RSS Facebook Twitter

Ai confini del ...TIRO

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Ai confini del ...TIRO

Messaggioda lupomarino » martedì 7 giugno 2005, 21:22

Avrei una domandina,
spesso mi è capitato, giocando, di non essere sicura se il tiro che mi apprestavo ad eseguire aveva i requisiti giusti, se, cioé, le biglie si trovassero nella posizione ideale. :boh:
Altrettanto spesso, mi sono sentita dire che avevo fatto la scelta sbagliata... :ferito:
Ora, sarebbe interessante, visto che i libri solitamente non si esprimono in modo dettagliato a riguardo, capire i limiti accessibili di ciascun tiro.

Faccio un esempio:
- traversino sulla lunga : (recentemente trattato) fino a che punto lo tiriamo di due passate a centralizzare?
Indicando proprio i riferimenti sul tavolo (per es. un diamante e mezzo, come suggeriva Amelie); mentre se la differenza è maggiore è preferibile di tre passate con la battente che gira per le tre sponde?
- Giro: fino a che punto è corretto far risalire la battente e quando è preferibile invertire la direzione?
- Angolo: quando le biglie si trovano sullo stesso quadrante, fino a che punto è consigliabile che la battente resti nel quadrante di partenza e quando è preferibile invertire la direzione fino a trovare la parificazione delle biglie sulla sponda di arrivo?
E così via, continuando con filotti al limite del rimpallo (quale limite?), raddrizzi, o steole di pallino (quando è meglio da 3 o da 4).

Naturalmente ci sono le eccezioni: la necessità di raggiungere un pallino, per esempio, può spingergi a cercare di “forzare” il tiro modificandone le naturali traiettorie con una particolare steccata e/o effetto. Ma per semplificare l’apprendimento da parte di noi poco più che principianti queste eccezioni potrebbero essere discusse in un capitolo a parte.

Al momento basterebbe trattare ciascun tiro con un post a lui dedicato, corredato da un bel disegnino che il nostro mago Mike non ci negherà... e i succitati limiti di esecuzione/posizione che i più esperti fra i nostri forumisti vorranno illustrarci. Immagine

Per molti di voi, “bravi” giocatori, questo ragionamento potrà sembrare scontato e banale perché frutto ormai delle vostre conoscenze ed esperienze acquisite in anni di allenamento al gioco. Immagine
Ma per molti di noi “mediocri” può rappresentare un validissimo aiuto per colmare certi “buchi” o liberare la testa da “false credenze”, come le chiamo io, e contribuire a farci fare quel saltino di qualità che si fa tanto desiderare...

Che mi dite, se pò fà?  :ok:  
ImmagineImmagineImmagine
lupomarino
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1038
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 novembre 2003, 9:30
Località: Inzago

Messaggioda Mike » martedì 7 giugno 2005, 22:53

Non esisteva titolo migliore, l'hai proprio azzeccato.
Con quello che richiedi non basterà una vita per complentarlo, nel senso che giorno per giorno ognuno aggiungerà sempre qualcosa.
Per quanto riguarda i disegni, contaci pure.  ;)
Resta da recuperare la materia prima, i proff.  :D  ma a noi importa dare il via e poi, chi arriva arriva.
Ciao.  :)
Mike
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 1982
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 aprile 2004, 17:38
Località: Torino

Messaggioda Biagio999 » martedì 7 giugno 2005, 23:08

Lupo_______ troppe domande in un solo post.
Si rischierebbe di perdersi in mille diversità di tiri. Meglio invece se le cose si affrontano un po alla volta, in maniera più specifica. La prima cosa che mi viene da dirti cmq è questa: le scelte di tiro sono quasi sempre personali e spesso suggerite dal momento della partita. L'importante è possedere un buon colpo d'occhio, memoria visiva e buona tecnica. Le tre cose per me sono elementi essenziali per il gioco del biliardo e appunto la sommatoria dei tre fa la differenza tra i giocatori. Quindi per ritornare alla tua domanda _______ finalizzata a migliorare il livello______ quale delle tre componenti ritieni di dover migliorare per primo?
bye all
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4371
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 13:48
Località: Parabita

Messaggioda Cico » mercoledì 8 giugno 2005, 7:52

Ciao Lupo,
personalmente ritengo che ciascuno di noi ritenga in cuor suo di fare la scelta "migliore" poi in realtà come dici tu dopo si sente dire "hai fatto la scelta sbagliata". Io, nella mia mediocrità, ho deciso di attuare questa tattica: giocare sempre il tiro più "semplice". Che non è sempre detto sia la scelta "giusta" del tiro, che non è detto sia sempre quello più "facile" ma semplicemente cercare di giocare i tiri che ti risultano meno... indigesti.... e quelli in cui si è più sicuri. Per il resto, poi, credo che nemmeno i PRO più forti possano avere una percentuale di tiro/scelta "giusta" del 100%....
Cico
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 5113
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 13:39
Località: Milano - Specialità Birilli

Messaggioda amelie » mercoledì 8 giugno 2005, 8:01

Ciao Lupetta!
Io non sono in grado di darti delle risposte. Quello che penso però, in merito a quanto da te scritto, è che molte volte è proprio quel "confine del tiro" che fa la differenza tra un buon giocatore e un giocatore mediocre.  Però, capire se ci sono le proporzioni o no per un'esecuzione non è cosa, secondo il mio parere, spiegabile. E' una questone di sensazione, di esperienza che un giocatore matura con il tempo... chi ce la fa va avanti, chi non ci arriva rimane lì!
Credo che solo l'esperienza insegni quello che hai chiesto.
Un bacione

Sotto con gli allenamenti!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Messaggioda sinonparet » mercoledì 8 giugno 2005, 8:07

Biagio, Cico.....reload! Lupo quando parla di scelta del tiro si riferisce (almeno così mi pare di aver capito) nn tanto a quale tiro eseguire e cioè era meglio il traversino o la 3 sponde a salire, etc. ma intende capire se quel tiro già scelto o imposto dal gioco, fino a che punto può essere eseguito nel modo diciamo "classico" e quando invece, sarebbe meglio variarne (anzi, come dice lei, invertirne alcuni parametri). Lupo? Toc, toc! Dico bene o.... reload pure io?Immagine





Scritto Da - sinonparet on 08 Giugno 2005  09:08:29
sinonparet
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2122
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 18 gennaio 2004, 13:27
Località: Milano

Messaggioda Claus72 » mercoledì 8 giugno 2005, 8:27

Egregio Signor Sindaco, mi ha tolto le parole...dalla tastiera

________________________
No es la adversidad la que separa los seres, sino el crecimiento... Pablo Neruda
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3130
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Messaggioda martille » mercoledì 8 giugno 2005, 8:44

Trovo molto interessante il post di Lupomarino.
Chi di noi non si è trovato ad avere il dubbio se per un determinato tiro ci sono le proporzioni per ottenere l'effetto dovuto?
Se fossero ben definite queste proporzioni per le varie casistiche di tiro l'aiuto sarebbe enorme.
Brava, bell'argomento.



Scritto Da - martille on 08 Giugno 2005  10:10:15
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 12:54

Messaggioda Biagio999 » mercoledì 8 giugno 2005, 9:12

Sinon_____ sai ho riletto il post di Lupo e il mio e confermo ciò che ho scritto. In sostanza non ho dato alcuna indicazione poichè ritengo che l'argomento posto a discussione sia molto vago e pertanto merita una risposta vaga.
Avrei potuto rispondere anche in maniera diversa, sempre sul vago e cioe: fino al punto in cui le tue conoscenze tecniche te lo permettono. Per cui, ognuno di noi ha un proprio limite e questo limite spesso suggerisce la scelta di tiro. Non per fare polemica, per carità, me ne guarderei bene sopratutto di questi tempi, ma solo per precisazione.
Bye all
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4371
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 13:48
Località: Parabita

Messaggioda martille » mercoledì 8 giugno 2005, 9:22

Infatti credo che questo post voglia essere solo uno spunto per aprire una serie di post "specializzati" per i vari tiri presi in esame.
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 12:54

Messaggioda lupomarino » mercoledì 8 giugno 2005, 10:29

[quote]
...Infatti credo che questo post voglia essere solo uno spunto per aprire una serie di post "specializzati" per i vari tiri presi in esame...
[/quote]
... e relativi confini, come allude il titolo.
GRAZIE Martille, e Sinon per aver precisato (evidentemente non sono stata troppo chiara o forse solo prolissa) e Grazie Mike per la tua collaborazione (non ne dubitavo).
[quote]
...Però, capire se ci sono le proporzioni o no per un'esecuzione non è cosa, secondo il mio parere, spiegabile. E' una questone di sensazione, di esperienza che un giocatore matura con il tempo... chi ce la fa va avanti, chi non ci arriva rimane lì!...
Credo che solo l'esperienza insegni quello che hai chiesto
[/quote]
Questo è ciò che avviene, infatti, normalmente per la maggior parte di noi, Amelie. Ma ti assicuro che si può spiegare.
Anni fa, feci un corso di 7 lezioni con Bellocchio, ottimo insegnante a mio parere.
E insieme abbiamo analizzato diverse problematiche legate ad alcuni tiri. E fra queste, molto importante era capire fino a che punto quel particolare tiro può essere giocato in un certo modo.
Mi viene in mente un altro esempio che forse può spiegare meglio: la bricolla, la giochiamo di tutto effetto fino a 16/18? Poi è preferibile giocare le due sponde di battuta a scendere, giusto?
Ecco questo fino a 16/18 è importante per i principianti. Certo che l'esperienza sul campo aiuterà a intuire questi confini, ma se qualcuno come fece Bellocchio te li spiega non è meglio?  :D
Baci
lupomarino
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1038
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 novembre 2003, 9:30
Località: Inzago

Messaggioda Roby » mercoledì 8 giugno 2005, 10:42

A mio avviso Francesca e' stata chiarissima, di vago non ci trovo nulla e l'argomento e' uno solo e quindi ben identificato.
Francesca suggerisce di aprire un post per ogni tiro/situazione, in quest opost ognuno di noi potra' dire la sua su quel determinato tiro e quelli "bravi" potranno se lo vorranno darci delucidazioni per noi molto importanti.
Brava lupacchiotta, brava davvero e grazie !

Roby
Roby
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3292
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 5 novembre 2003, 9:40
Località: Milano

Messaggioda martille » mercoledì 8 giugno 2005, 10:48

Come proposta aggiuntiva direi che non sarebbe male dire prima come si effettua il tiro (porzioni, steccata ecc.) in situazioni normali e successivamente spiegarne i confini ed eventuali accorgimenti per superare gli stessi.
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 12:54

Messaggioda lupomarino » mercoledì 8 giugno 2005, 10:59

ImmagineImmagineImmagineImmagine  Immagine
lupomarino
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1038
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 novembre 2003, 9:30
Località: Inzago

Messaggioda amelie » mercoledì 8 giugno 2005, 13:54

Bhe, che dire? Mi avete quasi convinto!
Se il progetto parte io naturalmente sarò dei vostri e spero che i mei dubbi si dissolvano.
A proposito dei miei dubbi intervengo direttamente su quanto scritto da lupomarino riguardo la bricolla. Vero quello che hai scritto, come regola generale ma io ho visto professionisti tirare bricolle di tutto tagli anche a 18-20 perchè magari le bilie erano in una posizione tale da garantire più copertura, forse marcare di più forse perchè quel tiro si poteva eseguire solo così. La serie di ragionamenti che li portano a fare una determinata scelta rispetto ad un altra, magari più scontata, è secondo me il frutto di una conoscenza piena e lunga delle traiettorie, forze, proporzioni... in questo senso dico "non si può spiegare".



Sotto con gli allenamenti!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: chito50, olar e 14 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 16 utenti connessi :: 2 iscritti, 0 nascosti e 14 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: chito50, olar e 14 ospiti