RSS Facebook Twitter

CHIUSURA  BLACK BALL BILLIARDS (GO)

Sale biliardo: segnalazioni, nuove aperture e cambi di gestione

Messaggioda paciuli » martedì 22 gennaio 2008, 16:34

Ok Vittorio, ho letto la tua risposta, tutto ok  ;)  voglio soltanto precisare che non difendo nessuno, ma affermo soltanto che le discussioni al di sopra delle righe non mi piacciono in generale, e tanto meno se alcuni degli interlocutori sono assenti. Naturalmente anche loro sono invitati a unirsi a noi, e a discutere se hanno piacere di farlo... sempre con le dovute maniere  ;)  Un saluto anche a te  :)

--
Enrico

--------------------------
Powered by Immagine
--------------------------

BiliardoWeb Magazine, la rivista online dedicata al biliardo - http://magazine.biliardoweb.com
paciuli
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 6487
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 19 febbraio 2004, 22:26
Località: Bologna

Messaggioda vesuvioman » martedì 22 gennaio 2008, 16:45

Concordo pienamente sempre pronto a rispondere su qualsiasi argomento, convinto del fatto di non aveer offeso mai nessuno su questo Forum per il rispetto dovuto a chi lo frequenta e a chi mirabilmente lo gestisce... sempre che dire le cose come  stanno o come relmente sono andate venga considerato offensivo...
vesuvioman
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 20:51
Località:

Messaggioda thehotpotclubre » martedì 22 gennaio 2008, 21:04

ciao vitto. grazie per i complimenti,che vorrei ricevere anche da persone più attaccate alla mia realtà....Non ti nascondo che anche io nella completa (o quasi)ignoranza ho percepito del risentimento ,probabilmente umanamente comprensibile,nelle tue prime parole poi forse tardivamente rientrato nella seconda lettera.
Credo che tu sia la persona della seconda lettera e delle successive in cui ammetti una parte di errore e così continuo a considerarti.
fermo restando che dopo andrò a leggere il link di Gardin ti racconto un aneddoto che dovrebbe essere ,secondo me,l'atteggiamento giusto di un gestore nei confronti di chi si erge a capo di federazioni,enti o quant'altro:
un gestore si è visto arrivare in sala una persona distinta che si proponeva,dietro lauto compenso,di rilanciare uno sport con TV,sponsor che in parte avrebbe dovuto cercare anche lui ecc.....
La risposta fu: Io non so chi è lei nè chi sono gli altri: se volete fare giocare e crescere sportivamente dei giovani,ragazzi/e ,atleti/e tutto va bene. altrimenti quella è la porta.
ti garantisco che le parole,conoscendo il gestore,non furono così dolci ma questo gestore ha sollevato il solito problema base: se a monte non ci sono dirigenti capaci di unire il loro utile (GIUSTISSIMO SE NON ESASGERATO) alle necessita dei giocatori non c'è alcuna via di uscita.
Ricordo Margola quando da noi disse:i cani non devono iscriversi alle gare se no devono venire ed essere presi a pallate dai forti; si sentì dire che io avrei organizzato solo gare per esordienti e serie B e C. Peccato che anche la gara che abbiamo fatto con premi da A riservata a categorie inferiori non abbia trovato seguito perchè alcuni di questi giocatori grazie a politiche secondo me sbagliate si sono sentiti in diritto di chiedere rimborsi alle loro sale per venire a giocare.
Care Burbette,come si diceva a militare: il mio socio Fabrizio Borroni ,campione europeo e vice campione dl mondo, se ha giocato i mondiali a Siviglia [size=200]lo ha fatto a sue spese[/size].

Messaggio di Paciuli: Ho cancellato il quote al mio messaggio precedente, che sembrava non c'entrasse nulla  :)
thehotpotclubre
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 133
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 10 giugno 2007, 15:38
Località: reggio emilia

Messaggioda vesuvioman » martedì 22 gennaio 2008, 21:29

Caro Paolone il discorso del Dirigente lo conosco e non mi meraviglia....per il resto invito te e Fabrizio a non mollare che come giustamente dicono i Lombardi il lavoro paga sempre specialmente se ben fatto e voi con lo splendido locale che avete creato e l'ottima atmosfera che vi si respira sono certo che raccoglierete i frutti sperati,sempre felice di sentirti un caro saluto,Vittorio De Falco.
vesuvioman
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 20:51
Località:

Messaggioda Spiderman » martedì 22 gennaio 2008, 21:44

Ciao Paolo, capisco e, da appassionato prima che da giocatore, condivido la visione pulita che si dovrebbe sempre avere di ogni sport, compreso il biliardo.
E' anche vero, però, che ai livelli più alti di ogni disciplina si muovono dei soldi, pochi o tanti che siano. Ed è giusto che chi, come ad esempio il tuo socio, raggiunge i massimi livelli, vada riconosciuto degli sforzi fatti per arrivarci, del tempo investito sul biliardo (invece che a guadagnare soldi altrove o al cinema con la morosa) e del contributo all'immagine di uno sport che comunque va in televisione (con tanto di sponsor sui cartelloni) e deve essere un incentivo per i giovani che iniziano.

Nel pool (parlo per la mia disciplina) ci sono molte persone che pensano sia un loro diritto avere legittime possibilità di guadagnare, anche se il loro livello di gioco ancora non è all'altezza. Così partecipano solo a tornei di categorie inferiori (magari "mascherandosi"), a quelli con gironi a categorie separate per arrivare a premio senza incontrare quelli più forti, oppure pretendono vantaggi astronomici nei tornei misti. Dico questo perchè ne ho l'esempio plateale con il campionato della mia provincia, che si svolge solo perchè le serie "cadette" ottengono vantaggi enormi e possono battere anche chi si allena da una vita e magari può battere un campione del mondo (alla pari!).
Io dico che questo non è giusto. Quando iniziavo io (non sono poi così vecchio..) prendevo le pallate di cui parla Margola col sorriso sulle labbra, sapendo che era un passaggio per arrivare a giocare meglio e vincere legittimamente. Ora non è più così, una terza che deve giocare con me inizia lamentandosi come se lo truffassero, invece di godersi la possibilità di fare esperienza e, se lo merita sul campo, prima o poi di vincere partendo da 0-0.
Se vedo un giocatore che guadagna qualcosa, personalmente ho lo stimolo di allenarmi di più (pagando il tempo in sala), e se vedo un giovane che si impegna per raggiungere un traguardo, gli insegno volentieri quello che so.

Ciao! :)



---------------------------------------------------------------------------------------------------

www.play-pool.eu - PlayPool, Pool Related Clothes

(in inglese fa più figo, vero?)
Spiderman
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2020
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 maggio 2004, 12:32
Località:

Messaggioda vesuvioman » martedì 22 gennaio 2008, 23:18

OK signori tutto giusto quello detto da Francesco anche se il nome del Responsabile di tutte queste malsane abitudini sia io che te lo conosciamo vero Franci...stiamo comunque sbandando fuori pista rispetto all'inizio della discussione e cioe' cosa possono fare e cosa poter suggerire ai quei poveri coraggiosi dei propietari di Sale nel tentativo di aiutarli ad aumentare le frequentazioni dei propri locali  cercando anche agli stessi di far notare come ho tentato io all'inizio che gli agonisti sono altra cosa dai clienti chiamamoli occasionali o per non offendere nessuno non continuativi nell'arco della settimana a differenza di noi poveri ammalati di questo splendido Sport...su questi punti sono apprezzati suggerimenti e riflessioni.
vesuvioman
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 20:51
Località:

Messaggioda thehotpotclubre » mercoledì 23 gennaio 2008, 0:40

non ho mai discusso delle possibilità di guadagno di questi pseudo-manager di se stessi. Ma prima mi devono dimostrare :
1: di essere MANAGER e non gentucola improvvisata
2: di curare ANCHE gli interessi dei giocatori in toto, cioè anche le basse e medie categorie e questo non succede.

noi a tutt'oggi abbiamo chi organizza le nostre BTP che dice di fare questo lavoro per passione.
già se mi dice di guadagnare la metà del dovuto,gli dico bravo e non ci credo,anche perchè per una semplice legge di meritocrazia non sarebbe giusto ;figuriamoci così
Messaggio inserito da vesuvioman

OK signori tutto giusto quello detto da Francesco anche se il nome del Responsabile di tutte queste malsane abitudini sia io che te lo conosciamo vero Franci...stiamo comunque sbandando fuori pista rispetto all'inizio della discussione e cioe' cosa possono fare e cosa poter suggerire ai quei poveri coraggiosi dei propietari di Sale nel tentativo di aiutarli ad aumentare le frequentazioni dei propri locali  cercando anche agli stessi di far notare come ho tentato io all'inizio che gli agonisti sono altra cosa dai clienti chiamamoli occasionali o per non offendere nessuno non continuativi nell'arco della settimana a differenza di noi poveri ammalati di questo splendido Sport...su questi punti sono apprezzati suggerimenti e riflessioni.
thehotpotclubre
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 133
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 10 giugno 2007, 15:38
Località: reggio emilia

Messaggioda andrea23840 » mercoledì 23 gennaio 2008, 0:59

Buona sera a tutti..sono Alessandro Gallo...titolare del Thunderball di Udine. Il progetto Black Ball Billiards Monfalcone venne da me esaminato per primo nella primavera del 2003. Sono quindi a conoscenza dell' entita' degli sforzi previsti e sostenuti per la realizzazione dell' azienda in oggetto. Chi intraprende un' impresa si sottopone a dei rischi nella speranza di raggiungere un successo. A volte le proprie aspettative vengono deluse, per vari motivi che non voglio stare ad elencare. La storia di questa sala dice che il reddito d' impresa non è mai stato realizzato...ne' in presenza dell' innovatore Vittorio De Falco..ne' successivamente. Le discussioni sono belle se costruttive , finalizzate quindi al miglioramento. Trovo di pessimo gusto quanto affermato da Vittorio su Eric Geppert , inopportuno e inappropriato. Trovo buffo definire un' azienda in cui si sono persi denaro ed energia, quanti ne ha persi il sig. De Falco stesso, completa ed innovativa...in quanto il piede sbagliato e' stato proprio quello di partenza, per cui ...Non e' da oggi che per essere completi si debba essere in grado di far quadrare i conti.....mi pare che questi siano stati fatti tornare grazie ai propri patrimoni personali, piuttosto che con i volumi d' affari sviluppati. Eric è il vero patrimonio umano che ci è rimasto....quindi la discussione ha il fine di evidenziare la splendida persona che è. Tutto il resto sono cazzate dettate dalla frustrazione di chi non ha saputo farsi rispettare, non è stato capace di proporre o imporre decisioni o strategie di reale successo, ha senz' altro rimesso risorse in un'impresa che non ha dato le soddisfazioni sperate. Certamente la famiglia Geppert avra' commesso degli errori, ma se Vittorio De Falco ne era socio, le responsabilita' vanno equamente distribuite. Non sono a conoscenza di una dichiarazione di "fallimento" di una qualche autorita',  ma anche se fosse, Eric non sara' mai un fallito, perche' lui è gia' una persona di successo, in quanto tutti gli vogliamo bene, avra' sempre le porte aperte e nessuno mai si pentira' di avergli dato il bene che si merita. A proposito...oggi e' anche il suo 22esimo compleanno: AUGURI da tutti gli amici del Thunderball di Udine e del Giada di Pordenone...sei il numero 111111111111111111111111111111111. Alessandro Gallo.
andrea23840
Non connesso
Nuovo Arrivato
 
Messaggi: 1
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 23 gennaio 2008, 0:12
Località: Udine

Messaggioda ggac » mercoledì 23 gennaio 2008, 2:33

Buona sera e benvenuto

-----------------------------------------------------------------
"No! Non provarci. O lo fai o non lo fai. Non esiste la prova". (M.Y.)
-----------------------------------------------------------------
ggac
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2325
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2005, 20:20
Località: Fregene

Messaggioda Spiderman » mercoledì 23 gennaio 2008, 12:02

Messaggio inserito da thehotpotclubre

non ho mai discusso delle possibilità di guadagno di questi pseudo-manager di se stessi. Ma prima mi devono dimostrare :
1: di essere MANAGER e non gentucola improvvisata
2: di curare ANCHE gli interessi dei giocatori in toto, cioè anche le basse e medie categorie e questo non succede.


Vangelo.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

www.play-pool.eu - PlayPool, Pool Related Clothes

(in inglese fa più figo, vero?)
Spiderman
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2020
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 maggio 2004, 12:32
Località:

Messaggioda Spiderman » mercoledì 23 gennaio 2008, 12:06

Ciao Alex e benvenuto. A parte questa discussione, per la cui prosecuzione ho già pronti i popcorn  ;)  :D , mi auguro che parteciperai anche a qualche sano dibattito puramente biliardistico.
Francesco Tomati :)

---------------------------------------------------------------------------------------------------

www.play-pool.eu - PlayPool, Pool Related Clothes

(in inglese fa più figo, vero?)
Spiderman
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2020
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 maggio 2004, 12:32
Località:

Messaggioda thehotpotclubre » mercoledì 23 gennaio 2008, 13:27

caro francesco.
che le categorie minori debbano pagare un giusto pedaggio al loro ruolo di tirocinanti è giusto, ma il discorso di margola era ben più denigratorio ed offensivo nelle terminologie usate.
ricordati che se non si crea un costante ricambio generazionale i cari margola e chi come lui, finirà col giocare da solo e senza creare indotto a noi poveri gestori di sala....
ricorda anche che non tutti hanno ambizioni esagerate pur magari nutrendo una sana passione; e sono proprio questi a non dovere essere penalizzati.
cerchiamo dunque di trovare  un punto d'incontro il più congruo possible.
ti ricordo anche che non tutti hanno possibilità economiche uguali ed anche questo è un fattore che amplifica il fatto di venire presi a pallate e frena di conseguenza la voglia di partecipare
alle gare. per il resto ti confermo che il tirocino è un passaggio obbligato per diventare "campioni".
ciao. paolo
Messaggio inserito da efren

Ciao Paolo, capisco e, da appassionato prima che da giocatore, condivido la visione pulita che si dovrebbe sempre avere di ogni sport, compreso il biliardo.
E' anche vero, però, che ai livelli più alti di ogni disciplina si muovono dei soldi, pochi o tanti che siano. Ed è giusto che chi, come ad esempio il tuo socio, raggiunge i massimi livelli, vada riconosciuto degli sforzi fatti per arrivarci, del tempo investito sul biliardo (invece che a guadagnare soldi altrove o al cinema con la morosa) e del contributo all'immagine di uno sport che comunque va in televisione (con tanto di sponsor sui cartelloni) e deve essere un incentivo per i giovani che iniziano.

Nel pool (parlo per la mia disciplina) ci sono molte persone che pensano sia un loro diritto avere legittime possibilità di guadagnare, anche se il loro livello di gioco ancora non è all'altezza. Così partecipano solo a tornei di categorie inferiori (magari "mascherandosi"), a quelli con gironi a categorie separate per arrivare a premio senza incontrare quelli più forti, oppure pretendono vantaggi astronomici nei tornei misti. Dico questo perchè ne ho l'esempio plateale con il campionato della mia provincia, che si svolge solo perchè le serie "cadette" ottengono vantaggi enormi e possono battere anche chi si allena da una vita e magari può battere un campione del mondo (alla pari!).
Io dico che questo non è giusto. Quando iniziavo io (non sono poi così vecchio..) prendevo le pallate di cui parla Margola col sorriso sulle labbra, sapendo che era un passaggio per arrivare a giocare meglio e vincere legittimamente. Ora non è più così, una terza che deve giocare con me inizia lamentandosi come se lo truffassero, invece di godersi la possibilità di fare esperienza e, se lo merita sul campo, prima o poi di vincere partendo da 0-0.
Se vedo un giocatore che guadagna qualcosa, personalmente ho lo stimolo di allenarmi di più (pagando il tempo in sala), e se vedo un giovane che si impegna per raggiungere un traguardo, gli insegno volentieri quello che so.

Ciao! :)



---------------------------------------------------------------------------------------------------

www.play-pool.eu - PlayPool, Pool Related Clothes

(in inglese fa più figo, vero?)
thehotpotclubre
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 133
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 10 giugno 2007, 15:38
Località: reggio emilia

Messaggioda vesuvioman » mercoledì 23 gennaio 2008, 18:12

Cari  Enrico e Francesco sono dispiaciuto dover ritornare su un argomento si da me toccato ma solo in maniera marginale ed anche se  avendolo scritto chiaramente nel mio secondo post vi e’ancora  qualcuno, nella fattispecie il Sig. Gallo di Udine ,che io conosco personalmente per aver condiviso oltre due anni di vita agonistica del Pool nel periodo da me trascorso in Friuli che sorprendendomi notevolmente  si innalza a difensore  della famiglia geppert  in generale e di eric in particolare da me ritenuto chiaramente  estraneo al fallimento del locale…ma sinceramente a questo punto mi preme dare risposte esaudienti e precise ad accuse ed ironie secondo me totalmente inesatte e fuori posto…ma andiamo per gradi:
1)Il buon Alex e’ vero che fu per primo chiamato per esaminare il progetto black ball billiards ma nemmeno lui sa che fu totalmente in maniera aleatoria perche’ la famiglia geppert aveva già deciso di scartarlo sia per Udine dove poi egli ha aperto l’attuale thunderball che per Monfalcone essendo il Sig. Gallo uscito dalle grazie dei coniugi geppert  in special modo della sig. ra geppert. Se Alex ha dubbi in merito o gradisce ulteriori particolari basta che mi contatti privatamente in modo da non tediare di particolari  che risulterebbero ai più di scarso interesse.
2) Il sottoscritto per tutto il periodo maggio 2003-gennaio2008 compresi quindi anche i due anni e mezzo successivi alla mia uscita dalla societa’ non puo’ rivolgere nessun commento o giudizio negativo di eric  geppert nominato nel mio primo post solo per una sua  frase a me arrivata dopo essere andato via che avevo spiegato anche questa nel mio secondo post,avendolo sollevato indicando in errate scelte paterne e materne le colpe del tutto  
3) Voglio rassicurare l’ottimo Alex che fortunatamente il sottoscritto nel progetto black ball billiards tra cio’ che ha investito prima e durante e quello ripreso dopo nonostamente ad oggi  gli viene meno ancora una discreta cifra da avere dalla famiglia geppert  non ci ha rimesso denari anzi….ed oltretutto non conosco nessun progetto vasto come lo era il black che poteva in un anno e mezzo di mia gestione, non autonoma purtroppo questo devo dartene atto , rientrare o fare totalmente fronte alle spese con gli incassi sicuramente non marginali al contrario da quanto qualcuno ti deve aver raccontato.
4)Mi dispiace affrontare questa parte inerente rispetto ed apprezzamento anche perche’ mi fa tanta meraviglia provenga proprio da te che piu’ volte dopo la data di cessione del mio 50% mi testimoniasti  approvazione e solidarieta’ per la scelta nei mesi da me trascorsi in Friuli  prima di tornare a Napoli ben sapendo i motivi che mi avevano spinto a far finta di accettare la situazione per arrivare indenne al momento della cessione …dicevo che tu ben sapevi nel senso che era facile per chiunque avere il coltello dalla parte del manico in una situazione dove la cara famigliola allora non aveva nulla da perdere essendo io l’unico a figurare potendo i geppert  escluso eric fino ad oggi poter firmare al massimo….autografi  per le vicende che appunto tu ben conosci…
5)Sulle carte che evidenzino un fallimento con dispiacere ti assicuro che non tarderanno ad arrivare anche perche’ la chiusura e “fuga” da dove era ubicata la struttura rappresentano piu’ di un segnale…e poi vai a dirlo alla societa’ milanese proprietaria delle mura o ai tanti fornitori che devono avere e non credo che questa tua esternazione venga accolta da tanti applausi…
6)Per  quanto concerne il lato umano sono pienamente concorde e anche se ho dimenticato la data gli faccio i migliori auguri sia per il suo compleanno, ricordo di aver festeggiato insieme il suo 18° a Trieste sicuramente piu’ spensierato di questo,ma principalmente per il suo futuro che se potessi dargli un consiglio spero per lui non sia piu’ dipendente dalle scelte e magagne paterne e materne e con quest’ultimo punto saluto anche te  conservando nei tuoi confronti una simpatia intatta nel rispetto del tuo essere sempre schietto e diretto con l’unico neo forse in questo caso di esserti esposto per altri senza essere attore protagonista della storia e quindi non conoscendo tutto il “copione”….nonostante tutto un abbraccio affettuoso, Vittorio De Falco.
vesuvioman
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 20:51
Località:

Messaggioda Ernst » mercoledì 23 gennaio 2008, 18:22

Immagine




--------------------------
Powered by Immagine
--------------------------

[color=red]Suntu!!!!!!
Ernst
 

Messaggioda Bubithepresident » giovedì 24 gennaio 2008, 13:44

Buongiorno a tutti volevo solo fare una precisazione e poi dare una mia opinione.
La precisazione è che la regione non è Friuli ma Friuli Venezia Giulia,così tanto per essere precisi!!! :D
Per quanto riguarda la gestione delle sale biliardo dico subito che non sono uno del mestiere quindi la mia è un'opinione che potrebbe essere quella di un qualsiasi cliente - giocatore di biliardo. Innanzitutto si dovrebbe scegliere se fare una sala biliardo aperta al pubblico oppure un circolo. Nella seconda ipotesi si risolverebbero i problemi dei ragazzini troppo esuberanti, certo che con la prima,con una sala biliardi aperta al pubblico,i guadagni sono teoricamente superiori, però bisogna fare una scelta. Quindi come prima si è detto che non è giusto pagare anche le categorie più basse perchè dovrebbero tesserarsi e giocare le gare per passione,(cosa con cui, da una parte concordo)così chi apre una sala biliardo ed è magari un giocatore, lo dovrebbe fare per passione (non ho detto gratis),quindi aprire un circolo,rinunciando così a quegli eventuali incassi in più che ci possono essere con un locale pubblico. Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca!!! Comunque capisco anche le lamentele di chi possiede una sala,ma purtroppo questo è dovuto al fatto che il biliardo sta perdendo importanza. Ogni hanno ci sono sempre più giocatori, anche forti, che cessano l'attività agonistica ad alto livello proprio perchè non merita più. Oppure più semplicemente molti ragazzini preferiscono il computer o crollare al banco di un bar piuttosto che passare delle ore spensierate nella pratica di quello che secondo il mio modesto parere, è un degli sport più affascinanti.
Il discorso purtroppo non è facile.
Ciao a tutti!

Ah si dimenticavo,una bella mangiatoia d'oro per cibare i maiali ci sta e porta i suoi frutti. Garantito! Grunf!
Bubithepresident
Non connesso
Nuovo Arrivato
 
Messaggi: 4
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 13:20
Località:

PrecedenteProssimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 7 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 7 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti