RSS Facebook Twitter

Bigliardosofia e Cretinismo

Area aperta a discussioni su qualsiasi argomento, anche extra-biliardo

Messaggioda Ryno » mercoledì 7 luglio 2004, 19:55

:D
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 22:00
Località: Andromeda

Messaggioda Ryno » mercoledì 7 luglio 2004, 21:22

[quote]
devo tornare alle...filastrocche?
[/quote]

NOOO!!!!Immagine
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 22:00
Località: Andromeda

Messaggioda billy » giovedì 8 luglio 2004, 12:21

SALUTONI A TUTTI  un’ora e parto per l’Adamello così mi pulisco …la testa,
lo scopo di un gioco è un gioco che abbia uno scopo,ma se il gioco è uno scopo…
gioco…. scopo…scopo….gioco…scopo…scopo…bah.

AMMINISTRATORE  giurin giurello NON LO FACCIO PIU’ di scoparmi il filtro




Scritto Da - billy on 08 Luglio 2004  13:26:04
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 12:56
Località: Lonato

Messaggioda sinonparet » giovedì 8 luglio 2004, 19:41

....in salita verso la cima... se acceleri come sto tentando di fare io da qualche tempo, ti anticipo che la strada è molto lunga e faticosa e che forse nn hai fatto i conti (sarebbe molto strano se nn impossibile) con la benzina che serve... la sensazione di  "ramazzare" il mare è desolante...
Buone vacanze
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 13:27
Località: Milano

Messaggioda luigi » venerdì 9 luglio 2004, 12:32

E se, approfittando del fatto che l’Uomo del Monte è appunto sul... Monte, facessimo un poco di filosofia spicciola per poi vedere cosa ne butta... al Suo ritorno?
Luciano De Crescenzo, noto scrittore napoletano, nel suo volume “Storia della filosofia greca” scrive:
“avere una filosofia significa, fra l’altro, possedere una scala di valori in base alla quale operare le scelte di vita”.
E’ parafrasando questo postulato che ricaviamo il neologismo “biliardosofia”.
“Nella pratica della partita a biliardo, avere una “filosofia di gioco” (biliardosofia, appunto) significa possedere una scala di valori prioritari, in base alla quale impostare la propria condotta di gioco e quindi, coerentemente in funzione di questa, operare le proprie scelte di tiro”.
(Suona bene no? Vuoi vedere che, se si viene a sapere che i “biliardisti” parlano anche di filosofia, magari ci togliamo l’etichetta di canaglie dedite solo a: fumo, alcool e gioco d’azzardo... chissà?)
Continuando a filosofeggiare, si può anche dire che:
Quando ci si appresta all’esecuzione di un tiro, qualsiasi tiro, è essenziale coltivare un atteggiamento misto di “fiducia” e di “indifferenza”: fiducia nelle nostre capacità, indifferenza verso un possibile esito negativo.
Una fiducia non moderata dall’indifferenza può riuscire quasi altrettanto dannosa che la mancanza di fiducia; in quanto, se ci sentiamo certi del successo, e poi non riusciamo ad ottenere quello che volevamo, ci angosciamo e ci tormentiamo, per cui la fiducia iniziale, in ultima analisi, avrà generato soltanto emozioni negative, le quali, a loro volta, aumenteranno le probabilità d’insuccesso.
Il giusto atteggiamento mentale con cui affrontare l’esecuzione di un tiro potrebbe esprimersi come segue:
“Teoricamente e tecnicamente, so cosa devo fare per eseguire questa giocata. Se applico esattamente questa conoscenza, posso eseguirlo al meglio. Ora, mentre lo sto preparando, devo solo mettere la massima attenzione per cercare di applicare tutte le mie conoscenze specifiche e quindi dovrebbe riuscirmi perfettamente. Ma se questo non accade... pazienza”.
Ritemprato e purificato dalla tersa aria delle alte vette, come minimo una... filastrocca arriva, eccome se arriva. “Calma e gesso”, sfogata l’ispirazione, verso mercoledì, massimo giovedì, ritorna pragmatico, state tranquilli. Ciao Gente, buon fine settimana. Ciao billyyyyyyyyy (effetto eco).




Scritto Da - luigi on 09 Luglio 2004  16:32:16
luigi
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1375
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Messaggioda lupomarino » venerdì 9 luglio 2004, 14:29

[quote]
... non gioco più, me ne vado...
[/quote]

cantava Mina...
filosofo, pragmatico, discusso, corteggiato, osteggiato, amato...

non ci sei, eppure ci sei...
Lusingato signor billyardo?  Immagine
lupomarino
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1038
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 novembre 2003, 9:30
Località: Inzago

Messaggioda billy » domenica 11 luglio 2004, 10:14

Piove...niente risposte per ora.
Compito gravoso,provate anche voi:
Immaginate una farfalla,perfetta in ogni particolare,con ali screziate d'oro,lunghe antenne e disegni delicati però immaginate che invece di essere bella sia brutta.

e..il cretinismo è salvo.
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 12:56
Località: Lonato

Messaggioda Claus72 » lunedì 12 luglio 2004, 4:59

Ummmhhhh, bigliardosofia eh? Stavolta vi site messi d'impegno per farci definitivamente etichettare come pazzi scatenati...già mia moglie scuote la testa e fa uno dei suoi sorrisini condiscendenti (sapete, quelli che si fanno ai bambini quando dicono qualcosa non consono con la loro età) ogni qualvolta le capita di sbirciare uno dei nostri post, se poi becca questo sulla "filosofia biliardistica" mi sfotte da qui a fine anno...

Credo che il biliardo abbia due componenti: filosofia da una parte e strategia dall'altra. La filosofia è si una scala di valori, ma non mi sembra che operi a livello pratico, durante la scelta o realizzazione del tiro, ma a livello etico.
Le scelte filosofiche regolano la condotta dell'individuo, ma le scelte individuali vengono fatte in funzione della strategia scelta e dell'evoluzione degli eventi.
Le nostre scelte filosofiche sono di indole più astratta: non gioco per denaro, perseguo la perfezione in ogni tiro, non mi interessa vincere ma giocare al meglio, e via dicendo.
Il giocare in difesa o in attacco non è una scelta filosofica, bensì una scelta strategica, dettata dallo studio della situazione di gioco.
È virtualmente impossibile giocare sempre e solo in difesa o sempre e solo in attacco, un'attitudine del genere non mi sembra da persone intelligenti.
Il biliardo è un arte che richiede studio e pratica, senza una buona base teorica ed un allenamento costante non si riesce a conoscere il gioco a fondo, il che porta a scelte strategiche errate (e qui mi riallaccio a quanto dice Belluta).
Una conoscenza piena della tecnica di gioco E DEI PROPRI LIMITI, portano al raggiungimento di quello stato mentale tanto ricercato da tutti noi (chiamatelo come volete: alfa, "zone", pensiero-non pensiero, non importa, sapete di cosa sto parlando), e questo stato mentale porta automaticamente alla realizzazione di scelte strategiche vincenti.

Tutto questo non è altro che una volgare parafrasi di Miyamoto Musashi.
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda Claus72 » lunedì 12 luglio 2004, 5:01

P.S.: Quando è che faciamo il nostro consiglio di Nicea per sancire la divinità di Billy?
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda Ryno » lunedì 12 luglio 2004, 6:57

Claus bellissimo il tuo post,questo me lo incornicio!
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 22:00
Località: Andromeda

Messaggioda billy » lunedì 12 luglio 2004, 11:49

[quote]
Lusingato signor billyardo?  Immagine


[/quote
Se fai ancora una domanda così....Ti riduco ad una "pelliccetta"da adagiare in taverna davanti al camino.
billy cacciatore.
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 12:56
Località: Lonato

Messaggioda billy » martedì 13 luglio 2004, 12:15

Biliardofili che non avete modo di  trasformare il tempo in un’attesa del ritorno del montanaro, SONO QUI !!
Ho praticato l’aerobica mentale, risultato: la crapa è …quella di sempre (occhi  concupiscenti , voce sussurrante, cervello infestato dalle farfalle) ….giochiamo!!!!!
Lancio la classica moneta, se esce testa: la rogna la tengo io...se esce croce la giro a voi. ….testa. uffa!!! E adesso cosa m’invento?… La maggior parte degli uomini in ultima analisi non ama e non brama di vivere se non per vincere.(Lo Zibaldone di G. Leopardi)…...Scòpo …sì quello con l’accento sulla prima o.


Che cosa ci spinge a imparare e a praticare l’arte dei “rotolatori di palle”?

La curiosità
La voglia di concludere qualcosa (leggi “gloria” nell’accezione più ampia del termine)
La paura di non riuscirci
Il denaro (motivazione esterna ma non di second’ordine)
L’insoddisfazione
Il divertimento
L’apprendimento in se stesso
L’ampliamento dei rapporti umani

Ci piaccia o no, siamo esseri stimolo-risposta. Il nostro comportamento è modellato da due motivazioni basilari: essere ricompensati- evitare di prenderle.  
Evitare di prenderle è comune, la ricompensa molto… soggettiva.



P.S. Rino: ad andar per mare i lupi usano la bussola e attendono il faro; Luigi : per Te la meta è il mezzo e il mezzo la meta, m’inchino, spero di non averti “furtato” il nuovo costrutto  “biliardofili” come ho già fatto per la metà del titolo a cui stai dando lustro e consistenza;  LupoMannaro: sono più che lusingato di avere …amici;  le adulanti farfalle  cerco di farle volare in formazione silenziosa , pazza idea , esistono le “indisciplinate”;Claus: dove sta Nicea….voglio essere presente al conteggio dei voti.
   

El muntagni
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 12:56
Località: Lonato

Messaggioda billy » martedì 13 luglio 2004, 13:54

[quote]
Ummmhhhh, bigliardosofia eh? Stavolta vi site messi d'impegno per farci definitivamente etichettare come pazzi scatenati...già mia moglie scuote la testa e fa uno dei suoi sorrisini condiscendenti (sapete, quelli che si fanno ai bambini quando dicono qualcosa non consono con la loro età) ogni qualvolta le capita di sbirciare uno dei nostri post, se poi becca questo sulla "filosofia biliardistica" mi sfotte da qui a fine anno...

[/quote]
Che cosa si ottiene dall’incontro di una lampadina con una penna?

“Se non vi aspettate l’inaspettato non lo troverete, perché non lo si può raggiungere cercandolo o seguendone le orme” (Eraclito)

La lampadina disse alla penna:- Scrivi alla mia luce e il nuovo tratto ti sorprenderà-  al che la penna……


Claus, se lo becca mia moglie….la lampadina finisce in manicomio.
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 12:56
Località: Lonato

Messaggioda Claus72 » martedì 13 luglio 2004, 14:21

[quote]Che cosa si ottiene dall’incontro di una lampadina con una penna?  [/quote]

Una biro con torcia elettrica incorporata?

Comunque scordatelo, tu in Turchia non ci vieni...già sei stato sull'Adamello, adesso vuoi anche affacciarti sul lago di Iznik? Tié Immagine!

Ci andiamo noialtri, votiamo, e se fa fumo bianco ti chiamiamo.

Magari, già che saremo in zona, potremmo chiedere a Semih Sayginer di farci una bella esibizione di canguri verdi, zebre a pois ed elefanti rosa.

Scritto Da - Claus72 on 13 Luglio 2004  21:44:04
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda sinonparet » martedì 13 luglio 2004, 15:37

*
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 13:27
Località: Milano

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Robby78 e 16 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 18 utenti connessi :: 2 iscritti, 0 nascosti e 16 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Bing [Bot], Robby78 e 16 ospiti