RSS Facebook Twitter

Nuovo "giocatore" 5 birilli

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Nuovo "giocatore" 5 birilli

Messaggioda berlui » martedì 7 dicembre 2004, 10:08

Ciao a tutti, sono un pivello del biliardo, solo da pochi mesi (3), grazie ad un corso organizzato dalla circoscrizione mi sono avvicinato a questo meraviglioso sport e con un amico ci si vede un paio di volte la settimana anche extra corso.
Ho un grosso dubbio: scorrendo internet, sfogliando alcuni testi ho visto che ci sono infiniti modi di calcolare i tiri, con infinite numerazioni dei diamanti. Al corso ci hanno spiegato di partire da 0 a 80 sulla sponda lunga e da 0 a 40 sulla corta, ma poi trovo di tutto ed ovviamente non mi ci ritrovo tanto.
Alcuni sistemi di calcolo richiederebbero di portarsi in sala non la stecca ma il computer!! Ho optato allora per..... guardare quelli bravi e cercare di memorizzare i punti di battuta e usare un mix tra calcolo ed intuito (il mio amico dice cu...o)
Che ne dite, sto seguendo la strada giusta?
berlui
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 228
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 novembre 2004, 12:00
Località: Pescara

Messaggioda amelie » martedì 7 dicembre 2004, 10:38

Ciao Berlui!
Benvenuto nel forum!
Ho visto che sei di Pescara! Io sono venuta un paio di anni fa (forse più) a fare una gara (più che altro un giro eno-gastronomico) lì da te. Un'esperienza bellissima, divertente e... squisita parladno da un punto di vista della cucina locale!
Torniamo al biliardo. Quello che ti posso dire io è che a me è sempre stato detto di prendere un conteggio, di assimilarlo bene (cosa che sto ancora facendo) e poi.... ma tanto poi..... guardarsi in giro e provare. Quasi tutti i sistemi sono validi ma il mio personale consiglio è quello di approfondirne uno, in questo caso quello base che ti insegnano, e poi, una volta che lo hai fatto tuo puoi provare tutti gli altri e.... in base all'esperienza personale trovare quello che ti sembra più semplice ed efficace.
Ciao e a risentirci presto!

Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Messaggioda berlui » martedì 7 dicembre 2004, 10:54

Ciao Amelie,
grazie per la risposta, prendere un sistema e "sviscerarlo" effettivamente e' la soluzione migliore, anche se devo dire che giocare da solo alla fine .... le palle non sono solo sul biliardo ;-)

Ciao
Luigi.
berlui
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 228
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 novembre 2004, 12:00
Località: Pescara

Messaggioda Claus72 » martedì 7 dicembre 2004, 14:59

Ciao berlui, benvenuto nel forum,

Io sono ancora più drastico di Amelie: se stai iniziando scordati dei conteggi...ci sono 100 cose più importanti nel biliardo che i conteggi, questa la mia umile opinione, i sistemi sono como le pallottole: possono essere micidiali...se hai un'arma con cui spararle...a mani nude non servono a niente. Prima costruisciti un buon fucile e dopo prova diverse pallottole per vedere con quale ti trovi meglio.
La dinamica delle biglie è un tema molto più affascinante dei conteggi: perchè alcuni tiri si fanno con la stecca parallela e altri con la stecca inclinata, cosa cambia muovendo l'impugnatura avanti o indietro, stringendo o meno il calcio, penetrando o trattenendo, steccando verso il basso o verso l'alto, e così via...un'infinità di sfumature che cambiano la reazione delle biglie e che devi imparare a usare a tuo favore...dopo vengono i sistemi, per essere più precisi e/o più consistenti su certe tipologie di tiro. Ma il sistema è un mezzo non un fine, il fine è sapere con un margine di errore minimo come si comporteranno le biglie, questa secondo me è l'essenza del biliardo.

________________________
No es la adversidad la que separa los seres, sino el crecimiento... Pablo Neruda
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda berlui » martedì 7 dicembre 2004, 18:05

Ciao Claus, si, in effetti come dice anche chi ci segue nel corso "prima di tutto si deve imparare a colpire la palla, dopo viene tutto il resto" .... ed effettivamente tra me e la bilia c'e' un certo "disaccordo" su dove si vuole andare !! e spesso vince lei :-(
berlui
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 228
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 novembre 2004, 12:00
Località: Pescara

Messaggioda ares » martedì 7 dicembre 2004, 18:39

io gioco contando, anche perchè così ho imparato... sicuramente ha ragione claus ma, nello stesso tempo amelie, fossi in te imparerei prima come colpire le palle di prima (dove raramente si conta), comprerei un buon libro e mi allenerei DA SOLO un paio di orette la settimana...
comunque un grosso benvenuto

Ares
ares
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1334
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:56
Località: Milano

Messaggioda Bruce » mercoledì 8 dicembre 2004, 7:23

Ares, prima di contare bisogna ricordarsi le tabelline, te le ricordi?  :D

P.S. Ti manca Cico eh?
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3723
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 13:38
Località: Monza

Messaggioda ares » mercoledì 8 dicembre 2004, 12:31

1x1..... 2?
ma, hai ragione.... "la matematica non sarà mai il mio mestiere" come diceva anche venditti....

Ares
ares
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1334
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:56
Località: Milano

Messaggioda Claus72 » mercoledì 8 dicembre 2004, 16:16

Chiarisco che io sono perfettamente d'accordo con Amelie...ma credo che questo sia un discorso per giocatori più avanzati, non per chi è alle prime armi.

________________________
No es la adversidad la que separa los seres, sino el crecimiento... Pablo Neruda
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda effeeffe » mercoledì 8 dicembre 2004, 23:50

Essendo tu veramente alle prime armi, sottoscrivo in pieno il consiglio che ti è stato dato di focalizzare la tua attenzione sui tiri diretti...nel contempo comincia ad assimilare le traiettorie indirette "ad occhio", solo quando la tua padronanza nel trattamento della battente (in special modo nel dosare gli effetti) sarà sufficientemente costante, allora potrai iniziare ad applicare, con successo, i metodi di conteggio per i tiri indiretti.
In bocca al lupo!
effeeffe
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 972
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 8 dicembre 2004, 23:33
Località:

Messaggioda meanza » venerdì 10 dicembre 2004, 11:37

Ciao Berlui, io sono nella tua identica situazione...quando ho iniziato per prima cosa ho dovuto capire cosa si può tirare e cosa no, entrare nello spirito del gioco insomma. Step successivo è stato scontrarsi con la voglia di fare punti a tutti i costi, quindi mi sono fatto spiegare una marea di conteggi che chiaramente non padroneggiavo e non padroneggio nemmeno ora! Poi un gentil Vecchietto si è avvicinato al mio tavolo una sera che da SOLO provavo  a tirare l'acchito (ne avrò tirati 400 in tree ore- ed ora ho capito, non mi viene ma ho capito) e mi dice...ma come diavolo sei messo? Ma la palla la vuoi bucare o speri rotoli da sola? Per farla breve, mi ha aperto un C**o come una cpanna. Mi ha chiarito un paio di cose di postura, di impugnatura e mi ha fatto scoprire l'immenso mondo di "COME SI COLPISCE LA BILIA"....i giri mi son sempre venuti, ma ora non entro a bere!!!

Morale, finchè non hai sensibilità sul tiro e non giochi cn 2 bilie....abbastanza inutile contare....ma nel dubbio scaricati un sacco di conteggi e provali ;)
meanza
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 258
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 27 luglio 2004, 14:23
Località: Milano

Messaggioda Stelvio » venerdì 10 dicembre 2004, 13:50

ciao Berlui  e benvenuto.
Non sono nelle condizioni di insegnare o dare consigli, però posso raccontarti una cosa. Mio figlio 4 anni fa si è avvicinato al biliardo e a detta di molti mostrava del talento naturale. La prima cosa che gli hanno insegnato è spegnere il tabellone segnapunti, non voler fare "la partita" ma ... scegli un tiro (ogni giorno diverso) e ripetilo una, due tre ore finchè le biglie (e non solo l'avversaria) vanno a finire dove hai pensato tu di mandarle.
Quando sai fare questo impara qualche conteggio per raggiungere le biglie dall'altra parte del castello e rivai una, due, tre ore su quel conteggio.
Che palle !!! vero ?!?!
dimenticavo di dirti che mio figlio oggi ha 18 anni ed è un prima categoria (a detta di molti) molto bravo e promettente.
coraggio .....

ciao

___________________________________________________________________________
in ogni competizione il primo è il vincitore, il secondo è il primo degli sconfitti - (Stelvio)
___________________________________________________________________________
Stelvio
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1741
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 13:13
Località: Pavia

Messaggioda luca » sabato 11 dicembre 2004, 1:36

ciao berlui sono luca se posso consigliarti,la prima cosa da imparare e' l'impostazione del corpo,perche' se anche sai colpire una biglia, se non sei messo bene con il corpo ti puoi sempre muovere al momento del tiro,e quando ti sei mosso hai gia' sbagliato il tiro.
luca
Non connesso
Nuovo Arrivato
 
Messaggi: 4
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2004, 10:26
Località:

Messaggioda Rafflesia » domenica 12 dicembre 2004, 8:28

Invece ti consiglio, su vuoi iniziare anche a giocare di sponda, di non imparare con i conteggi ma cercare di farti insegnare l'uso delle parallele... per ogni tiro indiretto ovviamente...

C'è un solo è unico motivo perchè ti consiglio questo:
I conteggi, se non supportati da una tecnica soddisfaciente, non sono efficaci.. invece le parallele sono parecchio più vicine al tiro a "occhio"... e ti rendono nel contempo più sicuro perchè l'esecuzione del tiro non ti riempe la testa di calcoli e compensazioni che possono danneggiare la concentrazione..

Te ne parlo io perchè conosco più o meno due tre conteggi minimo per ogni tiro indiretto(non in posizioni assurde) che si può avere nelle grandi categorie dei tiri che si verificano con più frequenza...

Li sto lentamente abbandonando(ovviamente non tutti) per cercare dei sistemi più vicini ai parallelismi...

Sto ottenendo dei miglioramenti non indiffenti...
Rafflesia
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 249
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 15 giugno 2004, 15:53

Messaggioda berlui » lunedì 13 dicembre 2004, 11:37

Ciao e grazie a tutti, sono stato fuori e sinceramente non pensavo di trovare tante risposte!!
Come diceva Meanza anche io sono stato ieri a provare i "tiri di misura" di acchitto su sponda lunga e corta. Certo il braccio migliora ma effettivamente il divertimento latita..... Ritengo sia lo scotto da pagare all'inizio, come il tennista contro il muro, per apprezzare tutta l'arte del gioco in seguito.

Ciao
Luigi.
berlui
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 228
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 novembre 2004, 12:00
Località: Pescara

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 16 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 16 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti