RSS Facebook Twitter

il rispetto delle armonie

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

il rispetto delle armonie

Messaggioda billy » giovedì 15 aprile 2004, 10:58

In musica l'armonia è la disciplina che studia la corretta formazione degli accordi in funzione della tonalità per dar corpo ad una melodia.
Una melodia non è una somma di toni singoli,ma un'unità in cui ciascun elemento ha il suo particolare colorito ed il suo significato soltanto in unione con gli altri.
Ordunque,fattori quali "effetti",spinta,penetrazione,posizione del corpo,pressione sulla stecca,velocità d'esecuzione ecc. NON devono trovarsi in contrasto tra loro;pena un colpo...disarmonico.
A tutti buona musica.
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 12:56
Località: Lonato

Messaggioda lupomarino » giovedì 15 aprile 2004, 14:24

La tua metafora mi è piaciuta molto.
Mi ha suggerito questa riflessione: ho sempre pensato che il gioco del biliardo fosse estremamente impegnativo e affascinante proprio per la vastità degli elementi che lo compongono. E a quelli squisitamente "tecnici" che hai citato tu, aggiungerei il "bagaglio" psicologico che ciascun giocatore porta con sé.
Forza interiore e debolezza ci appartengono entrambe e saranno sempre nostre compagne. La difficoltà sta anche nel saperne gestire e accettare l'alternanza.
Amo molto la musica oltre che il biliardo.
Anche se, tra le due cose, c'è una "piccola" differenza...
Il risultato di una buona melodia dà una gioia grandissima e ancor più grande è poterla dividere con qualcuno.
Giocando a biliardo, non sempre... si riesce a godere insieme di una buona partita. E non mi riferisco al rapporto giocatore-pubblico, ma al rapporto giocatore-giocatore...
E' vero che il nostro gioco prevede un vincitore e un perdente. Ma se il rapporto è CORRETTO e tutto si svolge in "ARMONIA" può essere molto emozionante per entrambi. Anche se poi vi date la mano e tu vai a casa...

A tutti buona musica ... e buon gioco.
lupomarino
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1038
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 novembre 2003, 9:30
Località: Inzago

Messaggioda Stelvio » giovedì 15 aprile 2004, 16:16

Vorrei "allargare" leggermente il discorso, prendendo spunto dal rapporto giocatore-giocatore, chiedendo la vostra opinione sul fatto (ormai  quasi in disuso) di scusarsi, a parole o con un semplice gesto, nel caso di punti "rubati".
Personalmente sono molto combattuto perchè ritengo che chiedere scusa sia una forma di correttezza nel rapporto con l'avversario (un rimpallo mi rende 10 punti mentre ne stavo bevendo 8 !!!). Poichè, però, non l'ho fatto apposta e inoltre non posso rendere il "maltolto" penso che le scuse siano anche interpretate come gesto ipocrita, in quanto intimamente (in gara) sono sicuramente contento che il rimpallo sia stato a mio favore e non il contrario.
E' una situazione che vorrei non dover mai affrontare ma c'è sempre, in ogni partita, qualche cosa di cui scusarsi. E allora ? .......
Stelvio
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1741
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 13:13
Località: Pavia

Messaggioda Cico » giovedì 15 aprile 2004, 16:34

[quote]
Vorrei "allargare" leggermente il discorso, prendendo spunto dal rapporto giocatore-giocatore, chiedendo la vostra opinione sul fatto (ormai  quasi in disuso) di scusarsi, a parole o con un semplice gesto, nel caso di punti "rubati".
Personalmente sono molto combattuto perchè ritengo che chiedere scusa sia una forma di correttezza nel rapporto con l'avversario (un rimpallo mi rende 10 punti mentre ne stavo bevendo 8 !!!). Poichè, però, non l'ho fatto apposta e inoltre non posso rendere il "maltolto" penso che le scuse siano anche interpretate come gesto ipocrita, in quanto intimamente (in gara) sono sicuramente contento che il rimpallo sia stato a mio favore e non il contrario.
E' una situazione che vorrei non dover mai affrontare ma c'è sempre, in ogni partita, qualche cosa di cui scusarsi. E allora ? .......

[/quote]

Per quanto mi riguarda io mi scuso SEMPRE.
Questo perchè intimamente mi incavolo come una iena quando mi capita la situazione da te descritta, ergo ho fatto un tiro di cacca. Certo, meglio avere 10 punti a favore piuttosto che berli, però ultimamente ho giocato con uno che in due tiri consecutivi ha rimpallato e realizzato un totale di 21 punti e non ha neppure dimostrato un minimo cenno di scuse.
Cico
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4988
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 13:39
Località: Milano - Specialità Birilli

Messaggioda Nerbo » giovedì 15 aprile 2004, 16:44

Questo discorso a parer mio e' molto simile a quello che dice: "Il mio avversario mi fa notare che sbaglio palla, tiro a realizzare o a difendere?"
(Due giorni indietro ho perso una goriziana a 382 punti proprio perche' ho fatto notare all'altro che stava tirando la palla sbagliata... Lui ha ringraziato ed ha tirato uno sponda palla da 52 punti che gli ha permesso di chiudere la partita... Io non ero proprio contentissimo...)

A parer mio e' bene  scusarsi dopo un rimpallo fortunoso, del resto se ti urto per strada mentre camminiamo  e ti faccio cadere ti chiedo scusa, mica volevo mandarti in terra... :) :) :)

Hehehe, a parte tutto, personalmente mi scuso sempre dopo un tiro fortunoso e quando mi fanno notare lo scambio delle bilie tiro a difendere...

Nerbo
Nerbo
Non connesso
Utente Ordinario
 
Messaggi: 45
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 9 gennaio 2004, 15:18
Località: Terni

Messaggioda scarsù » giovedì 15 aprile 2004, 17:01

allargo ulteriormente il discorso sull'armonia e sulla correttezza tra giocatori riguardo una serie di comportamenti durante un torneo al quale ho assistito
A)tiro da 40 pt, il giocatore A segna al tabellone 4 ma non lo 0, prima che arrivi l'arbitro schiaccia la memoria del tabellone convinto,credo, di cancellare il 4 segnato prima (ma su quel segnapunti non si può!), poi ridigita 40, ma lo 0 non compare un' altra volta. quindi ha già marcato 8 punti. Chiama l'arbitro che controlla la memoria del tabellone (con segnato l'ultimo 4) e segna 36 punti. Morale 4 punti RUBATI.
il nostro giocatore, che prima era in netta buona fede, non fa una piega. E NON POTEVA NON ACCORGERSI, visto che dal pubblico l'abbiamo fatto notare.

B)il giocatore B con biglia bianca si appresta a tirare la biglia gialla, l'avversario non fa un piega e si prende i punti + la palla in mano.

C)stessa scena su un altro tavolo ma qui nonostante la partita fosse in equilibrio qui il giocatore C fa notare l'errore all'avversario.

cosa ne pensate? cavalleria o agonismo?
cosa avreste fatto?
scarsù
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 11
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 dicembre 2003, 18:40
Località:

Messaggioda robecarbo » venerdì 16 aprile 2004, 4:37

Nell'ultimo torneo di II e III a Bernareggio è capitato che durante una partita degli ottavi (bellissima e molto tirata) i due contendenti erano entrambi in "chiusura". Ad un certo punto uno accingendosi a tirare veniva avvertito dall'avversario che stava sbagliando billia: il pubblico applaudiva il gesto e l'interessato ringraziava tirando quella giusta senza fare punti. Altro applauso. Il giocatore che stava sbagliando e che poi ha rifiutato la chiusura dopo la correzzione ha poi vinto il torneo: forza, savoir faire, self control.

Personalmente mi scuso (la contentezza ovviamente c'è) perchè mi sembra cortese e leale farlo.
robecarbo
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 8
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 6 aprile 2004, 2:33
Località:

Messaggioda Roby » venerdì 16 aprile 2004, 8:51

Come arbitro ne vedo di tutti i colori, questa e' proprio il massimo che mi e' capitato di vedere:

A si posiziona per tirare, inizia il brandeggio e B fa notare l'errore di bilia; A si alza e scocciato dice a B: lo so che non e' la mia, stavo solo controllando bene l'uscita (trattavasi di filotto ...)

Io in gara in campionato, ho chiesto scusa su 8 punti fatti di girone con bilie parificate perfettamente, l'avversario mi dice: mi stai prendendo x il c**o ? hai eseguito un tiro perfetto ... ed io, non mi permetterei mai, io volevo tirare il giro ad ingaruffare e non il girone a parificare ... be' mi ha stretto la mano prima di fare il suo tiro ! (ero sotto di 190 punti, ho vinto 400 a 278).


Roby
Roby
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3292
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 9:40
Località: Milano

Messaggioda Roby » venerdì 16 aprile 2004, 8:53

Dimenticavo ... in questo caso purtroppo A ha vinto la partita (anche se su quel tiro specifico ha realizzato solo 2 punti in quanto ha stretto troppo) ma proprio xche' il suo avversario poveretto era decisamente piu' scarso di lui

Roby
Roby
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3292
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 9:40
Località: Milano

Messaggioda Stelvio » venerdì 16 aprile 2004, 9:27

Sono contento di aver toccato un argomento "interessante"  visto il numero di risposte.
Sono anche molto contento nel constatare che la maggior parte di voi (ed io mi associo) è per il savoir fair chiedendo scusa. Probabilmente, però, tutti quelli che mi capita di incontrare in gara ....... non partecipano al forum ... perchè mi fanno di quei furti (da chiamare il 113) senza battere ciglio !!!!!Immagine
Stelvio
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1741
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 13:13
Località: Pavia

Messaggioda Cico » venerdì 16 aprile 2004, 10:56

[quote]
Questo discorso a parer mio e' molto simile a quello che dice: "Il mio avversario mi fa notare che sbaglio palla, tiro a realizzare o a difendere?"
(Due giorni indietro ho perso una goriziana a 382 punti proprio perche' ho fatto notare all'altro che stava tirando la palla sbagliata... Lui ha ringraziato ed ha tirato uno sponda palla da 52 punti che gli ha permesso di chiudere la partita... Io non ero proprio contentissimo...)

A parer mio e' bene  scusarsi dopo un rimpallo fortunoso, del resto se ti urto per strada mentre camminiamo  e ti faccio cadere ti chiedo scusa, mica volevo mandarti in terra... :) :) :)

Hehehe, a parte tutto, personalmente mi scuso sempre dopo un tiro fortunoso e quando mi fanno notare lo scambio delle bilie tiro a difendere...

Nerbo
[/quote]

Guarda, a me in gara è capitato solo una volta di sbagliare palla e l'avversario non me l'ha fatto notare e si è preso i punti bevuti.

Non mi è mai capitato invece il contrario. Comunque penso che lo farei notare.
Cico
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4988
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 13:39
Località: Milano - Specialità Birilli

Messaggioda Cico » venerdì 16 aprile 2004, 11:01

[quote]
A si posiziona per tirare, inizia il brandeggio e B fa notare l'errore di bilia; A si alza e scocciato dice a B: lo so che non e' la mia, stavo solo controllando bene l'uscita (trattavasi di filotto ...)

Roby
[/quote]

Un fenomeno!

Io al massimo lo dico per scherzo quando gioco con i miei amici e mi capita di posizionarmi su quella sbagliata...
Cico
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4988
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 13:39
Località: Milano - Specialità Birilli

Messaggioda amelie » venerdì 16 aprile 2004, 11:37

Il mio modesto parere è:
chiedere sempre scusa in caso di furto per una questione di educazione e correttezza. E' vero anche che quando le parti si invertono vedersi rubare 10 e che uno ti chieda scusa un po' ti girano ma se sei una persona corretta e sai che a biliardo succede questo ed altro devi accettare le scuse e devi trovare dentro di te la concentrazione per eseguire bene il tiro successivo.
Per quanto riguarda lo scambio delle biglie.... se ti avvisano prima del tiro è obbligatorio, moralmente, giocare la messa e niente punti.
Questo comportamento cerco di mantenerlo sempre sia in gara sia in allenamento... per quanto mi è possibile.
All'ultima prova di Latina ho avuto due o tre episodi consecutivi di c**o pazzesco a spese della povera Patrizia, devo aver fatto un paio di furti da 11 e 13 e rubato una messa quando invece stavo per pagare o una roba del genere.... alla prima mi sono scusata, forse anche alla seconda ma alla terza provavo un tale senso di vergogna per come stavo conducendo la partita che non me la sono sentita  perchè in realtà mi sembrava di prenderla in giro. Dio vuole che la seconda ho giocato un po' meglio e mi sono un po' riscattata ma mi trovavo in una posizione davvero imbarazzante.
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Messaggioda modo » venerdì 16 aprile 2004, 13:52

Che fenomeno che sei Amelie! Allora oltre che essere brava hai anche un discreto c...! Immagine
modo
Non connesso
Avatar utente
Utente Zen
 
Messaggi: 906
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 29 dicembre 2003, 13:33
Località: Copparo

Messaggioda amelie » venerdì 16 aprile 2004, 14:09

Caro Modo, devo dire, e chi mi conosce può testimoniarlo, che è la prima volta che in gara mi capita di avere un c... esagerato. Non mi è mai capitato così palesemente. Di solito non faccio molte porcherie e devo dire, per mia fortuna, non ne subisco neanche molte.
Ma a questo gioco, soprattutto se non sei bravo bravo, ci vuole un po di fortuna no?
A presto!
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Andrea80, Yahoo [Bot] e 14 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 16 utenti connessi :: 2 iscritti, 0 nascosti e 14 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Andrea80, Yahoo [Bot] e 14 ospiti