RSS Facebook Twitter

Consagno, la fantasia alla ribalta

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Consagno, la fantasia alla ribalta

Messaggioda Cico » giovedì 11 dicembre 2003, 15:15

Sul sito Fibis c'è un articolo interessante di Matteo Caiti che spiega in dettaglio due spettacolari tiri eseguiti da Consagno nei recenti campionati di Goriziana a Saint Vincent in semifinale con Zito. Ho avuto la fortuna di assistere in diretta a quei due splendidi colpi ed è per questo che ritengo attualmente Consagno uno dei giocatori più tecnici e divertenti da vedere al momento.

Il primo tiro in realtà non è poi così impossibile da realizzare, è una garuffa rovesciata e alla Goriziana è una soluzione che, talvolta, capita di dover utilizzare quando le due biglie sono vicine al castello perpendicolari alle due sponde corte e senza la possibilità di poter tirare un 3 o un 5 sponde ( Roby mi ha visto eseguirlo un paio di volte... e una era andata molto bene, proprio giocando in coppia con lui...  ;)  ).

Il secondo invece è una sorta di giro rovesciato indiretto, ad andare a prendere la biglia avversaria dopo aver colpito in sequenza lunga-lunga-corta-lunga. Assolutamente fenomenale. Sul sito Fibis ci sono anche delle bellissime animazioni che meglio inquadrano i due tiri in questione.

Certo che bisogna avere un gran bel coraggio a tentare questi tiri quasi da "esibizione" in gara. Io personalmente il ricorrere a tiri così particolari l'ho visto fare solo a Consagno, Nocerino, Cifalà e Lotti.

Che cosa passerà nella mente di questi giocatori al momento di tentare tali tiri? Cosa ne pensate?

Saluti
Cico
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4950
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 14:39
Località: Milano - Specialità Birilli

Messaggioda jerruzzo » giovedì 11 dicembre 2003, 15:44

Ciao Cico.
HO visto a spiegazione dei due tiri giorni fa e devo dire ke avendoli eseguiti in gara a Saint Vincent è la cosa ke li rende veramente splendidi.
Cmq se la posizione delle biglie indicate sul sito era fedelissima a quella in gara, devo dire ke la garuffa rovesciata nel caso fosse fallita non toccando la biglia avversaria non avrebbe neanke bevuto (danno contenuto), mentre il secondo (secondo me di esecuzione più difficile) l'uscita dall'ultima sponda rimane stretta e cmq sempre a limitare eventuali danni.
Questo è il mio pensiero (ke penso sia presente in tutti i tiri ke ognuno fa).
Sarei curioso, ad esempio, di sapere cosa avrebbe fatto Cifalà, Zito o Torreggiani...
Cmq penso ke se fossi stato lì a vedere questi due tiri eseguiti così bene mi sarebbe venuta la pelle d'oca....

ciao!
jerruzzo
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 615
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:24
Località: Torino



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 7 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 7 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti