RSS Facebook Twitter

La scuola campana

Tecnica, tattica, sistemi e materiali di gioco

Re: La scuola campana

Messaggioda rimartille » domenica 19 luglio 2015, 12:09

Cos'è la "predisposizione" in questo caso ??? Esiste il gene "della colpitura" ??? E come mai è "zonale" ??? é particolarmente presente nei campani ???

Non è per caso semplice "IMPRINTING" ??? Semplice emulazione di chi vedi intorno a te ??? Semplice insegnamento acquisito o tramite scuola o semplice osservazione ???
rimartille
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2438
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 26 febbraio 2013, 10:47

Re: La scuola campana

Messaggioda enzo consagno » lunedì 20 luglio 2015, 11:30

mario traversa ha scritto:Sono d'accordo ma ti chiedo:
questa filosofia di gioco e questa efficacia può essere trasmessa da un maestro ad un allievo o deve essere dentro il giocatore a prescindere?
a mio modesto avviso se un giocatore ha sin dall'inizio una predisposizione alla colpitura frontale come molti giocatori campani si arriva ad ottenere quel tipo di gioco che spiegavi tu ma se viceversa ha bisogno di essere costruito sul davanti x limiti di steccata naturale ecc. ecc. serve un lavoro diverso e comunque si può con + ore arrivare ad ottimi risultati ma necessita un tipo di scuola e di approfondimento del biliardo molto più articolato
Io ritengo che i migliori istruttori federali non siano i giocatori naturali ma quelli costruiti che hanno dovuto compiere tutto il percorso x arrivare al top
cosa ne pensi?
ciao

Io penso che a vista è difficile insegnare, nel senso che ognuno ha la sua sbracciata, puoi insegnare una scelta ma non puoi insegnare la sbracciata, di sicuro io mi ricordo che mio padre dal momento in cui avevo deciso di imparare a giocare mi fece fare un solo allenamento, 2/3 ore al giorno da solo a tirare filotti in modo che riuscivo a capire le traiettorie delle bilie e fortunatamente   ho ascoltato il consiglio alla lettera anche se non lo condividevo perché pensavo che per imparare bisognava saper contare :) le sue parole erano vuoi imparare a prendere le bilie di sponda e far correre la tua come gli scarsi a vista o fare birilli e salvarti di sponda? Ho optato per la seconda scelta:)
vincenzo consagno
enzo consagno
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2466
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 29 novembre 2007, 1:28
Località: nocera inferiore

Re: La scuola campana

Messaggioda Runus » lunedì 20 luglio 2015, 11:43

Per me il segreto di fatima è l'emulazione collegata ad una messa in pratica diretta.

Se intorno a te vedi gente che gioca in un certo modo, siccome penso che l'esempio (IN ASSOLUTO) sia il miglior viatico per trasmettere qualcosa agli altri, poi diventi inevitabile proseguire su quella specifica strada.

Questo anche in considerazione del fatto che poi, nel caso trattato, si vada inevitabilmente sul biliardo a cominciare a strimpellare qualche tiro proprio assieme a quelli che hanno fornito l'esempio.

Infatti quando noi pugliesi, brindisini in particolare, affrontiamo gente di Torchiarolo, ci troviamo sempre di fronte dei satanassi, sui tiri a vista.

Chissà perchè... :D
Ciaooo, Renato
Runus
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1435
(Cerca: tutti)

Iscritto il: mercoledì 4 marzo 2009, 23:06
Località: Brindisi

Re: La scuola campana

Messaggioda omeris » lunedì 20 luglio 2015, 11:59

Riassunto della Scuola Campana :

comm'offai offai....basta ch'offai

:lol:  :lol:  :lol:
omeris
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2365
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 29 febbraio 2008, 19:30
Località:

Re: La scuola campana

Messaggioda mario traversa » martedì 21 luglio 2015, 2:47

enzo consagno ha scritto:
mario traversa ha scritto:Sono d'accordo ma ti chiedo:
questa filosofia di gioco e questa efficacia può essere trasmessa da un maestro ad un allievo o deve essere dentro il giocatore a prescindere?
a mio modesto avviso se un giocatore ha sin dall'inizio una predisposizione alla colpitura frontale come molti giocatori campani si arriva ad ottenere quel tipo di gioco che spiegavi tu ma se viceversa ha bisogno di essere costruito sul davanti x limiti di steccata naturale ecc. ecc. serve un lavoro diverso e comunque si può con + ore arrivare ad ottimi risultati ma necessita un tipo di scuola e di approfondimento del biliardo molto più articolato
Io ritengo che i migliori istruttori federali non siano i giocatori naturali ma quelli costruiti che hanno dovuto compiere tutto il percorso x arrivare al top
cosa ne pensi?
ciao

Io penso che a vista è difficile insegnare, nel senso che ognuno ha la sua sbracciata, puoi insegnare una scelta ma non puoi insegnare la sbracciata, di sicuro io mi ricordo che mio padre dal momento in cui avevo deciso di imparare a giocare mi fece fare un solo allenamento, 2/3 ore al giorno da solo a tirare filotti in modo che riuscivo a capire le traiettorie delle bilie e fortunatamente   ho ascoltato il consiglio alla lettera anche se non lo condividevo perché pensavo che per imparare bisognava saper contare :) le sue parole erano vuoi imparare a prendere le bilie di sponda e far correre la tua come gli scarsi a vista o fare birilli e salvarti di sponda? Ho optato per la seconda scelta:)




Grazie della risposta che riguarda la tua esperienza
Non sono completamente d'accordo xchè è vero che la sbracciata è personale ma proprio sui filotti si può insegnare tanto ed è quello che poi fà veramente la differenza mentre sul gioco di sponda non dico che basti un buon manuale ma...anche un forum può aiutare
x fare un es.del mio concetto i giocatori inesperti o i novelli tendono a giocare le strette impartendo parecchio taglio alla battente oppure tendono ad aumentare la forza su un 3 passate giocate di colpo in testa oppure gestiscono male un filotto veloce con battente a colla  oppure ....  ecco che un buon istruttore spiegando cosa succede tra le biglie(rotazioni ecc- ecc-) e come sfruttare al meglio l'attrezzo di gioco può in tempi rapidi far capire al giocatore parecchie cosette che da soli è difficile apprendere
puoi stare sul biliardo ore ed ore ma se non ti si aprono determinate porte o non ti aiutano ad aprirle serve a poco secondo me

ciao e grazie!!
mario traversa
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 379
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 8 novembre 2012, 10:04

Re: La scuola campana

Messaggioda exbertit » martedì 21 luglio 2015, 8:43

amicic miei  sappiamo tutti che il biliardo è in parte fisica classica le biglie a vista si giocano tenedo presente le equazioni di detta fisica il fatto è che nessuno ha mai studiato o meglio ha mai trasmesso studi fisio-anatomici sulla meccanica del movimento della sbracciata nei giochi ai birilli , ma se andate aprendere lezioni da un buon maestro di carambola si apre un mondo  rimane poi il problema della ripetitività del gesto atletico e qui diventa un discorso di carattere neuromuscolare ,  scusate le mie sono solo parole nessuno spednderà tempo e denaro per fare gli studi di cui parlo perchè non ci sono i denari per pagare i professionisti di fiiologia sportiva ed tecniche motorie  ma se andate in internet e cercate
university of biliard ci sono degli interessantissimi studi effettuati con macchinari
e le risultanze  è in inglese ma veramente apre un mondo teorico  poi la pratica è degli atleti  non degli studiosi
ciao buon biliardo a tutti Lorenzo
exbertit
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 51
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 23 ottobre 2014, 8:37

Re: La scuola campana

Messaggioda enzo consagno » martedì 21 luglio 2015, 10:16

mario traversa ha scritto:
enzo consagno ha scritto:
mario traversa ha scritto:Sono d'accordo ma ti chiedo:
questa filosofia di gioco e questa efficacia può essere trasmessa da un maestro ad un allievo o deve essere dentro il giocatore a prescindere?
a mio modesto avviso se un giocatore ha sin dall'inizio una predisposizione alla colpitura frontale come molti giocatori campani si arriva ad ottenere quel tipo di gioco che spiegavi tu ma se viceversa ha bisogno di essere costruito sul davanti x limiti di steccata naturale ecc. ecc. serve un lavoro diverso e comunque si può con + ore arrivare ad ottimi risultati ma necessita un tipo di scuola e di approfondimento del biliardo molto più articolato
Io ritengo che i migliori istruttori federali non siano i giocatori naturali ma quelli costruiti che hanno dovuto compiere tutto il percorso x arrivare al top
cosa ne pensi?
ciao

Io penso che a vista è difficile insegnare, nel senso che ognuno ha la sua sbracciata, puoi insegnare una scelta ma non puoi insegnare la sbracciata, di sicuro io mi ricordo che mio padre dal momento in cui avevo deciso di imparare a giocare mi fece fare un solo allenamento, 2/3 ore al giorno da solo a tirare filotti in modo che riuscivo a capire le traiettorie delle bilie e fortunatamente   ho ascoltato il consiglio alla lettera anche se non lo condividevo perché pensavo che per imparare bisognava saper contare :) le sue parole erano vuoi imparare a prendere le bilie di sponda e far correre la tua come gli scarsi a vista o fare birilli e salvarti di sponda? Ho optato per la seconda scelta:)




Grazie della risposta che riguarda la tua esperienza
Non sono completamente d'accordo xchè è vero che la sbracciata è personale ma proprio sui filotti si può insegnare tanto ed è quello che poi fà veramente la differenza mentre sul gioco di sponda non dico che basti un buon manuale ma...anche un forum può aiutare
x fare un es.del mio concetto i giocatori inesperti o i novelli tendono a giocare le strette impartendo parecchio taglio alla battente oppure tendono ad aumentare la forza su un 3 passate giocate di colpo in testa oppure gestiscono male un filotto veloce con battente a colla  oppure ....  ecco che un buon istruttore spiegando cosa succede tra le biglie(rotazioni ecc- ecc-) e come sfruttare al meglio l'attrezzo di gioco può in tempi rapidi far capire al giocatore parecchie cosette che da soli è difficile apprendere
puoi stare sul biliardo ore ed ore ma se non ti si aprono determinate porte o non ti aiutano ad aprirle serve a poco secondo me

ciao e grazie!!

Scusami ma non sono d'accordo, a vista secondo me puoi insegnare come tirarlo un filotto nel senso di prima di seconda ma non puoi mai far eseguire alla lettera lo stesso tiro, ti faccio un esempio molto pratico, il gioco di polso che fa Cavazzana mi dici come fai ad imitarlo? Fidati se ci mettiamo 5 di noi e facciamo tutti lo stesso tiro non avviene mai la stessa esecuzione Ciao
vincenzo consagno
enzo consagno
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2466
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 29 novembre 2007, 1:28
Località: nocera inferiore

Re: La scuola campana

Messaggioda mario traversa » martedì 21 luglio 2015, 13:28

Su questo sono d'accordo con te
La sbracciata non si insegna ma gli accorgimenti x ottenere un certo risultato si a mio avviso
E' chiaro che se uno di natura tende a trattenere la sbracciata sarà predisposto verso certe esecuzioni e in grande difficoltà su altre però se glielo spieghi con certi accorgimenti può diventare un forte diciamo fortino :D
A parte gli scherzi ci sono dei giocatori che partendo con poca fortuna genetica si sono costruiti molto bene e hanno raggiunto i vertici ma non faccio nomi

ciao
mario traversa
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 379
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 8 novembre 2012, 10:04

Re: La scuola campana

Messaggioda enzo consagno » martedì 21 luglio 2015, 18:11

mario traversa ha scritto:Su questo sono d'accordo con te
La sbracciata non si insegna ma gli accorgimenti x ottenere un certo risultato si a mio avviso
E' chiaro che se uno di natura tende a trattenere la sbracciata sarà predisposto verso certe esecuzioni e in grande difficoltà su altre però se glielo spieghi con certi accorgimenti può diventare un forte diciamo fortino :D
A parte gli scherzi ci sono dei giocatori che partendo con poca fortuna genetica si sono costruiti molto bene e hanno raggiunto i vertici ma non faccio nomi

ciao

Senza dubbio si può raggiungere il vertice sempre, se uno sa i suoi limiti è già avvantaggiato e poi se riesci a fare bene quello che sai fare puoi ottenere grandi risultati
vincenzo consagno
enzo consagno
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 2466
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 29 novembre 2007, 1:28
Località: nocera inferiore

Re: La scuola campana

Messaggioda mario traversa » mercoledì 22 luglio 2015, 21:48

grazie Enzo,questo si che è un bel incoraggiamento!
mario traversa
Non connesso
Utente Super Master Pro
 
Messaggi: 379
(Cerca: tutti)

Iscritto il: giovedì 8 novembre 2012, 10:04

Re: La scuola campana

Messaggioda Palermo » domenica 26 luglio 2015, 16:23

Tra prof. e Naz  di nordici c'è ne ben  pochi, si contano su un palmo di mano  :D
P.G.
Palermo
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 229
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 9 aprile 2010, 16:54

Re: La scuola campana

Messaggioda giannims » domenica 26 luglio 2015, 18:09

A una prima occhiata solo di nazionali ne ho contati una quindicina veramente... forse per una mano grande... :)
giannims
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 78
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 29 luglio 2013, 23:39

Re: La scuola campana

Messaggioda strisciofortesteola » venerdì 19 maggio 2017, 16:23

Potrò sbagliare, ma ritengo che, dal punto di vista tecnico, la scuola toscana sia la migliore in assoluto. Al sud, per tanti anni, non c'è stata la mentalità della scuola di biliardo, quindi per giocare, si doveva improvvisare, intuire ciò che si vedeva fare, quindi maggiore sviluppo del talento rispetto alla ripetizione meccanica di gesti memorizzati.
strisciofortesteola
Non connesso
Utente Attivo
 
Messaggi: 57
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2017, 3:53

Re: La scuola campana

Messaggioda leosam » venerdì 19 maggio 2017, 17:27

Da ieri in quel di Manfredonia, al Csb Queen di Antonio Defabbritis, sono atterrati per fare scuola per un po' di giorni, Nene Gomez e suo figlio Camilo......... questa che scuola è ?
Da sempre, almeno dal 1985 (da quando lo seguo io) pugliesi in trasferta in Campania e Campani in trasferta in Puglia.... per cui alla fine ...pochissime differenze complessivamente...........
leosam
Connesso
Utente Zen
 
Messaggi: 990
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 7 novembre 2011, 15:50



Chi c’è in linea

Visitano il forum: andrea alt, HOTDOG, marcolao e 10 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 13 utenti connessi :: 3 iscritti, 0 nascosti e 10 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 23:21

Visitano il forum: andrea alt, HOTDOG, marcolao e 10 ospiti