RSS Facebook Twitter

Consigli alla Fibis per la prossima stagione

Area aperta a discussioni su qualsiasi argomento, anche extra-biliardo

Re: Consigli alla Fibis per la prossima stagione

Messaggioda colombo » venerdì 24 giugno 2011, 12:23

se  si potesse riparare con un tasto la vostra presunzione diventereste tutti intelligenti . tieniti il tuo sito FASCISTA
colombo
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 370
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 5 marzo 2011, 13:26

Messaggioda El putin » venerdì 24 giugno 2011, 12:34

Grande Modo, .... bel gesto atletico, ottimo colpo di reni.... bel guizzo.... questa è una conversazione che mi gusta. Trovo le proposte e le osservazioni fin qui formulate azzeccate e intelligenti e soprattutto fatte col denominatore comune .... la passione per questo sport, gioco, arte ecc....  :okpollicione: Mi permetto di aggiunger, avendo avuto un passato da sportivo (aimè, molto passato) la considerazione di una maggiore attenzione e profusione di sforzi da parte della federazione e anche da parte di noi tutti,  per il coinvolgimento dei giovani...
La bellezza del biliardo è che in una sala cè spazio per tutti, anzianotti ... e giovanotti, putèi e putèe, ricchi e poveri e  cugini di campagna...... uacciuariuariuà!!!! :D
La passione è l'unico oratore che spesso persuade.
El putin
Non connesso
Avatar utente
Utente Master
 
Messaggi: 156
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 2 ottobre 2010, 21:32

Messaggioda Billyard » venerdì 24 giugno 2011, 13:02

Alcuni consigli sparsi e sintetici.

- Ritorno alle bilie da 61,5
Se è vero (come è vero) che le bilie da 63 non hanno portato nulla di particolarmente positivo al gioco, di certo hanno portato diversi elementi negativi (es. maggiore usura biliardi). Tanto vale tornare in carreggiata e utilizzare le bilie che si usano in mezzo mondo, vuoi mai che un carambolista australiano piuttosto che norvegese decidesse di mettere 5 (o 9) birilli sul panno?  

- Maggiore trasparenza sulla gestione economica con pubblicazione a mezzo internet di tutti i documenti previsti da Statuto e Regolamenti
I tesserati devono sapere come e perché i propri soldi vengono utilizzati. Devono conoscere anche l'entità di eventuali finanziamenti in modo da poter valutare con maggiore cognizione l'operato dei propri dirigenti.

- Abolizione del "bollino-balzello"
Non ha senso per due ordini di motivi: la spesa viene "scaricata" come l'iva sul povero consumatore/cliente e inoltre è fuori da qualsiasi logica di omologazione quella di apporre un bollino che in teoria potrebbe anche prestarsi a falsificazioni, "commercio illegale", ecc...
Come in tutte le discipline del mondo, l'attrezzo deve essere omologato per il fatto stesso che proviene da un costruttore che rispetta le specifiche di produzione previste. Sarebbe più sensato imporre ai produttori di stampigliare un simbolo permanente su una stecca o su un puntale piuttosto che giocare alle figurine, altrimenti si può imporre ai produttori di sottoporre di volta in volta i nuovi attrezzi di gioco sviluppati al vaglio di una commissione tecnica in modo che tutti i prodotti siano automaticamente omologati in quanto conformi al campione omologato.

- Istituzione di Commissioni tecniche regionali/provinciali
Queste commissioni, formate da dirigenti, arbitri esperti e giocatori di alto livello (dalle 1e in su) dovrebbero occuparsi di tutto ciò che riguarda la gara e in particolare valutare i biliardi, la posizione degli stessi, l'illuminazione, ecc... in modo che si possa porre fine all'estrema variabilità tra i tavoli e alle annose e sterili polemiche tra i giocatori.
Ovvio che 2 biliardi uguali non ci saranno mai però le differenze devono essere contenute in un range accettabile. Sui tavoli non ritenuti idonei non si gioca.
Inoltre bisognerebbe valutare la necessità di giocare soltanto in condizioni "umane", se fa troppo caldo (come nelle tappe, bellissime ma calde - al sud) si deve poter contare su un idoneo sistema di climatizzazione altrimenti la gara non si disputa.

- Maggiore cura nella scelta delle sedi di gara
Posto che i luoghi migliori secondo me sarebbero i palazzetti dello sport ma non è una soluzione facilmente realizzabile, bisogna trovare il modo per conciliare le esigenze televisive con la partecipazione del pubblico. Il pubblico deve essere sì presente ma non deve entrare in ogni inquadratura del biliardo. Il solo vedere persone che sonnecchiano o sbadigliano dà al telespettatore l'idea di assistere a qualcosa di noioso.

- Maggiore attenzione all'immagine degli atleti
Anche se in molti non sono d'accordo, io proporrei l'obbligo del papillon, anche d'estate. Vedere alcuni giocatori con lo zerbino a vista non è uno spettacolo edificante, può andar bene nella propria sala ma in televisione no.
Il biliardo è uno sport elegante, dobbiamo prendere spunto dal golf, dal polo, dall'equitazione, dalla nautica non dai lanciatori di forme di parmigiano.

- Maggiore impulso alle scuole-biliardo
Riconoscere un bonus a chi effettua corsi per i giovani, a chi prevede tariffe agevolate, ecc...

- Maggior presenza di gare locali
Bisognerebbe aumentare il numero di gare locali in modo da permettere una maggiore partecipazione all'attività biliardistica di base.

- Cofanetto partite
L'idea del cofanetto con le partite è ottima, solo in pochi riescono a seguire il biliardo in tv ed essendo aggiornato il sito di Raisport a cadenza "papae mortis" diventa praticamente impossibile accedere alle partite della stagione. Proporre agli appassionati un cofanetto con tutte le partite o magari un uscita trimestrale in dvd sarebbe ottimo, in alternativa...

- Archivio federale
La Federazione potrebbe creare una sezione dedicata (o un sito collegato) alle partite, operazione non particolarmente difficile visti i rapporti con la Rai.

E tanto altro...  ;)
Immagine
Billyard
Non connesso
Avatar utente
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 786
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 7 agosto 2010, 15:29

Re: Consigli alla Fibis per la prossima stagione

Messaggioda robymatteucci » venerdì 24 giugno 2011, 13:30

quoto in pieno billyard...e lo propongo x consigliere federale :okpollicione:
robymatteucci
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1386
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 27 febbraio 2005, 17:59
Località: mortara

Re: Consigli alla Fibis per la prossima stagione

Messaggioda Biagio999 » venerdì 24 giugno 2011, 14:17

al BTP di torre dell'orso proposi al Presidente Claudio Bono (considerato che si  sposta l'intera o quasi organizzazione della fibis) di effettuare delle vere e proprie conferenze per dare una immagine di avvicinamento del vertice verso la base e se del caso, affrontare le problematiche della struttura federale nella zona (commissioni Provinciali, delegati, tesseramenti, ecc). Sapete qual'è stata la risposta? Faccio tante conferenze! Sarà vero? suppongo di si, perchè lo dice il presidente, ma qualcuno potrà pur esserci a queste.
Regione Salento :

lu mare, lu sule, lu ientu.
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4370
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 13:48
Località: Parabita

Messaggioda martille » venerdì 24 giugno 2011, 14:18

Billyard ha scritto:Alcuni consigli sparsi e sintetici.

- Ritorno alle bilie da 61,5
Se è vero (come è vero) che le bilie da 63 non hanno portato nulla di particolarmente positivo al gioco, di certo hanno portato diversi elementi negativi (es. maggiore usura biliardi). Tanto vale tornare in carreggiata e utilizzare le bilie che si usano in mezzo mondo, vuoi mai che un carambolista australiano piuttosto che norvegese decidesse di mettere 5 (o 9) birilli sul panno?  

- Maggiore trasparenza sulla gestione economica con pubblicazione a mezzo internet di tutti i documenti previsti da Statuto e Regolamenti
I tesserati devono sapere come e perché i propri soldi vengono utilizzati. Devono conoscere anche l'entità di eventuali finanziamenti in modo da poter valutare con maggiore cognizione l'operato dei propri dirigenti.

- Abolizione del "bollino-balzello"
Non ha senso per due ordini di motivi: la spesa viene "scaricata" come l'iva sul povero consumatore/cliente e inoltre è fuori da qualsiasi logica di omologazione quella di apporre un bollino che in teoria potrebbe anche prestarsi a falsificazioni, "commercio illegale", ecc...
Come in tutte le discipline del mondo, l'attrezzo deve essere omologato per il fatto stesso che proviene da un costruttore che rispetta le specifiche di produzione previste. Sarebbe più sensato imporre ai produttori di stampigliare un simbolo permanente su una stecca o su un puntale piuttosto che giocare alle figurine, altrimenti si può imporre ai produttori di sottoporre di volta in volta i nuovi attrezzi di gioco sviluppati al vaglio di una commissione tecnica in modo che tutti i prodotti siano automaticamente omologati in quanto conformi al campione omologato.

- Istituzione di Commissioni tecniche regionali/provinciali
Queste commissioni, formate da dirigenti, arbitri esperti e giocatori di alto livello (dalle 1e in su) dovrebbero occuparsi di tutto ciò che riguarda la gara e in particolare valutare i biliardi, la posizione degli stessi, l'illuminazione, ecc... in modo che si possa porre fine all'estrema variabilità tra i tavoli e alle annose e sterili polemiche tra i giocatori.
Ovvio che 2 biliardi uguali non ci saranno mai però le differenze devono essere contenute in un range accettabile. Sui tavoli non ritenuti idonei non si gioca.
Inoltre bisognerebbe valutare la necessità di giocare soltanto in condizioni "umane", se fa troppo caldo (come nelle tappe, bellissime ma calde - al sud) si deve poter contare su un idoneo sistema di climatizzazione altrimenti la gara non si disputa.

- Maggiore cura nella scelta delle sedi di gara
Posto che i luoghi migliori secondo me sarebbero i palazzetti dello sport ma non è una soluzione facilmente realizzabile, bisogna trovare il modo per conciliare le esigenze televisive con la partecipazione del pubblico. Il pubblico deve essere sì presente ma non deve entrare in ogni inquadratura del biliardo. Il solo vedere persone che sonnecchiano o sbadigliano dà al telespettatore l'idea di assistere a qualcosa di noioso.

- Maggiore attenzione all'immagine degli atleti
Anche se in molti non sono d'accordo, io proporrei l'obbligo del papillon, anche d'estate. Vedere alcuni giocatori con lo zerbino a vista non è uno spettacolo edificante, può andar bene nella propria sala ma in televisione no.
Il biliardo è uno sport elegante, dobbiamo prendere spunto dal golf, dal polo, dall'equitazione, dalla nautica non dai lanciatori di forme di parmigiano.

- Maggiore impulso alle scuole-biliardo
Riconoscere un bonus a chi effettua corsi per i giovani, a chi prevede tariffe agevolate, ecc...

- Maggior presenza di gare locali
Bisognerebbe aumentare il numero di gare locali in modo da permettere una maggiore partecipazione all'attività biliardistica di base.

- Cofanetto partite
L'idea del cofanetto con le partite è ottima, solo in pochi riescono a seguire il biliardo in tv ed essendo aggiornato il sito di Raisport a cadenza "papae mortis" diventa praticamente impossibile accedere alle partite della stagione. Proporre agli appassionati un cofanetto con tutte le partite o magari un uscita trimestrale in dvd sarebbe ottimo, in alternativa...

- Archivio federale
La Federazione potrebbe creare una sezione dedicata (o un sito collegato) alle partite, operazione non particolarmente difficile visti i rapporti con la Rai.

E tanto altro...  ;)



Mi piace  :okpollicione:

Aggiungerei come elemento importantissimo l'aggiornamento del regolamento di gioco. Deve essere la "bibbia" che disciplina il nostro gioco, senza interpretazioni strane e postille comunicate solo agli arbitri (tipo il divieto di poggiare la stecca o il dito sul panno).
Ricordate...che il servo che nun se ribella...è peggio der padrone che lo comanda!!!!

http://www.strabiliardo.com Immagine
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 12:54

Messaggioda Billyard » venerdì 24 giugno 2011, 15:02

A sostegno di alcuni dei punti elencati si potrebbe dire inoltre che:

- se i dati economico-finanziari fossero comunicati via web si otterrebbe anche un risparmio in termini di spese di cancelleria ecc..., in quanto una siffatta comunicazione è idonea a raggiungere senza costi aggiuntivi sia i CSB che i singoli tesserati.

- l'omologazione deve essere fatta con criterio e non come semplice metodo per fare cassa. Alla fine dei conti posso anche accettare di dover versare un paio di euro in più su una stecca, ma non posso accettare di dover combattere con bollini che si staccano e che devono essere sostituiti a nostre spese. Io compro un attrezzo omologato e omologato deve rimanere nella sua vita utile, l'omologazione non può dipendere da un bollino posticcio.

- Come detto anche altrove, il nostro gioco attualmente si presta male all'avvicinamento da parte dei giovani, un ragazzo che ha bisogno di praticare non può permettersi di pagare 8-10€ all'ora per cui bisognerebbe sfruttare appieno le tessere di 4a categoria. Chi è tesserato in 4a categoria deve poter contare su sconti sull'orario o magari su pacchetti orari a tariffe agevolate, il circolo che fa questo deve vedersi riconosciuto un bonus a parziale ristoro dei minori introiti dei tavoli.

- Sul discorso partite si potrebbe raggiungere una soluzione ancora più semplice accordandosi con la Rai per la messa a disposizione in breve tempo delle partite sul portale Rai.tv. La Rai ha tutti gli strumenti per farlo e non è un'operazione complessa, basti vedere i film o le fiction che vengono caricate immediatamente dopo il passaggio in tv.
La Federazione non dovrebbe assumersi oneri e la cosa è di facile realizzazione. In ogni caso l'idea del cofanetto potrebbe anche essere un modo per racimolare qualche soldino visto che nessuno di noi negherebbe un contributo aggiuntivo pur di vedersi garantito un servizio del genere. Insomma l'idea è quella di puntare anche sulla maggiore diffusione delle partite, le vie da percorrere sono tante e una soluzione, se si vuole, si può trovare.

- un aggiornamento del Regolamento sarebbe auspicabile, quantomeno per eliminare alla radice alcune situazioni che in partita possono far degenerare l'incontro. Es. non è possibile che in una zona d'Italia la steccaccia sia fallo e in altre no, si riunisca una commissione e nel bene o nel male si definiscano delle linee guida "certe" in modo da limitare il più possibile errori "arbitrali e arbitrari".

- sarebbe una buona cosa anche pubblicare un elenco con i recapiti dei vari istruttori federali. Un nome da solo serve a poco, se si pubblicano anche una email o la sala dove di solito operano gli istruttori magari sarebbe più facile mettersi in contatto con loro per eventuali lezioni.
Ultima modifica di Billyard il venerdì 24 giugno 2011, 15:02, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Billyard
Non connesso
Avatar utente
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 786
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 7 agosto 2010, 15:29

Re: Consigli alla Fibis per la prossima stagione

Messaggioda simosdf » venerdì 24 giugno 2011, 15:24

una classifica che rispecchi i valori dei giocatori...
simosdf
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1034
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 24 agosto 2008, 18:41
Località: Cremona

Re: Consigli alla Fibis per la prossima stagione

Messaggioda MaurizioLudomania » venerdì 24 giugno 2011, 15:56

Billyard For President!!! :bigclap:  :bigclap:  :bigclap:  :bigclap:  :bigclap:
MaurizioLudomania
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 703
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 25 giugno 2005, 3:20
Località: trieste

Messaggioda Erne Favro » venerdì 24 giugno 2011, 23:59

colombo ha scritto:se  si potesse riparare con un tasto la vostra presunzione diventereste tutti intelligenti . tieniti il tuo sito FASCISTA

Potrei risponderLe inserendo come testo quelo che Lei mi ha inviato come MP in risposta ad una mia missiva, ma mi reputo un tantino più intelligente per cadere in siffatta diatriba.
Perà non posso e non voglio esimermi dal dirLe che quella parola da Lei scritta in maiuscolo a me è costata 6 mesi di squalifica. Chissà mai che venga applicata anche in questa circostanza visto e considerato che il forum è letto dai dirigenti federali
Erne Favro

Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce
Erne Favro
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1761
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 agosto 2009, 21:03
Località: Fossano (Cn)

Messaggioda Andros » sabato 25 giugno 2011, 0:40

erne64 ha scritto:Potrei risponderLe inserendo come testo quelo che Lei mi ha inviato come MP in risposta ad una mia missiva, ma mi reputo un tantino più intelligente per cadere in siffatta diatriba.
Perà non posso e non voglio esimermi dal dirLe che quella parola da Lei scritta in maiuscolo a me è costata 6 mesi di squalifica. Chissà mai che venga applicata anche in questa circostanza visto e considerato che il forum è letto dai dirigenti federali


erne..con certe persone non si parla..si tira lo sciacquone...
Il resto è fatica sprecata.
Io non potrò mai allenare la Juventus. Non vorrei che quando muoio Dio mi mandi all'inferno!(JM)
Le pecore temono i lupi, ma sono sempre i pastori che le portano al macello.
Il capitalismo? Una volpe libera in un pollaio. (E.Che Guevara)  
Andros
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11542
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 23:22
Località: Roma

Messaggioda Billyard » sabato 25 giugno 2011, 1:53

robymatteucci ha scritto:quoto in pieno billyard...e lo propongo x consigliere federale :okpollicione:

MaurizioLudomania ha scritto:Billyard For President!!! :bigclap:  :bigclap:  :bigclap:  :bigclap:  :bigclap:


Basta che non vi tiriate indietro quando verrò a chiedervi le firme per la candidatura!  :D

Per tornare seri...

- Campionato professionistico
Si potrebbe valutare l'opportunità di affiancare all'attività dilettantistica anche quella professionistica. Certo ora lo Statuto non lo consente ma una modifica è sempre possibile. Si potrebbe architettare un progetto che preveda la riformulazione delle categorie con l'afflusso degli attuali Nazionali Pro nella categoria Nazionali: questi giocatori oltre a giocarsi il titolo di Campione Italiano Nazionali si giocano i posti (es. 8-12) per accedere all'elite dei Professionisti.
Questi Professionisti verranno pagati da società sportive create ad hoc e parteciperanno ad una serie di gare che potrebbero prevedere tutte le specialità dei birilli (5-9-tutti doppi). In ogni gara si acquisiranno dei punti (come in Formula 1) e alla fine il giocatore con il maggior numero di punti si aggiudicherà il Campionato Italiano Professionisti, ricevendo una parte del montepremi che dividerà con la società sportiva di appartenenza (che è tenuta a reinvestire almeno il 10% in attività di promozione). Ovviamente questa è solo un'idea balzana, ci si può riflettere e scegliere un percorso sostenibile, in ogni caso la via del professionismo andrebbe quantomeno tentata.
Immagine
Billyard
Non connesso
Avatar utente
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 786
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 7 agosto 2010, 15:29

Messaggioda Andros » sabato 25 giugno 2011, 11:44

La via del professionismo non può essere pratica all'interno della Fed.
E sinceramente non avrebbe neanche tanto senso.
Fra le altre cose non credo che si possa cambiare lo statuto a tal fine.
Io non potrò mai allenare la Juventus. Non vorrei che quando muoio Dio mi mandi all'inferno!(JM)
Le pecore temono i lupi, ma sono sempre i pastori che le portano al macello.
Il capitalismo? Una volpe libera in un pollaio. (E.Che Guevara)  
Andros
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11542
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 23:22
Località: Roma

Messaggioda Billyard » sabato 25 giugno 2011, 12:01

Certo, rebus sic stantibus non è possibile avviare una qualsiasi forma di attività professionistica in quanto è implicitamente esclusa dall'art. 1 n.9 dello Statuto ma questo non vuol dire che sia impossibile accedere al professionismo. Occorre, in ossequio anche alla disciplina del CONI e dello Statuto stesso, una modifica dell'art. 1 e alcune norme complementari che disciplinino i requisiti e la qualità di atleta professionista.
Sul non avere senso ci andrei cauto...avere la possibilità di entrate "serie" e di accedere ad un montepremi finale di rilievo credo stimolerebbe molti a dare il massimo in termini di allenamento e livello di gioco espresso. Se metti in palio 2 noccioline anche il grande campione è stimolato fino ad un certo punto (fin dove arria la passione)...se sul piatto ci sono bei soldini vedi come corrono tutti ad allenarsi 10 ore al giorno...
Immagine
Billyard
Non connesso
Avatar utente
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 786
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 7 agosto 2010, 15:29

Messaggioda Andros » sabato 25 giugno 2011, 13:41

Forse non mi sono spiegato. Non dico che non si possa arrivare al professionismo. Dico che difficilmente una Fed dilettantistica possa fare certi cambiamenti.
E poi come ho già scritto, pensi davvero che se qualcuno ci mette i danè lascia gestire il tutto alla Fed?
L'esperienza Telepiù non ha insegnato nulla?
Non credo che i giocatori "PRO" stiano a pensare di rimanere dentro una Fed o meno, vanno dove ci sono i soldi.
E se è fuori dalla Fed non piangono di certo..anzi.
Io non potrò mai allenare la Juventus. Non vorrei che quando muoio Dio mi mandi all'inferno!(JM)
Le pecore temono i lupi, ma sono sempre i pastori che le portano al macello.
Il capitalismo? Una volpe libera in un pollaio. (E.Che Guevara)  
Andros
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11542
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 23:22
Località: Roma

PrecedenteProssimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 15 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 15 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti