RSS Facebook Twitter

La stecca..questa grande amicona.

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Messaggioda clomby » venerdì 24 settembre 2004, 18:12

Concordo, il braccio fa un 90% buono, e sono sicuro che un Cifalà o un Gomez o un Albrito (giocatori che tra l'altro si vedono spessissimo nella sala che frequento) saprebbero fare gli stessi tiri anche con un legnaccio. Certo è che comunque da stecca a stecca ce ne passa. E non è per fare il pignolo ma cambiamenti se ne sentono addirittura cambiando cuoietto o bilanciatura. Ma poi non esageriamo che anche i "grandi" si infastidiscono per un legnaccio (mai visto un grande usare un legnaccio) o un panno usurato e non riscaldato (mai visto un grande giocare in tali condizioni). Ragazzi per Giocare a biliardo serve la Tua stecca Personale, un tavolo regolare e il cervello...
clomby
Non connesso
Nuovo Arrivato
 
Messaggi: 2
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 13 settembre 2004, 17:32
Località:

Messaggioda Bruce » domenica 26 settembre 2004, 1:50

Ciao a tutti, secondo me la stecca è una cosa troppo personale per dire quale è meglio delle tante che sono in commercio.
Una volta, quando provavo le stecche degli altri, sembravano sempre più belle della mia, era solo una questione di concentrazione maggiore al momento del tiro.
Ora che sono migliorato quando la provo, riesco a distinguere una stecca quando va bene "per me". E' tutto l'insieme che conta, il puntale deve tirare dritto e spingere bene, il manico deve darti la possibilità di bilanciare bene il tutto e perciò avere una o due aste per i pesi più lunghe possibili ed una impugnatura comoda, una stecca bilanciata male fa scartare diversamente il puntale perciò il manico è importante al 50 %. Purtroppo devo constatare che tanti badano più all'estetica o alla firma della stecca. Spesso delle stecche che ti danno di più, cioè molto sensibili di taglio e che davanti spingono molto, danno di più al giocatore forte che è in grado di governarla, ma tolgono molto al principiante; è come se si desse da guidare una Ferrari a una persona neo patentata, spero di aver reso l'idea.
Ci sono dei giocatori che danno delle direttive ben precise alle case costruttrici per avere una stecca con caratteristiche a loro congeniali; invece ce ne sono altri a cui vengono proposti dei prototipi di stecca e li firmano, non curando minimamente i particolari, tanto con la firma la stecca si vende da sola....... Sta alla nostra intelligenza scegliere la stecca, se non si è molto ferrati in caso di prove e bilanciamenti affidiamoci a qualche amico più bravo di noi e diffidiamo dei gestori delle sale se non li conosciamo bene, per loro, le stecche che vendono sono tutte super!!!!! Se la stecca è firmata e va bene, penso che un capriccio ce lo potremo pure togliere, anche se spendiamo un poco di più. Ciao, alla prossima.
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3723
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 13:38
Località: Monza

Re: La stecca..questa grande amicona.

Messaggioda mv64ariete » sabato 8 gennaio 2011, 0:02

nessuno di voi ha provato la lm drago 4 pezzi??? :rolleyes:
mv64ariete
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 92
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 28 dicembre 2010, 16:01

Messaggioda danijel » giovedì 3 febbraio 2011, 2:13

Si è parlatpo della cifalà dei primi 2000...quella con astina da 10cm........ho potuto ammirare diverse sedute tra cifalà e zito a reggio c. in quegli anni..........cifalà aveva 2 stecche piene di pezze e nastri isolanti(lo sapete che mettendo nastro isolante intorno alle impugnature potete aggiustare i pesi vero? ;-)))
cmq.....volevo curiosare sulle bilanciature ma non gli ho chiesto certamente nulla,poi cifalà regala una delle sue stecche ad un ragazzo del posto......e sapete cosa???il fondello era incollato con attack!!!meditate gente....meditate.....
Alla fine il forte è sempre forte,ma sono sempre convinto che la stecca di X è diversa dalla stecca in vendita firmata da X. ;)
danijel
Non connesso
Utente Ordinario
 
Messaggi: 26
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 11 gennaio 2011, 20:50

Re: La stecca..questa grande amicona.

Messaggioda trytrai » giovedì 3 febbraio 2011, 2:58

cosa intendi che mettendo nastro isolante si aggiustano i pesi? non capisco . grazie  :ciao:
trytrai
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1086
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 22 settembre 2004, 17:28
Località:

Messaggioda danijel » giovedì 3 febbraio 2011, 9:21

quella stecca in particolare era poco personalizzabile.era molto conica nel manico e con un puntale carbonlegno grigio-blu ke era veramente rigido(per me era un fucile di puntale e l'ho subito messo sulla mia maggio)così x spostare le bilanciature eri costretto a nastrare la stecca,così facendo aggiungevi peso.......anche se nn di metallo ma di nastro e colla :fico:
qualcuno è arrivato a nastrare anke i puntali subito dopo l'attacco........e tutt'ora ne ho visti in giro di puntali nastrati,anke punte joker(ke si possono riempire tranquillamente vista l'apertura dell'attacco).
danijel
Non connesso
Utente Ordinario
 
Messaggi: 26
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 11 gennaio 2011, 20:50

Precedente


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 7 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 7 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti