RSS Facebook Twitter

Giro_ Tecnica o colpo d'occhio?

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Giro_ Tecnica o colpo d'occhio?

Messaggioda Biagio999 » domenica 29 maggio 2005, 22:27

Credo che sia un argomento interessante da trattare sul forum. Mi piacerebbe sapere come la pensate e sopratutto se avete conoscenza di sistemi da adottare, discussioni effettuate o materiale interessante sull'argomento.
Bye all
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4371
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 13:48
Località: Parabita

Messaggioda essegi » lunedì 30 maggio 2005, 13:46

ritengo utilissimo  il sistema "differrenza 30" , messo a punto da M.Cavalli, sia per il giro a stringere che ad allargare !
essegi
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 145
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 21 gennaio 2004, 23:29
Località: asti

Messaggioda martille » lunedì 30 maggio 2005, 13:47

Io lo conto tirando una retta che passa sull'avversaria in modo da ottenere, tra punto di arrivo e punto di partenza della retta stessa la differenza 30 con la battente sotto il 40, 25 con la battente tra 40 e 20, sopra il 20 differenza 20, questo se tiro di colpo, se tiro a seguire di colpo in testa levo 3 punti al conteggio. Poi il lavoro "corretto" da parte della battente dipende da un'apllicazione corretta della tecnica.


Scritto Da - martille on 30 Maggio 2005  14:51:59
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 12:54

Messaggioda federicodellestelle » lunedì 30 maggio 2005, 14:27

Anch'io utilizzo il sistema della differenza 30, è molto intuitivo, non precisissimo, ma va bene per tutte le tipologie di giro. Se, invece, ti riferisci ai giri a stringere o ad impanciare, ovvero, per quegli angoli tra i 30 ed i 45 gradi, puoi utilizzare anche i sistemi come quello presente sul sito del GBS Olona, oppure, sul 5birilli.it alla link vostri schemi. Si tratta di un conteggio simile alla differenza trenta ma che fornisce il valore da colpire sull'avversaria. Qualcosa di simile anche sul sito la bibbia del biliardo. Di prima, però, come lo stesso Ghost riferisce (se non ho capito male) è meglio non contare molto per non andare in palla col cervello. Perciò cerca di diventare padrone di un sistema intuitivo.
P.S. un domanda provocatoria al forum, sapete qual'è effetto ad allargare o a stringere sul giro di prima? Non l'ho mai saputo, o meglio ritengo che sia a destra ed a sinistra a seconda delle angolazioni tra le due biglie. Insomma non esiste un effetto standard ad allargare nè uno standard a stringere. Questo per me è e resta un grande mistero. C'è qualche commissario Maigret?
federicodellestelle
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 821
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 15 novembre 2003, 11:03
Località:

Messaggioda essegi » lunedì 30 maggio 2005, 14:51

per federico delle stelle
a proposito dell' effetto a stringere o ad allargare nel giro.
La tua domanda va posta meglio !dipende dalla direzione di tiro.
immaginiamo che la direzione di tiro vada da destra a sinistra , in questo caso l'effetto a stringere la traiettoria della avversaria va dato sulla sinistra della battente. Con una direzione di tiro da sinistra verso destra sarà l'opposto.
essegi
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 145
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 21 gennaio 2004, 23:29
Località: asti

Messaggioda Gufo » lunedì 30 maggio 2005, 16:43

Buonasera a tutti, quasi tutti i giocatori ke vedo giocare un giro, lo tirano con effetto, alla domanda "perkè?" mi son state date risposte variegate...personalmente il giro lo gioco senza nessuno effetto, lo uso solo in casi sporadici quando ad esempio bisogna colpire molto e bisogna rallentare la propria.
In sostanza io credo ke l'effetto in un giro serva x la conduzione della proprio bilia.

Ora il Gufo va a vendere una makkinina ad una bella signorina ke è appena entrata.... :fico:

West Siiiiiiiiiiiiiide!!!
Gufo
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2605
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 22 novembre 2004, 9:57
Località: Brescia

Messaggioda luigi » lunedì 30 maggio 2005, 17:29

Premesso che i termini di gergo, per definire l'effetto sono vari: effetto buono-effetto contro-a favore-a tenere-addosso-a sinistra-a destra-ecc., fino "all'effetto quadro", tanto caro a Rosanna, tralasciando i vari: "taglio"-"giro"-ecc..
Personalmente, per semplificare, trovo invece molto comodo usare le espressioni: effetto "interno" o "esterno" (interno, quando si colpisce la battente nella sua metà rivolta "verso i birilli"; esterno, nella metà rivolta verso le sponde), in tal modo, almeno per me, risulta più facile "visualizzare" il concetto in mancanza di uno schema grafico. Inoltre, in questo modo la definizione vale per qualsiasi lato del biliardo, mentre il discorso "destra-sinistra", si ribalta in relazione alla posizione delle bilie e pertanto diventa facilmente equivocabile. Per cui, usando questa  semplificazione mi pare che la "regola" sul giro, si possa riassumere con questa dicitura: "L'effetto interno "stringe", l'effetto esterno "allarga"". Che poi l'effetto interno, una volta si ottenga colpendo la battente a sinistra, un'altra a destra è irrilivante, in quanto dipende solo dal lato da cui si esegue il tiro. Però, adottando questa regola: "interno stringe, esterno allarga", uno sa subito da che lato colpire la battente per stringere od allargare, indipendentemente dalla mezzeria di battuta. Infatti, se visualizziamo l'esempio di essegi, vediamo che in entrambi i casi l'effetto a stringere in pratica è comunque sempre indicato nel senso di colpire nella metà bilia rivolta verso i birilli, appunto "effetto interno" (regola rispettata). Fatta questa premessa, che ha il solo intento di semplificare il concetto (o magari di incasinarlo di più...), venendo invece alla domanda "provocatoria" di federicodellestelle, mi trovo d'accordo con Lui nel senso che non si può fare di quella sopra espressa una "regola assoluta", in quanto è vero che l'effetto interno stringe, però stringe sulla "prima sponda", mentre allarga sulla terza, stesso discorso per l'effetto esterno che allarga sulla prima e stringe sulla terza. La spiegazione di questa "stranezza" la lascio (volentieri) ai nostri esperti di Fisica e balistica, per parte mia aggiungo solo, sempre in totale sintonia con federicodelle.., che non solo è un gran mistero, ma è anche un... bel casino.

PS Approfitto dell'occasione che mi offree un'altra frase sempre di federico: ("Di prima, però, come lo stesso Ghost riferisce (se non ho capito male) è meglio non contare molto per non andare in palla col cervello."), per dirvi che a Bardonecchia, sul fatto di contare sui tiri di prima (specialmente filotti), non ho fatto una vera indagine, però ho comunque chiesto ad Albrito (quindi non... "uno qualunque") se "Lui" o, per quanto ne sapeva, "gli altri", facessero uso di "sitemi". Ebbene la Sua risposta è stata: "Al 100% assolutamente NO. Ognuno ovviamente ha dei riferimenti di massima, dati dalla pratica e dall'allenamento, ma nessuno conta. Il "segreto" è nella qualità della sbracciata. Tutto qui". Così parlò Albrito, quando e se mi ricapita, sentirò altri.
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1490
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Messaggioda Biagio999 » lunedì 30 maggio 2005, 18:50

Laa discussione comincia a farsi interessante. Concordo in pieno con Federicodellestele sul modo di trattare la battente o usare l'effetto per allargare o stringere un giro. NON VI è UNA REGOLA FISSA. Cmq, ho capito che in passato qualcuno ha provato a dare delle indicazioni "sistemistiche" sul giro. Andrò a dare una occhiata, poi potrò confrontarmi.
Per Luigi, _____ questa volta mi spiace ma sono in netto contrasto con la tua teoria_______ ma diametralmente opposti.
il forum è bello per questo ........

bye all
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4371
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 13:48
Località: Parabita

Messaggioda Bruce » lunedì 30 maggio 2005, 18:57

Invece ha ragione Luigi, basta pensare alle biglie come degli ingranaggi per capire che la regola che da Luigi è quella giusta. Comunque l'effetto va dato a secondo di dove vogliamo mandare la nostra bilia, in tanti casi si non si da nemmeno (per le rimanenze centro-centro)!

* LE FORZE SONO FORZE *
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3725
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 13:38
Località: Monza

Messaggioda federicodellestelle » lunedì 30 maggio 2005, 20:02

Mi dicono che nei primi di giugno Maggio dovrebbe tenere una esibizione nel mio paese, se si ricorda ancora di me quando anch'io giravo per tornei gli chiedo dei sistemi sui tiri di prima, ma già so la risposta, salvo qualche riferimento solo sbracciata ed effetto.
federicodellestelle
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 821
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 15 novembre 2003, 11:03
Località:

Messaggioda Bruce » lunedì 30 maggio 2005, 20:22

Parlando di tiri di prima Maggio mi ha detto che lui sa il punto di mira per colpire la fila perfettamente per il centro o all' occasione tre mm a dx o tre mm a sx dal centro dei birilli. A occhio penso sia impossibile!

* LE FORZE SONO FORZE *
Bruce
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3725
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 settembre 2004, 13:38
Località: Monza

Messaggioda luigi » martedì 31 maggio 2005, 9:10

Per Biagio_____ non c'è niente di male a non essere d'accordo, comunque ci tengo a precisare che quella espressa non è la "mia" regola, quanto una "regola" che viene indicata da sempre. Inoltre se l'essere in disaccordo "è il bello del Forum" (cosa su cui concordo), sarebbe forse opportuno "motivare" il proprio diverso punto di vista con argomenti precisi. Io ho esposto una regola, Tu non sei d'accordo, benissimo, allora esponi la "Tua" regola. Dire solo "non sono d'accordo". Punto. Non vuol dire nulla. Ne è utile ad alcuno. Inoltre non ho ben capito, appunto per mancanza di argomenti da parte Tua, in cosa esattamente non sei d'accordo? Visto che dici di "concordare in pieno" con federicodellestelle, quando dice che non esiste una regola precisa e contemporaneamente, sei in disacordo col sottoscritto, il quale in pratica dice, in fondo, la stessa cosa (infatti ho detto, anch'io di essere d'accordo con federico...) Bhò?. In pratica succede che: io dico di essere d'accordo con federicodelle... (questo c'è scritto nel mio post), Tu dici di essere d'accordo con federicodelle... però... dici di non essere d'accordo con me... Bhò! Bhà! La cosa assume aspetti, per lo meno, "curiosi"...

In ogni caso, come dici, il bello del Forum è, probabilmente(?), "anche" questo...

Bruce, quando io dico "contare" sui filotti, intendo proprio l'applicare dei conteggi numerici, tanto per capirci tipo quelli dell'Ing. Mancini, è su questo che ho grossi dubbi. Invece non ho il minimo dubbio su quanto dici a proposito di Maggio, sono assolutamente convinto che, sia Lui che gli altri, hanno dei riferimenti, non giocano cioè solo "d'occhio". Che poi è quello che hanno detto sia Gianni che Arturo. Solo che per me questo non è "contare" sui filotti, quanto usare un "metodo personale" basato su riferimenti soggettivi, che ognuno affina con l'allenamento in base alle proprie caratteristiche. Per fare un esempio, nell'ultimo numero della rivista Mondo Biliardo, Gerardo Aquino, nella sua rubrica, illustra un modo per determinare la traiettrie sul tiro di raddrizzo, che consiste nell'applicare una sorta di parallelismo fra il percorso che deve fare la palla avversaria, in relazione ad una diagonale "base" da Lui indicata. Ammesso che funzioni (non ne ho idea), giocare applicando questo metodo (o altri simili) "non è giocare ad occhio" e "non è applicare sistemi", ma è "applicare riferimenti personali". Sono convinto che tutti i bravi, Maggio compreso, facciano così, ovviamente ognuno avendo (e tenendosi stretti(*)) i "suoi" riferimenti personali.

(*) Suppongo infatti che Maggio Ti abbia si detto "cosa" fa, ma che si sarà  guardato bene dal dirti "come fa" a "sapere qual'è il punto di mira"? D'altra parte non c'è niente di male, sappiamo perfettamente che, a certi livelli, difficilmente rivelano i loro "segreti".




Scritto Da - luigi on 31 Maggio 2005  10:14:41
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1490
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Messaggioda federicodellestelle » martedì 31 maggio 2005, 9:54

Ma Mondo biliardo è in edicola o si legge nei circoli soltanto? Comunque un buon metodo sui filotti è quello presente nel sito avalotti, io l'ho ustato per un po' e andava bene. Ora sto studiando qualcosa di nuovo, ma per ora senza risultati apprezzabili
federicodellestelle
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 821
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 15 novembre 2003, 11:03
Località:

Messaggioda lupomarino » martedì 31 maggio 2005, 11:47

[quote]
...Credo che sia un argomento interessante da trattare sul forum. Mi piacerebbe sapere come la pensate e sopratutto se avete conoscenza di sistemi da adottare...
[/quote]
Il sistema "differenza 30" e eventuali correttivi è certamente quello di cui ho letto e sentito di più. Non conosco altri sistemi. Personalmente non ne tengo conto, proprio nel senso che non conto il Giro.
Probabilmente mi sbaglio, ma non mi è mai sembrato indispensabile. La quantità di palla è, in genere, facilmente deducibile e, sempre per rispettare il principio della semplicità di cui abbiamo parlato in altro post, non mi complico la vita aggiungendo questo conto a quelli che già utilizzo durante la partita (garuffa, 3 sponde, bricolla, ricordate?).
Mi pare molto più utile fare attenzione alla steccata. Questa si che è capace di determinare "effetti" differenti.
Sostenere con leggerezza il calcio, come se altrimenti si sbriciolasse, e colpo a seguire "stringono" il giro, mentre avvolgere il calcio con tutta la mano sostenendolo con una certa forza (qui billy farebbe una telefonata all'amico rinoceronte...) e colpire con buona penetrazione "allargano".
Gli effetti interni o esterni sono perlopiù utilizzati per correggere le traiettorie della battente.
Giusto?
ciauuu Immagine
lupomarino
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1038
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 novembre 2003, 9:30
Località: Inzago

Messaggioda luigi » martedì 31 maggio 2005, 12:23

Totalmente e assolutamente d'accordo con Francesca: "Mi pare molto più utile fare attenzione alla steccata."
Puro buon senso.

Aggiungerei solamente, nell'ultima frase, alla battente anche "l'avversaria", in quanto molto spesso si applica effetto proprio con l'intento di modificare il percorso dell'altra. Fermo restando comunque, che in molti casi, giro compreso, la qualità della steccata incide sulle traiettorie in misura assai maggiore dell'effetto.  

PS Mondo Biliardo non è in edicola, "dovrebbe" essere nei circoli. Dico "dovrebbe" in quanto in effetti mi pare che arrivi in ben pochi. Comunque per saperne di più, l'unica è che qualcuno contatti Peppino Consagno. Sinceramente sino ad ora, personalmente ho capito poco di come funziona la distribuzione.
Ciao



Scritto Da - luigi on 31 Maggio 2005  13:29:56
luigi
Non connesso
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1490
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 4 marzo 2004, 23:48
Località:

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 17 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 17 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti