RSS Facebook Twitter

consiglio

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

consiglio

Messaggioda rodrigo » martedì 15 marzo 2005, 21:54

premesso che grazie al forum e a tutte le cose in esso apprese ho fatto,credo,notevoli passi avanti, sicuramente in termini di risultati in torneo, vorrei chiedere un consiglio dal punto di vista tattico: giocando un rinterzo già impostato come angolo, è meglio giocarlo ad allungare le biglie o a morire dietro il castello? Inoltre è la stessa cosa a 5 o a 9 birilli?
rodrigo
Non connesso
Utente Ordinario
 
Messaggi: 31
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 9 novembre 2003, 14:18
Località: Alghero

Messaggioda Falcohap » martedì 15 marzo 2005, 23:22

io lo tiro di mezzo colpo ad allungare, dietro il castello è la soluzione migliore ma basta poco per lasciare all'avversario un tiro comodo.
Falcohap
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 52
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 8 novembre 2003, 13:04
Località:

Messaggioda Ryno » martedì 15 marzo 2005, 23:30

"A ddui mpennuli è a racina" dicono in sicilia :D
Ovviamente se tiri ad allungare hai più possibilità sul realizzo(la steccata allegretta riesce più spesso perfetta ®[la rima l'ho appena inventata io!!®]) ed una sicura copertura finale,di misura invece,se ti riesce,ottiene una messa più dura.
Comunque dipende anche dal punteggio e da chi hai di fronte,generalmente se devi recuperare è meglio la misura,se sei avanti è preferibile il realizzo.

*Predico il male e razzolo Bene*
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda Biagio999 » martedì 15 marzo 2005, 23:31

Quello che non devi fare è sbagliare il tiro sullo stretto.
poi ricorda sempre : "il tiro giusto è sempre quello che precede l'errore dell'avversario"v bye all
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 14:48
Località: Parabita

Messaggioda billy » mercoledì 16 marzo 2005, 12:23

[quote]
premesso che grazie al forum e a tutte le cose in esso apprese ho fatto,credo,notevoli passi avanti, sicuramente in termini di risultati in torneo, vorrei chiedere un consiglio dal punto di vista tattico: giocando un rinterzo già impostato come angolo, è meglio giocarlo ad allungare le biglie o a morire dietro il castello? Inoltre è la stessa cosa a 5 o a 9 birilli?


[/quote]
sono i birilli che fanno male,se non e' piu' che facile...tira a buttar giu'.
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 13:56
Località: Lonato

Messaggioda martille » mercoledì 16 marzo 2005, 12:28

Io lo tiro forte a ringaruffare l'avversaria ed ottenere la parificazione sulla corta
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 13:54

Messaggioda billy » mercoledì 16 marzo 2005, 12:43

[quote]
Io lo tiro forte a ringaruffare l'avversaria ed ottenere la parificazione sulla corta


[/quote]
Immagine
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 13:56
Località: Lonato

Messaggioda steyr » mercoledì 16 marzo 2005, 13:52

Io preferisco spingere un pò e cercare di lasciare le due palle in angoli opposti. Cercare la difesa dura subito dietro il castello è troppo rischioso e i vantaggi non è detto che siano così grandi.

se non sai la risposta, qualcuno farà la domanda...
steyr
Non connesso
Utente Ordinario
 
Messaggi: 40
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 13 marzo 2005, 3:50
Località: Manduria

Messaggioda luigi » mercoledì 16 marzo 2005, 14:43

La "parificazione sulla corta" è una rimanenza NON una difesa. Pur se eseguito bene, ma senza un pallino a fare da interferenza, o si lascia un rinterzo (angolo) con passaggio interno della battente o un traversino di mezzo colpo. E' vero che i birilli fanno male, ma fanno male anche quando... è l'altro a farli. Nella posizione di bilie indicata da Rodrigo (rinterzo impostato) obiettivamente le soluzioni razionali e canoniche sono due: o lo giochi ad allungare o lo giochi di misura, optando fra le due secondo il suggerimento di Ryno e MAI sbagliare sullo stretto, Biagio999 ha ragione in questo (*). Ovviamente questo se uno gioca per vincere, se gioca invece per il solo suo piacere personale, allora va bene tutto. Anche col pallino in posizione utile, non metterei comunque l'angolo a ingaruffare fra le scelte di base come le due suddette, è già una soluzione sofisticata che esce dai soliti schemi e l'uscire dai soliti schemi il più delle volte significa cercarsi rogne. Quando si gioca per vincere, la cosa migliore che un giocatore può fare è quella di NON iscriversi MAI al "famigerato"... U.C.A.S. (ufficio complicazione affari semplici). Già il "semplice" è abbastanza "complicato" di suo, non vedo nessun bisogno di "aumentare la dose", naturalmente se si gioca per vincere e non solo per divertirsi.

PS L'angolo a ingaruffare può diventare una scelta prioritaria nel caso del tiro di chiusura, ma in quel caso non si può dire che si cerca la parificazione sulla corta, quanto che si cerca... di chiudere, punto. E visto che tirando forte la realizzazione è più facile, ecco che si velocizza l'esecuzione, se poi si parifica "anche" bene, ma non era quello l'obiettivo primario, quello che premeva era... chiudere.  

PS (*) Dove non sono in sintonia con Biagio è nel Suo abituale motto finale, tanto per fare un esempio: se gioco quel rinterzo veloce, lo prendo leggermente largo (2 o 4 punti), di seconda non becco la lunga ma la corta e quindi l'avversa torna su per cui lascio il fisso o un tiro "a spingere", se poi per caso l'avversario sbaglia il fisso o "la spinta"... il mio tiro (chiaramente sbagliato) diventa... giusto? A me pare proprio di no, eppure il mio tiro "ha preceduto l'errore dell'avversario". Se adottiamo quest'ottica, allora "tutte" le scelte, anche le più scellerate, diventano giuste se l'altro sbaglia e sono sbagliate se l'altro centra? Sinceramente mi sembra un parametro di valutazione poco plausibile.







Scritto Da - luigi on 16 Marzo 2005  13:50:09
luigi
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1387
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 5 marzo 2004, 0:48
Località:

Messaggioda rodrigo » mercoledì 16 marzo 2005, 15:00

Vi ringrazio tutti per le risposte, però la domanda era anche doppia, è la stessa cosa a 5 o9 birilli?Secondo me a 5, allungarla, spesso espone ad uno sponda biglia piuttosto facile
rodrigo
Non connesso
Utente Ordinario
 
Messaggi: 31
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 9 novembre 2003, 14:18
Località: Alghero

Messaggioda Biagio999 » mercoledì 16 marzo 2005, 15:14

Luigi hai colpito nel segno. La mia frase finale vuol dire proprio questo: non vi è mai una scelta di tiro giusta. Apparentemente vi sono delle scelte a nostro pensiero + giuste per realizzare e far difesa, ma talvolta anche giocare in maniera scellerata ti può far vincere la partita o l'incontro. Certo si vince solo una partita, non una gara. Intanto si elimina un avversario ......... poi si vedrà.

il tiro giusto è sempre quello che precede l'errore dell'avversario.
Biagio999
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4368
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2004, 14:48
Località: Parabita

Messaggioda billy » mercoledì 16 marzo 2005, 22:32

ma quand'e' che l'angolo e' impostato?
billy
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1212
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 1 aprile 2004, 13:56
Località: Lonato

Messaggioda Ryno » mercoledì 16 marzo 2005, 23:31

Io penso un angolo a spingere.

-----------------------------
*Predico male e razzolo Bene*
Ryno
Non connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 832
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 23 maggio 2004, 23:00
Località: Andromeda

Messaggioda luigi » giovedì 17 marzo 2005, 2:06

La definizione "angolo impostato" la interpreto come Ryno, cioè pieno su pieno si realizzano i birilli.

Aggiungo però che questo solo dato di per sé non è sufficiente per poter fare delle corrette valutazioni che portino alla scelta del tiro, come minimo andrebbe specificato anche la distanza che separa le due bilie, Se le stesse (per impostate che siano) distano una dall'altra 2 metri oppure 50 centimetri, le cose cambiano radicalmente. Il coefficiente di difficoltà fra le due posizioni varia enormemente, di conseguenza varia altrettanto la valutazione che porta a fare la scelta. Ciò che va bene in un caso, può essere improponibile nell'altro e viceversa. Inoltre, se parliamo di scelta di tiro, mancano anche numerosi altri elementi: il fattore punteggio, la rispondenza del tavolo, le caratteristiche proprie e dell'avversario, il “momento” della partita, ecc. ecc.. Ricordo che qualcuno da qualche parte una volta scrisse che erano più di 20 i fattori che il giocatore deve (in quei pochi secondi che gli spettano) vagliare prima di fare la sua scelta di tiro. Qui ne abbiamo solo “uno” e, anche quello, non tanto dettagliato…
Perciò, prendete il mio precedente intervento come considerazioni di carattere generale e generico, non certo come una vera scelta di tiro o come una… “contro-scelta” di tiro.
A 2 metri di distanza mi sta bene anche il rinterzo ingaruffato, tanto, se gioco di misura o anche ad allungare, rischio di non marcare e magari neanche difendere, allora tanto vale giocare veloce, almeno forse marco e a difendere ci penserò… al tiro successivo, a distanze più “ragionevoli” invece no, perché lì posso “ragionevolmente” cercare sia i punti che… il gioco.

PS Biagio999, premesso che su alcune cose sono in sintonia su altre meno, trovo che il Tuo ultimo intervento offra spunti molto interessanti per parlarne a lungo, magari aprendo un'apposita sezione. Purtroppo però in questo periodo ho troppi casini sul lavoro quindi mi manca il tampo, ma se passato il 4 di aprile, Ti ricordi di riproporlo, sarà piacevole riprendere il discorso.
luigi
Non connesso
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1387
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 5 marzo 2004, 0:48
Località:

Messaggioda martille » giovedì 17 marzo 2005, 11:49

Ciao
volevo esporre delle mie considerazioni sul tiro in questione (forse errate).
Per la goriziana il tiro ad allungare le bile negli angoli credo sia la soluzione migliore. Per i 5 birilli continuo a pensare che il rinterzo a ingaruffare sia la soluzione migliore. Cerco di motivare la mia idea :
Se tiro di misura o ad allungare se il tiro è perfetto, il più delle volte ho uno spondino abbastanza comodo, se sbaglio sullo stretto resto spesso fuori, sul largo anche coprendo, l'avversario ha uno spondapalla o tuttalpiù uno striscio abbastanza agevole.
Tirando forte in qualunque caso ho l'alta probabilità di parificare (c'è il rinterzo, ma non è dei più semplici e comunque chi lo tira si espone ad un tiro analogo o ad un traversino), se sbaglio sul largo torno sul castello di 4 sponde e posso parificare, se sbaglio sullo stretto ringaruffo comunque e "rischio" di passare sul castello.
Mi farebbe piacere ricevere delle obiezioni in modo da completare il mio pensiero e migliorare la mia scelta di tiro.

Maurizio
martille
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 11351
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 13:54

Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 12 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 12 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti