RSS Facebook Twitter

Uomini e donne ai tornei...

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Uomini e donne ai tornei...

Messaggioda jerruzzo » lunedì 23 maggio 2005, 9:23

Da una discussione intrapresa sul biliardo durante la pausa caffè dove lavoro io, mi sono state rivolte domande sulla promiscuità dei tornei di biliardo, più precisamente sui tornei dove uomini e donne non giocano separatamente.
Al chè, pensando al pool, mi sono rivolto a me stesso: ma nei super open che ci sono in America, le donne Tipo la Lee e la Fisher (tanto per citare qualcuna tra le più forti) si buttano nella mischia tra gli uomini più forti o aspettano solo i loro tornei tra donne dove la competitività è molto limitata?

Premetto che ho molta stima per le donne che giocano a biliardo e anche un po' di invidia per la loro grinta (cosa che oggi manca un po' per i maschietti giovincelli..almeno credo), però mi piacerebbe tanto sentire di una finale o di una stupenda partita di qualche campione che ha sudato (o, perchè no, perso) contro una donna (non è che sia un fatto così eccezionale).
Per esempio il Maggio che perde contro la nostra Amelie (un bel 3-0 secco secco come un grappino.. :arrossire: ).

un salutone!

Mi illumino di immenso.

Scritto Da - jerruzzo il 23 Maggio 2005alle ore  09:27:59
jerruzzo
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 615
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:24
Località: Torino

Messaggioda Spiderman » lunedì 23 maggio 2005, 10:17

Ciao Jerry, dipende dal torneo: il recente BCA Open, a Las Vegas, aveva la sua sezione maschile (vinta da Thorsten Hohmann, che ha lasciato a zero Johnny Archer in finale, terzo Mika Immonen), e quella femminile, che ha visto prevalere Alison Fisher in finale con Karen Corr. Proprio queste due giocatrici nei tornei professionistici "misti" sono quelle che si sono prese le maggiori soddisfazioni, arrivando in fondo a numerose gare importanti, e vincendone alcune. Ricordo ad esempio Karen Corr vincitrice di un Joss Tour Event, in finale addirittura con Mika Immonen. In campo europeo giovani giocatrici come Jasmin Ouschan e Wendy Jans si stanno facendo molto onore agli eurotour, mietendo ogni volta vittime sempre più illustri.

Morale della favola: Maggio ha le ore contate... ;)
Spiderman
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2020
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 maggio 2004, 12:32
Località:

Messaggioda GHOST » lunedì 23 maggio 2005, 12:25

non so se amelie ha vinto contro qualche (pro)"e cmq gli auguro che gli succeda spesso". ma sicuramente cinzia ianne ne ha gia mandato a casa piu di uno. :)

G B
GHOST
Non connesso
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 672
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 marzo 2004, 15:03
Località:

Messaggioda berlui » lunedì 23 maggio 2005, 14:41

Ritengo che piu' che possibile.
Le regole sono le stesse, gli strumenti anche, la massa muscolare non impatta gran che, la massa celebrale impatta parecchio ..... I maligni diranno "appunto le donne non battono i Professionisti"  :vodoo:

Luigi.
berlui
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 228
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 16 novembre 2004, 13:00
Località: Pescara

Messaggioda Gianni » lunedì 23 maggio 2005, 14:59

Mi sembra negli anni settanta  in America i pro hanno cambiato regolamento, che proibiva la partecipazione ai tornei maschili a donne .......sapete perché......una certa Jeanne (Baluska o Baluka) o qualcosa del genere li faceva neri, a quasi tutti i tornei in cui partecipava........visto il nuovo regolamento e visto che non aveva tempo da perdere a giocare con le donne.....ha smesso.
Si racconta di serie da 100 bilie a Pool continuo a ripetizione........e a quei tempi....non erano in molti a fare serie del genere.

Quindi bisogna stare molto attenti alle donne. :D  :D  ;)  ;)
Gianni
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2486
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2004, 14:27
Località: Zurigo

Messaggioda Spiderman » lunedì 23 maggio 2005, 15:33

Da fonti americane in internet, Jeanne Baluskas (o come cavolo si chiama) ha smesso di fare tornei ma spenna polli a ripetizione tuttora... :)
Spiderman
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2020
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 maggio 2004, 12:32
Località:

Messaggioda amelie » martedì 24 maggio 2005, 14:39

Ciao Jerruzzo!
Purtroppo no.... non mi è mai successo! E credo che, per quanto mi riguarda, la strada è ancora lunga, forse inaccessibile. Non lo dico per commiserarmi... io credo che i pro siano persone con doti biliardistiche particolari che non emergono dopo dieci o vent'anni!Ma molto velocemente.
Credo semplicemente di essere un giocatore della massa... che può migliorare certamente, ma pur sempre della massa. E cmq ho deciso di giocare a biliardo per divertirmi e non per farne un'attività... anche perchè farei la fame! :D
Per quanto riguarda le gare... se chiudono l'accesso alle donne... quel poco biliardo femminile che si vede morirà! Questa la mia opinione!

Per Berlui.... tutto sommato non do torto a chi pensa che le donne non abbiano il cervello per giocare a biliardo ma credo che sia diverso e che dipenda proprio dal modo di approccio del giocatore. La donna spesso viene attratta da questo gioco in tarda età (25-30 anni) che per emergere nel biliardo sono tanti... Credo che se prendiamo una ragazzina di 14 anni (vedi Ianne agli esordi) e la mettiamo con i giusti precettori su un panno verde il suo modo di ragionare sarà molto simile a quello del tipico "maschio biliardista" non credete? Le donne a 30 anni sono già piene di paranoie che l'universo maschile non può comprendere e non avrà mai.
Spero di non scatenare l'ira di qualche collega.... la mia è una visione del tutto personale.
Un bacione!

Sotto con gli allenamenti!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 19:53
Località: vicenza

Messaggioda martille » martedì 24 maggio 2005, 14:43

Credo che più che un discorso di paranoie, di cervello o altro, sia un discorso di cultura. Purtroppo, come già detto in altre occasioni, per TROPPE persone il biliaro è il MALE e quindi poco idoneo a ragazzi e men che meno alle donne.
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 13:54

Messaggioda amelie » martedì 24 maggio 2005, 14:54

[quote]
Credo che più che un discorso di paranoie, di cervello o altro, sia un discorso di cultura. Purtroppo, come già detto in altre occasioni, per TROPPE persone il biliaro è il MALE e quindi poco idoneo a ragazzi e men che meno alle donne.


[/quote]

Discorso valido per gli osservatori esterni. Ma non per le donne che ci giocano!

Sotto con gli allenamenti!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 19:53
Località: vicenza

Messaggioda Spiderman » martedì 24 maggio 2005, 15:36

Secondo me c'è anche un'altra cosa che differenzia la gran parte delle giocatrici donna dai maschietti: molto spesso tra donne c'è una rivalità più accentuata rispetto agli uomini, che sfocia anche nel personale. Parlandone con amiche giocatrici ho avuto conferma di questa impressione, e se da una parte questo sentimento può fornire "grinta" agonistica supplementare, dall'altra fa perdere un pò di lucidità e la testa rimane sul tavolo meno di quello che dovrebbe... Per questo motivo ho visto molte volte giocatrici fornire prestazioni molto buone (tecnicamente) in tornei misti, contro uomini, piuttosto che in sfide in gare esclusivamente femminili.
Amelie, secondo te ho detto una ca...ta? Non mi offendo se dici si... :P
Spiderman
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2020
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 maggio 2004, 12:32
Località:

Messaggioda korra » martedì 24 maggio 2005, 16:51

[quote]
Secondo me c'è anche un'altra cosa che differenzia la gran parte delle giocatrici donna dai maschietti: molto spesso tra donne c'è una rivalità più accentuata rispetto agli uomini, che sfocia anche nel personale. Parlandone con amiche giocatrici ho avuto conferma di questa impressione, e se da una parte questo sentimento può fornire "grinta" agonistica supplementare, dall'altra fa perdere un pò di lucidità e la testa rimane sul tavolo meno di quello che dovrebbe... Per questo motivo ho visto molte volte giocatrici fornire prestazioni molto buone (tecnicamente) in tornei misti, contro uomini, piuttosto che in sfide in gare esclusivamente femminili.
Amelie, secondo te ho detto una ca...ta? Non mi offendo se dici si... :P
[/quote]

Efren penso che qualcosa di vero ci sia in quello che hai scritto, osservano le partite nei loro tornei non si riesce a vedere appieno le loro "vere" capacità tecniche, annebbiate spesso da pettegolezzi e gelosie  tra atteggiamenti poco sportivi e reazioni isteriche e imbarazzanti  (questo per la verità è comune anche agli uomini).  Non vale per tutte, parlo in generale, ma anche quelle diciamo "sane" soffrono  l'atmosfera.  Anche se poi sotto sotto si vogliono bene e  simpatizzano (vedi post sul forum di Aurora).
Questo non succede quando giocano contro gli uomini, più tranquille e all'insegna del "non ho niente da perdere" estraggono dal loro bagaglio tecnico colpi che si vedono eseguiti dai migliori giocatori.   Mi auguro che imparino a stare in gara , sul biliardo, e di non "preoccuparsi" d'altro.



Scritto Da - korra on 24 Maggio 2005  16:53:19
korra
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 110
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 17 novembre 2003, 10:14
Località: Inzago, Milano

Messaggioda lupomarino » martedì 24 maggio 2005, 17:37

[quote]
Efren penso che qualcosa di vero ci sia in quello che hai scritto, osservano le partite nei loro tornei non si riesce a vedere appieno le loro "vere" capacità tecniche, annebbiate spesso da pettegolezzi e gelosie  tra atteggiamenti poco sportivi e reazioni isteriche e imbarazzanti  (questo per la verità è comune anche agli uomini).  Non vale per tutte, parlo in generale, ma anche quelle diciamo "sane" soffrono  l'atmosfera.  Anche se poi sotto sotto si vogliono bene e  simpatizzano (vedi post sul forum di Aurora).
Questo non succede quando giocano contro gli uomini, più tranquille e all'insegna del "non ho niente da perdere" estraggono dal loro bagaglio tecnico colpi che si vedono eseguiti dai migliori giocatori.   Mi auguro che imparino a stare in gara , sul biliardo, e di non "preoccuparsi" d'altro.
[/quote]

Fiuuuuuuu. Scusate questo è il mio Korra!  :P
lupomarino
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1038
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 novembre 2003, 10:30
Località: Inzago

Messaggioda Biagio999 » martedì 24 maggio 2005, 20:26

Eccomi qua. Un esempio vivente battuto da Cinzia Ianne. Una finale persa con Cinzia. Quanto ad Amelie ........ bhe son certo che in futuro saprà affontare la migliore Cinzia Ianne e batterla, quindi se batte lei ..........
Per Amelia, il mio non è solo un augurio, ma una certezza.

bye all
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 14:48
Località: Parabita

Messaggioda amelie » mercoledì 25 maggio 2005, 8:53

Grazie Biagio! Speriamo che quello che dici sia vero.... ma ce n'è di strada da fare!
Per quanto riguarda il discorso di Efren e Korra..... le "paranoie" di cui parlavo nel post precedente sono proprio queste! Personalmente,io mi considero abbastanza lontana  da tutto questo (probabilmente perchè sono nelle nazionali da solo due anni)ma ho notato che tra le "donne più"del biliardo ci sono delle "croste" vecchie, d'annata, che portano certe partite ad un livello di tensione esasperato, si respira proprio nell'aria! Questo a dire la verità succede anche nei maschi ma il cervello "uomo" gestisce la cosa in modo molto più razionale e distaccato... Quante volte ad esempio vi capita di scontrarvi in gara con amici, veri amici! Questo per molte ragazze diventa un problema. Oppure vi capita di giocare contro uno che non potete vedere, che è stato scorretto e che si è comportato male... bhe, nonostante la rabbia riuscite a vedere le cose in maniera molto più limpida invece una donna è facile che si "infuochi" per la rabbia e a rimetterci è solo il gioco.
Quindi, il mio invito a tutte le ragazze è proprio questo: cercate di scrollarvi le tensioni e le acidità derivate dai rapporti personali, quando giocate.... giocate e basta!
Un bacione!

Sotto con gli allenamenti!
Amelie
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 19:53
Località: vicenza

Messaggioda jerruzzo » mercoledì 25 maggio 2005, 13:51

Sono d'accordo con i cari Efren e Korra per quanto riguarda l'emotività in gara che una donna sente di più e su tutto quello che deriva da una partita persa magari per motivi anti sportivi o non attribuibili alla bravura dell'avversaria/o.

La cosa che volevo sottolineare di più, è il potenziale che le donne hanno in questo sport, il nostro sport.
A differenza di noi maschietti loro la gara la sentono molto di più e di questa virtù bisognerebbe farne veramente tesoro.
Noi maschietti siamo più da torneo-baldoria-seduta-disco-2 ore di sonno-torneo...o no?
Questo è quello che ho sempre visto alle prove di campionato italiano di pool...non che sia una cosa negativa, però quando vedo le ragazze che giocano in campionato, sono riposate, concentrate e lo sono veramente..e questo mi porta sempre più spesso a guardare partite dove si cimentano delle donnine(magari anche carine...SCHERZO!).

Chissà, se anche i boys riuscissero a trovare la loro forma, preparandosi psicologicamente e fisicamente al torneo, magari si vedrebbero delle partite più combattute e anche più belle da vedere.

E poi provate a spiegare una cosa di biliardo a una giocatrice e guardatela negli occhi:si vede che ti ascoltano veramente.
Provate invece con un giocatore di palese livello tecnico inferiore:provate a guardarlo negli occhi, se non si è già girato voltandovi le spalle...


Un salutone grande come questo grande forum.

;)  ;)

Mi illumino di immenso.

Scritto Da - jerruzzo on 25 Maggio 2005  13:56:48

Scritto Da - jerruzzo on 25 Maggio 2005  13:59:30
jerruzzo
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 615
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:24
Località: Torino

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: redellafrattura e 9 ospiti

cron

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 10 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 9 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: redellafrattura e 9 ospiti