RSS Facebook Twitter

Rilancio del biliardo in Italia

Tutto sulle gare e i campionati locali, nazionali e internazionali

Rilancio del biliardo in Italia

Messaggioda Rafflesia » mercoledì 18 giugno 2008, 20:01

Ho un'idea che mi gira per la testa da un pò di tempo e vorrei provare ad esporla a tutti voi.
Il mio obbiettivo finale sarebbe quello di incentivare, per i massimi, la partecipazione alle gare di ogni categoria e vado spiegare il mio progetto apparentemente complesso ma invece di facile applicazione.

Prendiamo, come esempio, in esame una situazione teorica di un comitato provinciale come quello di Torino:

25 gare di seconda categoria all'anno
Gare a 128 giocatori(per esempio)
20€ a giocatore
=2560€

Da qui si deducono le spese, i premi e via discorrendo.

La mia idea sarebbe proprio quella di cambiare questa formula per incentivare la partecipazione alle gare e sarebbe questa:

Tre tipologie di iscrizioni:

Quota partecipazione di base 20€
Quota di partecipazione "incentivo B" 30€
Quota di partecipazione "incentivo A" 40€

Spieghiamo meglio i vantaggi a mettere più soldi scegliendo le varie opzioni:

Quota base di 20€

Si ottengono punti 1 se si arriva a disputare la finale di girone e punti 3 se si vince il girone stesso
In seguito verranno assegnati i punti previsti in base al numero di partecipanti alla gara.

Quota Incentivo B 30€

Si ottengono punti 1 se si arriva in finale di girone ma si acquisiscono ben 5 punti se si vince il girone, due punti in più dell'iscrizione di base.
Se si vince la gara ci sono altri due punti in più dei normali punti previsti in base al numero di partecipanti.

Quota Incentivo A 40€

Si ottengono punti 1 se si arriva in finale di girone ma si acquisiscono 7 punti se si vince il girone, quattro punti in più dell'iscrizione di base.
Se si vince la gara altri quattro punti in più in base al numero di partecipanti.

Adesso facciamo due conti e vediamo come gestire i soldi in più che abbiamo incassato.
Dicevamo prima:

25 gare di seconda categoria all'anno
Gare a 128 giocatori(per esempio)
20€ a giocatore
=2560€

Nel nostro caso ipotizziamo che di 128 giocatori iscritti alla gara 32 scelgano l'opzione di iscrizione incentivo A.

32x40€
=1280€

Poi che altri 48 giocatori scelgano l'opzione di iscrizione B.

48x30€
=1440€

e ai restanti 48 giocatori la quota di base.

48x20€
=960€

In definitiva avremmo:

Quota di tipo A ---> 1280€
Quota di tipo B ---> 1440€
Quota base  -----> 960€

In totale:
3680€

Avremmo così incassato 3680€-2560€=1120€ in più che andranno a formare il montepremi FINALE!

Avevamo ipotizzato 25 gare in una stagione sportiva con l'esempio riportato sopra avremmo:

1120€x25 Gare = 28000€ di incasso in più

Pensavo:
il 70% al montepremi finale
il 10% alla federazione.
Il 20% come montepremi della finale del Btp

Nel nostro caso potremmo disporre di:

28000€ per il 70%

19600€

il 32% và al primo classificato di seconda categoria della provincia
il 18%
il 12%
il 10%
l' 8%
il 6%
il 4%
il 2%
l'1% dal 9° posto al 16°

In questo caso i premi a fine stagione sarebbero questi:

1° 6272€
2° 3528€
3° 2352€
4° 1960€
5° 1568€
6° 1176€
7° 784€
8° 392€
Dal 9° al 16° sono 196€

In caso di pari merito si guarderebbero il numero di gare a cui si è partecipato, i risultati migliori, il numero di volte che ci è iscritti con la quota A, B.

Il 10% che và alla federazione sarebbero 2800€ x almeno 20 comitati principali in tutta Italia sarebbero 56000€ in più per la federazione all'anno.

Ma l'incentivo più grande è quello del 20% alle finali del Btp.

Uno è spronato a diventare almeno Nazionale perchè può avere il vantaggio di arrivare a guadagnare le seguenti cifre:

28000€ per il 20% = 5600€ quota destinata alle finali Btp

5600€ per i 20 comitati provinciali principali
=112.000€

Allora avrebbe un minimo di senso di parlare di professionismo.

Rileggetevi il tutto almeno un paio di volte.. :D
Rafflesia
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 249
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 15 giugno 2004, 15:53

Messaggioda dffmade » mercoledì 18 giugno 2008, 20:17

Personalmente resto dell'idea che il professionismo esiste solo in funzione del dilettantismo. Se i dilettanti o amatori (1^-2^ e 3^ cat) percepiscono un montepremi non sono più dilettanti ma semiporofessionisti.

Sono sempre più dell'idea che i montepremi debbano essere utilizzati per altre funzioni quali spesare i giocatori che arrivano a Saint Vincent (viaggio+hotel), stipendiare i professionisti, incentivare attività per giovani e neofiti.

Questo è ciò che penso di come vadano gestiti i soldi di una federazione sportiva di amatori+professionisti.

Ma io sono un'idealista....
---

Dffmade

Immagine
Immagine
dffmade
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Spirituale
 
Messaggi: 1700
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2004, 3:44
Località: Milano

Messaggioda Rafflesia » mercoledì 18 giugno 2008, 20:39

Ma per chi fà le gare per puro divertimento non cambia nulla.. ;)
Rafflesia
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 249
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 15 giugno 2004, 15:53

Messaggioda siango66 » giovedì 19 giugno 2008, 3:15

Ciao! grande intuizione...sono d'accordo...ma parzialmente...e vado anche a spiegarti il perchè.potrebbe sembrare che i punti vengano"comprati" per aver una migliore qualifica...per alzare un montepremi, basterebbe che i csb, coordinati da un direttore di gara federale, stipendiato a questo punto a ragion veduta, mettessero a disposizione un numero di persone atte ad arbitrare in numero doppio dei biliardi a disposizione per un ricambio...faccio un esempio:
costi se una gara dura 1 settimana in una sala con & biliardi: 6 arbitri federali ad una media di 25€ ad arbitro= 150€ a sera X 7 giorni= 1050€ che potrebbero essere risparmiati e che potrebbero essere distribuiti in percentuali sia al csb organizzatore che al montepremi...tipo il 25% al circolo ed il 75 al montepremi....anzichè avere degli arbitri che vengono a dormire sul biliardo dove giochiamo e a fare le prime donne solo per farsi notare....
secondo me qui a Torino se c'è il 30% degli arbitri che lavora con criterio e passione...sicuramente esagero! :boh:  :boh:  :boh:  :boh:  :arrabbiato:  :arrabbiato:  :stelle:  :stelle:  :stelle:  :testata:  :testata:  :testata:  :testata:  :testata:  :testata:
siango66
Non connesso
Avatar utente
Utente Attivo
 
Messaggi: 55
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 11 marzo 2006, 2:53
Località: torino

Messaggioda Rafflesia » giovedì 19 giugno 2008, 3:42

Oppure trovare uno sponsor milionario e una tv satellitare.. :)
Rafflesia
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 249
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 15 giugno 2004, 15:53

Messaggioda rik » giovedì 19 giugno 2008, 8:00

le gare delle categorie minori degli altri sport hanno una iscrizione minima e nessun montepremi credo
fare così anche per gli amatori del biliardo credo possa riportarlo a sport vero
per la tua prorposta non saprei, non gioco a soldi e faccio le gare di sole terze o qualche memorial per..come dire..volontariato una sorta di...beneficienza, ma se non ci fosse quello che alcuni neanche mettono sulla locandina e chiamano b.v. per me sarebbe uguale, anzi meglio direi, molto meglio.
:arrossire:

ciao grazie Ric
'cresci conoscendo il tuo avversario:'
rik
Non connesso
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 4641
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 3 novembre 2006, 12:32
Località: milano

Messaggioda nira » giovedì 19 giugno 2008, 9:51

Ciao Renzo,
innanzitutto mi fa piacere rivedere i tuoi scritti quindi bentornato  :)
In tutta franchezza......... Perlomeno negli ultimi 2 anni mi sono affacciato all'aspetto organizzativo del biliardo, tralasciando a volte anche il biliardo giocato.
Questo con un semplice scopo: contribuire affinchè il biliardo cresca dando il mio contributo, seppur minimo.
Ponendomi dalla parte dell'organizzatore ho potuto constatare come il male peggiore del nostro sport derivi innanzitutto dalla base, dai giocatori che spesso sono degli autentici SCURALAMI (dicasi scuralami chi guarda solo al suo interesse, fosse anche nell'ordine dei centesimi).
Dopo varie esperienze, basate anche solo sull'ascolto di discorsi fatti nell'ambiente (dal provinciale al nazionale) ho notato che regna innanzitutto la regola di lamentarsi a priori su ogni tipo di proposta fatta: ed anche in questo caso sono convinto che ci sarebbero giocatori che inveirebbero per i motivi più disparati, come dare una quota della loro partecipazione a terzi, in primis alla Federazione.
Alla fin fine sono arrivato a questa conclusione:nel biliardo c'è gente che passa tempo nei forum (si chiamino BW o BH o Billard non conta molto) e che segue e studia il biliardo per pura passione. A loro potresti chiedere anche la luna, a patto di dare un minimo segno tangibile di miglioramento.
Il problema di fondo è che ad oggi la flotta degli SCURALAMI gode di maggioranza schiacciante. A loro non puoi chiedere nulla, basta che dai.
**********************
Immagine
nira
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 4195
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 21 gennaio 2006, 12:36
Località: Sanremo

Messaggioda amelie » giovedì 19 giugno 2008, 14:27

Ciao Raff!!! Bentornato! ;)
Ho letto una volta sola perchè sono di corsa.... appena ho un po' di temo rileggo x la seconda e ti faccio sapere ;)

Ci tenevo a salutarti :ciao:
Immagine


Sotto con gli allenamenti!!!
amelie
Non connesso
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 9546
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 13 febbraio 2004, 18:53
Località: vicenza

Messaggioda Rafflesia » giovedì 19 giugno 2008, 19:06

Ciao Nira, Ciao Amelie  :ciao:

Vi ringrazio dell'accoglienza ma sono sempre "qui" in giro solo che ho preso a scrivere molto meno(su tutti i forum non solo su questo)

Passando all'argomento trattato mi piacerebbe sapere che cosa ne pensa Claudio Bono di una proposta aggressiva come la mia e se la federazione non ha mai vagliato l'ipotesi di un cambiamento di questo genere per rilanciare il movimento bigliardistico in Italia.

Poi ovviamente la cosa si può modificare, migliorare all'infinito non ci sono problemi da questo punto di vista.
Il fatto che una parte possa essere destinata alla federazione è d'obbligo anche solo per questioni organizzative.
Una situazione del genere obbligherebbe la federazione ad uno sforzo sicuramente maggiore in termini di organizzazione delle gare, delle categorie, delle promozioni e di conseguenza una cura maggiore sulla valutazione della reale forza di un giocatore(mai più una prima categoria tra le terze) e di retrocessioni a ragion veduta.

Una netta miglioria della gestione ha bisogno anche di un supporto economico maggiore e poi  gli stessi giocatori che storcono il naso per una questione economica oggi potrebbero essere invece soddisfatti per dei risultati che vedrebbero essere riconosciuti anche economicamente un domani.
Rafflesia
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Master
 
Messaggi: 249
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 15 giugno 2004, 15:53

Messaggioda lupomarino » sabato 21 giugno 2008, 13:12

Rafflesia ha scritto: Oppure trovare uno sponsor milionario e una tv satellitare.. :)


... che realizzi un "reality" sul biliardo!
Pensate: ci sono litigi, intrighi, innamoramenti, gioia e lacrime.
Perfetto, no? :felicetv:
lupomarino
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1038
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 18 novembre 2003, 9:30
Località: Inzago

Messaggioda MrDay » mercoledì 25 giugno 2008, 11:31

lupomarino ha scritto:
Rafflesia ha scritto: Oppure trovare uno sponsor milionario e una tv satellitare.. :)


... che realizzi un "reality" sul biliardo!
Pensate: ci sono litigi, intrighi, innamoramenti, gioia e lacrime.
Perfetto, no? :felicetv:


Be'... non so se lo hai detto solo per scherzo (nel qual caso ho abboccato alla grande)... ma secondo me questa è un'idea grandiosa.
"Io credo nelle persone, però non credo nella maggioranza delle persone.
Anche in una società più decente di questa, mi sa che mi troverò a mio agio e d'accordo sempre con una minoranza"
(N. Moretti)
MrDay
Non connesso
Avatar utente
Utente Master
 
Messaggi: 195
(Cerca: tutti)

Iscritto il: domenica 17 febbraio 2008, 12:40

Messaggioda ares » mercoledì 25 giugno 2008, 16:50

MrDay ha scritto:
lupomarino ha scritto:
Rafflesia ha scritto: Oppure trovare uno sponsor milionario e una tv satellitare.. :)


... che realizzi un "reality" sul biliardo!
Pensate: ci sono litigi, intrighi, innamoramenti, gioia e lacrime.
Perfetto, no? :felicetv:


Be'... non so se lo hai detto solo per scherzo (nel qual caso ho abboccato alla grande)... ma secondo me questa è un'idea grandiosa.


ma vi immaginate cosa potremmo fare io e cico in un reality?
altro che casa vianello, altro che ric e gian....
semo er meglio
Ares
ares
Non connesso
Avatar utente
Utente Spirituale
 
Messaggi: 1334
(Cerca: tutti)

Iscritto il: martedì 4 novembre 2003, 17:56
Località: Milano

Messaggioda garavaglialuca » mercoledì 8 ottobre 2008, 17:01

cico quello di "Ciak si giri"...?
:lol:
Campione Italiano a Coppie 2012
Campione Regionale Lombardo 1a Categoria 2013
Campione Provinciale Milanese 1a Categoria 2013
1° Coppa Lombardia 2014
Istruttore Federale FIBIS

Interista convinto

Tutto ciò che può essere insegnato non vale la pena di essere appreso (G.B., i'll miss you)
garavaglialuca
Non connesso
Avatar utente
Utente Super Sajan
 
Messaggi: 3623
(Cerca: tutti)

Iscritto il: lunedì 7 giugno 2004, 13:52
Località: Cernusco sul Naviglio (MI)

tutto giusto ma....

Messaggioda billiardman » sabato 27 dicembre 2008, 19:56

Tutto giusto ma se invece di fare open in tutta Italia e quindi far girare di continuo la gente si facesse in questo modo:

Campionato provinciale a squadre e singolo per poi accedere al campionato regionale e chi vince accede al campionato nazionale in un'unica prova si risparmierebbero tanti soldi e si avrebbero più iscritti contando che tanti non si iscrivono al nazionale per problemi di tempo e di soldi il fatto stesso di poter giocare nella propria città attirerebbe molte più persone.
Che ne pensate? :boh:  :boh:  :boh:
billiardman
Non connesso
Utente
 
Messaggi: 8
(Cerca: tutti)

Iscritto il: sabato 27 dicembre 2008, 18:21

Re: Rilancio del biliardo in Italia

Messaggioda trombaccio » giovedì 24 marzo 2011, 17:09

Concordo con biliardman, 15 gare provinciali(2 al mese), i primi 12 accedono alle regionali(poi dipende dalla regione), gara unica i primi 8 a Saint vincent spesati di viaggio e hotel.
Per Rafflessia, 25 gare in 8 mesi mi sembrano tante e pagare i punti non è molto corretto nei confronti di chi non può permetterselo.
Quest'anno in provincia di Ferrara ad una Gara Provinciale di seconda categoria ci sono stati 9 iscritti..... e dico Ferrara una delle Provincia più attive d'Italia nell'ambito del biliardo stecca.
indirizzo skype davide5859
trombaccio
Non connesso
Utente Super Master
 
Messaggi: 292
(Cerca: tutti)

Iscritto il: venerdì 12 marzo 2004, 12:19
Località: ariano ferrarese



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Login Form

Chi c’è in linea

In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti
Record di utenti connessi: 1297 registrato il domenica 12 giugno 2016, 22:21

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti