RSS Facebook Twitter

Luigi

Area aperta a discussioni su qualsiasi argomento, anche extra-biliardo

Messaggioda billy » sabato 9 ottobre 2004, 8:38

Claus,il signore dei dialoghi con Menippo ne ha scritto uno molti anni fa,e gia' allora era ....il biliardo da campione

Scritto Da - billy on 09 Ottobre 2004  09:40:42
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 12:56
Località: Lonato

Messaggioda ares » sabato 9 ottobre 2004, 8:45

luigi, l'umiltà è una virtù che molti non hanno... complimenti.


Ares
ares
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1334
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:56
Località: Milano

Messaggioda luigi » sabato 9 ottobre 2004, 10:01

Cara amelie, come sempre Tu riesci a focalizzare il vero nocciolo del problema con lucidità e pragmatismo, veramente notevoli, la Tua capacità di giudizio è veramente ammirevole. Premesso questo, dico che il raffronto che Tu fai fra maschi e femmine in rapporto all'emotività sul gioco (che io condivido) è, a mio avviso, almeno "in parte" motivato dal fatto che, al di là delle chiacchiere di facciata, voi ragazze, quando siete in sala o in gara mista, vi ritrovare e vi "sentite" comunque, ovunque e quantunque, in un ambiente prettamente "maschile" e, diciamola pure tutta, in un ambiente nel quale percepite, al di là dicevo delle chiacchiere di facciata, un'aria decisamente "ostile". Le chiacchiere di facciata sono i nostri, tanti bla bla bla, ma nella realtà pratica poi facciamo in modo che le ragazze non riescano ad inserirsi nell'ambiente, in effetti le si emargina, facendo spesso del vero e proprio ostruzionismo. Certamente adesso arriveranno cori di noooooo!!!, però, fateci caso, quando capita una discussione di gioco, se una ragazza ha "l'ardire" di dire la sua, la si lascia parlare (per educazione, ma con aria un po' schifata) e poi la conversazione riprende "ripartendo esattamente dallo stesso punto in cui era arivata "prima" dell'interuzione". Tale infatti è ritenuto l'intervento della ragazza, "un'interruzione", sopportata ma fastidiosa, anche se avesse detto la cosa più sacrosanta e giusta, "Ma che ne capisce quella di biliardo è... una donna!". Questa situazione che, la di là delle balle che si dicono, è reale e concreta, Voi l'avvertite chiaramente e vi pesa e condiziona, credo che tutto ciò sia innegabile. Oltre a questo, credo però che vi siano anche altri motivi che condizionano il Vostro rendimento, ma non voglio entrarvi in questo contesto, perchè finirebbero per essere fraintesi (o almeno fainteso lo spirito con cui "io" li intedo) e quindi finiremmo inevitabilmente per ritrovarci dentro una sterile ed inutile contrapposizione di sessi, il che non è minimamente la mia intenzione, quindi se capiterà ne riparleremo se e quando ci rivedremo di persona.
Parlando invece del libro, non posso spedirne copia in quanto personalmente ne possiedo solo un paio e ovviamente, mi scuserete, se voglio tenerle. Per cui l'unico suggerimento che posso dare a chi è interessato è lo stesso già dato da federicodellestelle, cioè la Libreria dello sport di Milano, la quale vende anche in contrassegno, vi dirò che io stesso ne ho ordinato un paio di coppie per gente che me le aveva richieste. Riguardo poi al fatto di "scansionarlo", nessuna gaffe, credetemi se vi dico che agli autori non gliene può fregà de meno, tutt'al più magari potrebbe essere l'Editore a risentirsi, ma anche di questo a noi... vedi sopra. Fra i vari siti italiani presenti in Internet, ve ne sono alcuni che già riportano varie pagine prese integralmente dal libro, a me sinceramente la cosa ha anche fatto piacere, l'Editore invece si è un po' incacchiato, ma, ripeto, sono cacchi suoi. Il libro a cui invece si riferisce billy, che è precedente a quello con Giorgio, è esaurito e quindi di difficile reperimento e poi, al di là dei complimenti dell'Amico Billy, non ve lo consiglio, in quanto costava caro, anche perchè in carta patinata, rilegato ecc., non ci sono sistemi, alcune cose possono essere anche interessanti, altre si poteva dirle meglio, il testo nel suo insieme è un po' "pesante", insomma... fate Vobis.
Il migliore in assoluto, comunque, è e rimane "Il Biliardo moderno", ma quello scritto nel 1932 dall'Ing. Giuseppe Garuffa, splendido (l'omonimia del titolo è puramente casuale, nel nostro caso il titolo fu scelto dall'Editore).
A proposito di libri, vi anticipo che proprio in questi giorni, approfittando del rientro in Italia di un mio concittadino che vive da anni in America, gli ho commissionato l'acquisto di un libro americano, non disponibile da noi, il quale tratta delle varie tecniche di mira. Si tratta dello stesso libro tempo fa consigliato dagli Amici del Pool, ci vorrà tempo in quanto il mio emigrante torna al paese natio + o - una volta l'anno, quindi..., comunque quando arriva magari ci sarà da divertirsi. I nostri "traduttori" ufficiali sono avvisati in tal senso, tenetevi pronti.
Ciao, Ciao



Scritto Da - luigi on 09 Ottobre 2004  11:06:53
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1490
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Messaggioda federicodellestelle » sabato 9 ottobre 2004, 10:43

a proposito di libri, vedendo il sito della libreria dello sport che ho postato in precedenza ho visto un titolo "the biliard enciclopedia" di un certo Rubino in inglese, la cui copertina è uguale a quella apparsa sulla rivista Il Biliardo di qualche anno fa e che pubblicizzava un libro voluminoso di 400 pagine con tutti sistemi tecniche e quant'altro chimato l'enciclopedia del biliardo e che si riferiva ai 5 birilli ed era ovviamente in italiano. Sapete qualcosa di tutto ciò?
federicodellestelle
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 821
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 15 novembre 2003, 11:03
Località:

Messaggioda luigi » sabato 9 ottobre 2004, 11:52

ares, per tornare un attimo sul tema della mia lungaggine, in effetti tutto lo sproloquio precedente in risposta ad amelie, in effetti lo potevo benissimo riasumere in una sola e sintetica frase: " Voi ragazze siete costrette a giocare in un ambiente assolutamente "maschile" e inoltre, forse, il gioco stesso del biliardo nella sua essenza è un gioco... "maschile"". In pratica così avrei detto più o meno le stesse cose, ma in molto meno spazio. Però così facendo, a parte il fatto che non mi viene naturale, mi sembrerebbe anche troppo riduttivo e, se vogliamo, anche un poco irrispettoso nei confronti della stessa amelie. In fondo, ad essere così laconico, avrei l'impressione di creare la stessa situazione di quel tizio che chiede ad un passante: "Sa che ore sono?" e l'altro, guardando l'orologio, risponde: "Sì, lo sò" e... se ne va.
Il libro di Rubino mi pare che sia una specie di enciclopedia per quanto riguarda la ricostruzione della storia del biliardo, mentre la pubblicazione che raggruppa una miriade di sistemi è probabile che sia "Billiard Atlas" di Harris, la quale è suddivisa in quattro volumi. Entrambi comunque sono in lingua inglese e nessuno dei due si occupa di birilli, quanto di Pool e Carambola. Il libro di Rubino è un tomo notevole, rilegato in pelle e costa alquanto, mentre quelli di Harris sono più "normali" come fattura, ma sommando il costo dei quattro volumi, la spesa sale abbastanza. A meno che, almeno per quest'ultima non ci si rivolga alla "Tienda de billar" in Spagna dove è possibile acquistare tutti i quatro volumi a poco prezzo (così ho fatto io), in quanto li vendono in... fotocopia (il primo tra l'altro in lingua spagnola). Lo dico anche per riprendere il discorso di "scansionare" i libri, loro addirittura li "vendono" tranquillamente in fotocopia e nel loro catalogo ne hanno diversi proposti in tal modo, mi sembra anche quello di Ceulemans "Mister 100", che da noi costa una cifra. Per cui avendone la possibilità scansioniamo pure senza problemi.
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1490
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Messaggioda federicodellestelle » sabato 9 ottobre 2004, 13:12

MR 100 in italiano? Dove? Quella è una bella pubblicazione per chi vuole conoscere l'angolo 50.
federicodellestelle
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 821
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 15 novembre 2003, 11:03
Località:

Messaggioda Mike » sabato 9 ottobre 2004, 15:12

Io ho il libro di Luigi Ceron e Giorgio Colombo. Lo trovo di semplice apprendimento, chi non capisce questo libro è meglio che cambi lingua.
Sono contrario a chi critica le lungaggini, molto spesso chi parla stretto viene frainteso, sopratutto da un lettore non pratico del gioco.
Complimenti ancora.
Ciao.
Mike
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 1982
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 aprile 2004, 17:38
Località: Torino

Messaggioda luigi » sabato 9 ottobre 2004, 22:04

No Fede, forse ho detto male io oppure hai frainteso, che io sappia non c'è una versione in italiano di Mister 100. Nel mio post facevo solo presente che presso La Tienda de Billar, un negozio che vende ogni tipo di materiale per il biliardo, con sede a Burgo in Spagna, il libro di Ceulemans lo puoi acquistare (vendono anche on-line) per pochi euro, però in fotocopia, mentre l'originale che trovi anche in Italia, costa parecchio. Il testo non è in italiano, ma, nel libro stesso, ogni parte scritta è riportata in varie lingue: inglese-francese-spagnolo-tedesco-giapponese e (credo) fiammingo, però niente italiano purtroppo. E' un volume di oltre 400 pagine, di cui circa una cinquantina per il testo, tutte le altre ognuna riporta uno schema con conteggi di vari sistemi. Comunque, per chi voglia farsi una bella raccolta di libri o video, al di là di quanto può trovare in Italia, una occhiata al sito della Tienda, gli conviene buttarla. Certo la maggior parte dell'offerta riguarda la carambola, per i birilli hanno solo un paio di video di una serie di quattro di Cavalli e alcune partite tratte dal Campionato Europeo disputato appunto in Spagna e vinto da Belluta in finale con Albrito, tutto il resto è carambola in tutte le sue varianti oppure snooker.
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1490
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Messaggioda amelie » domenica 10 ottobre 2004, 8:34

Ciao Luigi,
grazie per i complimenti che fanno arrossire anche me e non so cosa risponderti se non ringraziarti.
Forse quello che dici sul considerare o meno le donne nel mondo del biliardo è vero. Io personalmente di posso dire che nella mia sala, dopo anni di duro lavoro da parte mia e devo dire anche dei titolari del circolo, questo tipo di atteggiamento è un po' cambiato. Mi trovo bene, godo di una giusta parità di diritti, non mi sento per niente esclusa, vengo spesso invitata a parteciapere a incontri e sedute (naturalmente non da tutti altrimenti il mio circolo sarebbe una specie di paradiso per giocatrici).  Però vengo ascoltata, anche ad esempio, quando racconto come è andata una partita in gara, qualche anno fa questo era preso come una specie di interruzione come hai detto tu ma. a forza di insistere e spiegare le mie ragioni, ora mi si ascolta molto di più e appena torno in sala da una gara la domanda è "come è andata?" se rispondo "male" o "bene" il seguito della frase di solito è "racconta...." cosa che qualche anno fa non succedeva, se rispondevo "male" o "bene" il tizio che mi aveva fatto la domanda riprendeva tranquillamente il suo gioco, credendo di essere stato fin troppo educato e gentile a chiedere come è andata. Ho un bell'affiatamento con i miei compagni di gioco, abbiamo creato un bel gruppetto con il quale ci spostiamo sempre per le gare e se per qualche motivo quella sera non posso andare c'è sempre qualcuno che dice "Paola, vieni con noi, c'è posto!" Devo dirti che in parte anche molte ragazze sbagliano atteggiamento con i maschi, non voglio vantarmi per carità ma io ho sempre tenuto un comportamento rispettoso con i miei compagni e mi sono sempre posta come una che vuole imparare senza pretendere di essere al centro dell'attenzione perchè sono una donna che gioca a biliardo e per questo devo essere presa in considerazione per forza! Ci sono ragazze secondo me che si sentono non accettate ma che non fanno nulla per farsi accettare, non so se mi sono spiegata bene.
Il fatto del carattere è argomento più vasto, secondo me, magari da discutere in un altro post un po più avanti ma appena ci rivedremo, e penso che non passerà molto tempo, ne discuteremo assieme.
Ciao Luigi, buona domenica!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Messaggioda franco » domenica 10 ottobre 2004, 23:02

Caro Luigi,
è giusto e molto positivo che un gentiluomo e un professionista come te non si pronunci su libri scritti da altri....colleghi...
Ma questo non vale per un giocatore modesto ed umilmente pronto ad apprendere da chiunque.....cioè per me : il libro di Ceulemans è stato una delle più grandi delusioni per un....giocatore desideroso di studiare, raffrontare, apprezzare teorie e sistemi ...
E la colpa non sta nell' essere questo libro scritto in tutt' altre lingue che l' italiano ( parlo e leggo tre di quelle lingue ).
Ho avuto modo di commentare, in altra discussione del Forum, una delle chicche ( il Reverse Backout System ), ma sono pronto a citarne altre....
franco
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 600
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 23:01
Località: Roma

Messaggioda trytrai » giovedì 4 novembre 2004, 20:55

ciao luigi. scusa se approfitto ancora di te... ma so che cavalli anni indietro ha pubblicato uno studio sui tiri frontali ne sai qualcosa? era una cosa valida? anche gli altri se sanno qualcosa e mi fanno sapere li ringrazio anticipatamente.
trytrai
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1091
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 22 settembre 2004, 17:28
Località:

Messaggioda luigi » venerdì 5 novembre 2004, 11:04

In una delle dispense a corredo dei video, editi alcuni anni fa dalla DeAgostini, Cavalli ha inserito il "metodo dell'Ing. Mancini" sul calcolo dei punti palla per i tiri frontali (filotti ecc.). Che il metodo funzioni dal punto di vista teorico, credo di si, o almeno non ho motivo di dubitarne; che poi sia anche utile dal punto di vista pratico ho qualche perplessità in quanto, almeno leggendone l'esposizione (personalmente non ho mai fatto prove pratiche in merito), mi è sembrato estremamente complesso. Per quanto ne so anche altri hanno manifestato lo stesso disagio. Se vuoi te ne mando fotocopia, se poi ci tiri fuori qualcosa di buono... sarai Tu a... spiegarlo a me. Okay?
Ciao
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1490
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Messaggioda sinonparet » venerdì 5 novembre 2004, 11:19

Luigi, qualcosa di buono c'è ma nn applicando alla lettera la descrizione del metodo Mancini fatta da Cavalli. In quel discorso, si parla di proporzioni tra segmenti di battente ed avversaria per arrivare a quantificare il punto su avversaria (questa viene divisa in 8 punti: 4interni e 4esterni).Io, poco dopo aver letto quella pubblicazione, mi ritrovo a tu per tu con Venerando che era capitato alla Diko per provare dei puntali (stecca Isavra, chissà se qualcuno la ricorda?) e che faccio? Gli chiedo se ritiene valido il sistema, e lui candidamente, mi risponde che ha bacchettato Cavalli perchè ha divulgato una di quelle "cosucce" top secret dell'ambiente. Batti e ribatti, gli offro l'occasione di pareggiare il conto con Maurizio: "se me lo spieghi, sarete pari!" :D  Ha sorriso e mi ha spiegato come fare. Oggi, e l'ho già detto in altre occasioni, io tiro i filotti (e lo uso solo per questo tiro) con quel metodo... purtroppo nn basta la carta per spiegarlo, ma serve un bel tavolo caldo. Se avrò occasione, ti dirò. Ciao
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 13:27
Località: Milano

Messaggioda bb » venerdì 5 novembre 2004, 11:59

Luigi anch'io ho acquistato il tuo libro un paio di anni fa direttamente alla Libreria dello Sport. Sono sincero, mi ha aiutato molto e mi sta ancora aiutando moltissimo.
Mi piace molto come tratti i diversi argomenti e specialmente quando parli del metodo di gioco, della strategia, ecc..ecc..
Ho comprato anche il libro di Virgili , ora non mi viene in mente il titolo, ma che trovo un pò complicato e anche un pò (non sempre per fortuna) un pò noioso,e poi mi è costato un tantino tanto. Ho in casa anche il libro di R. Bellutta "Il Biliardo" ma che sinceramente trovo un pochino "povero" sia di spiegazioni che di immagini.
Il tuo è veramente scritto ed illustrato bene. Con gli amici tante volte mi capita di dire, dopo che per esempio ho effettuato un bel tiro con tutti i parametri a posto; punti, messa ecc..,"Ogni tanto mi fa bene ripassarmi "LA BIBBIA" di Colombo-Ceron.
Ciao e buona giornata
BB
bb
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1045
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 11 novembre 2003, 16:17
Località: Milano

Messaggioda trytrai » venerdì 5 novembre 2004, 13:03

supponevo che il sistema fosse quello ,e chi se non luigi poteva darmene conferma? ho tutti i video e i fascicoli pubblicati. e il sistema lo uso con successo sui fissi ,quelli con porzioni palla difficili da giudicare ad occhio e direi che sostanzialmente funziona. ho provato a giocarci i filotti ma ne ho ricavato ben poco. se sinon.. mi dasse qualche dritta forse riuscirei a farne un metodo. grazie ancora a tutti x la considerazione accordatami.
trytrai
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1091
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 22 settembre 2004, 17:28
Località:

PrecedenteProssimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti

cron

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 13 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 13 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti