle nostre seconde,a meno che prima fà una decina d'anni d'esperienza a tale gioco e poi non è detto neanche.


Scritto Da - Ryno on 06 Gennaio 2005  14:16:40
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda Gianni » giovedì 6 gennaio 2005, 16:34

Ryno Ryno.......il problema non é chi batterebbe chi, e in quale disciplina....o pensi che qualcuno dei giocatori di birilli possa competere con Steve Davis nello Snooker o Efren Reyes nel Pool o un Colemann nella carambola??? Se si parla di professionalità....non centra per niente la mia disciplina, il Pool, ma l'approcio che ogni giocatore ha nella propria disciplina....si parlava per i birilli di Zito, come uno dei pochi esempi di disciplina e professionalità...perdere con lui e normale e nessuno ci fa un problema. Conosco Zito personalmente dall 1995, quando ha partecipato ad un paio di Euro Tour di Pool, Svezia, Portogallo, Salsomaggiore.....e anche se il suo livello non era dei migliori.....già a quel tempo si comportava da vero profesionista. Forse se ci fossero più giocatori alla Zito, il "famigerato 30%" di errori calerebbe di sicuro. La concorenza é l'anima della competizione, e il livello generale sale.
Questa è la mia opinione, a ognuno la sua, nel rispetto e nella tolleranza per chi non la vede allo stesso modo.

Prendo lo spunto dai PS di Luigi….

PS:1) Vedo di continuo giocatori che praticano da venti anni il Pool, sempre nello stesso locale, con gli stessi giocatori, e il loro livello di conoscenza e di tecnica é molto scarso…..altri giocatori, che iniziano nel modo giusto, con le basi giuste nel giro di sei mesi arrivano ad un livello superiore senza difficoltà

PS:2) Se si parla di professionalità  nel biliardo……penso che il più alto livello lo abbiano raggiunto i giocatori di Snooker…….ho un amico inglese  ex professionista di Snooker proprietario di  una sala biliardi vicino a Zurigo, mi raccontava che dall’età di 10 anni, quando ha iniziato a giocare,  per 11 anni di fila ha giocato per oltre 10 ore al giorno, la maggior parte da solo. Era nella classifica mondiale nei primi 100, Ha vinto in nella sua migliore annata attorno 375.000 Sterline, nelle altre discipline un sogno! Ha smesso a 27 anni, un anno dopo è arrivato in Svizzera…..la prima volta che ha giocato a Pool continuo ha eseguito una serie di 147 bilie consecutive…..oltre non gli interessava…..nello Snooker 147 è un numero magico.

PS:3) E come il gioco del giro attorno alle sedie…5 giocatori, 5 sedie non ha senso…5 giocatori, 4 sedie..allora si, c’è competizione. ;)

Con questo penso che da parte mia, di aver scritto tutto quello che mi sembrava necessario a riguardo del tema....
Buona giornata
Gianni
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2496
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2004, 14:27
Località: Zurigo

PrecedenteProssimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti

cron

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 12 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 12 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti