RSS Facebook Twitter

Biliardo o.... ping pong!!

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Biliardo o.... ping pong!!

Messaggioda amelie » lunedì 18 ottobre 2004, 6:18

Salve a tutti.
Ci ho pensato molto prima di scrivere questo post nella sezione tecnica, ero indecisa con il forum libero ma penso che qui sia azzeccata.
Ieri ero a Novellara a guardarmi le finali della gara nazionale, mi sono fermata a vedere la partita Quarta-Riccardo ora, nulla voglio togliere ai due giocatori, il primo nel giro di tre anni è passato dalla terza categoria alla prima e l'anno scorso è saltato direttamente nei professionisti senza passare dai nazionali, il secondo è un 'ottma prima categoria di Pavia.
Ma io ho avuto l'impressione di assistere ad una partita di.... ping pong non di biliardo!! Botte da tutte le parti, da 10 ma sempre a tirare a tirare anche le orecchie di bilia! Ho visto strisci puntati e sponde palla diventare raddrizzi di prima! Devo dire la verità, questo tipo di biliardo sarà anche efficace e farà anche spettacolo ma a me non piace per niente! Dove sono finiti i campioni che rinunciato al tiro rischioso per mettere in difficoltà l'avversario? Dove è finita la classe? l'eleganza? la bellezza delle geometrie per creare messe impossibili?
Devo dire che mi sono divertita di più a guardare Mannone-Campostrini dove il mio campione preferito ha sudato e lottato, incalzando Campostrini sempre avanti di 20 punti fino a raggiungerlo e, anche se la meglio l'ha avuta Campostrini,portarsi sempre sul 60 pari.
E' questo il biliardo del futuro? Si giocherà a chi tira di più?? Magari facendo la fine di Riccardo che su un traversino a girare che io non avrei mai tirato vista la presenza del pallino in zona acchitto, tira e beve 14!! Però se gli andava bene i 14 li faceva..... se gli andava bene però!!
Bho.... non so, voi che ne pensate?

Amelie



Scritto Da - amelie il 18 Ottobre 2004alle ore  07:23:46
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Messaggioda luigi » lunedì 18 ottobre 2004, 8:28

Mia Carissima Amelie,
da oggi a fianco delle due foto che Tu sai, me ne porterò in giro una terza, la... TUA!!!
Quello che dici merita un abbraccio grande grande... Grande, io "questo" ne penso.
Luigi





Scritto Da - luigi on 18 Ottobre 2004  09:30:46
luigi
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1393
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Messaggioda amelie » lunedì 18 ottobre 2004, 16:22

Ciao Luigi,
credo che la mia foto in mezzo ai due mostri sacri stonerebbe un po' ma ti ringrazio del pensiero.
Ma probabilmente siamo solo io e te a pensarla così? Non è che viviamo in un mondo di bombardieri e non ce ne accorgiamo vero??
Sono un po' preoccupata devo dire....
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Messaggioda trytrai » lunedì 18 ottobre 2004, 18:24

si amelie hai ragione anche se sono dei campioni (e fenomeni) il biliardo cosi non piace neanche a me. nessuno rinuncia piu' si pensa a marcare il piu possibile e basta. 2 anni fa a prato ho visto una semifinale mannone belluta dove dopo 20 minuti di gioco stavano ancora 10 a 7 non tiravano i filotti x una steola difficilissima uno sprttacolo nello spettacolo x che poi questi quando è venuto il momento non è che i filotti li sbagliano.
trytrai
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1089
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 22 settembre 2004, 17:28
Località:

Messaggioda Andros » lunedì 18 ottobre 2004, 23:25

..purtroppo hanno ragione loro amelie...vince chi fa piu' punti, e se in una partita capita di "tirare " tanto significa che i due giocatori tutto sommato, mostri non sono...magari contro un Mannone od un Belluta tutte quelle occasioni non le avrebbero avute, e sarebbero stati molto piu' attenti..
Andros
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11542
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 23:22
Località: Roma

Messaggioda Bruce » lunedì 18 ottobre 2004, 23:34

Hai ragione Amelie, io preferisco vedere la perfezione nei tiri di Albrito o Belluta, nel biliardo di oggi la differenza la fa la biglia davanti e chi sa realizzare come Maggio e Quarta ha sicuramente una marcia in più. Chissà se diventerà come nel tennis, io lo seguivo qualche anno fa ma da quando si è velocizzato il gioco e si tira solo da fondo campo lo spettacolo è penalizzato.
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3723
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 13:38
Località: Monza

Messaggioda Stelvio » martedì 19 ottobre 2004, 11:42

Per quelli della mia età (50+) citerei proprio l'esempio del tennis: ricordate Panatta - Nastase ? poi si è passati a Connors e poi via via fino ad oggi (che non so più nenache i nomi dei tennisti del momento). Dallo spettacolo alle botte da fondo campo.
Nel biliardo ormai molti sono come dice l'amico Trandafilo
"tira 'na botta terrificante".
Anche nel centrare sempre il filotto, sempre e dovunque non è facile ma la delicatezza di un tocco di bilia verso una steola o a piazzare la propria in angolo o tirare un giro passante è senz'altro più spettacolare.
Io non sono a questo livello, ma per (mia) fortuna mio figlio crede ancora in questo biliardo e gioca di conseguenza.
Purtroppo capita (e non raramente) che perda contro picchiatori che sparano su bilia avversaria e pallino e.... finchè va ....!!!
Io cerco di insegnargli a ... non demoralizzarsi e non desistere: un pò di giustizia in questo mondo (biliardo) ci deve pur essere !!!

___________________________________________________________________________
in ogni competizione il primo è il vincitore, il secondo è il primo degli sconfitti - (Stelvio)
___________________________________________________________________________
Stelvio
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1741
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 13:13
Località: Pavia

Messaggioda amelie » mercoledì 20 ottobre 2004, 8:27

Salve ragazzi!
Andros ha detto.... hanno ragione loro... ma io non ne sono convinta. Forse l'irruenza e la spudoratezza prendono il sopravvento in alcune partite portatndo a vittorie schiaccianti però se osserviamo .... a Novellara uno "sparatutto"come Quarta cede lo scettro a Mascolo, all'Accademia di Brescia lo stess Quarta cede il primo posto a Mannone, al Campionato Italiano di Saint Vincent vince Bombardi, a verbania in finale ci vanno padre e figlio Fillia.... secondo me alla fine il bel gioco premia, dovremmo impegnarci tutti, professionisti e nazionali compresi (quelli che giocano pulito naturalmente) a cercare di mandare a casa questi massacratori di birilli, e cercare di fargli capire, facendoli perdere, che quello che loro praticano non è bliardo. Certo non è semplice, ho visto campionio del calibro di Mannone, Borroni, Martinelli in serie difficoltà con questi cecchini, ma dovrebbe essere così anche perchè ultimamente esiste anche questo alibi no??.... ci spara dentro sempre, tira tutto e gli va sempre bene.... ma se le bilie da tirare non le vedesse??
Cmq sia..... in alto il BEL BILIARDO!!!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Messaggioda Ryno » mercoledì 20 ottobre 2004, 10:37

Cari Amelie e Amici,
personalmente il giocatore in questione non è che mi sia molto simpatico,ma mi sono sentito,anzi mi avete fatto sentire, in dovere di spendere due parole in sua difesa.
Purtroppo,anzi fortunatamente,a biliardo ci sono sempre stati,e ci saranno sempre,i vari Diomaiuta(in tutti i sensi  :D )e i vari Cifalà.
Attenzione però,dire di uno che cede lo scettro in finale ad un Mascolo,ad un Mannone o ad un Bombardi,che fà un gioco cattivo e tira solo botte terrificanti,mi sembra un pò eccessivo,stiamo parlando di 3 finali a livello nazionale!!....ed uno che arriva a quel punto non dovrebbe giocare poi così male?


Scritto Da - Ryno on 20 Ottobre 2004  11:47:53
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 22:00
Località: Andromeda

Messaggioda sinonparet » mercoledì 20 ottobre 2004, 10:47

Anni fa in un'intervista Riccardo Belluta disse che lo striscione "settespondato" era una di quelle esecuzioni a cui rinunciava costantemente per uno spondapalla o per un passaggio difensivo in quanto quel tipo di esecuzione non gli garbava proprio. Nello stesso periodo esplose Guerrera che si portò alla ribalta sfoderando doti da colpitore eccezionali e marcando 8pt. ogni volta che faceva partire lo settespondato.... Io penso che quando mancano o non si hanno qualità eccelse nel "mezzo gioco" (intendete questa terminologia?) la tattica dello sparare a vista è un ottimo modo per "difendersi" e pertanto nn essendoci molti Belluta, Mannone, Colombo o Bombardi in giro, i vari Quarta si destreggiano per ciò che sanno fare. Alla fine in finale ci sono arrivati ed il fatto che l'abbiano persa potrebbe avere motivazioni psicologiche e nn solo tecniche o tattiche. Quello di voler insegnare una condotta di gioco "classica" la vedo come una strada impraticabile perchè in questo gioco cmq vince chi arriva prima al di là del metodo gradito o meno. Se poi cercando un modello da seguire, molti di noi preferiscono Borroni a Quarta..... questa è un'altra storia!
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 13:27
Località: Milano

Messaggioda meanza » mercoledì 20 ottobre 2004, 11:46

Parlo con un filo di voce.....tra noi neofiti, suppongo sia mooolto più facile sparare a vista piuttosto che piazzare una messa. non perchè ci si senta cecchini ( la mira è la prima cosa che mi falta), semplicemente per una questione di visione di gioco, esperienza. Ora però, se questa è la motivzione per uno come me, che si perde ancora con le bricolle, non capisco quale potrebbe essere per dei signori veramente bravi come quelli citati.....
Orsù continuate a disquisire che io imparo tanto!!!!
meanza
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 258
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 27 luglio 2004, 14:23
Località: Milano

Messaggioda federicodellestelle » mercoledì 20 ottobre 2004, 11:51

Per me il biliardo è un po' scaduto di livello, senza offesa per nessuno. Oggi ci sono buoni giocatori, ma una volta c'era la quint'essenza del biliardo. Ciò non è testimoniato dal fatto che si possa vincere una finale contro un mostro sacro, ma è testimoniato dalla carriera biliardistica. Cifalà, Nocerino, Diomajuta, Zito hanno una carriera più lunga e sempre ad ottimo livello rispetto a quelli attuali che gicavano bene ma che sono esplosi solo quando i grandi si sono fatti da parte. Cavazzana che è un grandissimo non ha avuto un periodo ad altizzimi livelli pari a quello avuto da Cifalà o da Zito, eppure è un signor giocatore. Martinelli è stato impeccabile per 5 anni poi ha lasciato spazio alla sua controfigura che coimunque gioca bene, ma non benissimo. Maggio è sempre stato per chiunque un osso duro da battere, ma è esploso solo qaundo è cambiata la filosofia del gico nel biliardo. Quando si gicava con Nocerino, con Diomajuta, con lo stesso Maggio, loro tiravano sempre di prima, ma perchè io avevo sempre le biglie di sponda. Come si gioca ora loro tirano sempre di prima, io pure solo che loro vincono perchè marcano di più. Si sta perdendo la cultura della difesa, delle rimanenze. I 5 birilli stanno assomigliando sempre più al 9 palle, solo che quando parlo di questo mi viene in mente una frase del mio maestro "quando la dama supera gli scacchi, preoccupati!".
federicodellestelle
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 821
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 15 novembre 2003, 11:03
Località:

Messaggioda billy » mercoledì 20 ottobre 2004, 12:38

gira e rigira...lo proposi sei mesi fa...volete il gioco fino...mettiamo un'altro pallino

l'arte è un incidente dal quale non si esce mai illesi,vediamo come butta stavolta....

Immagine

Scritto Da - billy on 20 Ottobre 2004  13:55:25
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 12:56
Località: Lonato

Messaggioda Ryno » mercoledì 20 ottobre 2004, 12:58

Ma anche i punti dei pallini rubati aumenterebbero a dismisura.........fosse per me toglierei pure l'unico o gli assegnerei almeno un punteggio inferiore,2 punti,sia con l'avversaria che con la propria,mi sembrerebbe più giusto e il pallino si guarderebbe più per le steole mortali che per marcare punti.........


Scritto Da - Ryno on 20 Ottobre 2004  14:43:36
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 22:00
Località: Andromeda

Messaggioda Stelvio » mercoledì 20 ottobre 2004, 16:10

faccio un paragone con il calcio.
Più punti alla vittoria, più valore ai goal in trasferta, il portiere non può gocare con le mani su passaggio del compagno, ecc. ecc.
Tutte regole fatte per spettacolarizzare il gioco . Il risultato ? Le squadre meno forti vengono a San Siro a fare catenaccio e se strappano un punticino .... sono contente egualmente!!!
Credo che possiamo aggiungere 3 pallini o dare minor valore a quello che c'è, nma se uno nasce con la clava non saprà mai utilizzare mai il fioretto.

___________________________________________________________________________
in ogni competizione il primo è il vincitore, il secondo è il primo degli sconfitti - (Stelvio)
___________________________________________________________________________
Stelvio
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1741
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 13:13
Località: Pavia

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Graywolf44, ton968 e 16 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 18 utenti connessi :: 2 iscritti, 0 nascosti e 16 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Graywolf44, ton968 e 16 ospiti