RSS Facebook Twitter

Attacchi e puntali

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Attacchi e puntali

Messaggioda dado04 » lunedì 5 settembre 2005, 17:33

L'argomento è stato sfiorato nel post "Le stecche dei birillai" da Aurora e non ricordo chi altro!Lo reputo interessante, forse semplicemente perchè ci ho capito poco!Che cosa cambia tra un attacco da 20, piuttosto che da 19.5, o da 18?E tra un puntale più lungo e uno più corto?E quali sono le relazioni tra queste due cose e i maggiori cambiamenti che si sentono sulla stecca? :shockato:
dado04
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 5070
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2004, 15:06
Località: Roma

Messaggioda infinito » lunedì 5 settembre 2005, 17:35

vorrei tanto saperlo pure io...e poi metto su un'altra domandina da poko...che differenza cè tra una stecca che ha il maschio sul manico(vedi LM) o una che lo ha sulla punta(vedi zenith)[?][?][?][?]
infinito
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 763
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 10 novembre 2003, 1:12
Località: Lanciano

Messaggioda pasdon » lunedì 5 settembre 2005, 19:06

Risposta banale... secondo me il puntale più corto favorisce la precisione nei tiri diretti penalizzando quelli di sponda... ovviamente è una considerazione personale.
per quanto riguarda l'avvitatura invece ritengo le due cose equiparate con una leggera preferenza per quelle col maschio sul puntale perchè più comode da riporre in valigetta...
e dopo queste belle stupidagini che ho detto mi ritiro....

PS: Ah!!!..... è una mia opinione ok?
per tutti quelli che volessero criticare...

Il biliardo è tutto cervello... peccato che non tutti i giocatori hanno cervello!
pasdon
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 187
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 15 luglio 2004, 16:05
Località: aversa (CE)

Messaggioda Biagio999 » lunedì 5 settembre 2005, 19:48

hahahah, Pasdon _____ io la penso esattamente all'opposto di te, ovvero: puntali lunghi più morbidezza, più controllo del tiro diretto, sopratutto nei tiri lunghi; puntali corti, più rigidi e maggior controllo della battente nei tiri di sponda. Allora perchè si scende di calibro della zona della filettatura? bhe secondo me perchè per ridare al puntale corto un minimo di elasticità si preferisce ridurre il calibro. Quanto alla filettatura, sopra o sotto, secondo me cambia poco (quando sono l'uno nell'altro sono un unico pezzo). Io preferisco la filetatura in legno, avere meno peso in avanti e più distribuito sul calcio della stecca, avviamente in legno.
Pasdon _____ conosci la mia stecca "giuseppe de matteo", pezzo unico_ (un pò di pubblicità gratuita anche da parte mia)
bye all

Biagio
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 13:48
Località: Parabita

Messaggioda dado04 » martedì 6 settembre 2005, 0:32

Bene, 2 risposte e vedo che abbiamo fissato già dei punti fermi... :ferito:  :P
Per il fatto puntale corto-riduzione di calibro, come detto da Biagio, riflettendoci sottoscrivo, è quello che penserei anche io!allora perchè ieri osservando le nuove stecche FB allo stand del torneo, ho visto che praticamente tutte quelle con attacco 18 avevano il puntale più lungo?
Potrebbe venirci in soccorso Andros, a cui a dire la verità già ho fatto direttamente questa domanda, e la cui risposta mi aveva convinto!Poi però osservando le stecche ho non ci ho capito un cavolo, o mi sono perso qualche passaggio!Andros ti chiedo scusa, ma con tutto quel ben di Dio... :fico:
dado04
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 5070
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2004, 15:06
Località: Roma

Messaggioda martille » martedì 6 settembre 2005, 8:24

Le mie impressioni provando il puntale corto è una grande precisione sul tiro di prima, ma una rigidità esagerata, tale da provocare dolore al polso alla lunga. Per calibro e filettatura concordo con la maggiore flessibilità alla riduzione del calibro, ci aggiungerei una diminuzione del peso, ma sono elucubrazioni personali, forse sono solo scelte del costruttore. Credo che l'unica cosa che possa dare sostanziali differenza è la filettatura in legno.

_________________________________________________________

Capirai l'importanza di un sorriso, quando ti sarà negato.
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 12:54

Messaggioda pasdon » martedì 6 settembre 2005, 9:35

per biagio: con quella stecca secondo me ci puo giocare solo un giocatore bravo come te... a me serve una col mirino laser
l'attacco in legno secondo me alleggerisce si ma, sarà pura diffidenza, lo vedo fragile e senza reali benefici.
hai ragione martille a dire che dopo un po col puntale corto ti di indolensisce il polso è capitato anche a me... però vuoi mettere la precisione?
secondo me il calibro dell'attacco è quasi irrilevante se non per il fatto che in parte condiziona la lunghezza della stessa.
cmq ce da dire anche un'altra cosa che a seconda del braccio tutte queste congetture vanno a farsi benedire...
come anche per il cuoietto, ogniuno ne preferisce un tipo, io personalmente più duro è meglio è!

Il biliardo è tutto cervello... peccato che non tutti i giocatori hanno cervello!
pasdon
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 187
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 15 luglio 2004, 16:05
Località: aversa (CE)

Messaggioda Biagio999 » martedì 6 settembre 2005, 9:51

Messaggio inserito da pasdon

per biagio: con quella stecca secondo me ci puo giocare solo un giocatore bravo come te... a me serve una col mirino laser
l'attacco in legno secondo me alleggerisce si ma, sarà pura diffidenza, lo vedo fragile e senza reali benefici.


tutt'altro, se ci posso giocare io, ci possono giocare tutti. Potrei essere daccordo con te (saebbe la prima volta) solo sulla durabilità della filettatura in  legno, ma perchè crearsi problemi? finchè dura..... poi se non dovesse più andare...... si rifà la filettatura_

Allenati.
saluti

Biagio
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 13:48
Località: Parabita

Messaggioda pasdon » martedì 6 settembre 2005, 9:59

cmq tanto per... l'alluminio non è poi così pesante... e dura.

Il biliardo è tutto cervello... peccato che non tutti i giocatori hanno cervello!
pasdon
Non connesso
Utente Master
 
Messaggi: 187
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 15 luglio 2004, 16:05
Località: aversa (CE)



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti

cron

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 6 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 5 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti