RSS Facebook Twitter

Struttura stecche birilli

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Struttura stecche birilli

Messaggioda Claus72 » lunedì 16 aprile 2012, 22:03

Una discussione un po' provocatoria, da anni qui si discute delle diverse stecche per il gioco dei birilli e tutto ciò che ruota attorno: materiali, strutture a più parti, bilancieri e chi più ne ha più ne metta. Molti sanno che ho sempre espresso alcune perplessità rispetto a molti dei disegni di stecche da birilli, più di una volta ho sostenuto che si tratti di scelte più dettate dal marketing che non da dettami tecnici, in particolare la dibattuta questione del bilanciere e la sua reale influenza sul comportamento della stecca. Una cosa che non avevo mai messo in dubbio era la qualità e/o longevità di questo tipi di soluzione, per cui quanto successo ieri sera con la mia vecchia Zenith RL-42 (acquistata esattamente 12 anni fa) mi ha lasciato abbastanza perplesso: stavo smontando la stecca e invece di svitare il puntale...ho svitato il cono.

Non vi dico la sopresa, da un po' sentivo una vibrazione strana nell'attrezzo ma l'avevo sempre imputata all'asta filettata priva di pesi, invece era proprio un cedimento strutturale. A qualcuno è mai capitata una cosa del genere? Oppure nessuno ha mai usato una stecca di questo tipo per più di 10 anni come il sottoscritto??

Devo dire che la mia stecca da pool made in china, ultra modificata, è con me da 17anni e non fa una piega, senza poi parlare della Dieckman che ho da circa 10 anni e sembra nuova.
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda @le » martedì 17 aprile 2012, 8:39

Ciao Claus.
Sto cercando anche io di capire il più possibile (dati scientifici alla mano) cosa/quanto influisca il bilanciamento della stecca.
Al momento la mia opinione più gettonata è che a livello "fisico/meccanico" influisca molto poco; a livello pratico invece ha la sua valenza perchè per il giocatore sentirla pesante davanti o dietro cambia la sua meccanica di tiro e da la parvenza di "dare più effetto" oppure "taglia di più"...

Sono dell'idea che si debba lavorare sui punti deboli di una qualsiasi stecca, migliorarli il più possibile e poi realizzare un attrezzo che accompagni il braccio adeguatamente alla specialità che si gioca.
"...l'importante non è fare 99%, ma 110%. Meglio in testa a rally poi fai incidente o cappottare: se tu fare 99% solo decimo o undicesimo e nessuno te conosce...
Tu tira o resta a casa..."

Markku Alen
@le
Non connesso
Avatar utente
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 663
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 10:21
Località: Alba

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda colombo » lunedì 7 maggio 2012, 22:50

Ragazzi!! certe affermazioni potrebbero sembrare offensive a chi investe in ricerca nel settore. Non possiamo affermare che cambiando la bilanciatura gli effetti siano gli stessi, perlomeno prima proviamo a fare dei tiri con varie bilanciature e poi
se ci si mette un pochino di attenzione scopriamo che chi ha inventato quella benedetta ,"a volte maledetta" asta ha fatto una gran cosa.
colombo
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 365
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 5 marzo 2011, 13:26

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda @le » martedì 8 maggio 2012, 9:37

Non vedo perchè il mio post debba essere offensivo.
E' ben chiaro nello scritto che si tratta della mia opinione.
Non leggere nel mio post cose che non ho scritto.  :fico:

Io credo che facendo le prove con bilanciature diverse (che peraltro ho fatto anche se sembra pensi il contrario) si rischia anche di non essere obiettivi, non essendo noi esseri umani delle macchine.
Quindi mi baso anche su studi in cui sono coinvolte apparecchiature di misurazione.
"...l'importante non è fare 99%, ma 110%. Meglio in testa a rally poi fai incidente o cappottare: se tu fare 99% solo decimo o undicesimo e nessuno te conosce...
Tu tira o resta a casa..."

Markku Alen
@le
Non connesso
Avatar utente
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 663
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 10:21
Località: Alba

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda colombo » martedì 8 maggio 2012, 13:20

di male in peggio .
ora hanno inventato macchinari per MISURARE le bilanciature delle stecche.
presto andremo a giocare con metro ,pc,e bilancino
colombo
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 365
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 5 marzo 2011, 13:26

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda pinomor » martedì 8 maggio 2012, 13:23

Voglio dire la mia senza polemiche,il discorso di Claus ci sta pure, ma non bisogna dimenticare che il gioco cinque/nove birilli ha come fine a se stesso la copertura e se centro centro e biglia a ridosso sponda ancora meglio,la corsa di entrambe le biglie è essenziale ,in altri giochi cio' non è determinante,anzi credo non interessi null'altro che l'utilizzo del colpo,affondo ed effetti per portare la battente nella posizione piu' consona al tiro successivo,nel nostro gioco occorre portare la battente dove non sia di facile colpitura per l'avversario che batte dopo di noi.Il bilanciere con la pesistica è lo strumento personale ed individuale che permette all'individuo,giocatore,in base alle sue caratteristiche fisiche,di tecnica,di eseguire con facilita' quei percorsi che le biglie devono fare alla bisogna,con facilita' in relazione alle proprie caratteristiche,cercando cosi' una scorciatoia alla possibilita' di ottenere lo stesso risultato modificando il proprio gioco.
La pesistica,l'asta con bilanciere credo che siano da considerare migliorie sostanziali alle attuali stecche,logicamente il discorso individuale regna sovrano(quello che va bene a te a me non va),chi affonda i piu' ha una pesistica leggermente avanzate rispetto chi strutturalmente affonda meno,chi chiede come sei bilanciato tu con la stecca tot ottiene sicuramente una risposta che non serve a nulla poiche' le corse che ottengo io ,non è detto che siano identiche alle tue.Comunque credo ci sia poco da discutere chi ha smanettato con i pesi con cognizione sa che basta poco a far variare le corse delle biglie (l'aumento o la diminuzione del peso sono il primo fattore da considerare)ed attualmente vista la tendenza logica di aumentare la lunghezza di escursione dei pesi rispetto al passato dove gli spostamenti facevano avvertire meno le differenze quasi annullandolo e quindi capisco in tal senso il discorso primario,il fenomeno se non si è proprio ciucci con gli attrezzi attuali è molto piu' evidente.
pinomor
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 541
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 19 gennaio 2004, 4:16
Località:

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda @le » martedì 8 maggio 2012, 15:33

colombo ha scritto:di male in peggio .
ora hanno inventato macchinari per MISURARE le bilanciature delle stecche.
presto andremo a giocare con metro ,pc,e bilancino


Facile ironia. Ancor di più se penso a quante volte ho visto giocatori presentarsi con "la stecca che va dritta" o che "non scarta" solo perchè hanno spostato 10 grammi più su o più giù...
Quando vogliamo parlare seriamente molto volentieri...
"...l'importante non è fare 99%, ma 110%. Meglio in testa a rally poi fai incidente o cappottare: se tu fare 99% solo decimo o undicesimo e nessuno te conosce...
Tu tira o resta a casa..."

Markku Alen
@le
Non connesso
Avatar utente
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 663
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 10:21
Località: Alba

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda Claus72 » martedì 8 maggio 2012, 15:48

Il discorso dei pesi ha più a che fare, secondo me, con la distribuzione della massa più che con il centro di massa, e sono d'accordo che poter giocare con la distribuzione permette al giocatore esperto (e sottolineo esperto) ottenere di più dall'attrezzo. La mia perplessità va, ora, nel senso della resistenza strutturale di una soluzione di questo genere, da cui la domanda che ponevo ed alla quale nessuno ha risposto: il giocatore medio di birilli, per quanto tempo usa al massimo una stessa stecca?
Ripeto che quanto è successo alla mia stecca è un qualcosa, per me, inusuale e completamente fuori dagli schemi, in 26 anni di biliardo le stecche rotte che ho visto sono sempre state maltrattate dai suoi proprietari, le stecche da bar con incastro a 4 punte sono virtualmente eterne e sopportano abusi di ogni genere, ma si tratta in ogni caso di strutture solide, con quello che costano le stecche italiane pretendo una costruzione altrettanto solida. Qui sotto vi metto le foto della stecca
Immagine

Immagine
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda effe77 » martedì 8 maggio 2012, 16:00

una cosa simile è successa anche ad un mio amico con una stecca di altra marca

sull'altra domenda non mi fermerei al quanto un giocatore tiene la stecca, da pochi mesi a 30 anni, ma a quanto quella stecca gioca. chi la cambia, che siano pochi mesi o anni, in genere la da a qualcun altro che ci continua a giocare. le stecche giocano per molti anni, sia pure in mani diverse
°-°    °-°   °-°   °-°   °-°    °-°    °-°    °-°    °-°
:ola:  :ola:

evita accuratamente pallino e birilli
effe77
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 12615
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2007, 16:12
Località: SALENTINO ad Ancona

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda @le » martedì 8 maggio 2012, 16:24

Dal basso della mia pochissima esperienza di gioco, ho utilizzato solo 4 stecche.
La mia attuale 3pezzi penso che farà con me ancora molti chilometri e non mostra segni di usura dovuti al tempo.
Una due pezzi che ancora conservo (ha 3 anni) ha già alcune crepe sulla vernice dovute probabilmente ad assestamenti del legno.
"...l'importante non è fare 99%, ma 110%. Meglio in testa a rally poi fai incidente o cappottare: se tu fare 99% solo decimo o undicesimo e nessuno te conosce...
Tu tira o resta a casa..."

Markku Alen
@le
Non connesso
Avatar utente
Utente Naz-Pro
 
Messaggi: 663
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 10:21
Località: Alba

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda Claus72 » martedì 8 maggio 2012, 16:28

Hai ragione effe, la domanda giusta è: qual'è la vita utile di una stecca da birilli?

P.S.: La stecca l'ho già riparata e funziona bene...anche se ormai non mi ci fido tanto, probabilmente la trasformo in una stecca da massè.
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda Claus72 » martedì 8 maggio 2012, 16:29

@le ha scritto:Dal basso della mia pochissima esperienza di gioco, ho utilizzato solo 4 stecche.
La mia attuale 3pezzi penso che farà con me ancora molti chilometri e non mostra segni di usura dovuti al tempo.
Una due pezzi che ancora conservo (ha 3 anni) ha già alcune crepe sulla vernice dovute probabilmente ad assestamenti del legno.


Crepe in soli 3 anni?? Le perplessità aumentano...
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus
Claus72
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 3129
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 21 dicembre 2003, 21:29
Località: Santo Domingo

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda effe77 » martedì 8 maggio 2012, 18:02

la vita utile di una stecca è lunga, conosco gente che gioca con la stessa da una vita. per esempio un anziano e bravo giocatore di ancona ha la stessa stecca da un tempo indefinibile e non sembra accusare il peso degli anni. il puntale è un pò ruvido, solo un pò e difficilmente avvertibile ma anche i puntali in legno si consumano, o no?

altri giocano con stecche vecchiotte che sono passate per diverse mani ed anche loro non lamentano problemi
°-°    °-°   °-°   °-°   °-°    °-°    °-°    °-°    °-°
:ola:  :ola:

evita accuratamente pallino e birilli
effe77
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 12615
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2007, 16:12
Località: SALENTINO ad Ancona

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda colombo » martedì 8 maggio 2012, 20:44

mi permetto di rispondere con "molta "umilta a CLAUS 72 per me la vita di una stecca non puo essere quantificata.
ma scusa non potrebbe essere solo un difetto di costruzione? vedo che qui sul forum solo in due casi hanno riscontrato quel tipo di problema.
a me circa cinque anni fa ,su un tiro di giro di colpo ,salto fuori il teflon con attaccato il cuoietto. la ditta mi cambio il puntale, da allora quella stecca non fu piu uguale ,scartava,e non riuscivo piu a tagliare allo stesso modo.
la dovetti cambiare, PERCHE quando una stecca scarta puoi metterti i pesi anche in tasca che se non trovi il puntale giusto non c'e nulla da fare.
colombo
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 365
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 5 marzo 2011, 13:26

Re: Struttura stecche birilli

Messaggioda El putin » mercoledì 9 maggio 2012, 10:31

Mi piacerebbe dare un valido contributo a questa discussione, ma ho paura che anche portando la mia modestissima esperienza relativa alle stecche da birilli, rischierei di esibirmi in vaghe considerazioni personali che portano al nulla.
L'unico apporto al tema del dibattito è una domanda che ho fatto spesso: Esistono molti libri che parlano di biliardo, delle regole di gioco, di come si eseguono i vari fondamentali, di sistemi, strategie ecc... ma non esiste un testo serio che spieghi e che aiuti a capire le differenze tra le stecche, il bilanciamento, i materiali, le alchimie che nascono tra bilanciamento/materiale/cuoietto eccc... NON VI SEMBRA STRANO??!
Penso che ci siano due fattori fondamentali da considerare: La sensibilità e l'abilità di chi adopera le stecche da una parte -  le necessità e le virtù dei costruttori dall'altra.
Sono sufficienti queste variabili per creare talmente tante considerazioni che nessununo si sentirebbe  di scrivere qualcosa su questo argomento, .... voi che ne dite ... basterebbe la treccani???!!. :ciao:
La passione è l'unico oratore che spesso persuade.
El putin
Non connesso
Avatar utente
Utente Master
 
Messaggi: 156
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 2 ottobre 2010, 21:32

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Andrea80 e 19 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 20 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 19 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Andrea80 e 19 ospiti