RSS Facebook Twitter

Campionato del mondo, Pool Artistico

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Messaggioda dffmade » martedì 1 febbraio 2005, 18:48

teoricamente e praticamente ho fatto esattamente come dite voi per entrambi i tiri che a guardarli così sono una vera cazzata il problema è che per il 13 non riesco a trovare un riferimento valido che mi permetta di ripeterlo più volte (ogni tanto esce, ma non mi risulta ripetibile) mentre per il 33 credo che sia un problema di sponde come dice Gianni. Pur colpendo la billia nel punto giusto non si riesce a farla uscire nella direzione giusta. Ho provato a cambiare buca di partenza e il punto di uscita è sempre enormemente diverso, senza contare che il 50% delle volte vola tutto fuori dal tavolo.
Cmq a parte il jump vi sarei enormemente grato se trovaste dei riferimenti validi per poter ripetere il 13 con una certa sicurezza (ovviamnete dipende anche dalla sbracciata, ma se si parte sempre da punti diversi è inutile allenare il tiro).
Grazie mille a tutti e spero che presto ci incontreremo in una bella sfida all'ultimo trick!

Dippù nin zò
Dffmade
dffmade
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1700
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2004, 4:44
Località: Milano

Messaggioda giggi » mercoledì 2 febbraio 2005, 2:07

chi è che cortesemente e molto gentilmente mi spiega come eseguire il #36? (massè) il coefficiente di difficoltà è 7 ma come tiro fa molto "effetto"... l'ho visto fare a Pelinga 3-4 volte di seguito, ovviamente sempre riuscito, e un pò ci sono rimasto... nella testolina pensavo: ma come ca**o fa??
gg
giggi
Non connesso
Utente Senior
 
Messaggi: 121
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 12 febbraio 2004, 18:53
Località: Roma

Messaggioda Gianni » mercoledì 2 febbraio 2005, 8:54

[quote]Ad esempio il Ref #13 (shot 4 dei draw)   [/quote]

Tra il dire e il fare c'é di mezzo........ la fisica  :D  ;)

Ho provato questo tiro, non occorre come pensavo far scivolare la battente, ne farla saltare sulla sponda.
Primo tentativo: battente in escursione fuori del tavolo,
secondo tentativo: retro corto, effetto a sinistra...(ore 7) con stecca dietro appena alzata, battente in buca al centro.
Ho fatto una decina di tentativi, i problemi più grossi li ho avuti nell'imbucare da quell'angolo la "Object Ball" (come si chiama in Italiano...bilia oggetto?) in tutti i casi, non mi ero portato il foglio con la descrizione della posizione esatta delle bilie, quindi ho fatto un pò a memoria. La battente l'ho messa più staccata dalla sponda, quasi diritta con l'altra bilia, e da questa posizione non vi erano problemi a farla andare con una curva, nella buca di centro, i problemi in compenso con l'altra bilia. Questi Trick Shot sono i più difficili, non basta mettere, come in tanti altri le bilie al posto giusto ci vuole una buona tecnica.

Per il tiro di Gigi,  questo tipo di tiri vengono chiamati...tradotto dal tedesco leteralmente: "colpo a scorrere frustato" in ...teoria  :D  .... é necessario imprimere alla battente una rotazione maggiore verso avanti e con effetto a destra, in modo che superi l'altra bilia. Ore 2, guardando però la bilia da sopra.  

Ma penso che Dffmade ti possa dare qualche consiglio .......pratico  ;)  .......più esatto.

Immagine
Gianni
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2485
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2004, 14:27
Località: Zurigo

Messaggioda jerruzzo » mercoledì 2 febbraio 2005, 11:42

Ho provato ieri sera il ref 13 e in effetti la cosa più difficile è la posizione iniziale delle bilie dalla sponda.

Mi illumino di immenso.
jerruzzo
Non connesso
Utente Nazionale
 
Messaggi: 615
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:24
Località: Torino

Messaggioda dffmade » mercoledì 2 febbraio 2005, 14:27

Per il 36 la cosa difficile è trovare l'inclinazione della stecca ideale. Io la tengo a circa 30/35°, ma Pelinga la tiene sotto i 20. Credo dipenda molto dal grip del cuoietto, dall'elasticità del puntale e dal peso della stecca, oltre ovviamente alla differenza del braccio. Il punto di impatto è esattamente quello che dice Gianni, a ore 2 per intenderci e bisogna mirare a metà tra il  1°diamante e la buca obiettivo. La forza direi su una scala da 1 a 10 deve essere 7. Per il tipo di ponticello non utilizzo l'occhiello, ma il ponticello classico, che permette alla stecca maggiore libertà di di "liberarsi dal contatto con la palla", un pò come il colpo in testa con billie molto ravvicinate. Per lo stesso motivo l'impugnatura è molto leggera, e il colpo è dato più dal polso che dal braccio. Cmq come diceva Claus, aprimamo un post specifico.
In ogni caso credo che per tutti i trick shots sia fondamentale il tipo di attrezzatura e quindi dare delle specifiche tecniche è valido sino ad un certo punto

Dippù nin zò
Dffmade
dffmade
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1700
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2004, 4:44
Località: Milano



Chi c’è in linea

Visitano il forum: sauale e 16 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 17 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 16 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: sauale e 16 ospiti