RSS Facebook Twitter

Jump shot!!!!

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Jump shot!!!!

Messaggioda jerruzzo » venerdì 13 febbraio 2004, 20:04

Ciao ragazzi.

Allora, questo Jump è o non è il colpo più bello ke ci sia a pool? secondo me sì...ma allo stesso tempo uno dei più difficili.

Io penso di saltare abbastanza decentemente..ma ho scoperto da ben poco l'importanza del "jumpino" (è la stecca per saltare) e del cuoietto soprattutto, nonchè del bilanciamento.

Dai, aiutiamoci con qualke chiccheria tecnica.

ciau!!!



Scritto Da - jerruzzo il 13 Febbraio 2004alle ore  20:05:21
jerruzzo
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 615
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 16:24
Località: Torino

Messaggioda dffmade » venerdì 13 febbraio 2004, 20:12

allora:
non voglio montarmi la testa nè vantarmi di nulla, ma come ben sai jerruzzo, il mio maestro è uno che di jump ne sa qualcsa e mi ha veramente insegnato bene.


personalmente ritengo di saltare molto bene, sia a lungo che a corto e difficilmente se salto non faccio palla!!!Spero di incontrare presto qualcuno così posso dimostrarvelo dal vivo.

l'importanza del jump però è relativa.
io ho imparato a saltare per divertimento e da lì non ho più smesso. il problema è che con una conoscenza così precisa del jump ho iniziato a non usare più le sponde. molto male!!!

Cappelletti (il primo in italia ad usare il Kevlar sul jumpino) da un anno non salta più. Dice che la cosa migliore è sempre il tiro di sponda in quanto, se perfetto, può essere calibrato sia in direzione che in forza. Anche Valle la pensa così, tuttavia ogni tanto salta pure lui.

dette queste chiacchiere filosofiche, per quanto riguarda la tecnica riprendo il discorso stasera. adesso vado a preparare la cena

ciao a tutti
dffmade
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1700
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2004, 3:44
Località: Milano

Messaggioda jerruzzo » lunedì 16 febbraio 2004, 8:59

Ciao Dff..
mah..non sarei tanto d'accordo sull'importanza relativa del jump, anzi, se sei in possesso di tale colpo hai veramente un'arma in più..ovviamente usato con criterio.
Sul fatto ke Cappelletti non salta più ci credo ben poco perkè ci sono troppe casistiche ke hanno come unica soluzione il jump per poter fare la palla.

Non è da molto ke salto, ma ti assicuro ke mi sono salvato parecchie volte col jump.

In fondo il jump è come il colpo sotto..basta controllarlo bene e i risultati saranno eccellenti.

ciau!
jerruzzo
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 615
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 16:24
Località: Torino

Messaggioda dffmade » martedì 17 febbraio 2004, 18:59

sicuramente in alcune circostanze è una salvezza, ed io sono cmq un promotore del jump e del massé, che, per come gioco io sono certamente più precisi di un tiro di sponda.

ma veniamo alla tecnica.

1^ cosa il jumpino. deve essere più corto di una stecca normale di almeno 30-35 cm, con un puntale molto rigido ed un cuoietto durissimo(io utilizzo il kevlar e sono convinto che sia la fine del mondo, ma c'è chi non ci si trova bene come ad es. Stefano Pelinga che non riesce ad utilizzarlo e salta ancora con il cuoio). il Peso del Jumpino varia a seconda dell'utilizzo che se ne fa. L'ideale è avere un ump molto leggero in quanto più è leggero e più si salta a corto (con una riduzione di 50 grammi sul mio ho ridotto il salto da una palla di lunghezza a tre quarti di palla). ovviamente per il salto lungo come può essere un salto a tutto biliardo, sarebbe utile un jumpino più pesante in maniera da non colpire troppo forte la bianca e non farla uscire dal tavolo.

2^ Punto di impatto sulla Bianca. per il jump lungo La bianca va colpita in "pancia" per far sì che salti, ossia circa 2-3 millimetri sotto il centro della palla, mentre per i salti più corti va colpita al centro esatto, la differenza è legata al fatto che gli angoli di impatto sono diversi.

3^ angoli d'impatto. In base alla distanza da saltare ed al peso della stecca bisogna variare l'angolo di inclinazione della stecca. il princicipio è semplice: più è leggero il jumpino meno si deve inclinare, più corta è la distanza da saltaremaggiore deve essere l'angolo di inclinazione. pensate che per fare lo stesso salto(molto corto) con 30grammi di differenza sul jump l'angolo di impatto varia di oltre 15°.

4^ il colpo. deve essere secco, bisogna tenere il braccio molto rigido ed il polso molto elastico, è quasi un colpo tutto di polso. il principio è che la palla viene compressa sul tavolo e a causa della compressione poi viene sparata in aria, ed ecco il jump. Qiundi è importante che la bianca sia appena toccata per ottenere i migliori risultati. Ecco perchè il polso morbido.

Detto ciò non mi pare ci siano molte altre cose da dire. certamente tutti i giocatori di pool con un pò di esperienza conoscono queste "regole" ma spero di essere stato d'aiuto a chi si sta avvicinando alla specialità e non ha la fortuna di avere qualcuno che gli possa insegnare in diretta.

ciao a tutti
dffmade
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1700
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2004, 3:44
Località: Milano

Messaggioda amanda » sabato 17 aprile 2004, 18:03

lo sapevate  che efren reyes il giocatore giudicato il piu' forte del mondo ed entrato da poco nelle hall of fame del biliardo insieme a nome eccellenti come willie mosconi non salta mai col jump?

preferisce senza dubbio il tiro di sponda al jump..in quanto (afferma lui)che la bianca e' piu' controllabile..
amanda
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 138
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 26 marzo 2004, 20:02
Località:

Messaggioda dffmade » lunedì 3 maggio 2004, 13:27

Nonostante il jump sia il mio tiro preferito (chi ha giocato con me sa che col mio jumpino salto mendo di una palla di distanza e ha un punto palla eccezionale) sono sicurissimo che sia solamente un tiro spettacolare. Sicuramente ti permette di uscire da situazioni molto complicate, e non credo sia possibile in alcune situazioni non utilizzarlo, e sono anche convinto che una buona tecnica aiuti molto anche nel controllo della bianca nel jump, ma sono altrettanto sicuro che il tiro di sponda possa essere più preciso e possa essere più facile controllare la bianca (premesso che io non sono assolutamente capace a tirare di sponda!). Purtroppo però, come possono confermare i giocatori di goriziana, carambola e quant'altro, le sponde sono diverse da tavolo a tavolo, e prima di poter fare un conteggio (e quindi avere la massima precisione sul tiro con conseguente controllo della bianca) bisogna fare un numero elevato di prove per sapere quali sono le variazioni.

Dopo questo monologo inutile, vado in sala a cercare di imparaare a tirare anche un po di sponda.
dffmade
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1700
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2004, 3:44
Località: Milano



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 10 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 11 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 10 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Google [Bot] e 10 ospiti