RSS Facebook Twitter

Impostazione...di nuovo?!??!!

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Impostazione...di nuovo?!??!!

Messaggioda Claus72 » lunedì 27 settembre 2004, 12:26

Lo so che si era già parlato dell'argomento, ma quel topic ha 9 pagine...rispolverarlo sarebbe un abuso per i nuovi arrivati.

Approfittando del fatto che abbiamo ora la possibilità di vedere immagini direttamente qui volevo iniziare un analisi dell'impostazione di diversi giocatori e fare un po' una critica costruttiva...vediamo come va a finire

Una cosa alla quale vorrei faceste molta attenzione è al gomito (già Luigi lo aveva menzionato in un altra discussione).

Iniziamo (spero che nessuno si incazzi, le foto le prendo dal sito FIBiS assumendo che sono di dominio pubblico, se poi risulta il contrario cancellerò):

Immagine

Questa giocatrice, Silvana Feole, usa la tecnica della stecca sotto l'occhio dominante (assumendo che il suo sia quello destro...) e l'allineamento ponticello, occhio e polso è ottimale ma...osservate il gomito, questo di solito porta a una steccata tendente a "falciare" il movimento verso sinistra (per i destri).

Immagine

Quest'altra signorina, senza nome sul sito FBiS, invece commette l'errore inverso: visione stereoscopica (stecca in mezzo agli occhi) ma gomito molto esterno, questo di solito porta a una steccata molto "ostruita", poco fluida, la penetrazione risulta difficile e incerta.

Immagine

Osserviamo invece la impeccabile e pulitissima impostazione di Cinzia Ianne: allineamento perfetto tra ponticello, centro degli occhi, polso e gomito, nonostante si tratti di un tiro in elevazione...ci sarà una relazione diretta tra la sua forza e questa impostazione? Ai posteri...

Immagine

Questo è Damiano Zero, qui abbiamo un caso molto particolare (l'inquadratura non ci aiuta molto per analizzare il resto) ma notate il polso, a meno che il personaggio no abbia qualche difficoltà motoria (cosa che ignoro) questa è un'impostazione che farebbe arricciare il naso a molti.

Spero non aver offeso nessuno, il mio è un tentativo puramente didattico. Ho iniziato con le signore perchè le foto che ho trovato con inquadrature frontali sono state le loro.
Se vi è interesse in questo genere di cose continuerò e gradirei infinitamente contributi (Luigi, Billy...vi aspetto  ;) ...e anche gli altri ovviamente).

Scritto Da - Claus72 il 28 Settembre 2004alle ore  12:41:44
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 22:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda jerruzzo » lunedì 27 settembre 2004, 13:27

Ciao Claus.
Ottima discussione da te intrapresa che, sicuramente, accoglierà parecchie considerazioni.
Questa è la mia.
L'impostazione è una cosa soggettiva...come la sbracciata del resto.
Sfido chiunque a non trovare una differenza nell'impostazione di due giocatori differenti.
Personalmente credo che le dritte date da qualche libro o qualche atleta veterano servano solo per dare un binario su cui cominciare a camminare, ma quando il proprio corpo comincerà ad adattarsi sulla posizione forzata allora l'impostazione subirà un' impercettibile modifica che col passare del tempo sarà un po' distante da quella con cui eravamo partiti.

In circolazione ci sono atleti con gomiti sporgenti e polsi arriccianaso..ma ti assicuro che riescono a usare al meglio la loro impostazione trovata nel corso della loro attività biliardistica.

La varietà che c'è nel mondo del biliardo è favolosa e, inquanto sport individuale, molto personalizzabile sotto innumerevoli(ssimi) punti di vista.

Un salutone
Jerry



Scritto Da - jerruzzo on 27 Settembre 2004  13:28:28

Scritto Da - jerruzzo on 27 Settembre 2004  13:31:11
jerruzzo
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 618
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:24
Località: Torino

Messaggioda billy » lunedì 27 settembre 2004, 13:29

(Damiano) suppongo....preparazione alla max rotazione (antioraria)del polso per angolo erzegovinato,se la linea di fuoco fosse stata più alta,il ponte diverso e più vicino,  l'impugnatura più verso il baricentro avrei detto:blocco di polso per non incorrere in sbavature di colpitura su uno sfaccio di misura con avversaria al di là della linea dei birilli.
ciao


Claus, continua con le ...femminucce.




Scritto Da - billy on 27 Settembre 2004  13:57:43
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 13:56
Località: Lonato

Messaggioda Claus72 » lunedì 27 settembre 2004, 14:34

Allora vo avanti...

Passiamo ora al mondo del pool. Ecco Sandor Tot, uno dei mostri contemporanei di questa specialità

Immagine

Ed ecco un'altro mostro: Francisco Bustamante

Immagine

Costante tra i due giocatori è l'impostazione bassissima, comune al pool e lo snooker, anche qui l'allineamento ponticello, occhi, polso, gomito è perfetta. L'unica differenza tra i due è la posizione della spalla del braccio di ponticello: contratta e alta per Tot, più bassa e rilassata quella di Bustamante...?!?!??!?!




Scritto Da - Claus72 on 27 Settembre 2004  14:35:49

Scritto Da - Claus72 on 27 Settembre 2004  14:45:09

Scritto Da - Claus72 on 28 Settembre 2004  12:42:32
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 22:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda Ryno » lunedì 27 settembre 2004, 21:55

[quote]
(Damiano) suppongo....preparazione alla max rotazione (antioraria)del polso per angolo erzegovinato,se la linea di fuoco fosse stata più alta,il ponte diverso e più vicino,  l'impugnatura più verso il baricentro avrei detto:blocco di polso per non incorrere in sbavature di colpitura su uno sfaccio di misura con avversaria al di là della linea dei birilli.
ciao


Claus, continua con le ...femminucce.




Scritto Da - billy on 27 Settembre 2004  13:57:43
[/quote]
No no,Damiano Zero gioca proprio e sempre in quel modo,poi al momento di tirare il polso lo raddrizza......ed è stato campione italiano master,quarto nei nazionali la scorsa stagione....mah,misteri del biliardo.
Comunque con lui ci gioco spesso,e posso dire che le sue carenze tecniche(sicuramente un giro smorzato al limite non è cosa sua)li bilancia con una impeccabile condotta di gioco e una volontà di vincere fuori dal comune.
Poi mi piacerebbe analizzare l'impostazione di Nocerino e Cifalà,intanto mangio,poi pubblico le foto...... :)
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda Claus72 » lunedì 27 settembre 2004, 23:03

Volevo esporre il mio pensiero riguardo all'impostazione e alla quantità di varianti sull'argomento.

Sono perfettamente cosciente che esista una enormità di stili in circolazione e che molti giocatori con tecniche assolutamente poco ortodosse hanno raggiunto altissimi livelli...ma come diceva il mio maestro: a suon di farlo male riescono a farlo bene.

Il biliardo è stato gioco per molto tempo, ma ora sta cercando di diventare sport e in tutti gli sport ci sono lineamenti guida sul quale il giocatore può poi costruire il proprio stile in base alle proprie capacità, caratteristiche fisiche e psichiche.

Prendo come esempio il mio altro hobby, il tiro con l'arco (ormai dovreste essere stufi di leggerlo): alcuni arcieri tendono la corda in un movimento fluido dall'alto verso il basso, altri dal basso verso l'alto, altri ancora lo fanno in due tempi (alzano l'arco e dopo tendono). Altri ancora usano un dito sopra la cocca della freccia e due sotto, altri tutte e 3 sotto la cocca. E così via, un'infinità di posizioni che si possono assumere. Ma c'è qualcosa che TUTTI fanno indistintamente e alla quale si è arrivati dopo secoli di studio del movimento: linea delle spalle bassa; mano d'arco, occhio dominante, mano e gomito di corda perfettamente allineati, schiena eretta e addominali contratti.

Credo che cose come queste esistano anche nel biliardo e le sto formulando nutrendomi di quanto ho appreso dal tiro con l'arco, sottometto al vostro scrutinio questo corollario: sono fermamente convinto che mano ponticello, occhi (sia che si usi quello dominante o la mira stereoscopica), polso e gomito di impugnatura e piede destro devano essere perfettamente allineati con la stecca per ottenere una buona mira; sostengo che l'omero deve andare sempre parallelo alla stecca (salvo casi straordinari) per permettere un movimento fluido dell'avambraccio; credo fermamente che la linea delle spalle deva andare bassa per grantire consistenza nell'impostazione (si può contrarre di più o meno...ma non si può abbassare di più o di meno).

Queste linee generali sono quelle che sto insegnando ora e devo dire che sto ottenendo buoni risultati: non me ne frega niente se le ginocchia sono piegate o tese, se impugnano con due dita o con quattro se usano l'occhio dominante o la mira stereoscopica (anche se io favorisco quest'ultima), finchè seguono queste direttive tirano bene. Ho testato questo sul campo e devo dire che i risultati si sono fatti vedere quasi immediatamente: io ho sviluppato un corso e un metodo di valutazione con risultati numerici (un po' sulla falsa riga dei coefficienti di difficoltà dei tiri di artistica e trick-shot) e tutti i gruppi che ho istruito dopo aver adottato queste direttrici hanno raggiunto punteggi consistentemente più alti di quelli anteriori.
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 22:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda Ryno » lunedì 27 settembre 2004, 23:06

Due inquadrature di Nocerino,uhm secondo me c'è stato qualche cambiamento nell'impostazione(?)Immagine
Immagine
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda Ryno » lunedì 27 settembre 2004, 23:09

E Questo era uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi di italiana........no no,mi sa che da domani in poi non ci bado più all'impostazione,forse a 5 birilli non è così importante come a pool(?)Immagine
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda Ryno » lunedì 27 settembre 2004, 23:13

Comunque a questo link http://www.csbolona96.com/campioni.htm potete vedere molti campioni di oggi e del passato,impostazioni per tutti i gusti,continuo a credere che sono altre le cose che contano veramente.
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda Bruce » lunedì 27 settembre 2004, 23:53

Caro Claus, l'ultima immagine pubblicata probabilmente è di un giocatore destrorso con occhio dominante sinistro, anche Carlo Cifalà piega il polso, anche se non in modo così accentuato; Vitale Nocerino invece era mancino e aveva l'occhio dominante destro, anche lui era costretto a piegare il polso per mettere la stecca in asse tra l'occhio e la biglia avversaria. Invece Nicolas Fillia gira il polso dalla parte opposta, come se stesse accelerando su una moto, però ti assicuro che è in perfetto asse, questo è l'importante. Basta avere il braccio libero ed una posizione comoda e si può giocare decentemente a biliardo. Sul sito www.labibbiadelbiliardo.it c'è un corso di biliardo molto interessante e alla prima lezione ci sono delle foto riguardanti l'impostazione se vi può interessare, la cosa che mi è piaciuta è che ci sono anche le foto con impostazioni errate, così uno alle prime armi almeno sa cosa "non" deve fare per impostarsi al tiro. Ciao, alla prossima.
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3723
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 14:38
Località: Monza

Messaggioda Claus72 » martedì 28 settembre 2004, 1:43

Probabilmente hai ragione Bruce, ciò non toglie che sia una impostazione poco fruttifera e che richiede una curva di apprendistato molto pronunciata, se raddrizzasse la linea delle spalle invece di tenere la spalla sinistra così avanti (come faceva Willie Mosconi) otterrebbe un allineamento perfetto senza bisogno di piegare il polso a quel modo. Oppure potrebbe essere ancora più drastico e usare il suo VERO braccio: quello sinistro. Un destro con dominanza sinistra è un mancino inconsapevole...e viceversa...a meno che non si tratti di una mutazione genetica.

Quello che voglio dire è: che bisogno c'è di complicarsi la vita con posizioni astruse se c'è un metodo semplice per risolvere il problema?

Con questo non voglio nulla togliere al valore del giocatore in questione, per carità! A detta di Ryno è un ottimo giocatore, e per essere un nazionale deve essere forte...ma io sto guardando oltre, alle generazioni future, il biliardo non può continuare a essere un gioco per iniziati! Se vuole diventare sport deve essere affrontato in modo più scientifico...questa la mia umile opinione.
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 22:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda Bruce » martedì 28 settembre 2004, 2:34

Hai ragione Claus, secondo me imparare a giocare a biliardo è come imparare a guidare l'automobile, se impari da solo (come me), consumi tanto i freni e le gomme, perchè la guida non è regolare e correggersi è difficilissimo. A biliardo se impari da solo fai 10 volte più fatica a "sistemarti", se hai un buon maestro invece, puoi in poco tempo diventare bravo perchè ti imposta subito correttamente e ti segue passo passo, la strada può solo essere in discesa. Io conosco persone che se avessero speso in lezioni di biliardo la metà dei soldi che hanno speso in stecche, sarebbero già migliorati di due categorie.
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3723
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 14:38
Località: Monza

Messaggioda amelie » martedì 28 settembre 2004, 7:38

Ciao ragazzi!
E bravo Claus, mi ha fatto piacere vedere le foto di alcune ragazze nel tuo post ....
Per quanto riguarda l'impostazione sono completamente d'accordo con te e Luigi anche se so di non avere un'impostazione perfetta. Cinzia..... è Cinzia, è quella che definisco lo Zito al femminile proprio per questo, su ogni tiro è sempre impeccabile sull'impostazione.
Però, devo dire, ci sono dei casi alquanto anomali come quello di Zero. Io conosco un giocatore, mi sembra che sia di Sirmione anche se originario del Sud, sicuramente chi è di Brescia e dintorni lo conoscerà che si chiama Boccia, avete presente?? A vederlo giocare non gli si darebbe due lire ma in quanto a risultati..... è una buona prima categoria e nelle gare provinciali ottiene sempre buoni piazzamenti, da noi ha anche vinto una gara! Lui è molto piccolo e ha le braccia molto corte, gioca tutto ritratto ma quando tira le bilie si muovono in maniera perfetta! Un'altro esempio può essere Valentini o Rapone Massimo (non so se li conoscete) Rapone ad esempio è un tantino in sovrappeso, diciamo che ha una pancia un bel po' ingombrante, è impostato in modo molto anomalo ma gioca molto bene!
Adesso vi dico una cosa  ma non ridete ok?? Io ad esempio, (come penso altre ragazze che giocano) trovo alcune difficoltà di allineamento dovute..... diciamo che se Rapone ha la pancia che ingombra io ho qualcosa, un po' più su, che mi crea lo stesso problema! In un certo qual senso.... ingombra! Non sto scherzando, parlo seriamente. Ogni tanto dico a qualcuno della mia sala che nota questa difficoltà..... prova tu, mettiti due protesi davanti e prova a giocare e poi mi dici!!! Ma fin'ora non l'ha mai fatto nessuno..... Cmq sia alcune impostazioni le ho dovute modificare per forza!
Vabbè, ho detto la mia, adesso torno al lavoro!
Ciao belli.
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 19:53
Località: vicenza

Messaggioda Ryno » martedì 28 settembre 2004, 8:52

[quote]
Adesso vi dico una cosa  ma non ridete ok?? Io ad esempio, (come penso altre ragazze che giocano) trovo alcune difficoltà di allineamento dovute..... diciamo che se Rapone ha la pancia che ingombra io ho qualcosa, un po' più su, che mi crea lo stesso problema! In un certo qual senso.... ingombra! Non sto scherzando, parlo seriamente. Ogni tanto dico a qualcuno della mia sala che nota questa difficoltà..... prova tu, mettiti due protesi davanti e prova a giocare e poi mi dici!!! Ma fin'ora non l'ha mai fatto nessuno..... Cmq sia alcune impostazioni le ho dovute modificare per forza!
[/quote]
Trasformalo in positivo,puoi sfruttarlo come un binario.
....perdonami ma ho riso :D
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda sinonparet » martedì 28 settembre 2004, 9:28

Volevo solo, per dovere d cronaca e marcate orgini piemontesi  :D  sottolineare a Ryno che quello della foto, Paolo Coppo ossia Paolin Casal per dirla in dialetto, è stato uno dei + grandi negli anni 60/70 ma nn ai 5 birilli, bensì alla goriziana semplici e doppi. Ragazzi in seduta e sul biliardo con le buche era un mostro; un gioco di misura allucinante (pensate che soluzioni di difesa centro-centro, venivano ribaltate dal suo accosto mortifero dopo il quale l'avversario doveva inevitabilmente cercare un filo di biglia a scappare e questa, per Coppo, era una giocata che eseguiva con una certa ripetitività ed accostando sempre da "bacio della morte"), conduzione della partita con una speculazione micidiale su ogni tiro (insomma pochi fronzoli ma tanto reddito), impeccabile nel gioco "facile"oltre ad essere un grandissimo nel pallino da 3 (quella del pallino da 3 era una specialità molto in voga nel monferrato e nell'astigiano, tant'è che lo stesso Albrito conosce molto bene questo tipo di gioco). Buona giornata a tutti.
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 14:27
Località: Milano

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: zagor e 10 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 11 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 10 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: zagor e 10 ospiti